Ben Affleck
Argo

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ricordo la bocca semiaperta di mia madre. Otto?, chiede incredula sfogliando e toccando il compito in classe manco fosse una banconota da 500 €. La vedo tramutarsi in un pesce al mercato sdraiato su un tappeto di ghiaccio ed alzandole il mento, TAC, le rispondo scandendo oltre modo le lettere: o-t-t-o. Mi viene ancora la pelle d'oca rivangando quel giorno sugli sci. In aria e senza alcun controllo mi sembrava di essere una marionetta; quel salto del cazzo mi aveva sparato talmente in alto che prima dell'impatto sulla pista ero riuscito a salutare i legamenti delle mie ginocchia; come siano rimasti attaccati e me la sia cavata solo con un congruo numero di ematomi leopardeschi è un mistero: sono certo che se Giacobbo avesse visto il video ci avrebbe ricamato almeno 10 puntate di Voyager! Chiudo gli occhi, apro la mano e mi sembra di sentire ancora quel gran paio di tette che per una notte, grazie Jagermeister, sono state mie. Poi ripenso al 2001-2002 e a quel gol su punizione all'incrocio dei pali partorito dagli zoccoli di Gresko o come cazzo si chiamava. Alla presentazione lo avevano definitivo il nuovo Brehme! 
Un'esistenza alla fine non è altro che una sequenza pressoché infinita di ricordi, personali o altrui, memorabili proprio perchè unici e non replicabili. Botte di culo o sfortune da legge di Murphy!

Il precedente "The Town", (ve lo consiglio tirandovi in faccia 3 palline e mezzo), mi era piaciuto parecchio: un buon action movie drammatico con un facile e prevedibile intreccio ben raccontato in meno di 2 ore. Un lavoro capace di accelerare e frenare a piacimento miscelando con sapienza tensione e dramma per una regia matura. Ma "Argo" dista appena 2 anni e questo ulteriore e deciso passo in avanti di Affleck non può essere frutto della fortuna/caso perché è grande cinema ed uno dei più bei film visti nel 2012. Forse il migliore se rapportato alle aspettative con le quali sono entrato in sala.

Tra i finestrini della macchina di plasticosa ferraglia sporca rimbomba la musica di Bob Dylan; la neve rende le strade collinari puro sapone in quanto una legge provinciale per sanare il bilancio foracchiato ha decretato l'utilizzo degli spalaneve durante la notte, (il film è finito a mezzanotte) solo con ingenti quantità di bianca coltre. Insomma, senza tirarla troppo per le lunghe, il culo della macchina si muove proprio a tempo delle strofe di "Hurricane" e scoppio a ridere. Mi diverto sempre un casino a guidare sulla neve se le strade sono deserte e mi ritrovo a stonare e sorridere come un emerito imbecille mentre ripenso al film e mi dico: "vuoi vedere che mascellone monofaccia Pearl Harbor diventerà il nuovo Clint Eastwood?"
Questa cazzata la devo scrivere su Debaser...

1979. E' un gran casino in Iran: fino dal secondo dopo guerra gli Stati Uniti avevano pilotato la politica del paese per ovvi motivi, ma ora la rivoluzione è scoppiata e lo Scià è costretto all'esilio. 

Tecnicamente parlando l'inquadratura della prima scena è suolo americano, per quanto sito nel cuore della capitale iraniana, e dovrebbero essere al sicuro dietro quella finestra blindata dalla quale i diplomatici osservano con stupore/terrore quella massa iraconda che non gradisce molto lo sventolio della bandiera a stelle e strisce. Ma a Teheran nel 1979 il diritto internazionale non era la materia che andava per la maggiore. La folla se ne sbatte dei cancelli e del filo spinato: sono in tanti, sono incazzati. Con frenesia cercano di bruciare il bruciabile prima di essere presi in ostaggio. Tutti? Ovviamente no. 6 topolini mancano all'appello ed è qui che la CIA, con l'aiuto di Hollywood, riesce con un piano assurdo a riportare a casa i diplomatici imprigionati nella città. Incredibile a dirsi, la storia è vera; sicuramente ricamata ed aggiustata, ma comunque vera.

Lo considero un gran film perché mi torna alla mente l'immagine di quella grossa vipera incazzata (probabilmente si erano appena schiuse le uova) incontrata quest'estate su un sentiero: spire in continuo movimento, impossibili da prevedere come quei cambi di direzioni di Derrick Rose in penetrazione: quelli che era solito fare prima dell'Infortunio al crociato del ginocchio. A proposito mi manchi.
In un modo simile "Argo" parte come una pellicola di guerra, secca e lapidaria, con poca tensione e realtà nuda e cruda messa sul piatto; poi attraversa l'oceano per cambiarsi vestito e diventare una spassosa commedia Hollywodiana ed infine, nel ritorno alla Persia, assume i connotati del thriller drammatico capace di farmi stringere i braccioli della poltrona fino a farmi sbiancare le nocche. Affleck è conscio dei propri limiti recitativi e si affibia un ruolo facile, solo quantitativamente importante, che sa di poter domare con le poche espressioni facciali a disposizione. Il cast è eterogeneo con pezzi di granito amalgamati a cartonati non troppo consistenti, ma le scelte degli attori sono state tarate con cura maniacale sulla complessità dei personaggi ed in questo modo è riuscito a limitare il costo dell'opera senza inficiare sulla qualità del prodotto.

"Argo" è un lavoro che alza l'asticella nella cura per i dettagli (ricostruzione storica/costumi) e per la tecnica (fotografia e montaggio); tutti elementi che rendono la pellicola piacevole anche dal punto di vista meramente visivo. Credo che Affleck non abbia voluto raccontarci solamente, romanzando, una storia vera particolarmente cinematografica ma abbia tentato di ricordare al pubblico statunitense che il sentimento anti-americano ha radici ben più profonde e complesse rispetto a quanto la propaganda ultimamente abbia voluto far credere.  

Unire storia, dramma, risate convinte e tensione in un modo così fluido è un'impresa titanica. 5 stelle sono sicuramente troppe, ma sono altresì convinto che 4 gli stiano strette. Ed allora esagero perché sono convinto che questo mascellone barbuto in un prossimo futuro possa diventare il nuovo Clint: attore mediocre, grande regista!

Questa DeRecensione di Argo è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/ben-affleck/argo/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiNove)

sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Comunque Ben Affleck sta decisamente meglio col taglio "alla Blecktrommel". Per il resto non sapevo neanche che avesse fatto un film e/o fosse candidato all'oscar (a quanto pare vincendolo). DePagina che desta curiosità. Chissà. Or Vuar.
BËL (01)
BRÜ (00)

ilfreddo: Carissimo: pensi che io non sapevo nemmeno che fosse candidato agli Oscar!
Darkeve
Darkeve Divèrs
Opera: | Recensione: |
A sto punto lo guarderò. Cerco di recuperare anche the town. Rece bella bella, anche a me piace guidare con la neve quando in giro non c'è un cane.
BËL (00)
BRÜ (00)

fosca: Anche The Town, filmone...
musicanidi
Opera: | Recensione: |
Come attore è un cane, faccia pessima da statunitense doc...come regista, non so...ma tu, caro freddo, sembri sempre una persona seria....quindi, mi fido e lo guarderò.
BËL (00)
BRÜ (00)

nes
nes
Opera: | Recensione: |
Non l'ho visto e voglio vederlo, non ho letto la recensione perchè, appunto, il film non l'ho ancora visto. passavo solo per dire "no, ma ben afflek regista capace... quanti pistacchi ci avreste scommesso sei anni fa? Io zero, che i pistacchi mi piacciono tanto". Vabeh, qualcuno sa se è già uscito in dvd questo?
BËL (00)
BRÜ (00)

geenoo: Merita: link rotto
nes: sul fatto che il film meritasse ormai avevo ben pochi dubbi.
Geo@Geo
Geo@Geo Divèrs
Opera: | Recensione: |
Diviso in tre parti: riscaldamento iniziale, lavoro centrale (Hollywood) e allenamento vero e proprio (finale):) Per fortuna ci risparmia la demonizzazione della cultura islamica, ma racconta la storia mettendo in evidenza l'innegabile diffidenza degli USA verso l’islam in senso lato. Storia vera, ma difficile distinguere tra finzione e realtà..., meritatamente premiato.
BËL (00)
BRÜ (00)

ILM_igliore
Opera: | Recensione: |
ma siamo sicuri che sia stato davvero lui il regista?
BËL (00)
BRÜ (00)

S4doll: visto il precedente The Town, direi senza dubbio
S4doll
Opera: | Recensione: |
Appena l'ho visto mesi fa ho saputo avrebbe vinto, l'Academy adora questo tipo di pellicola. Non si urla al capolavoro ma è chiaramente ottimo. Goodman, Arkin e Cranston fanno il film, Affleck non buca lo schermo come attore (ma se la cava benone) però dietro la macchina da presa ha talento.
BËL (00)
BRÜ (00)

TheJargonKing
Opera: | Recensione: |
c'andrò!
BËL (00)
BRÜ (00)

fosca
fosca Divèrs
Opera: | Recensione: |
Film bellissimo, girato magnificamente, interpretato degnamente e che ti tiene col deretano icollato alla sedia per 2 ore che manco te ne accorgi. Premio meritatissimo. E poi scusate, ma quanto è figo lui, anche in versione Tony Manero/Blecktrommel... Ottimo scritto Freddo, come sempre.
BËL (00)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Però per la premiazione s'era già riazzerato la chioma: insomma toglietegli l'oscar. Ziocan!
boredom
Opera: | Recensione: |
ottima rece, specie la parte dello Jegermeister ;-) il film me lo segno
BËL (00)
BRÜ (00)

Ociredef86
Opera: | Recensione: |
Ma quanto è bella questa recensione! Il film mi ispira parecchio, me lo vedrò il più presto possibile. Comunque preferivo vincesse l'Oscar come miglior film "Re della terra selvaggia"...
BËL (00)
BRÜ (00)

ilfreddo: Grazie. "Re della terra selvaggia" è così bello? Avevo una mezza intenzione di andare a vederlo.
Ociredef86: E' stupendo. Emozionante e vero, potente come pochi altri film. La piccola protagonista è di una bravura disumana. Vai pure a vederlo...consigliatissimo =)
jdv666
Opera: | Recensione: |
di solito sono perlomeno scettico riguardo agli oscar (tra l altro questo film non l avevo proprio sentito mai nominare), peró se piace al popolo debaseriota daró un occhiata pure mua! :)
BËL (00)
BRÜ (00)

hjhhjij: Be, hai ragione sugli oscar, però d'altronde un film può benissimo essere buono al di la se vinca o meno un oscar. E questo pare sia buono. Voglio vederlo anch'io uno di questi giorni.
jdv666: si, peró é anche vero che spesso l aprezzamento del grande pubblico e/o della "critica" mainstream é inversametne proporzionale alla qualità o quasi ;D
hjhhjij: A volte si, sicuramente. Altre volte c'azzeccano. In ogni caso ho sempre fatto poco caso agli oscar.
ilfreddo: Carissimo JDV sappia che io manco sapevo vi partecipasse agli Oscar codesta pellicola. I pareri dell'Accademy sovente convincono molto poco anche me. Credevo, sbagliando, che per Affleck l'aver interpretato tra gli altri opere eccelse e storiche come Daredevil/Pearl Harbor et Armageddon gli impedisse a priori la possibilità di avere una nomination almeno fino alla prossima esistenza.
jdv666: hehe :D
nes: posto che non sapevo il film fosse candidato agli oscar, una lancia in favore del ben "attore" però mi sento di spezzarla. Per quanto sia uno degli attori di successo meno "abili" e sicuramente uno di quelli che più di tutti ha la faccia da schiaffi, l'interpetazione del cieco (non del supereroe: del Cieco...) in quella merda di daredevil la lasciate stare. E' l'unica cosa che ha fatto bene (non "decentemente": "Bene") vestendo i panni dell'attore. Lasciamogliela.
aleradio: Io non ce la faccio
axel
Opera: | Recensione: |
un buon film, piacevole, girato in modo convincente ma il massimo dei voti non glieli darei manco sotto tortura. Di lui molto bello anche "the town"
BËL (00)
BRÜ (00)

Bolidone
Opera: | Recensione: |
A me Ben Affleck è sempre stato sui coglioni
BËL (02)
BRÜ (00)

Larrok
Opera: | Recensione: |
Appena finito di vedere, coinvolgente e tiene in apprensione fino all'ultimo. Onesto nel mostrare entrambe le facce della medaglia, senza parteggiare unicamente per gli U.S.A come spesso accade in questo tipo di produzioni...cioè, è vero che tutto sommato a ricoprire il ruolo di cattivi ci sono i rivoluzionari integralisti, ma vengono evidenziati chiaramente i danni causati dal colpo di stato americano. Oscar ben assegnato
BËL (01)
BRÜ (00)

Karter4
Opera: | Recensione: |
"A me per mettermi i piedi in testa ci vuole ben affleck!" (Maccio Capatonda)
BËL (01)
BRÜ (00)

Hellring
Opera: | Recensione: |
Mr.Moustache
Opera: | Recensione: |
Per quanto il film ricostruisca in modo egregio uno dei periodi più oscuri della storia mondiale, e superi al contempo più che egregiamente la media qualitativa dei filmacci storico-andanti degli ultimi anni, (sbaglierò) ma vedo in questa pellicola un'estrema retorica nazionalista. Il film non mi è dispiaciuto, lo ammetto: ma per quanto riesca a far sentire il selvaggio profumo del medio oriente iraniano di inizio anni '80, unico e reale pregio della pellicola, le scene "americane" sono di una ovvietà televisivo-andante al limite dell'imbarazzo. Il finale (che non svelerò) mi ha davvero deluso, deviando la storia verso una morale che non ho apprezzato e che trovo controintuitiva rispetto alla vicenda umana deli ostaggi, delle loro personalità e debolezze. Sommando il tutto ne viene fuori comunque un buon film, carico di pathos e mediamente avvincente. E poi, dico, se Ben Affleck riesce a girare una pellicola del genere ed essere pluri-premiato, immaginatevi in che condizioni grava l'attuale bacino artistico statunitense. E' da almeno cinque anni che Asia e Nord Europa riescono ad essere qualitativamente molto, ma moooolto più creativi ed incalzanti..
BËL (00)
BRÜ (00)

nes: "E' da almeno cinque anni che Asia e Nord Europa riescono ad essere qualitativamente molto, ma moooolto più creativi ed incalzanti..
" Inattaccabile. C'è da dire però che è da almeno 11 anni che chi sa scrivere una sceneggiatura preferisce lavorare a serie televisive che non a holliwood, oppure è holliwood che da almeno dieci anni piuttosto che pagare una sceneggiatura decente preferisce fare un film su capitan fracassa. Tutta colpa di spideraimi (tutta colpa del pubblio in realtà). Per il resto concordo quasi su tutto (quasi perchè la ricostruzione è parecchio romanzata, cosa scoperta dopo la visione e che me lo ha fatto calare un po') però di questi tempi, per holliwood, Argo è tanta roba. a dirla tutta non sono così d'accordo neppure sull'eccesso di ammeriganità.
nes: Cioè, sì hai ragione, però c'è pure una bella critica al sistema holliwoodiano che viene poi estesa al modo di vivere occidentale (la scena della lettura del copione). Pure quella è tanta roba. Quindi boh, non so più se sono così d'accordo su TUTTO quello che hai detto, di sicuro la tua ultima frase è vangelo.
 Jimmie Dimmick
Opera: | Recensione: |
Pur essendomi piaciuto molto, concordo pienamente con Moustache: è quasi un film di propaganda.
Gli iraniani ne escono come le merde che più merde non si può e uno dice: si, ma pure la Cia non fa una bella figura. E qua casca l'asino. La Cia ne esce da dio. Per il finale (non pigliamoci i meriti per il bene dell'umanità....fa ridere al cazzo) e perchè la cia cambia! Gli stati uniti sono una democrazia, cambiano i governi, cambiano i servizi segreti. Abbiamo commesso crimini inenarrabili? D'accordo, ma ora siamo cambiati! Forza di una grande nazione democratica. L'iran, loro si che sono delle merde. E lo sono tutt'ora. Perchè nulla è cambiato da quegli anni, il potere è sempre nelle mani dello stesso "partito" (ovvero i musulmani, che rimangono sempre e comunque il male).
Un ottimo film di propaganda dunque, messo giù come realistico, con tanto di confronto con le foto reali alla fine per farti capire che è tutto vero.
BËL (00)
BRÜ (00)

Darkeve
Darkeve Divèrs
Opera: | Recensione: |
Film molto carino. Un mix di generi riuscitissimo, la parte commedia con Goodman e il regista pelato è davvero brillante, l'ultima parte tensione pura. Promosso.
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Sinceramente non capisco questo diffuso entusiasmo. Mi è sembrato un film discreto, ma poco più. Parte molto bene, serrato, serio, giusta fotografia, giusto ritmo. Si concede una parentesi centrale hollywoodiana che è pure riuscita, ma che secondo me ad un certo punto rischia di fare sembrare il tutto una baracconata alla Ocean's Eleven. Poi, però, proprio non ce la fa, non riesce a resistere, e diventa la solita "robba ammerighana". Non so, ma quando mi capita di sentire una battuta tipo "Non vi posso garantire nulla, ma vi chiedo di fidarvi di me" oppure "Sono qui per salvarvi la vita" quasi sempre le balle mi cascano sotto il divano. Non mi considero affatto un esperto di cinema e confesso di non avere visto moltissimi film l'anno scorso, ma se sto qua ha addirittura vinto l'Oscar forse siamo messi maluccio.
BËL (01)
BRÜ (00)

nes: "Sinceramente non capisco questo diffuso entusiasmo." eddai è ben, cìho una faccia sola affleck (o come si scrive affleck). uno che non gli puoi dare 2 lire se ti dice che fa un film da attore, figurati da regista. Non è il caposaldo dei film action drammatici, ma negli ultimi 10 anni è probabilmente il migliore... Tu te l'aspettavi? the town è decisamente meglio. Anzi: the town pettinai peli del deretano... spero sia una figura che ti aggradi quella del pettine sui peli del culo, e sopratttutto spero tu abbia visto the town.
nes: "quando mi capita di sentire una battuta tipo "Non vi posso garantire nulla, ma vi chiedo di fidarvi di me" oppure[...] vero ma chisseneincula, c'è il pezzo tutto inventato dei tizi ad holliwood che... e che cazzo ne so, boh dai, pettina i culi pure quello. e poi basta discutere è ben "stocazzo che so come funzioni questo lavoro" affleck: viste le premesse spacca e basta. domani ti do il nome del mio pusher: uno bravo, ma bravo sul serio.
Opel
Opera: | Recensione: |
Sono dell'idea che per interpretare la parte di Tony Mendez ci sarebbe voluto qualcuno di più incisivo ed espressivo di Ben Affleck. Ma anche lui in fin dei conti non mi è dispiaciuto affatto. Il film me l'hanno osannato, quindi come sempre in questi casi mi aspettavo qualcosa in più, però mi è piaciuto, bel film, ottimo Affleck alla regia, mostruoso Bryan Cranston (che di anno in anno amo sempre più) e ben vengano queste pellicole nel mare odierno di proposte indecenti.
BËL (00)
BRÜ (00)

Opel
Opera: | Recensione: |
Per la rece mi dispiace, scrivi sempre molto bene e ti avrei dato 5 già a metà lettura, ma quando ci trovo dentro spoiler importanti sugli eventi del film, tutto il resto perde importanza, in questo caso poi hai spoilerato giusto il finale eh, se l'avessi letta prima di vedere il film ti avrei dannato :)
BËL (00)
BRÜ (00)

nes
nes
Opera: | Recensione: |
"Il film me l'hanno osannato" è un film che difenderò sempre a spada tratta, il perché è scritto nella risposta a bartolino. " mostruoso Bryan Cranston " per quanto io non mi ricordi ben in questo film (non metto in dubbio che ci sia) cranston è eccessivamente sopra il cazzo di livello dell'opera quasi sempre. Giusto Tim Hardey potrebbe contendergli il posto. Poi va beh, c'è Jeff bridges, ma quella è una generazione fa , e soprattutto è un mio pallino, non sono molto obiettivo quando si parla di Jeff. per chiudere 'sto commento idiota comunque ci ficcherei un bel: BRYAN CRANSTON TUTTA LA VITA... Poi pure un : "Refn vi seppellirà tutti quanti"; ma qui si esce dal seminato (per quanto sia una realtà oggettiva, obiettiva e totalmente assoluta).
BËL (00)
BRÜ (00)

Opel
Opera: | Recensione: |
ho faticato a capire il commento, ed effettivamente ancora non è che mi sia chiaro del tutto xD Quando dici che è sopra il livello dell'opera, lo dici in senso dispregiativo? cioè è troppo sopra le righe o è troppo più forte degli altri? Con Tim Hardey intendevi Tom Hardy? Altrimenti non ho capito a chi ti riferisci. Jeff Bridges invece? è un esempio che accosti a Cranston e Tim/Tom? Il film lo difendo anch'io, come dicevo mi è piaciuto eccome, ed è stata una sorpresa, più o meno come sapere che Affleck sarà il nuovo Batman, Argo però è stata bella come sorpresa, ehm.
BËL (00)
BRÜ (00)

Opel: era per Nes ovviamente
nes: guarda io neppure mi ricordo di averlo scritto, però credo che quel "BRYAN CRANSTON TUTTA LA VITA" buttato lì con quel caps lock ultra aggressivo dovrebbe fugare tutti i tuoi dubbi. // Sì Tom, Tim ha fatto solo Troll 2 e non è che sia 'sta gran cosa (se non erro tim hardy per tutto il resto della sua vita si è limitato a fare il dentista). /// Jeff Bridges è un fottuto attore della madonna.nella sua carriera ha ricoperto praticamente ogni ruolo possibile, cosa che non si può dire né di Tom (che è giovine) né di Bryan (che praticamente non si è cagato nessuno fino a quel telefilm per ragazzini di cui non ricordo il titolo, una roba tipo "Malcolm" o "Alvin" o sa dio). Va da se che se scrivo qualche cosa alle 4.30 del mattino è abbastanza improbabile che pensieri e parole siano propriamente collegati.
Opel: L'ora non l'avevo vista però effettivamente il dubbio che fossi tramato come una scimmia mi si era insinuato in testa uhauhauha cmq perchè paragonare Jeff a Cranston, o Tom a Craston o a Jeff? Mistero delle droghe :D cmq BRYAN CRANSTON TUTTA LA VITA! (e Jeff diretto tra i miti)
RIBALDO
Opera: | Recensione: |
il fim è ok ma SPOILER il finale con tutti i pompini a vicenda della CIA che però si sminuisce e dice noi non abbiamo fatto niente dando a intendere che invece sì, insomma ci ho visto molta propaganda americana FINE SPOILER che m'ha molto infastidito. più in generale, tolto l'inizio che è fantastico e alcune scene qua e là sto film m'ha anche un pò annoiato. gli preferisco THE TOWN (4 stelle) e 3 e mezzo a questo
BËL (00)
BRÜ (00)

nes: the town è strafigo, concordo. Questo pure, sarà n'ammeriganata, ma è strafigo. e se non ci va bene un film così allora ci meritiamo le ammerighanate alla pacific rim
RIBALDO: per me questo è 100 volte più stars and stripes di pacific rim. PR è una cazzatona coi mostri e i robottoni, se lo può permettere di svaccare, non ha velleità politiche o che. Argo è un film che parla di fatti realmente accaduti.
Trivette
Opera: | Recensione: |
Veramente un ottimo film, ma c'era da aspettarselo da Ben visti i 2 precedenti e mi riferisco soprattutto a Gone Baby Gone (vergognosamente passato sotto traccia in Italia).
BËL (00)
BRÜ (00)

darth agnan
Opera: | Recensione: |
un buon blockbuster, davvero ben fatto...ma finisce qui. e comunque non lo rivedrei mai una seconda volta.
BËL (00)
BRÜ (00)

aleradio
Opera: | Recensione: |
Ma solo a me ha fatto schifo e mi è sembrata la solita visione unilaterale americana. Non mi piace Ben Affleck. Mi ha fatto schifo, anche io voglio dirlo.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: