Miglior album degli anni duemila secondo DeBaser.

Qui sotto c'è la classifica "Miglior album degli anni duemila" secondo gli utenti di DeBaser. Se vuoi partecipare anche tu, prepara la tua classifica dello stesso tipo!

ToolLateralus
Album - 14 maggio 2001

La band californiana, dopo il successo indiscusso del capolavoro "ÆNIMA" (1997), dà alla luce un'opera altrettanto valida, l'attesissimo "Lateralus" (2001). di più


Quello degli Interpol è un grande debutto, e un disco tanto bello forse non potevamo aspettarcelo, a meno che non conoscessimo le coordinate di questo gruppo: quattro ragazzi di New York (non un posto a caso) attratti dal sound anni '80 di gente come Smiths, Joy Division e Television (non… di più


Monto sul grosso carro delle meraviglie e osserverò tutt’intorno la bellezza con sollievo e ben differente suggestione dell’abituale. di più


RadioheadKid A
Album - 27 settembre 2000

Dopo un disco come “Ok Computer” è difficile migliorarsi; ascoltando “Kid A” appare chiaro che Thom Yorke la pensasse proprio così. Le prime note dei Radiohead nel nuovo millennio sono quelle del piano sintetico che dipinge “Everything In Its Right Place”, qualcosa di formalmente molto distante dai lavori precedenti anche… di più


ConvergeJane Doe
Album - 4 settembre 2001

Ho cercato a lungo un'introduzione a questo scritto. La pensavo e subito dopo mi dicevo "No, che stronzata". La scrivevo e subito la cancellavo dicendomi "No, che stronzata". di più


"Il processo con il quale creo con i Tool è organico ma allo stesso tempo è molto faticoso. È un processo tipico dell'emisfero sinistro del cervello che consiste nel dividere ciò che facciamo e attingere da altro materiale; è orientato alla ricerca ed esoterico. Con gli APC il processo è… di più


Nel 2006 con "The Devil And God Are Raging Inside Me" i Brand New arrivano alla loro terza prova, quella della maturità, quella più varia, quella che probabilmente li consacra come una delle migliori realtà alternative dei duemila. di più


Qui dove sono, al suolo, è difficile scuotersi di dosso la sensazione che il tempo scorra senza uno scopo, e che non si possa davvero cogliere qualcosa tra la sue pieghe beffarde che si agitano tra due confini di non-esistenza. di più


Primal ScreamXTRMNTR
Album - 19 gennaio 2000

Anche stamattina la sveglia del telefonino ha suonato alle 7.30, così dopo aver finto di ignorarla per almeno 20 minuti ho deciso di alzarmi. Il mio coinquilino se la dorme alla grandissimissima, tanto lui non ha mai un cazzo da fare, io invece devo farmi almeno 45 minuti di autobus… di più



I dolori del giovane Pecknold” di più



La domanda è la seguente: ad oggi, quale grande artista fa rock d'avanguardia?
Sì, al di là delle etichette post rock, experimental, progressive, penso che abbiate capito a cosa ci si riferisca (oddio, no - non tutti - non si parlava dei Muse). di più


La storia è semplice. "No-depression" era il titolo del primo lavoro a nome "Uncle Tupelo", un corpo deforme nel cui cuore battevano due grossi talenti: Jay Farrar (il cattivo) e Jeff Tweedy (il buono). Nessuno osò immaginare all'epoca l'impatto che quel lavoro avrebbe avuto sulla storia della musica. "No-depression" divenne… di più


E' una parola necessariamente poco usuale, ed è meglio così, di questi tempi. Sono situazioni dove appare così fuori luogo, talmente tanto da doverla appena accennare, come un pezzo di storia che si vuole o si è costretti a dimenticare. L'immagine che mi viene in mente è una anziana signora,… di più



Gli anni '90 sono stati un periodo altalenante per i Napalm Death. Dopo aver fondato il grindcore negli '80 grazie a due pietre miliari del genere quali "Scum" e "From Enslavement To Obliteration", il five-piece britannico si convertì al death metal con "Harmony Corruption" del 1990, senza però dimenticare le… di più


Verrebbe da dire che i gusti non sono solo soggettivi, ma pure non assoluti in ambito soggettivo, con un certo grado di oscillazione tra i poli, che riesce a relativizzare - a tratti - tutto. di più


Magnificae, illuminatae, capolavorum, di più


20° Sigur Rós( )
Album - 23 ottobre 2002

Un giorno, facendo uno di quei soliti test che ti arrivano per mail dagli amici, mi trovai a rispondere a questa domanda: "il disco che vorresti suonato al tuo funerale". Non ebbi esitazioni e scrissi "( )" degli islandesi Sigur Ròs. I motivi di questa mia scelta? E' in assoluto… di più


Slow-core di gran classe... Dolce, intenso, emozionante... La voce della Ghetto poi ha quel certo non so che... di più


"Pensavo di aver sentito una porta aprirsi, invece era soltanto l'ennesima che si chiudeva". di più


Per questo album devo ringraziare chi ha avuto la gloriosa idea di regalarmelo. Senza dubbio ora è uno dei miei preferiti, perchè è semplicemente qualcosa di speciale. Speciale in quanto ogni canzone ha la sua identità, nulla si ripete tra un brano e l'altro, l'unico filo conduttore e la voce… di più


24° IsisPanopticon
Album - 19 ottobre 2004

"Ma non eran da ciò le proprie penne: se non che la mia mente fu percossa da un fulgore in che sua voglia venne. A l'alta fantasia qui manco possa; ma già volgeva il mio disio e 'l velle, sì come rota ch'igualmente è mossa, l'amor che move il sole… di più


Pepper Keenan, Woodroe Weatherman, Mike Dean e Reed Mullin. di più


Lo so, progressive è riduttivo per il disco (e il gruppo) in questione, che per i meno informati sono considerati tra i padrini del cosiddetto math-rock, ma non mi pare il caso di prendersela. di più


I Daughters si rifanno inaspettatamente vivi dopo otto anni di assenza dalle scene, probabilmente sull’onda di un'urgenza espressiva dettata dai tempi cupi che corrono. di più


Per me si va nella città dolente,
Per me si va nell'eterno dolore,
per me si va tra la perduta gente.
di più


Bomba sonora di rara bellezza! Se si vuole riassumere in una frase com'è questo album ad uno che non li conosce, direi certamente così. Gli At The Drive In nel 2000 si ripropongono sul mercato con questo full lenght spiazzando un po' tutti, una miscela sonora veramente notevole, originale e… di più


A volte basta poco per sentirsi vivi. Non so neanche più quante mattinate, post sbronza del sabato sera, ho cercato di non fare esplodere la mia testa. di più


Un viaggio in una dimensione surreale dove una trama sonora tenue, languida e trasognata avvolge e coinvolge i sensi in una sorta di sospensione onirica. Ma ecco che il ritmo incalzante della sezione ritmica ed una chitarra a tratti di frippiana memoria ti riportano in un "qui" che è, in… di più


32° DeftonesWhite Pony
Album - 19 giugno 2000

Probabilmente sarete stanchi dei doppioni, ma volevo cominciare la mia carrieria debaseriana recensendo quello che è il mio disco del cuore. di più


Sottovalutato. di più


34° Pain of SalvationBE
Album - 24 settembre 2004

Io sono… Io sono… Io sono! Non ero, poi sono divenuto. Non posso ricordare di non essere stato, ma devo aver viaggiato tanto, davvero tanto per essere qui.. … Mi chiamerò Dio e trascorrerò il resto dell’ eternità cercando di estrinsecare la mia identità.. Dio è morto o ci ascolta… di più



Nelle note di copertina si definiscono "Native American Drone'N'Roll" e intitolano il loro primo album "Passover" (termine americano per la Pasqua ebraica). Se aggiungiamo che vengono dalla lisergica Austin nel Texas, non possono non venire dubbi sulla sanità mentale dei Black Angels. di più


37° MogwaiThe Hawk Is Howling
Album - 17 settembre 2008

Ho già spiegato, in una mia precedente, i motivi per cui considero Mogwai un gran bel gruppo. D'altra parte so che c'è un sacco di gente a cui non vanno giù. E le ragioni ben le comprendo: niente voci, un po' prolissi, troppo concettuali, dispersivi, ripetitivi... di più


Parlare dei miei artisti preferiti è sempre stato un bel dilemma: qualsiasi cosa tenti di dire o scrivere finisce per diventare un polpettone di cazzate altisonanti e nonsense. Credo di averlo testato in migliaia di righe scritte e poi cancellate per l’imbarazzo. Da una parte mi suona stupido presentare qualcosa… di più


Plin - Una lenta discesa agli inferi attraverso sonorità cupe e strazianti che questo gruppo incarna in 6 unici e lunghi pezzi che sembrano mai finire - plin - una progressiva perdita di lucidità davanti a un suono che parte dal nulla (il 1° brano "Empowered Man's Blues") per arrivare… di più


40° AgallochThe Mantle
Album - 13 agosto 2002

Gli Agalloch sanno come stupire. Fin troppo. Lo hanno fatto nel '99 con il debutto Pale Folklore, e lo rifanno a distanza di tre anni o poco più con il successivo The Mantle. Solo due album all'attivo, la band di Portland, ma già sa quali corde toccare per smuovere qualcosa… di più


41° Electric WizardDopethrone
Album - 25 settembre 2000

Bella festa, davvero. Di tutto. C'era di tutto. Davvero di tutto. h 05.12. Ora però bisogna affrontare il ritorno. Abbiamo un'ora di strada davanti, io e Gazz. Mi sento uno scoiattolo, ho voglia di arrampicarmi sui cipressi del giardino, agile, con un alieno in testa che batte sulla calotta cranica,… di più


Il tipico garage all'americana. Quelli che trovi appena fuori le grandi metropoli, costruiti adiacenti all'abitazione, dove spostata la macchina sul vialetto, ogni yankee che si rispetti passa gran parte del suo tempo libero. di più


Se gli anni '90 hanno consacrato Seattle capitale del grunge e Manchester capitale del brit-pop niente e nessuno può togliere a Reykiavik e all'Islanda in generale la paternità di uno stile di musica elettronica che fonde alla meraviglia atmosfere eteree e accurate melodie. Islandesi sono anche i Mùm, band che… di più


44° Arcade FireFuneral
Album - 14 settembre 2004

"Elizabethtown", anno 2005, regia di Cameron Crowe: il protagonista maschile, Drew (Orlando Bloom), si aggira per i corridoi di un hotel extra-lusso parlando al telefono con la hostess di una compagnia aerea, Claire (Kirsten Dunst), conosciuta il giorno prima durante un volo verso il Kentucky. Da qui, si sarebbe recato… di più


“......un gruppo d'oggi che suona hard rock anni '70 ? prova gli Spiritual Beggars....” di più



<< Fanno rumore e basta. Il nulla >>, questo il lapidario giudizio del mio amico dopo l'ora abbondante di distorsioni lancinanti che gli A Place To Bury Strangers ci hanno vomitato addosso, facendoci friggere il cervello e mandare in corto circuito le sinapsi. Non è "semplice" rumore, tento invano di… di più


Jacopo Incani è un cantautore e musicista sardo che, per pubblicare i dischi, si fa chiamare Iosonouncane. di più


Prima di parlare dell'album vero e proprio, bisogna che provi almeno a dare una vaga spiegazione del genere suonato da questi 65 Days Of Static, giovane band di Sheffield messasi in mostra negli USA con l'EP "Stumble.Stop.Repeat" del 2003. Si tratta di un collage sonoro che assorbe in sé particelle… di più


50° Porcupine TreeIn Absentia
Album - 24 settembre 2002

In questo strano anno mi succedono ovviamente tante cose strane. Per esorcizzare la potenza delle molte cose strane, è necessario un bel volo pindarico, tentando di collegare tutti i punti del prima, durante e dopo..Parlo di volo in quanto per tutta la vita l'ho fatto, ho volato. C'è chi è… di più


In questo mirabile disco, a mio avviso il migliore dei tre australiani, sono presenti innumerevoli luoghi oscuri e lagune di sentimento da attraversare con coraggio: il violino di Warren Ellis è lamentoso e stridente, non accomoda mai l'ascoltatore. Riesce ad incantare ma mai a pacificare l'anima di chi si addentra… di più


52° AirThe Virgin Suicides
Soundtrack - 25 febbraio 2000

14 Febbraio 1999. Nicolas Godin e Jean-Benoît Dunckel, due appartati e misconosciuti falsari francesi, sono reduci dal mirabolante colpo che è rimasto alle cronache come "Moon Safari" (1998). Appagati dai proventi di questo furto vivono in incognito a Parigi. Il loro covo è un anonimo appartamento nel Marais, alla cui… di più


Ok, non so nemmeno da dove cominciare con questo album...per prima cosa, il genere...è un rock blues-punk-garage-retrononsocos'altrometterci, maybe?  di più


54° FugaziThe Argument
Album - 16 ottobre 2001

Quando, nel 2001, la Dischord diede alle stampe il settimo (si, 13 songs lo considero un album) lavoro dei Fugazi, loro non sapevano che sarebbe stato l'ultimo; o forse si. Fatto sta che noi di sicuro avremmo sperato che ce ne fosse un successivo, ed un altro ancora magari. Purtroppo… di più



56° Sun Kil MoonBenji
Album - 11 febbraio 2014

Ascolti estivi #3     Anche se non è proprio corretto parlare di “ascolto estivo”, includo in questa breve serie di recensioni l’ultima fatica discografica (la sesta) di Mark Kozelek sotto la ragione sociale Sun Kil Moon. “Benji”, sebbene sia l’opera di uno spirito inquieto e dal passato problematico quale è… di più



58° EelsDaisies of the Galaxy
Album - 28 febbraio 1999

UN BELLISSIMO GIORNO PER IL SIGNOR E
ovvero le luci non intermittenti di un mazzolin di fiori galattico
di più


Più lo ascolto e più mi piace. Più mi piace e più mi esalto ! Da circa una settimana “Songs For The Deaf”, il nuovo album dei Queens of the Stone Age, ha strappato il monopolio assoluto del lettore CD. di più


...ovvero: se il mondo fosse migliore, questo disco avrebbe dovuto essere in testa a tutte le classifiche al posto di tanta altra fuffa che viene invece propinata dalla major di turno. Gli Avalanches sono australiani e sono un collettivo di 6 djs dalle influenze disparate, che sono riusciti nell'anno 2000… di più


Alla classica domanda giornalistica: "cos'è per te la musica?" le risposte sono spesso simili e inflazionate; in rari casi, invece, originali e comunque rappresentanti di una concezione veritiera. di più


Ogni tanto ci vuole, in mezzo a questo pullulare di rockettini radiofonici da 3 minuti, un bel pezzo chitarroso alla maniera di una volta, una cavalcata che ti porti con te per non meno di 5 minuti, ti si ficchi in testa e via elettrica lungo le tue articolazioni che… di più


63° The NationalHigh Violet
Album - 10 maggio 2010

Sono tanti i colori che campeggiano sulla copertina del quinto album degli statunitensi The National. La musica, però, è tutta un'altra cosa. di più


Immaginatevi in un polveroso e abbandonato teatro ottocentesco, siete soli, seduti in prima fila; sul palco una stramba band, figlia illegittima del postcore/emo anni '90, accorda gli strumenti per iniziare lo "spettacolo". Iniziano a suonare... già dalla prima nota, nella vostra mente, la loro musica disegna "un concetto", "una sensazione"… di più


65° The NationalBoxer
Album - 21 maggio 2007

Esperimento. Immaginate New York in una tarda notte d'estate, leggermente ventilata. Non riuscite a dormire, uscite per una passeggiata, fissate sui marciapiedi la vostra ombra riflessa dalle luci delle banche. La città è semideserta. Siete vagamente angosciati, ma tutto sommato mantenete la calma. Aspirate a una serenità chimerica. Bene, siete… di più


Album molto particolare...come del resto lo è la band che l'ha fatto..."The Moon and Antarctica" è un piccolo gioiellino, che come ogni disco che si rispetti ti fa viaggiare, ti fa sognare...la particolarità di questo album è che il viaggio te lo fa fare nello spazio, eh sì perche sin… di più


Ci sono persone che creano sogni senza neanche rendersene conto, che fanno musica solo per raccontarsi, che hanno la fortuna di essere nati in luoghi dove arrivano poche notizie e poche pubblicità, in luoghi dove essere introversi è quasi una normalità e dove l'amicizia diventa ancora di più un legame inscindibile.… di più


Questa è la storia (vera o no toccherà a voi stabilirlo) di un segreto. Ora, è universalmente riconosciuto che i segreti son fatti per essere taciuti, ma è il vostro giorno fortunato, e voglio che la verità illumini anche voi. Scusatemi se salto le quattro vergognose parole sull’altra storia (quella… di più


"Norvegesi completamente immersi in un tempestoso sound Hard-Rock; con una velocità di esecuzione dei singoli brani feroce ed incontrollata. Tra i migliori esponenti di quella scena scandinava votata al culto di MC5, Stooges e Motorhead...I GOT A WAR..." di più


70° VerdenaSolo un grande sasso
Album - 14 settembre 2001

E fu così che la rabbia giovanile e grezza del precedente disco venne incanalata in una via diversa. Una rabbia stemperata (ma non troppo) e sfociata in momenti più distensivi e di contemplazione, una presa di coscienza della realtà, una furia sopita, ma tuttavia sempre pronta come una miccia a… di più


Senza troppi giri di parole, "To Pimp a Butterfly" potrebbe tranquillamente essere il miglior disco (mainstream) degli ultimi 15 anni. di più


72° PortisheadThird
Album - 8 aprile 2008

L'OMBRA DEL PECCATO.  di più


Inizio del nuovo millennio; i frastornanti turchi (mamma li turchi aggiungo) sono pronti per il rientro discografico. di più


74° The CureBloodflowers
Album - 2 febbraio 2000

20 anni di carriera (storia?) ed un numero considerevole di "copie vendute nel mondo" sono quanto i Cure hanno alle spalle quando nel 2000 esce questo loro ultimo lavoro. Un disco sottovalutato, non capito, discriminato. Forse è una vendetta. Perché ci si è sentiti traditi, sconcertati, da quella drastica virata… di più


I Cannibal Corpse sono uno dei pochi gruppi che ancora regge in piedi il death metal di più


La mia prima recensione, ovvero dilettante allo sbaraglio: quindi non odiatemi per l'incompetenza musicale che potrei mostrare. di più


77° BorisFlood
Album - 15 dicembre 2000

La leggerezza dell'oceano visto come un cielo. La pesantezza delle infinite tonnellate d'acqua. di più


Per modalità, hype ed altissime aspettative, l’uscita di ogni album dei Radiohead è sempre un evento. di più


 "Folgorazione" è la parola che più si addice al ricordo dei primi ascolti del disco scoperto qualche tempo dopo la sua uscita datata 2002 (per i vini un'annata no, ma sul frangente musicale l'opposto se penso a capolavori quali "You forgot it in the People" dei Broken Social Scene, "Sea… di più


Le mie passioni del 2000: sostanzialmente due. Le girelle Motta e Álvaro Recoba. di più


81° EnvyInsomniac Doze
Album - 31 maggio 2006

Non riusciva a dormire, aveva in testa un fischio, una voce lontana che non capiva da dove venisse, e non sapeva cosa dicesse. Si alzò dal letto e, scostata la tenda, si affacciò fuori: stava albeggiando, c'era un flebile venticello che faceva raschiare i rami in fiore del suo pesco… di più


82° Joanna NewsomYs
Album - 14 novembre 2006

Controverso. di più


83° La DisputeWildlife
Album - 4 ottobre 2011

OK. Nessuno ha ancora fatto questa recensione. Da un lato non avere una recensione su "Wildlife" dovrebbe essere un reato, dall' altro descrivere bene un album dei La Dispute è un' impresa. Non lamentatevi se non sarò all' altezza. Partiamo dicendo che quest' album non può non impressionare, magari qualcuno… di più


84° BjörkVespertine
Album - 18 agosto 2001

Alla mia seconda recensione vorrei descrivere il mio album preferito (Vespertine), della mia artista preferita... Björk. La maggior parte dice che questo Vespertine è un'involuzione... dopo l'atomico Homogenic, ma dal mio onesto punto di vista lo trovo un capolavoro, di classe e mestiere, dove troviamo una Björk più rilassata, intima… di più


 Il sesto album degli Entombed non è sicuramente il più importante della loro carriera, ma con esso la band svedese si è riportata in territori a lei più familiari, quelli del death-metal, senza però cancellare ciò che aveva acquisito durante la sua divagazione punk-rock avvenuta nella seconda metà degli anni… di più


Dapprima alfiere dello slow-core, poi sempre più vicino al rock e alle radici della musica americana, Mark Kozelek, con i suoi Red House Painters, è semplicemente uno dei più grandi songwriter che abbiano mai calcato le scene della musica contemporanea. I suoi dischi sono da sempre garanzia di qualità e… di più


"Tillin' my own grave to keep me level, jam another dragon down that hole. Diggin' to the rhythm and the echo of a solitary siren one that pushes me along and leaves me so desperate and ravenous, so weak and powerless". di più


Guardo fuori dalla finestra. Il cielo è rosso. Non proprio rosso, rossastro, arancione, un colore strano e innaturale per una notte senza stelle. Non se ne vede neanche una, è tutto coperto da nubi. Quello che i comuni mortali chiamano brutto tempo ma allora il cielo sarebbe scuro, e invece… di più


Getting used to pain... getting used to pain... getting... Queste sono le parole che potrebbero ben identificare il mood di questo disco... Chiari e scuri si alternano... Violenza e dolcezza scorrono attraverso le vene dell'ascoltatore che non può che rimanere a subirne le conseguenze di fronte a qualcosa che a… di più


Entrare nelle vite degli altri: io non ci sono mai riuscita. di più



92° Dark TranquillityHaven
Album - 17 luglio 2000

Scoprire un nuovo genere musicale è sempre bello. Basta ascoltare una singola canzone affinchè ti si spalanchi davanti un orizzonte più ampio, tutto da esplorare. E di solito la canzone o l'album che ti permette ciò ti resta nel cuore. È il mio caso col death metal e con "Haven"… di più



Buon ep. Quant'è bella "Happy Man" ? E quanto lo è nell'elettricissima versione "Happy Pig" con finale medley che riprende "Pig" ? Poi altra bella cover di un pezzo di Daniel Johnston, dopo "Hey, Joe" qui c'è "My Yoke is Heavy". Insomma un buon lavoro, buon intermezzo tra "Good Morning… di più


"The darkness sorrounds you. The darkness shrouds everything. Movement is apparent and the movement is dangerous. All around the walls are crushing, looming as if to threaten the collapse. But this   is home, the dark, the warmth." di più


Roy Montgomery è una figura di spicco del rock psichedelico, ambientale e spaziale degli anni '90, quanto di più interessante venuto alla luce dalla Nuova Zelanda nel campo della musica a cavallo tra popolare e avanguardia, insieme ai Dead C. di più


Dopo sette anni di assenza e tutte le controversie legate a Extraordinary Machine (la Sony non vuole che esca perché poco commerciale, l’album esce in rete e viene apprezzato dai fan, i fan iniziano a mandare mele di protesta alla Sony, l’album viene ri-registrato e prodotto da Elizondo, forse era… di più


L'ambizioso Neige, chitarrista degli storici Peste Noire e Forgotten Woods, decide con questo recentissimo "Souvenirs d'un autre monde" di dare una svolta radicale al suo progetto solista Alcest, di spostarsi verso altri lidi rispetto al grezzo depressive black metal degli esordi, convergendo (quasi) definitivamente verso una sorta di alternative rock… di più


99° TenhiMaaäet
Album - 10 febbraio 2006

Solenne incedere della batteria, nevicate diafane del piano, venti ancestrali di violini gelidi; nel fatuo paesaggio di “Varpuspäivä” il canto-recitato di Tyko Saarikko, leader dei Tenhi (tradotto: Sciamani), presenta un nuovo album, (equivalente a Madre Natura o Madre Terra). Con una tecnica ormai sperimentata, un’identità definita, dopo un ampio apprezzamento… di più


100° NasumHuman 2.0
Album - 23 maggio 2000

Nasum. Un nome che a moltissimi probabilmente non dirà nulla, ma chi conosce bene l'underground estremo sa che sono stati uno dei gruppi più feroci e terremotanti della storia del grindcore. di più