Sto caricando...

Porcupine Tree
Recordings

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Pubblicato in serie limitata (ma stando ai negozianti, ancora reperibile), "Recordings" raccoglie canzoni registrate e mixate da Steven Wilson nel periodo 1998-2000, nel suo storico studio No Man's Land, in Galles. Non si tratta di materiale di scarto, non rientrato nella scaletta finale di "Lightbulb Sun" però, tutt'altro. E' musica superba, che in molti invidierebbero ai Porcupine Tree, se solo venuti in possesso di questa gustosa sorpresa ai fan, che scorre via canzone per canzone come fosse un album concepito come tale.

Le referenze sono sempre le stesse, per cui, per una volta, evito di citare in una recensione dei Porcupine Tree le (o forse LA) Bands a cui troppo spesso, a torto o a ragione, sono stati continuamente paragonati: farei un torto crudele ad una canzone come "Buying New Soul", che apre l'album, con un crescendo dolce e raffinato, che sfocia in un chorus pieno di intrecci vocali. Si prosegue con la spiazzante "Access Denied", in cui si riannusa, lasciatemelo dire, il pepe ai cancelli del mattino. "Cure for Optimism" sono 6 minuti nello spazio parallelo, attraversati in una navicella che dapprima insonorizzata, lascia passare piano piano qualche nota alla volta, fino al giungere di una, terrestre più che mai, chitarra acustica accompagnata dall'eco di un pianoforte. Magnifica anche questa, e dire che inizialmente era una B Side.

Qualcosa non quadra. Ancora e più dolcemente lievitante è l'incedere dei quasi 9 minuti di "Untitled", improvvisazione nata nello studio di registrazione e riprodotta fedelmente all'originale su questo album. Le tracce a seguire propongono ancora alti livelli di Progressive Rock, impreziositi da percussioni tribali, sintetizzatori, chitarre elettriche... un bel mix di idee perfettamente amalgamate, come ad esempio la strumentale "Ambulance Chasing" o gli extra-ordinari ed epici 14 minuti di "Even Less", mai edita precedentemente in versione integrale, dove Steven Wilson magnifica tutte le sue esperienze pregresse racchiudendole in un solo unico viaggio al posto di guida. Titoli di coda con la dolce "Oceans Have No Memory", quasi un piccolo ricordo di quanto è accaduto prima. Okay, avete capito, dovete rimediarlo, non sto qui a farla più lunga del necessario: non è il solito album di odds & sodds. Qui c'è sostanza.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Nove)

kosmogabri
kosmogabri
Opera:
Recensione:
Grande grande grande gruppo! Mi ricordo bene di questo disco, quando li vendevo ne ho spacciati un po' con la storia della rarità. In negozio gli ho dato un paio d'ascolti, mi piaceva. Dici che sono ancora in catalogo? Questo a recuperarlo... farei un bellissimo regalo ad un amico di qua...


Rocky
Rocky
Opera:
Recensione:
Ho sempre sentito parlare un gran bene dei porcupine, ma non ho mai sentito niente, troverò rimedio, bella rec.


Rocky
Rocky
Opera:
Recensione:
ero io quello sopra


vanamente
vanamente
Opera:
Recensione:
A me piacciono. :)


3poundsoflove
3poundsoflove
Opera:
Recensione:
provate ad ascoltare queste canzoni,... buying new soul per esempio trovo che sia una delle loro migliori composizioni in assoluto.


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Recordings? B-side? Quello che non riesco a capire è perché le intuizioni migliori debbano passare per b-side! Recordings è meraviglia allo stato puro...sperando che i PT continuino a regalarci perle di questo genere.....LA MUSICA NE HA BISOGNO!
grazie e ciao a tutti.


open mind
open mind
Opera:
Recensione:
i porcupine son grandiosi.....recordings è bellissimo.....


open mind
open mind
Opera:
Recensione:
Radioactive Toy
Radioactive Toy
Opera:
Recensione:
Questo non lo conoscevo. Ho letto i commenti qui sopra, e a prima vista pensavo fossero un po' esagerati. Non fidandomi, ho scaricato l'album. Risultato? Avevate ragione voi: questo disco è splendido. Mi piacerebbe rifarne la recensione, così altra gente potrà scoprire questo ottimo disco (visto che l'ultimo commento prima del mio è del 2006...). In lista da acquistare.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Recordings è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link