Rodrigo Leão
Cinema

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Puoi chiudere gli occhi.
Comincia la proiezione.

Le immagini scorrono sul tuo schermo privato, che si materializza in un luogo sospeso tra memoria e immaginazione.

L’inizio è perfetto.
Lo spazio che si dischiude sulle note di “Cinema”, brano strumentale che apre e titola il disco, ha la vaporosa consistenza di un sogno ed una capacità evocativa tali da rendere naturale la tua trasformazione nel regista di una sequenza, probabilmente venata di un senso di nostalgia e straniante desiderio.
Nino Rota è il primo nome che ti verrà in mente.
Ma subito dopo sarai trafitto da un'immagine che era depositata in chissà quale angolo del tuo cuore: a riportarla alla luce saranno la morbidezza di una voce e una sottile pioggia di note, gocce stillate da un pianoforte sul profilo disegnato dagli archi.
“Rosa” è una canzone, Sakamoto si occupa di arrangiarla insieme all’autore. E Rosa è il nome della Passos, cantante brasiliana che la interpreta.
Ma questo non finisce di essere un film.
E nel cambio di scena sei trasportato in un ambiente di fumosa inquietudine, memore di Weill ma addizionato di un languore che Beth Gibbons sa fare suo e trasformare in un piccolo enigma dal titolo “Lonely Carousel”
Poi altri spazi, brani strumentali che srotolano possibili scenari spostando l’immaginaria macchina da presa su zone ora rischiarate da luci di pomeriggi lontani, ora attraversate da folate di lieve inquietudine.
Ma ovunque ti capiti di ambientarne la trama, qualunque immagine affiori, sarà sempre la qualità dell’aria a guidarti: lieve e rarefatta asseconderà il tuo viaggio.

Un ritratto d’Europa.
“Cinema” è l’ultimo disco di Rodrigo Leão, membro fondatore dei Madredeus, pianista e compositore attivo da oltre vent’anni, dotato di indubbie qualità anche nelle vesti di arrangiatore.
I 15 brani che scorrono lungo i 49 minuti del disco, siano canzoni che ospitano le performance vocali di cantanti diverse (l’ex Portishead, appunto o la Passos, ma anche la portoghese Sónia Tavares o la modella/attrice belga, di ascendenze portoghesi, Helena Noguerra) o brevi quadri strumentali, sono infatti caratterizzati da un gustoso equilibrio.
Privo di tentazioni enfatiche, tutto giocato sugli accenni e sulla nitidezza dei suoni e della scrittura, è in grado di coniugare con naturalezza l’immancabile vena di saudade alle molteplici suggestioni presenti, grazie all’accurata leggerezza con la quale il pianoforte di Leão incrocia violini, fisarmonica o i fiati che punteggiano alcuni brani, in un intreccio che delinea una sorta di condensato intimo e teatrale di gusto molto europeo.
Un Europa che ospita, nel finale, l’inconfondibile profilo di Ryuichi Sakamoto, impegnato al pianoforte nell’esecuzione di un brano strumentale.
Su quelle note, che proiettano sul tuo schermo interiore un orizzonte tanto etereo quanto evocativo, non ti risulterà difficile ambientare la scena finale ed i tuoi personalissimi titoli di coda.
Nei miei scorre un piccolo invito: dedicagli una di quelle sere un po’ indolenti e sospese, attraversate da un desiderio indefinibile e da un’aria tersa e appena mossa da un alito di vento.
Non credo te ne pentirai.

Questa DeRecensione di Cinema è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/rodrigo-leao/cinema/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiDue)

sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
De-magnifiqua oltreché cinematiqua de-scriptoream atzionem ["dov'è la novità ?" sosterrebbero, ringhianti, gli iracondi primi-Disciplinatha]. E (avendo pietà di Lei)non aggiungerei d'altro (anzichéyes). Ossequi celluloidistici a plurimità. Y.s.c.d(s)f. P.S. Pur conoscendo parte dei "citati" del de-presentato trabajo non ne saprei alcunché (anzichésì)

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Opera: | Recensione: |
Quando il mio schermo privato sarà pronto, saranno immagini come queste quelle che proietterò. Baci smaltati e polverosi.

Socrates
Opera: | Recensione: |
Ho capito: mi vuoi vedere in rovina: dovrò chiedere un prestito con tutti questi acquisti da te indotti. Grazie per il link. A proposito di Portogallo, negli ultimi tempi ho comprato un gran bel cd: "O primeiro Canto" di Dulce Pontes.

Festwca
Opera: | Recensione: |
Rece letta, samples ascoltati, non mi sembra questo il disco con riferimenti a Cave, J.Spencer B.E, Kurt Weill e alle funeral bands di New Orleans che dicevi, ma potrei sbagliarmi.

odradek
Opera: | Recensione: |
Buongiorno, signore e signori. @Sfascia: Il Rodrigo pare sia in giro con L'Einaudi, magari passeranno accanto al tuo deposito... @zzzzzzzzzzzzzzzzz:posso strappare i biglietti all'ingresso? :) - @Socrates: Dulce è brava, quello non ce l'ho... Ascolta,facciamo che ci si "sente" e, tempi lentissimi annessi, ci veniamo incontro sull'orlo del baratro finanziario, che dici? - @Festwca: no, non è questo. Ma ne ho già scarabocchiate altre tre o quattro, (un paio lunghiiiiissime!)che appariranno a giorni. Quello del quale ti parlavo voglio riascoltarlo un po', prima di esprimermi... - Bai bai.

Socrates
Opera: | Recensione: |
Ok, Odra. Ci manderemo finalmente un messaggio privato e troveremo, in tempi decenti, un accordo: lo dobbiamo alle nostre famiglie. :-)

Stoopid
Opera: | Recensione: |
Eh no ho bisogno di un'oretta libera per leggerla, ripasserò.

fusillo
Opera: | Recensione: |
Mi piacevano molto i Madredeus quando c'era Rodrigo Leao. Mi piacciono ancora nonostante Carlos Maria Trindade. Ma la più brava di tutti è Dulce Pontes. Suggerisco a Odradek di comprare "O primeiro canto" e a Socrates "Lagrimas" e "Camhinos". Su Camhinos c'è il brano di Dulce che preferisco, "Lela" e mi viene un brivido solo a pensarci... La rece è bella Odradek e pure i Samples. Ciao

odradek
Opera: | Recensione: |
Fusillo, credo che con Socrates ci verremo incontro, resta l'acquisto di Camhinos... Ma è davvero ormai un problema "familiare", stavamo scherzando solo a metà:)) Ciao e grazie.

fusillo
Opera: | Recensione: |
Riscrivo una parte del mio post: "Suggerisco a Odradek di comprare "O primeiro canto" e a Socrates "Lagrimas" e "Camhinos", se e solo se ciò non manda i vostri conti in rosso." Meglio così, no? Ciao.:)

S4doll
Opera: | Recensione: |
st1lL n0T mY k1nD, bUt sT1lL @n aM@z1nG d3sCr1pT10n

Lello
Opera: | Recensione: |
Ciao Odra, bella recesione disco da avere.

odradek
Opera: | Recensione: |
@Fusillo: il mio è rosso fisso, ma stiamo organizzando un sistema di mutuo soccorso:)- @S4doll: ThaNkS. bUt G1vE 1t A cHAnCe, plEAzE. - @Lello: Ciao,in vacanza?

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Opera: | Recensione: |
@rocchetto: ok, io faccio i popcorn.

Lello
Opera: | Recensione: |
Si sono a casa per qualche giorno, poi a settembre. Ma sempre in tempo per leggerti.

Stoopid
Opera: | Recensione: |
I tuoi riferimenti geografici e la misteriosa potenza evocativa che trasuda dai samples mi hanno trasmesso una enorme nostalgia dell'Europa che ho visto sinora, e di tutta quella, sconfinata, che mi manca. O sarà questo mattino piovoso?

gabbox
Opera: | Recensione: |
Recensione da acquolina in bocca. I Madredeus mi piacevano agli esordi poi mi è sembrato che sfruttassero un cliché. Qui a giudicare dai nomi coinvolti non credo ci si annoii. Proverò l'ascolto.

Mauri
Opera: | Recensione: |
....e che te lo dico affà!!!5. per il disco provo via limewire anche se ho dubbi..proviamo.
Son tornato, :)hihihi e però già dopo due rece lette capisco che me ne sono perse di cose interessanti..
Ciao

Mauri
Opera: | Recensione: |
...dopo l'ascolto dei sempols, dico che lo voglio.
e che te lo dico affà 2. Bellissima proposta

kosmogabri
Opera: | Recensione: |
Wanderer
Opera: | Recensione: |
Hal
Hal Divèrs
Opera: | Recensione: |
Un bel disco - capitatomi per caso fra le mani - che è riuscito a ritagliarsi uno spazio di ascolto discreto per niente fugace tra le mille canzoni che mi ruotano intorno. Lonely Carousel è un gioiello.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: