The Killers
Sam's Town

()

Voto:

Bentornati Killers!

Dopo il successo di 'Hot Fuss' datato 2004 ecco uscire l'attesissimo secondo album dei quattro ragazzi di Las Vegas: 'Sam's Town'. Al primo ascolto si intuisce che questo non è album che entrerà nella storia ma è difficile non promuovere quattro giovani nati nella città più "americana" degli Stati Uniti che non si sono buttati su generi più autoctoni e vendibili come punk-country-grunge.

I Killers confermano al 90% la formula che li ha resi celebri: l'indie rock con richiami agli anni '80. Buono l'inizio: 'Sam's Town', la canzone che porta il titolo dell'album, è un bel pezzo che mostra subito un utilizzo più insistito dei cori rispetto a 'Hot Fuss' che caratterizzerà tutto l'album. Si prosegue col singolo "When you were young", ottima hit in rappresentanza di tutto il lavoro. Tra le migliori canzoni da segnalare anche "Bones", allegra e divertente grazie all'utilizzo delle trombe e "Read My Mind" che sembra uscita direttamente dagli anni '80.

Le altre tracce spiccano meno ma son tutte di buon livello: "The river is wild", da ascoltare ad altissimo volume perché Brandon Flowers tenta di tirar fuori la voce; "Uncle Johnny", un po' ripetitiva ma dal ritmo incalzante; la vellutata "Why do I keep counting", che chiuderebbe l'album se non fosse per due eccellenti bonus track: "Where the white boys dance", molto elettronica e ballabile e "All the pretty faces", molto più rock.

Conlusione: 'Sam's Town' risulta essere un bell'album da ascoltare, i quattro del Nevada ancora una volta riescono a non cadere nella banalità senza però ghettizzarsi in generi di nicchia. Forse non saranno ancora consacrati a maestri della musica ma se continueranno a produrre buoni lavori inizieremo a tenerli in considerazione come una tra le migliori band pop-rock in circolazione.

Questa DeRecensione di Sam's Town è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/the-killers/sams-town/recensione-flebo

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Otto)

Tobby
Opera: | Recensione: |
Non li digerisco, li trovo zuccherosi.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Divodark
Opera: | Recensione: |
Il disco non l'ho ascoltato ma vorrei farlo.Carino il primo singolo ed il video di "Bones" del grande Tim Burton.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Bisius
Opera: | Recensione: |
Il singolo mi ha sorpreso, poichè il sound è molto diverso dal solito. Comunque, ancora troppo spocchiosi.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

flebo
Opera: | Recensione: |
Bel disco, recensione spettacolare!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Anonimo
Opera: | Recensione: |
semplicemente fantasico.... chi non lo apprezza non lo capisce <_<
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Anonimo
Opera: | Recensione: |
Anonimo
Opera: | Recensione: |
Spocchiosi,zuccherosi,copioni ma caSSo se son bravi.
"Read my mind" è una piccola perla,per chi ama i Cure ogni tanto c'è bisogno di qualcosa di nuovo.
Per altri sarà pure una boccata di merla ma son gusti.
Per i fini Lemonheads tutta la vita no?
:-)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

1ale0
Opera: | Recensione: |
enter / exit - lude?dove le lasciamo?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: