Peter Gabriel
Secret World Live

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


All'inizio degli anni novanta, mentre nuovi generi musicali come il Britpop, il Grunge ed il Post-Rock stavano cominciando ad emergere, il nostro Arcangelo Peter Gabriel era probabilmente all'apice del suo successo.

Tralasciate le sfuriate tribali e graffianti di inizio ottanta alla "Intruder" e "Not One Of Us" (seppur non abbandonando la parte avanguardistica della "world music" con il suo capolavoro Passion del 1989) e complice il successo mondiale di So che lo aveva consacrato a grande icona pop e rock mondiale, nel 1992 pubblica un nuovo album, "Us", nato dalle ceneri della sua separazione con la sua prima moglie Jill Moore e dal fallimento del suo matrimonio. Tale disco, che basa presumibilmente il suo fulcro concettuale sulle relazioni umane, vede sua pubblicazione più o meno in modo contemporaneo a quella del nuovo disco dei suoi ex-compagni Genesis (o quel che ne è rimasto) che si interrogano invece sulle "presunte abilità ed affinità con il ballo". Il tour che seguì alla pubblicazione di "Us" (e che venne battezzato "Secret World Tour", da cui venne appunto tratto questo CD/DVD di cui adesso vi parlerò) fu probabilmente una delle tourneé più spettacolari, mastodontiche e grandiose del decennio, seguita probabilmente dallo ZooTV Tour degli U2.

Il nostro Pietro, per mettere in pratica ciò, si avvalé della collaborazione dello sceneggiatore canadese Robert Lepage (con il quale parteciperà anche all'allestimento di altri suoi successivi e più recenti tour, come il "Growing Up Live Tour") che diede vita ad un particolare palcoscenico dal design vertiginoso. Inoltre la sua band, oltre a vedere la presenza dei suoi storici compagni di viaggio Tony Levin al basso e David Rhodes alla chitarra elettrica, comprende anche l'ottimo batterista francese Manu Katché ed il tastierista Jean Claude Naimro, a cui si aggiungono anche i cosiddetti session-man come il violinista indiano Shankar e Levon Minassian al doudouk. La scaletta raccoglie più o meno tutto quel che è stato del Pietro solista a cavallo tra la fine degli ottanta e l’inizio dei novanta: abbiamo le coinvolgenti hit radiofoniche come la sempreverde “Sledgehammer” e la buffa “Steam”, le ballate introspettive di “Come Talk To Me” e “Blood Of Eden”, la maestosa “Red Rain” e la riflessiva title-track. Questo perfetto cerchio si chiude con una splendida e dilatata versione di “In Your Eyes”, qui estesa a circa 11 minuti, con la quale Gabriel e la sua band si congedano dal quel di Modena (si, il live è stato proprio registrato qui in Italia).

Per arrivare al dunque, un disco che qualunque fan dell’ex-Genesis dovrebbe possedere e che racchiude in sé la seconda parte della carriera del nostro Peter, ovvero quella, dal punto di vista musicale, più accessibile e commerciale ma non inferiore alla prima (77’-83’) dal punto di vista qualitativo. Un live che non può far altro che arricchire la vostra collezione di dischi.

Questa DeRecensione di Secret World Live è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/peter-gabriel/secret-world-live/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dodici)

hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Oplà. Il mio live preferito di Gabriele Pietro.
BËL (01)
BRÜ (00)

SydBarrett96: Io gli preferisco giusto di un pizzico "Plays Live", ma sono entrambi ottimi. ;)
jdv666
Opera: | Recensione: |
EverardBereguad
Opera: | Recensione: |
La versione live dei pezzi di US la gradisco di più di quella in studio. Bella nel DVD la traghettata in San Jacinto e simpatico il finale in stile Copperfield.
BËL (01)
BRÜ (00)

TheJargonKing
Opera: | Recensione: |
L'Arcangelo Pietro Gabriele! Non delude mai.
BËL (01)
BRÜ (00)

federock
Opera: | Recensione: |
mai sentito. Finora per me Peter Gabriel è sempre stato il primo (in tutti i sensi) cantante dei Genesis... L'album Us è proprio l'unico che ho e che conosco, bellissima Secret World. In generale quelli che da geniali innovatori e creatori di musica in una band diventano una sorta di "santoni planetari del pop" mi attirano poco.
BËL (00)
BRÜ (00)

hjhhjij: Ma quali santoni del pop, fede ;) Gabriel coi Genesis al massimo fu geniale autore di testi e straordinario interprete ma geniale innovatore e compositore lo è stato da solista. Ti devi fidare di Gabriel porco giuda :D anche perché "Passion" non mi sembra l'opera di un santone del pop e nemmeno "III" e "IV". Fidati eccheccazzo XD
SydBarrett96: A parer mio tutti i dischi dal 77' al 92' sono superbi (compresi live e colonne sonore). Consigliatissimi ;) Comunque vedo già che il buon vecchio compare Hj ti ha già ampiamente consigliato un paio di disconi... hai tutto per iniziare. Su youtube dovrebbero esserci anche i Full Album se non sbaglio ;)
SydBarrett96: Ho ripetuto due volte "già"... LOL
federock: Uff... guarda te se 'sti pischelli devono minare i pregiudizi di un vecchio rokkettaro... avanti: ascolto sto Passion!
federock: du' palle...!!!
federock: De Andrè con Crueza de mà batte Gabriel 10-0 sul suo stesso terreno......
hjhhjij: "du'palle" se vabbè :D
"De Andrè con Crueza de mà batte Gabriel 10-0 sul suo stesso terreno......" ahhahaahahahahahahahahahahahahahahh ahahahahahahahahahahahahahahahahaha h, scusa fe, ma questa è la minchiata del secolo (detto da uno per cui "Creuza de ma" è un capolavoro assoluto eh ;)
SydBarrett96: Dai, davvero credi ciò? Che poi a mio modesto parere "Creuza de mà" non è neanche l'album più grande di Faber, seppur sia bellissimo. Gli preferisco "Non all'amore, nè al denaro, nè al cielo".
hjhhjij: No ecco, vi prendo a testate tutti e due :D Creuza è il miglior disco di De Andrè, ma colla ceppa che vince 10 a 0 su Passion, e HO RAGIONE IO, CHIARO? :D
SydBarrett96: No aspetta Hj! Concordo sul fatto che Passion vinca 10 a 0 su Creuza De Mà, ma è anche vero che quest'ultimo non è il disco migliore di De Andrè IMHO.
hjhhjij: Guarda che io non ho detto che Passion vince 10-0 su Creuza, ho detto che Creuza NON vince 10-0 su Passion :D Però sostengo che Creuza è il migliore di De Andrè, ed HO RAGIONE IO! XD
SydBarrett96: No, MI DISPIACE MA 'STA VOLTA NON SIAMO D'ACCORDO! XD
hjhhjij: Ti si è impallato il Caps Lock? XD No su De Andrè evidentemente no (su Gabriel si però), nonostante ritenga Non all'amore una delle vette del cantautorato italiano.
SydBarrett96: No, ma scrivere maiuscolo fa più da duro! xD
hjhhjij: Vabbè, io mi ritiro tra le braccia di Morfeo che domani devo alzarmi presto: missione, uccidere federock ;)
SydBarrett96: Hahahahaha, dai così presto? Vabbè se è per una giusta causa... ;)
federock: ho citato quell'album di De Andrè non perchè sia il suo più bello necessariamente - non sono proprio un suo fan, non conosco tutti i suoi album - ma xchè volendo può centrare con la world music di Gabriel, e per quanto ho sentito preferisco Creuza. Melodie migliori, più varietà, più suggestioni etniche.
federock: eccomi. Quanti siete? Mica solo in 2, che manco mi diverto così....!!!
hjhhjij: " ma xchè volendo può centrare con la world music di Gabriel, e per quanto ho sentito preferisco Creuza. Melodie migliori, più varietà, più suggestioni etniche." Be, qua la cosa diventa parecchio soggettiva credo, sulle suggestioni etniche ad esempio è una bella lotta a parer mio. Solo il 10-0 mi trova assolutamente in disaccordo, è una cazzata dai :D Per il resto be, due dei più bei dischi degli anni '80, due pietre miliari e così via, però è meglio Passion XD
dosankos
Opera: | Recensione: |
Fine '80 e inizio '90. Epoca Petrusgabriellina a me oscura.
BËL (01)
BRÜ (00)

hjhhjij: Anche "Passion" ti è oscuro?
dosankos: MMMMhhh... si. Sono rimasto ai numerati 1977-82
SydBarrett96: Dos, ascolta "Us". Non te ne pentirai ;)
hjhhjij: E già quelli vanno bene. Però dos dammi retta, il capolavoro (o uno dei) della Word Music va tassativamente ascoltato, Passion è imprescindibile; solo quello magari, ma ascoltalo fidati, è figo.
SydBarrett96: Non conosci neanche "So"? Allora dobbiamo porre rimedio SUBITO! YouTube video non trovato vkIeR4cCTCk
hjhhjij: Anche Us è bello, prima però: "Passion" ;)
dosankos: Starei qui a cazzeggiare tutto il meriggio, ma porrò rimedio stasera fanciulli. Il dovere mi chiama ;-)
hjhhjij: Il che mi sembra giusto ;)
SydBarrett96: Non ti preoccupare, vai con calma ;)
ProgRock
Opera: | Recensione: |
Ancora non ho avuto modo di procurarlo, a differenza dei suoi Album di studio che li ho tutti, provvederò in seguito sia per questo che per il Plays Live.
BËL (02)
BRÜ (00)

paolofreddie: Io ho tutta la discografia di Peter Gabriel, compresi album live e dvd live, ma mi mancano Birdy e Passion.
hjhhjij: Male (per Passion), rimedia ;)
SydBarrett96: Io ieri ho preso Birdy, oggi è il giorno di Passion :D
aries
Opera: | Recensione: |
Conosco ben poco la produzione di Piergabriele post '83 per poterla valutare.
BËL (01)
BRÜ (00)

SydBarrett96: Ti consiglio gli stessi dischi che ho consigliato a Dosankos nel commento n.6. ;)
paolofreddie
Opera: | Recensione: |
Per caso è una presa in giro? I Genesis si interrogano sulle "presunte abilità ed affinità con il ballo". We can't dance è un ottimo album dove si affrontano temi molto seri e di un certo spessore sociale: No son of mine parla dell'abuso sui bambini, Jesus he knows me parla dei programmi americani dove i conduttori si spacciano per dispensatori di bene spirituale, Driving the last spike parla della morte di coloro che hanno contribuito alla costruzione della ferrovia inglese, Dreaming while you sleep parla di un uomo che, ubriaco, investe una donna e si ritrova a fare i conti con la propria coscienza, Tell me why parla della fame nel mondo e dei bambini che muoiono per le strade, in generale della situazione di squilibrio mondiale, Since I lost you è un pezzo dedicato al figlio morto di Eric Clapton. Dimmi un pò tu se queste sono riflessioni sul ballo. Comunque sull'album di Peter Gabriel non ho niente da dire :)
BËL (00)
BRÜ (00)

SydBarrett96: Allora metto subito in chiaro alcuni punti: "Us" e questo disco per me spazzano via subito "I Can't Dance" che, pur essendo un buon disco, ma in alcuni punti lascia a desiderare (vedi la title-track ed il video analogo davvero demenziale). Poi ti prego, i Genesis veri sono quelli dei 70'...
paolofreddie: Concordo con te su questo. I Genesis dei '70 sono irraggiungibili.
donnie darko
donnie darko Divèrs
Opera: | Recensione: |
l'ho visto su sky on demand e mo me lo compero dopo so versione 25 ennale.......... stupendo pietro in grande forma e sono d'accordo sul fatto che sia l'unico cantante dei genesis che hanno un senso superiore con lui...........
BËL (00)
BRÜ (00)

De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Ciao Syd; ancora dalle parti di una tua recensione ed anche questa volta la lettura mi risulta semplice, scorrevole, inquadrando perfettamente con il tuo scritto la bellezza di questo doppio disco live del buon Peter Gabriel. E poi Tony Levin al basso e David Rhodes alla chitarra sono sinonimi di classe pura; per non parlare degli altri eccellenti componenti della band. Alla prossima.
BËL (00)
BRÜ (00)

hjhhjij: Mica è un caso che dopo aver collaborato con Gabriel tra il '77 e il 1980, Fripp poi s'è accaparrato Levin :)
De...Marga...: Diciamo che il buon Tony se la cava piuttosto bene con il suo strumento!! Ricordo quando vidi Gabriel nel 2003 il bassista in alcuni pezzi usava la mano destra per suonare indossando un guanto con degli artigli, molto simile a quello della saga di Nightmare: mostruoso in tutti i sensi. E se non ricordo male anche lui si avvicina ai settant'anni.
hjhhjij: Eh be l'età è più o meno quella per i musicisti della loro generazione. Grandissimo Levin e che occhio Fripp. Collabora con Eno-Bowie e i Talking Heads e si piglia Belew, collabora con Gabriel e si piglia Levin :)
De...Marga...: Stiamo parlando di personaggi di grandezza smisurata, che continueranno a deliziarci con i loro capolavori. Riguardo Levin è nato il 6 Giugno del 1946...Maestro assoluto.
hjhhjij: "che continueranno a deliziarci con i loro capolavori." Fripp di sicuro roba buona ne farà finché avrà fiato. Per Gabriel invece ho perso la speranza da molto tempo.
De...Marga...: Quando ho visto che riportavi virgolettata una mia frase ho temuto di aver scritto un altro periodo male, memore del primo paragrafo della recensione di qualche giorno fa. Scherzi a parte penso che Gabriel non pubblicherà più un album nuovo; poi la speranza è sempre comunque l'ultima a morire. Un mio amico lo ha visto in concerto una trentina di volte.
hjhhjij: Infatti hai ragione, la speranza è l'ultima a morire, Gabriel no.
De...Marga...: Comunque mio carissimo hjhhjij ho visto che sei l'unico a non aver dato il massimo dei voti alla mia ultima recensione; ingrato!!!!! sto ovviamente scherzando, sono contentissimo delle vostre lusinghe, ci mancherebbe. Questa mattina non sono riuscito a collegarmi al sito fino alle 13.30; anche a Roma è stato così?
hjhhjij: Si anche a me non si collegava. T'ha fregato il primo paragrafo eh eh però la recensione era bella :)
De...Marga...: Continuo a rileggierlo il primo paragrafo e non riesco a venirne fuori nemmeno io; pensa che la mia frase finale latina "Ad Maiora" l'ho presa in prestito da un mio vecchio proferrsore di lettere liceale, scomparso lo scorso Ottobre. Un professore che adoravo, con un livello di preparazione non comune. Sono sicuro che se avesse la possibilità di leggere una costruzione grammaticale così stridente, mi prenderebbe non solo a calci.
hjhhjij: Anche tu liceo classico ? Salve collega.
De...Marga...: Maturità Scientifica, 37/60...un genio...
hjhhjij: Ah scientifica... Hai saltato il Greco, sculato di merda :D
De...Marga...: Per fortuna, visto il risultato della Maturità; ora dammi il tempo per definire Tony Levin...vedrai che cosa sono capace di tirar fuori!!!!!!!!!
hjhhjij: Da me alla maturità non c'è stata esattamente una pioggia di 100 e lode XD Fidati, il Greco è un incubo vero, anche se la letteratura è splendida.
SydBarrett96: Grazie DM per essere passato da qui, apprezzo il voto che abbia dato alla recensione. Questo è forse il mio live Gabrieliano preferito, ma mi è dura scegliere tra questo e "Plays Live".
De...Marga...: E' sempre piacevole per un "vecchio" del mestiere come me passare dalle parti di recensori giovani ma molto ben preparati e soprattutto modesti: bravo Syd, siamo in ottime mani per il futuro!!!!
SydBarrett96: Grazie mille DM, sono lusingato sul serio. :)
silvietto
Opera: | Recensione: |
Scrive uno che il concerto in questione l'ha visto dal vivo, sì proprio quello di Modena dove di li a qualche settimana si esibirono anche e per l'ultima volta (in Italia) i Pink Floyd..... (pensate che Delizia!!) e naturalmente testimonia che il DVD/CD non potevano essere da meno e quindi si beccano facili, facili le 5 stelle (e come sapete non son di manica larga) sia per la qualità dell'opera e degli artisti coinvolti che per quella delle scenografie, in grado di migliorare decisamente i pur pregevoli brani in studio rievocati. Il voto della recensione, sconta la gioventù (evidente) del recensore, ma è buona anche se non analitica. Già che ci sono spezzo anche la mia lancia in favore di "We Can't Dance" ovvero del quasi contemporaneo album del suo ex Gruppo che non è affatto inferiore a "So", tutt'altro! Ce ne fossero...... Insomma siamo ai vertici, nonostante fosse già passato un ventennio dall'epoca aurea dei Genesis.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: