Battle Of Mice
A Day Of Nights

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


"A Day of Nights documents the savage trajectory of an interpersonal flameout. It is a litany of ominous overtones and malicious subtext, a catalogue of the poisons that conspire to choke our best intentions; a testament to the inexorable miasma of suspicion and paranoia that creeps, unannounced, into the open spaces between us all." 

Come da bio, questo gioiellino nasce da una "conflittualità" tra due menti, ovvero Josh Graham (guitarist/keyboardist dei Red Sparowes e visual dei Neurosis) e Julie Christmas (vocalist dei Made Out Of Babies), le quali avevano già partecipato a "Triad" e dove figuravano le loro rispettive bands più i nuovi Battle Of Mice.

Una conflittualità che prima ha raso al suolo, e poi ha trovato la via giusta per edificare questo piccolo monumento chiamato "A Day Of Nights".
Se i Red Sparowes non convincono molto per la loro troppa derivazione da certo post-rock e soprattutto dai Godspeed You Black Emperor!, o i Made Out Of Babies a volte risultano un pò piatti e tediosi nonostante degli spunti davvero interessanti, questo punto d'incontro/scontro tra le due bands riesce ad unire le atmosfere evocative dei Red Sparowes con la psicosi e la morbosità della voce dei Made Out Of Babies (a mio parere una delle voci più espressive e belle del panorama musicale, estremo e non).
Qualcuno, non a torto l'ha paragonata a Pj Harvey, ma quest'ultima di sicuro non riesce a trasmettere tutta l'angoscia, la paranoia e la negatività come Julie Xmas .
E se nella sua band la cadenza e la schizofrenia della sua voce spesso faceva assumere alle canzoni dei versi quasi da nenia infantile, qui è più sofferta e a tratti veramente disperata.
Quello che ne consegue è un disco ricco di pathos e bellezza, dove l'ira Neurosisiana trova nuovi sbocchi e diluizione verso atmosfere estremamente cupe ed evocative, fredde e a tratti industrial.
Questo disco è la testimonianza di cosa significhi sapere intepretare in modo personale e proprio la lezione dei Neurosis, una lezione che spesso è stata seguita con poca personalità e senza sufficiente rielaborazione (vedi i Cult Of Luna).

Infatti l'interpretazione di quello che chiamiamo post-core qui risulta essere molto equilibrata, matura ed affascinante.
Se la cadenza doom di alcune canzoni è subito riconducibile ai maestri Neurosis, altre hanno delle influenze dark-wave spiccate che trascinano l'ascoltatore in una dimensione oscura realmente palpabile, a tratti funerea ed orrorifica.
Pregio del disco è sicuramente la produzione e i suoni ben equilibrati: moderni quanto basta, freddi ma non asettici, che non fanno perdere l'impatto "fisico" della proposta musicale.
Il disco è una continua immersione e riemersione nell'animo umano, una introspezione che non ha trovato spazio nei dischi di Red Sparowes e Made Out Of Babies.
Le canzoni sono un susseguirsi di emozioni, e il roster della Neurot si può vantare di uno tra quelli qualitativamente migliori del "sottosuolo".  
Se volete una valida, reale alternativa ai Neurosis che non siano Isis (dopo la mezza delusione di "In The Absence Of Truth"), comprateli a scatola chiusa.
Brillante ed unico, un disco che è stato una graditissima sorpresa di quest'autunno e sicuramente da candidarsi tra i migliori dell'anno.

Spaventosi.

Questa DeRecensione di A Day Of Nights è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/battle-of-mice/a-day-of-nights/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Tredici)

paloz
Opera: | Recensione: |
Bel genere musicale! (leggere a destra)
BËL (00)
BRÜ (00)

Bisius
Opera: | Recensione: |
Non riesco a concepire il doom con il folk...
BËL (00)
BRÜ (00)

Kid_A
Opera: | Recensione: |
Molto curata, bravo. Quasi da professionista del mestiere...
BËL (00)
BRÜ (00)

ThirdEye
Opera: | Recensione: |
Non sono daccordo sulle considerazioni che fai sui Cult Of Luna e sull'ultimo degli Isis, veramente un bel disco invece. Però non si può negare che la rece è scritta molto bene
BËL (00)
BRÜ (00)

kosmogabri
Opera: | Recensione: |
avrei da ridire su quello che dici di PJ e dell'ultimo Isis, ma siccome la rece è buona lascio perdere (è poi solo una questione di degustibus). La proposta è interessante ma ho in sospeso già troppa roba d'ascoltare...
BËL (00)
BRÜ (00)

samsara's libido
Opera: | Recensione: |
disco emozionante e incredibilmente bello....una notte mi sono svegliato con un gran voglia di ascoltarli..erano le 4più o meno...i pod nelle orecchie..e giuro di aver avuto una paura folle ascoltando sleep and dream....complimenti per la recensione...sono innamorato di julie christmas...(e' anche una bbellla...vabbe' dettagli...)ha una voce incredibile
BËL (00)
BRÜ (00)

Coelum
Opera: | Recensione: |
Mamma mia, se c'è una cosa fantastica è la violenza che sprigiona la voce di Julie Xmas... mi sento sopraffatto.. :)
BËL (00)
BRÜ (00)

vss
vss
Opera: | Recensione: |
ecco quà
BËL (00)
BRÜ (00)

Bisius
Opera: | Recensione: |
Splendido, veramente: la rarefatta ragnatela emozionale dei Red Sparowes che si intreccia con la plumbea pesantezza del post-core. E quella voce! _
BËL (00)
BRÜ (00)

unkle69
Opera: | Recensione: |
Bel disco e recensione discreta ;)
Però il termine "Neurosisiana" non se pò legge... :O
BËL (00)
BRÜ (00)

il trucido
Opera: | Recensione: |
disco immenso e pochi cazzi.. le registrazioni furono portate a termine a giorni alterni da julie e josh(il chitarrista, attuale visual dei neurosis) perchè avevano appena interrotto la loro relazione e non avevano voglia di vedersi...sono praticamente convinto che questo ha fatto bene al disco, è uscito ancora più cupo e visceralmente incazzato (sentitevi bones in the water....un'infarto)
BËL (00)
BRÜ (00)

MORPHEO 33
Opera: | Recensione: |
bellissimo, acido, malato, psichedelico, pesante, oppressivo, catatonico, paranoico, senza luce, intrigante, personale, avanti, compatto, in una parola: C-A-P-O-L-A-V-O-R-O!!!!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
5 sicuro.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: