Thirteenth Step

Cover di Thirteenth Step

A Perfect Circle
Album 2003

Secondo ed ultimo album di inediti del supergruppo americano, mediamente meno pesante del precedente, più intimista e ricercato dal punto di vista sonoro.
Mattone


Tu e Thirteenth Step

Non hai acceduto a DeBaser! Accedi. È facile!
Il tuo voto:

Le recensioni di quest’opera che sono state scritte nel DeBaser

In tutto 21 utenti hanno votato "Thirteenth Step" con una recensione o inserendola nella loro collezione. Il voto medio alla fine di tutto ciò è: 4.81.

Snegirev

Recensione di Snegirev

di Snegirev | DeRango™: 11.99 Samples!

"Tillin' my own grave to keep me level, jam another dragon down that hole. Diggin' to the rhythm and the echo of a solitary siren one that pushes me along and leaves me so desperate and ravenous, so weak and powerless". Ha un'apertura nel ventre... Una rabbia stanca avvilita dalla…


KiccoLSD1

Recensione di KiccoLSD1

di KiccoLSD1 | DeRango™: 6.31

103.507.200 secondi, questo è il tempo che ho atteso per poter ascoltare l'ultimo lavoro degli A Perfect Circle. In questi anni (e si dietro a tutti questi secondi si celano diversi anni) la band ha subito notevoli cambiamenti, fuori la bassista Paz Lenchantin e il chitarrista Troy Van Leeuwen, la…

Gli utenti che hanno definito quest’opera

Vota la definizione che ti piace di più. La più votata diventerà la definizione ufficiale

Mattone

Nella collezione di Mattone

«Secondo ed ultimo album di inediti del supergruppo americano, mediamente meno pesante del precedente, più intimista e ricercato dal punto di vista sonoro.»

BËL (00)
BRÜ (00)


CaptainHowdy

Nella collezione di CaptainHowdy

«La risposta Pop ai Tool (pt. 2)»

BËL (00)
BRÜ (00)


G

Nella collezione di G

«how many steps?»

BËL (00)
BRÜ (00)






Gli utenti che hanno ascoltato quest'opera

Galensorg

Galensorg : A Perfect Circle - The

| DeRango™: 3.86

SilasLang

SilasLang : In ricordo di tempi assai

| DeRango™: 3.00

In ricordo di tempi assai bui A Perfect Circle - The Package

BËL (01)
BRÜ (00)

Dan Erre: L'inizio mi ricorda "Smalltown boy"