Warm Drag
Warm Drag

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

“Se non si perde tempo, non si arriva da nessuna parte”. (cit.)

Se le tue influenze sono i Suicide e i Blondie, hai seguito da vicino le vicissitudini artistiche dei The Kills, le premesse sono incoraggianti. In più vorresti essere una sorta di produzione hip-hop, alla Bomb Squad, ma applicata al r’n’r.

I Warm Drag, nati a Los Angeles negli anni ’10, sono il batterista Paul Quattrone (ex !!!) e la vocalist Vashti Windish (ex K-Holes). Questo è il loro debutto datato 31 agosto 2018.

Propugnano un suono sotterraneo che, dietro un’anima garage, palesa influenze dub, hip-hop e synth minimal, stendendoci sopra la vernice di un acchito volubile.
Riff, rumori e ritmi contraggono un chiaro debito coi pionieri dell’electro-punk.

Sulle distorsioni stratificate di "The Wanderer" Quattrone comprova le sue modeste doti vocali, ma lascia subito lo spazio al canto indulgente della Windish che, svogliato e sensuale, pare nascondere il miele sotto la pece; come accade nella fascinosa e sinistra "Cave Crawl" (nel chorus scava con le unghie intorno ai contorcimenti della chitarra effettata), nel fulmineo cyber-punk "No Body", nella viziosa filastrocca da dark club disco “Lost Time” o nel presunto idillio amoroso di “Sleepover" (vagamente dream pop). "Cruisin 'the Night" rivisita "Ghost Rider" dei Suicide; l’impostazione del duo alternativo, batteria e chitarra, rivive in "Hurricane Eyes”. "End Times" sembra la corruzione di una canzone blues; così anche "Someplace I Should not Be”. Il patchwork collageistico "Parasite Wreckage Dub" chiude l'album con un alone ancor più iperreale, psichedelico e ansiogeno.

“Warm Drag” è un pastiche organico. Il fascino è in gran parte racchiuso nel suo suono solo in apparenza povero: quello analogico, quello sintetizzato, quello automatizzato coabitano e sfociano l’uno nell’altro. Il lavoro certosino su riverberi e delay dà volume all’opera, nonché una patina convenientemente retrò ma futuribile. Il collante è l’urgenza, un’urgenza ferita, andando dal rock’n’roll all'elettronica, dal dub al noise pop, dal funky cadaverizzato all'alternative rock bohémien. E fino alla fine ammaliando in modo surrettizio.

Sintonico con la decadenza metropolitana degli scenari che evoca, questo lavoro (seducente, minaccioso e inquieto) attesta la limpida allucinazione del rock che ancora un poco tremola e luccica.

Questa DeRecensione di Warm Drag è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/warm-drag/warm-drag/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Tredici)

Almotasim
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «Cit.». Vedi la vecchia versione Warm Drag - Warm Drag - Recensione di Almotasim Versione 1
BËL (00)
BRÜ (00)

hellraiser
Opera: | Recensione: |
Bello scritto come al tuo solito standard a cui ci hai abituati amigo. Loro nisba, non conoscere io, d'altronde se non sono del 71 chi li conosce? ;^)))
BËL (02)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, Hell! E invece sono della classe del 71... quindi e' roba per te. In piu' la cantante assomiglia fisicamente a Caterina Caselli che nel 71 cantava ninna nanna cuore mio.
hellraiser: Nooo! Non ci credo! La mia best song del cuore! Allora devo ascoltarli per forza 😉 A parte gli scherzi, sempre invogliato a leggerti, sei un ottimo scrittore
Almotasim : Grazie, Hell. Sapevo che con la Caselli avrei fatto centro.
dsalva
Opera: | Recensione: |
non pervenuti....l'ascolto che hai postato mi inquieta assai, per cui Belo la recensione e mi astengo per l'opera...
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, DS! Pensa che il buon Vecchioni di recente ha dichiarato che gli piacciono sempre I Dire Straits, ma delle uscite recenti predilige I losangelini Warm Drag che tanto bene fanno uso di due campionatori Akai MPC 1000.
dsalva: Abbe' allora....
CosmicJocker
Opera: | Recensione: |
"Sintonico con la decadenza metropolitana degli scenari che evoca, questo lavoro (seducente, minaccioso e inquieto) attesta la limpida allucinazione del rock che ancora un poco tremola e luccica." Solo per questa chiusa sei da "!"..e poi c'è anche dell'altro...
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Troppo buono, CosmicJocker! A volte rotolo "per le vie. Balzellando, zigzagando, incespicando". Cascando malamente. Vedo sempre dove sono caduto, ma non vedo mai dove inciampo.
luludia
Opera: | Recensione: |
no, no, no...da te non voglio recensioni così...sembra un almo normalizzato...con troppi dettagli tecnici...tu devi essere pazzo!!!!folle!!!esagerato!!! è come se baudelaire scrivesse un manuale di istruzioni...poi, ovvio, sei sempre da cinque...
BËL (02)
BRÜ (00)

luludia: follia!!!!!!
Almotasim : Ahahahah. Grazie, Lulu'. Ma allora torno sempre su Cristina D'Avena? Beh, si puo' fare. Cosa scriverebbe Assurdino? Forse... D'Avena dorata, se ama un pesce e' l'orata. D'Avena Cristina, nascondi il pesce nella valigina. Dopo tre giorni l'ospite "puzia", ritorna in Jacuzia.
luludia: ahahah, ma no...più sangue, più sudore, più lacrime...tu puoi!!!!!
Almotasim : Piu' Eros, piu' Iris. Anche tu puoi. Tocca (a) Ferro...
luludia: ma si (forse) (e forse nel senso che non so se io puoto davvero) ( potiamo entrambi...e allora potendo (e potando) (chissà?) magari la pianta crescerà rigogliosa...
Almotasim : Ok, aspettiamo il nuovo dei Backstreet Boys. Gli altri credo che qui siano gia' stati tutti recensiti.
imasoulman
Opera: | Recensione: |
bah a me sembra sempre scrittura di livello superiore. Il disco potrebbe addirittura interessarmi, tu pensa il potere evocativo delle tue capacità scrittorie...
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: beh, se ti riferivi a me, ho anche scritto che è sempre da cinque...é chiaro che è scrittura di livello superiore, scrive benissimo!!!! poi magari non ti riferivi a me...
imasoulman: era per ribadire un assunto pedissequamente ovvio: che almo è un superdotato (della scrittura recensoria). Bravo sia quando parte per la tangente,
imasoulman: ...sia quando declina minuzie e dettagli
luludia: concordo...io gli ho solo detto, più tangente, please...
Almotasim : Troppo gentile, Ima! Grazie! Sul sito dell'etichetta che li ha prodotti (in the red) lei viene accostata a siouxsie ma anche nico e patti smith. Lui accostato a DAF, Douane Eddy e anche Morricone. Beh, messa cosi'...
Almotasim : Piu' tangete, ok Lulu', I tuoi consigli sono sempre ben accetti! Mi erano gia' serviti in passato. Coi WD serviva sintesi, perche' non sono conosciuti ed esordienti (se non pulcini).
luludia: ah, ma un pochetto scherzavo anche...non ti serve proprio nessun consiglio...figurati...ognuno scrive come sente...
Almotasim : Yeah. Poi, della band, c'era da dire che I WD vengono subito dopo I WC.
luludia: ecco e adesso io son qui a chiedermi chi mai fossero gli ancor più precedenti WB e WA...
odradek: @[Almotasim ] Si potrebbe avere, a richiesta, una minuzia tangenziale o una tangente dettagliata in modo da proporre, in una sola portata, stuzzichini adatti alle preferenze di più palati? So che uno chef è una divinità, ormai, e non si dovrebbe osare l'impudenza di profferire parola sulle sue creazioni, ma il consesso mi pare lo consenta...
luludia: ahahah, ma si, che si impegni un po' il nostro signor Almo....
Almotasim : Ahahah, esagerati; consesso insicuro.
imasoulman: tranquillo, solo rapporti protetti
Falloppio
Opera: | Recensione: |
Quattrone? Ma facciamo Cinque....
Loro bruttini.... Sigh..
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, Falloppio! [Squillo di trombe]. Fal Blucher [nitrito di trombe].
Falloppio: Volevo dirti anche io che, comunque e ad ogni modo, il più delle volte, anzi quasi sempre, o meglio, sempre, scrivi bene (tu) e....vonde.
Almotasim : Graciis!
lector
Opera: | Recensione: |
Scritta benissimo, tanto per cambiare....Ed in più, quando vuoi, hai anche il dono della sintesi (cosa che ti invidio moltissimo).
Il disco potrebbe interessarmi.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, Lector! Detto da te, poi... Non e' male questo sporco album!
Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Tralasciando i soliti complimenti il brano che accompagna la recensione Suicide 100% una specie di Ghost Rider una quarantina d'anni dopo cosa che non mi dispiace, ormai sono anni che ho smesso di impuntarmi sull'originalità ma poi dopotutto cosa ci sarà mai da inventare ai giorni nostri. Album che ascolterò con interesse. Parlavi dei Kills che io non conosco, altra lacuna da colmare.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, Johnny! Potrebbero piacerti loro e anche I Kills (prova "Midnight Boom", lp del 2008, e' veramente, passami il termine, fico). Hai ragione sull'inventare a tutti I costi, ho mollato anch'io la presa.
Johnny b.: Grazie a te per i Kills di cui non sapevo che la cantante fosse Alison Mosshart che già conoscevo e apprezzavo in collaborazioni con Cage The Elephant Arctic Monkeys e Primal Scream, bello l'esordio 2003 ancor di più Midnight Boom 2008, con tanto in comune con P.J. Harvey. Questo dei Warm Drag il prossimo d'ascoltare visto che ormai conosci bene i miei gusti musicali e sempre dritte di altissimo livello.
Almotasim : Eh, I Kills sono forti. Hai centrato I due album piu' rappresentativi. Il solito intenditore. I WD non son male, essendo esordienti, non gli mancano le potenzialita'.
macaco
Opera: | Recensione: |
Bravo e lode! Da un abbraccio simbolico alla mia terra nativa.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, Macaco, contraccambio simbolicamente con tutto il Brasile! E vado a evocare salam tal aset, pitina, risotto con sclopit, cjarsons, muset e bruade, frico con la polenta, per ricordarti I sapori della terra natia.
fedezan76
Opera: | Recensione: |
L'opera non fa per me, tu però sempre molto bravo, anche quando sei più tecnico e meno folle. Mi piace ancora di più chi sa variare il proprio modo di scrivere.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, Fede! Questi complimenti mi fan molto piacere. Effettivamente loro sembrano lontani dalle tue proposte... mi son preso la briga di ascoltare cose del 2018, soprattutto indie, e loro sono tra I migliori.
odradek
Opera: | Recensione: |
Leggendo, a tratti, ho immaginato parlasi a un dittafono, come il medico legale di una serie tv durante l'autopsia, non so perché. Poi ho ascoltato il pezzo linkato e forse c'è un perché. Ottima.
BËL (01)
BRÜ (00)

odradek: parlassi, off course
Almotasim : Grazie, Odra, gentilissimo. Volevo vedere coi miei occhi...
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Ottimo scritto; ho provato ad ascoltare qualcosa di loro in rete senza troppa convinzione. E non mi hanno colpito per nulla.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, DeMa. Immaginavo che loro non ti potessero stuzzicare (vs. le potenzialita' dei Fucked Up).

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: