Sto caricando...

Pooh
Un posto felice

()

Voto:

Tra i primi album del gruppo che io abbia ascoltato per intero. Mi ha preso da subito di prepotenza. Il tema principale è sì l'amore, ma trovo che rispetto ad altri loro dischi, qui sia trattato in un modo particolare e dolce.

"Se Balla da Sola" è molto radiofonica, ha un buon testo ed è molto orecchiabile, e ciò non la rende brutta, anzi.

"Mi Manchi" invece mi è sempre piaciuta moltissimo, sarà perché riprende "La Donna del Mio Amico", ma sentire le tastiere e la voce di Roby, accompagnate dalla batteria, mi cattura in modo indescrivibile. Vi sono anche legato emotivamente.

"Quando lui ti chiederà di me" e "Io ti aspetterò" sono ottimi brani, uno molto lento a tratti, quasi come fosse un monologo da ascoltare in silenzio. L'altra è una nuova creazione del duo Canzian - D'Orazio, dedicate alla nuova moglie di Red. Diciamo che mi ci rivedo in alcune parti del testo, e questo fa sì che io la ponga un po' più in alto.

Abbiamo poi "Sogno a mezza estate" e "Ricostruire un amore", buone. La prima è anche allegra rispetto al canone a cui siamo abituati, e l'assolo di Dodi... Be'... Non c'è bisogno di dire altro. La seconda non ha una particolarità ben definita, ma le note di tastiera preponderanti, e un piccolo assolo di Dodi fanno sì che sia comunque più che buona

"Dimmi di sì" è la classica canzone ironica e senza peli sulla lingua di Stefano, che può piacere o non piacere. Non è tra le mie preferite ma non la butto nemmeno.

"Quel che non si dice" ha un inizio particolare, lento, e che mi piace molto. Anch'essa è una canzone abbastanza lenta, un'altra storiella da ascoltare, dall'inizio della relazione tra il protagonista e la sua donna. Oggettivamente buona, ma soggettivamente dico più che buona

"Eravamo Ragazzi" ha il sapore dei Pooh di "Alessandra", cioè quasi adolescenziali. O meglio, effettivamente nel brano vengono ricordati quei tempi, con un senso di nostalgia ma anche di spensieratezza.

"Ventimila leghe sotto il cielo" fa ovviamente riferimento nel titolo all'opera di Verne. Questa devo ammettere che è quella che mi ha colpito di meno.

In toto, "Un Posto Felice" per me è un album da 8-/10, mi piace particolarmente e vi sono legato, ed è sicuramente tra i migliori di quegli anni per quanto riguarda i Pooh

Commenti (Diciannove)

woodstock
woodstock
Opera:
Recensione:
ho come la sensazione che manchi poco al lancio degli ortaggi, perciò buona fortuna.


mrbluesky: buona fortuna (che è pure un album)
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Roba grossa.
Il tbt è poi quel tocco di classe che fa volare altissimo
5+5 è il minimo sindacale, savansadir


Farnaby: Adoro il trecbaitrec!!!!
macmaranza: Io ne sono assuefatto!
Farnaby: Non potrei fare senza...
lector
lector
Opera:
Recensione:

Benvenuto.
Anche se, secondo me, hai sbagliato posto.


lector: I Pooh possono piacere o non piacere, ma anche un calcio nei coglioni ci ha il suo perché...
woodstock: i pooh come la grigliata di pesce ratto

La grigliata di pesce....ratto - Fantozzi
lector: Buono il pesce ratto!
ZiOn
ZiOn
Opera:
Recensione:
Avevo letto "Ventimila seghe sotto il cielo". Prenoterò una visita dall'oculista.


iside
iside Divèrs
Opera:
Recensione:
@[dsalva] ti rubano il lavoro


dsalva: Ah non so che dirti, neanche sapevo che i Pooh avessero fatto dischi dopo il 1980.....
woodstock: ahahahah
Flame
Flame
Opera:
Recensione:
50k? belin hai ancora alice?


asterisco
asterisco
Opera:
Recensione:
Oh, finalmente!
Ottomeno su dieci è un po' pochino però.


ZiOn: Io avrei dato un 8+. Sono un maniaco della precisione.
asterisco: Io -8 a dire il vero.
ZiOn: Sei un amante del brivido.
asterisco: Con i Pùh l'horror è dietro l'angolo.
cece65: Non si chiamano Pùh, si chiamano Puah!
Danilo Dara
Danilo Dara
Opera:
Recensione:
Da una recensione mi aspetto che mi dica almeno quando son stati scritti questi brani.
Soprattutto se termina con "tra i migliori (album) di quegli anni.


MarkRChandar: Signor Danilo, lei quando sentenzia, difficilmente sbaglia. Ha ragione.
voiceface
voiceface
Opera:
Recensione:
Ok, il recensore non mi sembra il nuovo Bertoncelli o Zanetti. Però alcune volte apprezzo più la semplicità che la pretenziosità di recensioni su dischi anche meno "nobili" di questo.


Dislocation: Zanetti, però, palla al piede era uno spettacolo.
Farnaby: Beh, guarda che anche Bertoncelli non era male...
Dislocation: Un Bertoncelli o un prete...
Falloppio: (Cit. FG)
Dislocation: Eccolo, il solito neofascio che cita le sue fonti del Fronte della Gioventù... non ti ci facevo.
Falloppio: FG sono anche le mie iniziali.
Ma pensa.....
Dislocation: Come l'ideologggia rovina i genti!
Farnaby: Siete due belinoni...e prima che rispondiate con inutile vanagloria vi dico già no, non sto parlando delle dimensioni del vostro organo sessuale...
Falloppio: Io te e Dislo, ne manca uno per poter dire..... eravamo 4 amici al bar
Farnaby: Quattru scemmi...
Dislocation: Con @[Farnaby] siamo tre, bisogna vedere se il prode @[voiceface] ci degna della sua presenza.
Così saremmo in quattro...
Farnaby: N'atru scemmu...
Dislocation: Bella famiggia, eh?
Falloppio: Niente, @[voiceface] non risponde, mi sa che facciamo pokerino col morto....
Dislocation: Occhei, dai, tu trapassi, quindi?
voiceface: Scusate ragazzi, ma sarà l'età, ma non ci ho capito niente. Riassumete la proposta e sarò lieto di rispondervi :-)
Falloppio: Lascia stare, abbiamo scritto solo un sacco di cazzate..... :)
Dislocation: Come sempre, del resto.
Farnaby: Niente, mancava il quarto amico al bar...
MarkRChandar
MarkRChandar
Opera:
Recensione:
Conobbi un ragazzo molto affabile in biblioteca anni fa, parlando mi disse esplicitamente : "devi ascoltare i Pooh, il gruppo migliore di sempre".
Grazie a lui venni a conoscenza del mercatino dei vinili usati qui in città e la canzone "Parsifal", grandissimo pezzo.
Mi mancano quei momenti spensierati pre-covid.



ZiOn: C'era un ragazzo che, come me, amava i Beatles e i Rolling Stones...
MarkRChandar: Gianni mi sta simpatico solo sul versante social, per il resto mai sopportato.
ZiOn: Ah sì? Io lo trovo irritante, ipercinetico, insopportabilmente positivo 😄
ZiorPlus: Poi che fine ha fatto questo ragazzo molto affabile non sarà mica passato alla roba pesante tipo Maneskin?
Dispiacerebbe.
MarkRChandar: Boh dopo quell'affermazione non l'ho più sentito.
dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
Giovane @[Mario50K] , questo è un sito di persone troppo sensibili per recensioni forti come questa e per gruppi di "nicchia" come i Pooh.
In pochi purtroppo apprezziamo il miglior gruppo rock prog pop rap trap metal di tutti i tempi.
La donna del mio amico capolavoro assoluto


dsalva: Ovviamente passa a mettere qualche Bel bella rassegna
#paolobitta6680
ZiorPlus: Anche reminiscenze Reggae con spruzzate Ska derivative da certo Rhythm and blues.
Diamo ai Pooh cio' che è dei Pooh
ZiorPlus
ZiorPlus
Opera:
Recensione:
Era dal 199 anno di pubblicazione che attendevo una recensione su questo lavoro.
Finalmente tanta attesa è stata ricompensata che dire, giustizia è fatta.


ZiorPlus: 199 > 1999, perdinci, l'emozione che scherzi che gioca.
ZiOn: E che recensione...
ZiorPlus: Come ben esplicita il recensore > "monologhi da ascoltare in silenzio".
C'e' poesia in tutto ciò.-

dsalva: Ma 199 ac ?
Dislocation
Dislocation
Opera:
Recensione:
I Pooh sono finiti con "Palasport", dopo aver raggiunto l'apice con "Boomerang", quelli che hanno seguito sono degli androidi programmati alla ripetizione sine die, ad libitum, usque tandem, de facto, ipse dixit, esticazzi.


dsalva: Vede che Ella mi da ragione!
Dislocation: Per una volta che ce l'hai bisogna dartela.
Falloppio: Dopo Palasport, il nulla!!!
Dislocation: Vero?
Farnaby: "Palasport" me lo ricordo registrato male, con il pubblico (un po'tanto) protagonista...
Farnaby: Ma forse sbaglio...
Dislocation: È cosi maera suonato da dio.
Ditta
Ditta
Opera:
Recensione:
Effettivamente serviva proprio la terza recensione su questo cazzolavoro, specie in tracche-bai-tracche.


Dislocation: Uh, che caratterino.
ZiorPlus: Guai toccargli i Pù
Farnaby: Il trecbaitrec non deve mancare...mai!
Dislocation: #trecbaitrecuberalles
Farnaby: È questo l'aschtaggo giusto!
#trecbaitrecuberalles
JOHNDOE
JOHNDOE
Opera:
Recensione:
macmaranza
macmaranza
Opera:
Recensione:
Come ho già detto ottimi musicisti, ciò non è trattabile. Ma... Duámmiii ssùóòlooo un minuòòtooo... Gawrsch!


Falloppio
Falloppio
Opera:
Recensione:
ALFAMA
ALFAMA
Opera:
Recensione:
Un posto felice dove non sono mai esistiti


JpLoyRow
JpLoyRow
Opera:
Recensione:
Discobolo tra i più insulsi, noiosi e smaccatamente commerciali dei, a tratti gloriosi, spesso vanagloriosi, Pooh.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Un posto felice è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link