Zucchero
Rispetto

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Singolare il fatto che la lite con un mostro sacro del panorama musicale italiano, abbia aperto a Zucchero le porte del riconoscimento mondiale.

La storia di Rispetto è una storia di palle e personalità, di arroganza e determinazione. La storia di un artista appena nato che decide di prendersi i rischi delle proprie scelte.

A metà anni ottanta, Zucchero non è ancora -ovviamente- l'artista che conosciamo oggi. Egli ha partecipato a Sanremo col brano Donne ed ha all'attivo due album che in verità la radio l'hanno conquistata. Il problema è la casa discografica.

Lo scarso successo per quanto riguarda le noiose classifiche sanremesi non viene ben visto. Si decide dunque una collaborazione con Mogol (che aveva contribuito a risollevare le carriere di artisti affermati come Cocciante).

La poca umiltà di questi è tale che in quel di Arezzo afferma: "Venite dal dottore quando siete già in fin di vita, vedremo cosa si può fare". Il contesto butta Zucchero giù.

Per delle composizioni nere e anacronistiche come quelle della celebre Randy Jackson Band (punto forte nella carriera del cantautore) i testi di Mogol c'entrano come un pinguino nella savana. Zucchero non può fare a meno di dire la sua, e dopotutto, si tratta del suo sudore e del suo nome. Una notte insonne e affronta il celebre paroliere mettendo sul tavolino le proprie perplessità. Dopo la conseguente scenata in preda a tutte le furie, Zucchero prende le valigie e lo manda finalmente a cagare.

I testi vengono adesso scritti da lui, e la brutta esperienza diventa proprio Rispetto, brano che inizierà a tutti gli effetti la fase più importante nella storia di Zucchero. Importanti anche gli illustri duetti (come quella con Joe Cocker per cui scrisse Nuovo Meraviglioso Amico).

La produzione è di Corrado Rustici e Michele Torpedine; duo con cui nascono i lavori più importanti.

Per la seconda volta, l'allora piccola Irene Fornaciari viene immortalata sulla copertina del disco; sintomo delle intenzioni individualistiche e dell'armonia con se stesso ritrovata del bluesman?

Nonostante l'ascesa, Zucchero non hai mai oscurato Adelmo; semmai, le radici dalle campagne emiliane sono sempre state lì, su quel volto e in quei modi di fare e intendere la propria proposta.

Gli aneddoti citati appartengono alla biografia ufficiale di Zucchero e alle dichiarazioni ufficiali da parte di produttori e addetti ai lavori che sono facilmente reperibili sul web.

Questa DeRecensione di Rispetto è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/zucchero/rispetto/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiDue)

Pinhead
Opera: | Recensione: |
Ritiro che capisci di musica e il grande :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

Pinhead: Anche se pure il mio vate Federico Guglielmi (mi pare) apprezzò questo disco, salvo poi (sempre mi pare) raffreddarsi abbastanza.
RinaldiACHTUNG: ahaha ho come l'impressione che non ti piaccia
Falloppio
Opera: | Recensione: |
Grande Sugar!!!

Mogol lo manderei a dar via il c*** pure io.
Il padrone della Siae e ai poveri artisti, le briciole.
Dopo aver compilato 100 borderò Siae in 1 anno (giuro 100 concerti in 1 anno - 1993) ho incassato 18.000 Lire.
Ma vaff......
BËL (03)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: e perché vogliamo parlarne delle ultime uscite su quella gran cazzata dei pezzi italiani in radio?
luludia
Opera: | Recensione: |
beh, le sue prime cose (il diavolo, le mani, le cipolle, la sana e consapevole libidine) non erano malaccio...non sapevo della storia con mogol, uno che, a parte impressioni di settembre e le cose con battisti, non mi pare abbia mai fatto niente di memorabile
BËL (00)
BRÜ (00)

Dislocation: Sei profondamente ingiusto, settario ed anche forse invidioso. Guarda qua cos'è stato......
Risultato della ricerca immagini di Google per https://i.ebayimg.com/images/g/l7YAAOSw15VbZsPk/s-l300.jpg
luludia: ahahah...
RinaldiACHTUNG: ahahah comunque sono d'accordo con te su mogol, non mi ha mai detto molto il suo cantautorato (so che per molti la mia è una bestemmia)
iside
iside Divèrs
Opera: | Recensione: |
vietato sparare sulla croce rossa.
BËL (00)
BRÜ (00)

nes
nes
Opera: | Recensione: |
Non conosco il disco, lui tolti due o tre pezzi, lo trovo veramente pessimo sia nella musica che nei testi. Capisco piu' i fan di Vasco piuttosto che i suoi. Deguatibus immagino.
BËL (01)
BRÜ (00)

nes: Degustibus*
RinaldiACHTUNG: degustibus ci mancherebbe ;)
Kiodo: Non confondiamo la merda con la cioccolata.sugar e sugar, ha contribuito a diffondere nel nostro paese un certo tipo di sonorità come nessun altro.poi chiaramente i gusti sono gusti e ad onor del vero la carriera di Zucchero é incappata in numerosi singoli che ne hanno minato la credibilità (per
Kiodo: Per esempio "per colpa di chi", "baila Morena" e via dicendo, godibili per quanto riguarda i pezzi, un po' meno per i contenuti...
Fluttuo: Deguastibus in questo caso non era male.
algol: Ma tutta la vita i fan lobotomizzati di Vasco. Almeno L scoppiato di Zocca un paio di dischi sinceri all'inizio li ha prodotti.
mrbluesky
Opera: | Recensione: |
Questo è stato un buon disco,poco da dire x non parlare di Blues, li fece davvero il botto.me la ricordo quell'estate non c'era un angolo da cui non venisse fuori la sua voce,un amico me li mise entrambi su una C90 e la tenni in loop continuo sull'autoradio per mesi.
BËL (01)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: e poi nel disco che citi c'è miles davis, mica poca roba
Lorenzovic: Dov’è che ci sarebbe Miles Davis, esattamente? 😳
(mi risulta solo un markettone di qualche anno dopo - si dice 100.000 $ - poi finito in Zu & Co del 2004)
PS: Zucchero = Diabete
RinaldiACHTUNG: errore mio; pensavo che in "dune mosse" ci fosse miles e in realtà la storia fu che il brano lo colpì e ne incisero assieme un'altra versione, pubblicata soltanto nel 2004
RinaldiACHTUNG: errore mio; pensavo che in "dune mosse" ci fosse miles e in realtà la storia fu che il brano lo colpì e ne incisero assieme un'altra versione, pubblicata soltanto nel 2004
musicanidi
Opera: | Recensione: |
Uno dei miei primi acquisti musicali dopo Mondi Lontanissimi di Battiato...era ancora un Sig.Zucchero.
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: secondo me il meglio sta tra l'86 ed il 94
musicanidi: 86-89
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
Fra i vari Ligabue , Cariatide Rossi, Zucchero è quello che mi fa meno paura ( Sempre lo evito ). Anche Battiato è entrato a diritto nella mia personale classifica dei " Bolliti ", per intenderci.
Per " Passerotto non andare via" Baglioni poi farei un discorso a parte. Ma a me fra i giovani piace il tipo che canta " Roll Roice", quindi probabilmente non faccio testo
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: rolls royce piace anche a me "sdraiato a terra come i dooors"
Herviet
Opera: | Recensione: |
Disco veramente imbarazzante.
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: dipende dal palato ovviamente
Herviet : Non e' assolutamente vero.
Herviet : Non devo riguardarmi proprio nulla se gli utenti recensiscono dischi che per i miei gusti sono merda, io non posso farci nulla.
Herviet : Cosa non ti è chiaro di "gli utenti recensiscono dischi che per i miei gusti sono merda, io non posso farci nulla."
Herviet : Stronco tutto, infatti gente come Luchè, Sfera Ebbasta, Vasco Rossi, Alessandra Mussolini, Bocelli meritano cinque stelle, hai ragione.
Herviet : Mi accorgo solo ora DeEtà™: 6 giorni, e io che perdo pure tempo a risponderti, ti chi sei il fake? Dai, sputa il rospo.
Herviet : Mi accorgo solo ora DeEtà™: 6 giorni, e io che perdo pure tempo a risponderti, di chi sei il fake? Dai, sputa il rospo.
Herviet : Ak ok, ho letto il commento del IlConte sei Ribaldo/Cialtronus, ora si spiega tutto.
Herviet : @[G] Costui, cioè Ribaldo/Cialtronius alla sua terza incarnazione da pochi giorni e già sta pisciando fuori dal vasetto.
G: @[Herviet ] Figo! Grazie per la segnalazione! Never give up! Ho anche cancellato i suoi contenuti! Adesso questo è diventato uno splendido soliloquio!
gaston
Opera: | Recensione: |
Ai tempi, Zucchero, sulla mia gloriosa Ritmo, in giro per l'Europa, andava alla grande.
Bella la tua ricostruzione.
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: grazie gaston
Flame
Opera: | Recensione: |
Le 'lesa maestà' della gioventù hanno sempre fatto bene all'umanità secondo me. Di questa non ne sapevo nulla. In generale zucchero lo patisco poco. Gli riconosco un merito. Ha sempre grandi bassisti, ed il basso nei suoi pezzi in studio é sempre in primo piano. E questo fa solo bene alla musica.
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: verissimo, musicisti doc
dsalva
Opera: | Recensione: |
Come Vasco, agli esordi si ascoltava eccome. Triste il dopo!
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: di Vasco mi piace qualche roba qua e la, e del primo periodo fegato fegato spappolato, asilo e poche altre
algol
Opera: | Recensione: |
No dai ... questo pagliaccio no. Mai. Sonorità merdose, finte e scimmiottate dirette alla totale assenza di riferimenti di un padiglioni anestetizzati come quelli dell'italiano medio.
BËL (01)
BRÜ (00)

algol: Ognuno ha i suoi scheletri, ci mancherebbe, l'importante è riconoscerli come tali. La merda rimane merda.
RinaldiACHTUNG: potrei essere d'accordo sul fatto che abbia proposto sonorità scimmiottate, però credo sia più giusto "ispirate a"
cece65
Opera: | Recensione: |
Avete presente quegli artisti che in generale non vi piacciono, ma hanno quelle due-tre canzoni che invece sì? Ecco, in questo disco c'è "Nella casa c'era". Ecco.
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: bel pezzo
tia
tia
Opera: | Recensione: |
Non lo sapevo dello scazzo con Mogol... Per quanto mi riguarda il caffè lo beve senza zucchero!
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: Sempre senza zucchero
RinaldiACHTUNG: sono l'unico che ci mette tre cucchiai?
tia: Vizioso
Tucidide
Opera: | Recensione: |
Zio cantante, quando è uscito sto disco stavo talmente bene che pure sta roba mi sembrava bella e non una cresta finta come quella della bimba. Poi mi è passata. Bella la tua storia della storia di Mogol, mi aspettavo però qualche parola in più sui pezzi del disco
BËL (01)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: vero, avrei potuto metterci di più
Abraham
Opera: | Recensione: |
Mi è sempre piaciuto lo Zucchero che racconta e canta di malinconia, tristezza, solitudine; per contro, quando gli sale la libido (e Morena, e ho voglia, e leccami l'anguilla) finisce per farsi compatire. La mia disamina sull'artista è tutta qui :)
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: ahaha però è vero, quando si arrapa va giù di metafore
TheNemesis
Opera: | Recensione: |
Salvo alcune cose di Zucchero, soprattutto dei primi 3 o 4 album. Poi si è piegato un po' troppo al mainstream e quindi salvo poco. Negli anni 90 si è "ispirato" molto ad altri...
Rece sintetica, avrei preferito qualche parola in più sui brani. Comunque gradevole.
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: grazie, comunque hai ragione
Hungry
Opera: | Recensione: |
In questo disco suonano musicisti importanti, tra cui David Sancious il primo pianista della ESB di Springsteen: abbandonò la band quasi subito e si dedicò ad una carriera solista di tutto rispetto. Zucchero non lo conosco perchè non seguo molto la musica italiana (ho ascoltato solo anni fa questo disco ed il successivo Blue's) . Interessante recensione.
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: puoi dirlo forte, la randy jackson band è sublime
Jdv
Jdv
Opera: | Recensione: |
Hai parlato poco dei singoli pezzi..il disco è discreto, la recensione è scritta bene come sempre..per quanto concerne Mogol si dovrebbe aprire un dibattito a parte, nel frattempo posso solo dire che è sempre stato un gran lacchè di " pezzi grossi e politicanti vari " con la musica ha poco a che fare..con la poesia..mah..non è che stiamo parlando di Pascoli..lasciamo perdere👎
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: la penso come te
Jdv: Ci sono cantautori che scrivono molto meglio di Mogol..e chissà quanti altri che non hanno mai avuto la possibilità o la fortuna di emergere..L italia sta attraversando il periodo musicale peggiore di sempre ..sta sprofondando negli abissi delle feci..hai fatto bene a rispolverare questo Album👍
RinaldiACHTUNG: grazie jdv; mogol avrà scritto tanti bei pezzi, ma in me non ha mai suscitato nulla di particolare quindi posso dirmi d'accordo
woodstock
Opera: | Recensione: |
Mannaggia quanto tempo è passato da quando l'ho scritta io...bravo, la tua è semplice, concisa e diretta, senza bisogno di fronzoli. Dopo anni di ascolti, è ancora dura decidere quale sia il migliore, questo se la batte sempre con OI&B. Comunque qui ci sono almeno tre pezzi micidiali, Nella casa c'era, Come il sole all'improvviso di Paoli e Tra uomo e donna. Gli arrangiamenti sono magistrali, folgorante la copertina, la produzione di cui non hai parlato merita un elogio a parte. Purtroppo un album di Zucchero non avrebbe più suonato così.
BËL (00)
BRÜ (00)

woodstock: Ps la mia recensione, riletta oggi, faceva abbastanza schifo, piena di imprecisioni e poco descrittiva del disco. Molto meglio la tua
RinaldiACHTUNG: e invece la tua è una bella recensione; non l'avevo vista e letta prima perché per sbaglio si sono venute a creare due pagine artista: zucchero e zucchero Fornaciari :)
woodstock: Ai tempi potevi creare la pagina dell'artista, e ricordo che non ho catalogato la rece sotto "Zucchero" perché in copertina c'era Zucchero Fornaciari. Resta cmq un peccato di gioventù :)
RinaldiACHTUNG: chissenefrega ;)
RinaldiACHTUNG: grande
leonid
Opera: | Recensione: |
"La storia di Rispetto è una storia di palle e personalità, di arroganza e determinazione."

Ma anche una storia di musica orribile.
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: nel bene e nel male zucchero e la sua band si chiudevano in studio a provare e scrivere; ho più "rispetto" per un modus operandi tale che per una basetta elettronica figlia di nessuno con i ragazzini che cantano sopra quanto siano ribelli; per fare un esempio
RinaldiACHTUNG: poi -ovviamente- va a preferenze :)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: