Sto caricando...

Samuele Bersani
C'hanno preso tutto

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.

Avete presente Tarantino?

Un suo grande pregio, a mio avviso, è quello di saper infilare nella mente dello spettatore le vicende dei personaggi con il solo escamotage del dettaglio.

Mr. Blonde ed Eddie si buttano a terra e giocano a fare la lotta mentre Joe Cabot li rimprovera per il loro atteggiamento infantile. Il regista ci fa intuire così, con quella scena, che i due sono amici d'infanzia; però non ce lo mostra in maniera chiara. Mr. Pink fugge dal magazzino con il denaro rubato, ma il rumore degli spari getta l'ombra del mistero sugli eventi; ce l'avrà fatta?

Samuele Bersani, col suo "ciao" conclusivo in Chicco e Spillo a sottolineare un drammatico finale, non ci scherza mica. Per quanto possa sembrare fuori luogo associare le due figure, trovo questo brano tarantiniano come pochi altri. E non scherza neanche con l'utilizzo competente della metafora, quando ti mostra una donna succube e ormai priva di personalità in balia del suo finto uomo tutto d'un pezzo, paragonandola ad una tigre costretta al circo in Domatore.

L'aspetto più curioso in Chicco e Spillo (parabola discendente che narra di una rapina andata male) è il contrasto tra parole e musica. La cupezza di uno e l'apparente spensieratezza dell'altra, che per gli istanti di suspence si adegua al contesto per poi tornare alla propria indole col motivo principale; come un mondo che nonostante la triste fine dei due fratelli, va avanti lo stesso. Continueranno a passare ancora un altro film di Alberto Sordi alla televisione. Una punta di neorealismo.

La metafora dell'animale, sfruttato come un giocattolo, gettato via, massacrato e deriso. Tutto ciò è Il Mostro.

Cosa farei per poterlo toccare, io cosa farei.

Perché non vi è alcuna distinzione tra la caccia alle streghe, gli anni novanta di quest'album e il decennio corrente. Ci saranno sempre gli stronzi pronti a puntare il dito; sottolineeranno il noi e loro, e si infiltreranno tra chi stronzo non è con le loro frasi ipocrite e con la loro morale da predicatori della porta accanto.

Gli stessi secondo i quali chi subisce è un debole, gli stessi che ti disprezzano ma vogliono guardarti più da vicino. La paura infondata nei confronti della creatura è una maschera che cela la più becera bassezza dell'animo. Questo tema verrà ripreso e ampliato successivamente nel brano Cattiva.

Da bravo autore, Samuele Bersani ci infila un mondo tra i testi di questo debutto.

L'angoscia pervade 2 Settembre e Dalla Piccola Finestra. La crisi da abbandono e la paura di uscire di casa, di relazionarsi ad un mondo che non ci capirebbe o che magari non capiremmo noi. Se solo la ragazza osservata dal protagonista salisse su e lo convincesse, sarebbe senza dubbio un lieto fine. Se solo.

Il titolo dell'album è tratto dal testo dell'ultima traccia, Bottiglie Vuote.

Lucio Dalla, dopo aver scoperto il giovane, lo porta con se in tour facendolo esibire nei suoi concerti; i musicisti presenti nel disco sono infatti gli stessi che accompagnano il cantautore bolognese nel tour di Cambio. La costante intesa negli anni sarà un beneficio per entrambi.

Dal secondo album Freak, si faranno sempre più presenti gli elementi autobiografici nella proposta di Samuele Bersani.

Per quanto riguarda la sua carriera, il pop cantautorale italiano raramente sarà tanto schietto o raggiungerà fasti compositivi originali del genere, ne sono quasi certo.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.

Commenti (VentiDue)

Abraham
Abraham
Opera:
Recensione:
Non ho mai approfondito l'album di debutto di Bersani, ma da sempre lo ritengo un magnifico poeta contemporaneo. 'Chicco e Spillo' fu fuorviante: molti non la colsero. Nel suo incedere burlone, celava quella malinconia e quell'inquietudine di fondo che farà da colonna portante all'intera discografia dell'artista.


RinaldiACHTUNG: Esattamente Abraham, Bersani non è mai stato per tutti, per quanto questa affermazione suoni arrogante
Cialtronius
Cialtronius
Opera:
Recensione:
e proprio chicco e spillo resterà uno dei suoi brani più interessanti
questa canzone ha anche il pregio di "raccontare una storia" caratteristica che nel cantautorato italiano è stata sempre presente con risultati spesso notevoli

ho detto raccontare una storia perchè da appunto 20-30 anni a questa parte non accade quasi più

ascoltate una qualsiasi canzonetta italica pop o autoriale
quasi mai sentirete una storia
più spesso troverete frasi a effetto rime e controrime e filosofia spicciola


RinaldiACHTUNG: Ecco, soprattutto perché nessuno ha qualcosa da dire, ma tutti hanno l'urgenza di cantare
perfect element
perfect element
Opera:
Recensione:
Esordio coi fiocchi.


RinaldiACHTUNG: eccome
hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
Si mi è sempre abbastanza piaciuto il primo Bersani, fino ai primi anni '00.


hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
Ma porca troia 5 alla recensione, i dischi non li voto più :D


RinaldiACHTUNG: Degli anni duemila i miei preferiti sono L'oroscopo speciale e caramella smog; anche a livello di arrangiamento sono altissimi
hjhhjij: Esattamente di queli parlavo. Conosco fino a "L'aldiquà" ma mi piace meno, dopo credo di aver beccato solo canzoni a caso in radio. Ma fino al 2000-02 era bravo, mi piaceva (e tutt'ora lo ascolterei con piacere).
RinaldiACHTUNG: l'altro giorno ho ascoltato nuvola numero 9, c'è una canzone che si chiama desiree che sa davvero dei suoi fasti
hjhhjij: Be magari è così ma già in generale non è che sia tra i miei grandi favoriti e lo ascolti così spesso, con tutta la roba che voglio e vorrei ascoltare dubito avrò tempo per l'ultimo Bersani.
RinaldiACHTUNG: no in realtà comprendo in pieno, io l'ho ripreso dopo anni in cui mi ero un po' allontanato
algol
algol
Opera:
Recensione:
A Bersani non riesco a voler male. Autore interessante, non banale. Diciamo che un suo bestof si sente senza che sopraggiunga l'incartapecorimento scrotale. Tu bravo.


RinaldiACHTUNG: grazie algol
sfascia carrozze: E' vero: a Bersani non ce la si fà a volergli (del tutto) male.
Sembra un buon uomo: Lui e la sua birra solitaria resteranno nel nostro immaginario per eoni-ed-eoni.

Certo è vero ché s'è fatto infinocchiare dal chiacch(i)erone fiorentino: ma chi se ne importa.
RinaldiACHTUNG: Crozza che fa Bersani è molto più Bersani di Bersani
madcat
madcat
Opera:
Recensione:
Purtroppo non ho mai ascoltato l'esordio (conosco bene i due successivi e qualcun'altro dopo, tipo L'oroscopo speciale), però lui è certamente uno dei migliori "nuovi cantautori" che abbiamo. Molto bella la rece


RinaldiACHTUNG: grazie mad, effettivamente freak e gli altri sono quelli che l'hanno consacrato
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Uguale uguale ma uguale ad algol
Non è inutile e neanche dannoso
L’ho perso però...
Mea culpa
Chicco e spillo era notevole e anche altre all’inizio
Altobelli si commosse ..


RinaldiACHTUNG: e tra l'altro qua c'aveva solo 21 anni
sfascia carrozze: Ecchissarebbero questi Alti e Belli?
Peraltro preferisco i Bassi e Brutti: amo tirare l'aqua al mio (asciutto) mùlino.
Si sà.
Abraham: Spillo Altobelli (una prece, ndr) è colui che disse : "Per la carriera devo ringraziare i miei genitori, soprattutto mio padre e mia madre". Dubito abbia colto l'intrinseco significato di 'Chicco e Spillo'.
IlConte: Tu però sei pure peggio a non cogliere la mia ironia ahahahah
Stai messo male ragazzo, forza!
Abraham: Eh….
VinnySparrow
VinnySparrow
Opera:
Recensione:
Bersani, grande uomo, conosciuto personalmente. Bellissima recensione :)


RinaldiACHTUNG: Grazie Vinny, è una di quelle persone che vorrei incontrare anch'io
tia
tia
Opera:
Recensione:


RinaldiACHTUNG: pensa in quanti glielo avranno detto negli anni
tia: Già!
odradek: lello bersani - Cerca con Google

A me, invece, veniva sempre in mente lui
RinaldiACHTUNG: Raga quello che se la passa peggio è Amedeo Minghi, sempre
tia: Sul suo armadietto vi è scritto: Minghi.A e questo la dice tutta.
Johnny b.
Johnny b.
Opera:
Recensione:
Bella e interessante recensione, i primi di Bersani buoni poi album dopo album mi è sempre piaciuto meno con lavori meno interessanti ma quasi sempre più che sufficienti.


RinaldiACHTUNG: si, si mantiene comunque su un buon livello
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
mah, a parte Capossela (anche se pure lui un pochino mi ha rotto) i cantautori degli ultimi 20/30 anni non riesco quasi ad ascoltarli, ogni tanto mi piaciucchia qualche pezzo che sento alla radio, ma finisce li...intendiamoci, non è male il ragazzo. però non scatta niente...magari è un problema mio....


RinaldiACHTUNG: è uno dei pochissimi artisti italiani che ascolto; Capossela ad esempio non fa affatto per me, così come quel tizio di "me so mbriacato" che lo ricorda tanto
RinaldiACHTUNG: Poi ho un problema con la lingua italiana purtroppo; i testi che mi rimangono più impressi sono in inglese, suonano meglio ( a parte samuele e pochi altri ).
luludia: io son rimasto ai vari De Gregori, De Andrè, Conte, Battiato, Gaber....
musicanidi
musicanidi
Opera:
Recensione:
Io mi son fermato a Chicco e Spillo, chissà perché...figli di puttana non ci prenderete mai!


RinaldiACHTUNG: e forse sarebbe stato meglio se li avessero presi
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Recensione raffinata. Complimenti. Conosco abbastanza le sue prime cose (fino alla prima raccolta). All'epoca lo trovavo interessante, sulla lunga distanza non molto. Il suo capolavoro per me e' il pezzo Giudizi Universali. Quello mi e' sempre piaciuto.


RinaldiACHTUNG: grazie almo, giudizi universali è una pietra miliare
Almotasim : Ach, riferivo in particolare a "Replay"
RinaldiACHTUNG: che pezzo
RinaldiACHTUNG: altro che Sanremo, questa è di un altra pasta
kloo
kloo
Opera:
Recensione:
I tedeschi si sono comprati anche la Skoda... LA FABBRICA!!!


RinaldiACHTUNG: ero convinto fosse tedesca dal principio, leggo adesso che è Ceca
kloo: Come souvenir
ho portato trenta confezioni di wafer Tatranky,
pacchetti tipo Loacker
ma molto più buoni.
Solo dopo qualche giorno
ho notato un marchio un po' nascosto:
Danone.
Danone...
Ci hanno davvero preso tutto!
Ci hanno preso tutto.
RinaldiACHTUNG: ci prenderemo le loro donne al prossimo Oktoberfest
Caspasian: La bellezza delle donne ceche è inattaccabile rispetto alle tedesche, quello non lo possono prendere. Provare anche i Kolonáda come wafer e i kakaové řezy.
masturbatio
masturbatio
Opera:
Recensione:
L'avevo completamente rimosso e mai ascoltato, ho fatto male? Dalla recensione sembra di sì, me lo ascolterò questo disco


RinaldiACHTUNG: Rispetto ai successivi risente più musicalmente degli anni '80 e di quel suono "retro" che poi interesserà soltanto un po' freak e andrà scemando.
RinaldiACHTUNG: io non posso dire quale sia il mio disco preferito, perché in ognuno di essi ci sono dei pezzi che mi piacciono particolarmente.
masturbatio: Bene ti farò sapere se mi piace l'esordio proseguo, comunque la zseta bolognese fa troppo ridere
RinaldiACHTUNG: ahah è vero, si sente tanto
CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
Diciamo che ho talmente tante lacune sul cantautorato italiano che mi viene da pensare che Bersani, semmai, lo approfondirò più avanti (molto più avanti)..però la tua pagina, davvero ottima, mi ha stuzzicato..


RinaldiACHTUNG: grazie, comunque anche io sono estraneo al cantautorato Italiano, nel senso che anche i nomi più importanti non mi hanno mai preso più di tanto, diciamo che lui è una delle eccezioni
De...Marga...
De...Marga...
Opera:
Recensione:
A memoria non ricordo di avere ascoltato per intero un suo brano; tu sempre bravo con una pagina questa volta meno sintetica rispetto al tuo consueto. Ottimo!!


RinaldiACHTUNG: grazie mille dema
Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
Mi hai messo una curiosità che andrò con interesse ad ascoltarlo.


RinaldiACHTUNG: è un disco figlio del suo periodo ma comunque attuale a modo suo
dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
seguito per diversi anni, credo abbia avuto da dire e detto nel desolato panorama italiano. Questo è un discone!


RinaldiACHTUNG: la penso come te, uno che quando scrive lo fa perché ha qualcosa da dire
dsalva: Ahahahahha
dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
Martello
Martello
Opera:
Recensione:
Ancora acerbo musicalmente (oltre che abbastanza datato) e alcuni testi ancora non a fuoco...ma come si può non commuoversi a un pezzo come Il mostro?!


RinaldiACHTUNG: esattamente!

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di C'hanno preso tutto è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link