Sto caricando...

Burzum
Belus

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

L’altro giorno dopo due anni son stato ad un concerto.
Venticinque persone in una terrazza privata a sentire un amico che ci vuol riprovare sul serio e sta a fare le “prime prove di trasmissione” dall’alto dei balconi.

Un passato in un semi noto gruppo indie milanese che a suo tempo mi aveva fatto già sentire. Che tutto sommato quel che stava facendo fosse un po’ più’ concreto e preparato della miriade di gruppi di amici che ho sentito in passato era abbastanza chiaro.

Non ci suona più’ perché… Perché i musicisti son gente che è: strana sempre, difficile spesso, di merda non troppo raramente.
Il mio amico rispecchia solo le prime due caratteristiche ma, insomma, immagino che nel gruppo ci stessero esponenti di tutte e tre.
E si sa come vanno a finire certe cose. Finisce che finiscono.

E così dopo dieci anni di inattività eccolo chitarra alla mano a cantarci i suoi testi. E quando gli parte un “meglio giudicato che sprecato” a me parte pure un po’ di invidia.
Ma va beh, fotte cazzi a voi.
Il mio amico superstar non sa solo cantare e suonare. Sa anche disegnare, ‘sto stronzo, che a voi fotterà sempre cazzi e tutto sommato potrebbero fottere anche a me, ma sul fatto che sia pure giovane, no. Il fatto che sia giovane è grave. Beato lui direte voi. non mi invitare alle tue feste private dico io.


Prima del concerto, quando le star si fanno aspettare.:

-“Scusa hai una sigaretta?”

-“Come? Sì, certo, aspetta”

L’avevo già vista appena entrato, perché anche un cieco l’avrebbe vista.
Una frase di un noto videogioco recita: “non so per gli angeli come funzioni, ma agli uomini è la paura che mette le ali”
Ecco, lei non ha paura, ma le ali si.

- “Suoni anche tu con Vic”?

- “No, sono solo un amico, non vado ad un concerto da un anno e appena mi ha detto di questa cosa mi ci son fiondato”

- “Ah, sembri un musicista pero!”

- “Grazie!” Che cazzo dovevo rispondere, “Sei la cosa più’ bella che ho visto negli ultimi due anni. Sposami, amami, e invecchiamo insieme”? Forse si’, “grazie” di certo era la risposta più’ stupida che avevo a portata di mano.

-“Ma conosci solo Vic? Non ti ho mai visto, che fai, di che ti occupi, ah e scusa piacere, io sono Ilda”

-“Piacere Ilda, sono nes”

-“Che bel nome”

-“Grazie, a me in realtà non piace molto. Quando ero piccolo mi sembrava troppo particolare, non si chiamava cosi’ nessuno, non si trovavano i segnaposto con il mio nome e robe del genere.”

-“Anche a me non piace il mio”

-“Beh anche il tuo non è molto diffuso, a me non dispiace comunque”

-“E poi il mio non si trova proprio mai in giro, pensa che è scritto con l’acca davanti, mia madre è Islandese”

Santa madre di dio e santa donna madre di quest’angelo, ecco da dove arrivavano le ali, dall’Islanda.

-“ cavolo, è una vita che mi piacerebbe fare un giro dell’Islanda non trovo mai nessuno con cui andarci, prima o poi ce la faro’”

- “Nooo dai… Sicuro che anche tu che vuoi andare in Islanda per i Sigur Ross, uff…”

- “Non mi dispiacciono i Sigur Ross e neanche Bjork, ma veramente la fotta dell’Islanda me l’han data i primi dischi dei Mum”

-“I mum, ma non li conosce nessuno qui, sicuro che non sei un musicista e non mi stai prendendo in giro”

Non sai quanto ti vorrei prendere…

-“no, per dirla alla vecchia maniera: suono giusto il campanello quando arrivo. mi limito solo ad ascoltarne tanta”

Attorno a noi la gente si comincia sedere in attesa che il nostro comune amico esca dalla portafinestra e ci delizi con le sue cose.

Noto di avere la fortuna di essere tampinato da un angelo, vero, ma che comunque, tutt’attorno è un brulicare di driadi e nereidi… dove cavolo le teneva nascoste tutte queste qui Vic?

-“io ho gusti un po’ diversi comunque, a me piace roba un po’ più’ dark”

Sono perso nel mare dei suoi occhi mentre colibrì e uccelli del paradiso mi sussurrano le sue parole in punta di becco direttamente sui lobi delle orecchie.

-“tipo?”

-“Burzum”

Avete idea di come un uccello del paradiso possa cinguettare “Burzum”?
Io non ce l’avevo.
Riesce comunque a scioglierti le ginocchia.

-“Ah” che è tipo la seconda risposta più’ idiota che potevo dare, la prima era “grazie” ma quella me l’ero già giocata.

-“Conosci?”

-“si’ certo, non apprezzo particolarmente ma lo conosco. Trovo molto interessante il fenomeno artistico del Black Metal, mi piace meno la musica vera e propria, ma anche li’: son gusti, e ci sono gruppi che preferisco ad altri e alcuni che addirittura mi piacciono tantissimo ”

-“ti va di venire da me dopo il concerto a vedere un documentario su di lui, o domani lavori? non mi hai ancora detto cosa fai…”

Già, che faccio? Chi sono, come mi chiamo, dove sono? A casa sua? Dopo il concerto? Speriamo duri poco. Il concerto. Cosa mi aveva chiesto? Madonna quanto sei bella… come te lo dico che è finita oggi la cassa integrazione e di conseguenza faccio il disoccupato?

-“eh, faccio una roba con i computer, testo programmi. In teoria, perché questa mattina ho perso il lavoro”

-“mi spiace tantissimo ma allora devi venire per forza, hai bisogno di distrati!”

Vic sale sul palco e il concerto inizia. Riesco a seguirlo senza farmi distrarre dell’invito ricevuto poc’anzi e mi limito a fare un breve recapito di quanto segue:

Quando hai fatto l’ultimo bidet?
Alla prima pausa del concerto fiondati in bagno ruba del dentifricio e trova la maniera di lavarti i denti.
Prega che abbia dei preservativi in casa, che se è una fan del salto della quaglia andiamo tutti in bianco (c’hai 40 anni, non 18).

Il concerto finisce salutiamo e usciamo, Vic mi manda dei sorrisi complici che sembrano urlare “bella Vez, fatti valere!!!” E imbocchiamo la porta di casa.

Passiamo di fianco a un distributore di sigarette e mi chiede se posso comperarle un pacchetto che lei non sa come si faccia con i distributori automatici. Le dico che non ci sono problemi ma che non ho la tessera sanitaria, deve darmi la sua.

Sorride mette una mano alla borsa. Al rallentatore la mano ne estrae un portafoglio bianco e rosso. Lo apre, con una mossa fluida estrae la scheda la fa roteare in aria e me la appoggia in mano. “Ecco a te. frose puoi prendere anche altro oltre alle sigarette”.

...DIO BURZUM.
Con tutto il cuore: Io, Dio, Ti, Odio.

Infilo la scheda metto mano al portafoglio e tiro fuori i soldi

-“ma no, prendi i miei”.

Pago le sigarette, le ritiro dal distributore e le rendo la tessera sanitaria.
Proseguiamo per un paio di isolati. Arriviamo a un cancello verde che da su un folto giardino e mi dice: io sono arrivata. È tardi, non so se facciamo in tempo a vedere il documentario. Pero’ se sali mi fa piacere.
insicura… Lei… forse perchè avevo preso solo le sigarette.

DIO BURZUM, giuro, questa non te la perdono. Quando verrà il momento vedi di cacciarmi all’inferno in un girone bello isolato, che se per sbaglio ci dovessimo incrociare tu sarai pure l’onnipotente ma quant’è vero che sei stronzo ti tiro tanti di quegli schiaffi che ti faccio piangere e gridare "mamma".


Come me ne sono liberato resta un segreto son tornato a casa mia dopo averla visto varcare cancello. Si è voltata inquadrandomi con degli occhi confusi per mezzo secondo. Poi i miei si sono abbassati.

DIO BURZUM

2002 sulla tessera sanitaria.

DUEMILADUE; cazzo, diciannove anni.

Di buono c’è che continuo a sembrare un ragazzino… pensavo che prima o poi questa cosa mi sarebbe tornata utile, ma volete sapere una cosa? No, non sarà mai utile, è buona giusto per metter nero su bianco quattro stronzate.
n tutto ‘sto casino l’unica cosa che ci ho guadagnato è che adesso so che effetto fa farsi una sega ascoltando Belus.
Esperienza non terrificante che potrei anche consigliarvi. Se non fosse che vi consiglierei di più’ di avere ancora diciannove anni.

Ah, comunque l'ho detto ma non so se avete capito: llda era “Hilda”, con l’acca… e niente adesso provo a vedere se anche Filosofem funziona uguale.

Commenti (VentiSette)

snes
snes
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «yoh.». Vedi la vecchia versione Belus - Burzum - recensione Versione 1


omahaceleb
omahaceleb
Opera:
Recensione:
Anche tu custodiato nel sentimento del sesso, insomma. Il sesso. Comunque un mio amico dice che ha sostituito la voglia di scopare con lo shopping alla Brico. Quarant'anni anche lui.


snes: il brico ce l'ho lontano da casa ma provero'.
omahaceleb: Naturalmente mi pare di capire che non hai figli a carico come lui, ma soprattutto non hai una compagna di vita che ha messo su trenta chili in due anni e mezzo. La guardi da dietro con quel culo fuor di proporzione e pensi a una Smart modificata con l'impianto GPL
omahaceleb: A parte le puttanate, belli i Mum. Per quanto riguarda Burzum, ti lascio indovinare quello che penso.
snes: Quello che pensano in molti, immagino. E darvi torto mica è facile.
snes: E per fortuna di tutti no, non ho progrnie. Ho una coscenza
snes: Progenie* e, diosanto, coscienza*
Bartleboom: Il concetto, però, è un po' strano e andrebbe scarnificato. Sostituire la voglia di scopare con shopping da Brico. Cosa significa esattamente? Che anziché di scopare gli viene voglia di comprare dei tasselli per il legno? Con tutto quello che ne consegue, attività onanistica a base di catalogo delle levigatrici, compresa. Secondo si stanno maleinterpretando i sintomi. Nel senso: lui avrebbe ancora vogli di scopare, ma sua moglie nel frattempo si è un po' infrigidata per via delle gravidanze e adesso pesa come una camionetta piena di immondizia e quindi gli passa la voglia, non se la sente di andare a negre e quindi va da Brico? Oppure è proprio che non c'ha più lo stimolo? Per dire: io mi scoperei la mia dolce metà pure durante la messa di Natale, ma non è possibile perchè evidentemente ai suoi occhi e alla sua vagina non sono più così irresistibile come quando mi si concesse la prima volta, sotto l'effetto dei barbiturici. E così vado in macelleria e compro dei pezzi di carne un po' particolari da fare alla griglia.
omahaceleb: Hai centrato il punto, occorre considerare tre fattori compartecipanti1) il disfattismo di chi arrivato agli -anta si guarda intorno e vede prole scassaballe e consorte dodecaedrica, i quali si muovono con un certo grado di libertà in quattro stanze soggette a mutuo inestinguibile- e converrai che questa costante esperienza quotidiana sempre a portata di mano non può non attentare alla libido di qualsiasi adulto caucasico; 2) il conato sessuale persiste e pur di non arrendersi, sublima e batte strade inesplorate- ancor più dopo aver assaggiato i tremendi piaceri dell'infedeltà con Ursula, la possente badante ucraina del nonno (anch'egli allogato in una delle quattro stanze); 3) la visione di "Tane per Maschi" su DMAX dopo essere tornato a casa offre una via di fuga concreta all'inconscio umiliato, percorribile da soli e senza inconvenienti (vedi 2., rif. a Ursula). Considerato tutto questo, è un attimo ritrovarsi a costruire la scaffalatura del garage emettendo i gemiti, i rantoli, i sospiri che sono la segnatura del vero piacere. E forse anche del vero amore.
omahaceleb: Tu guarda che cazzo mi sono messo a scrivere appena sveglio. La giornata è iniziata alla grande
Dislocation: @[omahaceleb] A questo punto, visto lo scoppiettante inizio di giornata, desidero sapere della serata prossima ventura. Potrai rendermene edotto?
Ringrazio anticipatamente.
omahaceleb: @[Dislocation] attendi con fiducia dei messaggi privati tra la tarda notte e il primo mattino. Riceverai in allegato anche il volantino delle ultime offerte Brico
Dislocation: Attendo non solo fiducioso ma anche trepidante.
ZiorPlus: A proposito di culi grossi:
> Una coppia rientra a casa dopo aver fatto la spesa. La moglie con le borse sale le scale x prima e il marito, che le sta dietro, le dice: Oh, hai messo su un culo grosso come una lavatrice!
La moglie non dice nulla ed entra in casa. Quando vanno a letto, al marito viene voglia ed allunga il braccio verso la moglie che, alzando il dito medio, gli dice: caro, per un panno così piccolo non accendo la lavatrice, lavalo a mano!!!

Vecchiotta ma rimane un must!
Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:
non per vantarmi ma a 40 funzionavo meglio che a 18 e comunque se dovesse capitare pure a me una Hilda con o senz'acca dovrei sgattaiolare via come una Cenerentola a mezzanotte chè con i miei oltre 60 potrei esser benissimo suo nonno e niente anzi no, l'unica volta che dovevo fare il salto della quaglia su espressa richiesta di "lei" ehm, la quaglia è stata più veloce del salto e pensare che tenevo al massimo 23/24 anni...


tia
tia Presidénte onoràrio
Opera:
Recensione:
ahaaaaaaaaaaaaaaaaaaaah. Magnifico, tutto bello; si ho capito, per te meno.. ma davvero moolto divertente!! L'islanda te la consiglio vivamente; se non ci fossi già andato ti ci accompagnerei volentieri. Ma un giorno tornerò; voglio portarci i pupattoli! Hilde che dire di Hilde?? Boh sicuramente bellissima, etera, un pò lentigginosa e vestita solo con un maglione di lana lavorata gorssa, di colore beige con greche e ghirigori bianchi e marroni scuro. Sigur Ros vuole una s sola. 5 secco!


snes: È stato uno di quei casi in cui rimpiangi di aver imparato l'insegnamento che sta dietro il modo di dire "guardare e non toccare è una cosa da imparare".
tia: Già! Ma tutto ritorna!
Chainsaw
Chainsaw
Opera:
Recensione:
Questa sì che è una rece della vecchia scuola


snes: Perché son vecchio...
Chainsaw: Siamo vecchi debaserioti, tutto qua
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Finalmente un po' di sano Bvrzvmme in CasaPagina!
E' capace che torna pure il @[turkish] per un evento del genere.
#forse


Alì Murtacc: Spero solo che non torni pure Airone, se vede un'altra rece di Burzum dà fuoco al sito intero.
turkish: Buzzum!
sfascia carrozze: O' meracolo!
turkish: Ho visto che in anni lontani mettemmo una specie di disclaimer all'inizio delle recensioni Buzzuniane.
Che tenerezza, ancora non sapevamo cosa sarebbe diventata l'internèt e ci facevamo pure dei problemi.
sfascia carrozze: Non tutti i Bvrzvmme vengono per nuocere.
Si sà.
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Bella Nes. Grande scelta.


Farnaby
Farnaby
Opera:
Recensione:
Il protosubhumano che è in me subito ha pensato "che belinone" (e non per le dimensioni) però poi ha prevalso la personcina a modo e piena di buon senso e ritengo tu abbia fatto la scelta giusta.
Che con i Burzum si potessero espletare funzioni corporali lo immaginavo...non pensavo alla masturbazione però.
Gran bella pagina...


snes: dovresti vedere come sono i Sunn O))). Porn Hub in una scheda, youtube su "White 1" nell'altra. non ti sarai mai sentito così sporco.

Chainsaw: Cristo
snes: va beh, ma non è che dobbiate provare per forza eh...
Farnaby: Perché no...
Hank Monk
Hank Monk
Opera:
Recensione:
ahahahaha.
Grande, recensione da Debaser di una volta XD


snes: Grazie.
Hank Monk: a me capitò una storia simile a 20 anni circa con una che scoprii avere 15 anni :O
Porca vacca ora che ho passato i 30 anni tutte le volte che la vedo mi mangio le mani :D
lector
lector
Opera:
Recensione:
Io la mia Hilda me la sono sposata e ci ho fatto pure due figli...
E ancora oggi, dopo tanti, tanti anni, quando giriamo ancora mano nella mano come due fidanzatini e c'è chi ci guarda storto (perchè c'è ancora chi guarda storto) io ringrazio il cielo di essere sempre stato un vecchio libertino, porco ed immorale.
Per il resto: si parla di Burzum e seghe ed a me pare una cosa giusta!


sfascia carrozze: Anche Lei vecchio cultore del Postalmarket, vedo.
Dislocation: Uh, il postalmarchett, cosa disseppellisci....
sfascia carrozze: Io non l'ho mai seppellito, invero.
Dislocation: Ambé!
lector: Postalmarchett è stato la cosa più vicino ad una fidanzata che ho avuto da pischelletto...
sfascia carrozze: Mi sta dicendo che mi ha tradito con Lei, lì?
lector: E pure tante volte...
sfascia carrozze: Me lo sentivo che tutto quell'ammoooore non poteva essere solo e tutto per mè.
kloo: Lei è un 1942 quindi la moglie un 1991?
lector: In effetti la differenza d'età è pressappoco quella...
Dislocation: Occhio che si va sul penale.
Eneathedevil
Eneathedevil Divèrs
Opera:
Recensione:
No, vabbè: mi è arrivata la notifica su Chrome di una "magnifica recensione di snes su Burzum" e attratto dall'improbabile dicotomia non mi sono potuto esimere dal riemergere e leggere cotanto scritto. E sì, devo dire che lo squallore in stile Disperato Erotico Stomp è proprio il mood giusto che mi dà la carica per affrontare la dura giornata.


sfascia carrozze: Qvesta è svbdola pvbblicità-regresso del noto brauser Chromo sotto mentite spoglie commentative.
La smetta unabuonavolta di cercare di monetizzare alle (innocenti & ignare) spalle altrui.
Passi ad Ubuntu piuttosto.
Eneathedevil: Alle spalle altrui... di chi? Si riferisce forse alle sue natiche lerce, irsute e nauseabonde? Sappia che non mi cimenterei in questo esercizio nemmeno se le sue terga fossero le ultime rimaste sulla faccia della Terra.

E si converta al capitalismo una buona volta, sacre bleu!
algol
algol
Opera:
Recensione:
Dislocation
Dislocation
Opera:
Recensione:
Mi incazzo coi soloni della recensionefineasestessa, cogl'illetterati senza fantasia alcuna, coi tecnocrati delle sette note e poi mi capita qualche decinaio di righe scritte da uno dei più grandi rompicoglioni-a-cazzo del Debaseriano cosmo.
Mi turba ed anche un po' mi raschia il velopendulo, ma quanto mi piace quando scrive
@[snes] , o, insomma, @[nes] , o chi legalmente lo rappresenta nei numerosi processi civili e/o penali dove certo è chiamato a rispondere dei misfatti compiuti.


snes: Dodici scimmie.
Dislocation: In realtà, amico mio, siamo tutti internato nel manicomio di Baltimora.
Dislocation: *internati
woodstock
woodstock
Opera:
Recensione:
Grande as usual.
Meno per com'è andata, se lei voleva ed è maggiorenne tu avevi l'obbligo di timbrare.


sfascia carrozze: Maccomesarebbe?
Egli è stato un gentilhuomo d'altri tempi e Lei, lì, gli dice così?
woodstock: detto dal campione universale delle occasioni mancate (che sarei io). Soprattutto in quelle mondane tipo concerti, ne avrei un lungo ricettario.

Detto questo, lunga vita a (s)nes!
lector: Finalmente qualcuno ha il coraggio di dirlo (credevo di essere l'unico porco rimasto sul DeB)!
woodstock: Seeee l'unico...ricordati che questo è uno dei pochi lidi rimasti dove tutte le fanciulle, di qualsiasi età e fattezza, vengono regolarmente prese d'assalto dalla truppa di mattacchioni allupati! E' solo che adesso col politically correct imperante persino nes si è ammorbidito...speriamo non tocchi prima o poi anche ad Enea e Bartolo
snes: Nell'armadio, tra tesori pirateschi, quadri mostruosi, scheletri, e mutande comperate nei primi anni del duemila, continuo pur sempre a conservare ghette bianche e un cappello a cilindro.
Che se lo fai nel 2021 forse più che un signore sei un coglione, in effetti...
kloo: Volevi dire gLande vero?
macaco
macaco
Opera:
Recensione:
Qua c'è vita. Grazie Nes!


snes: Grazie a te.
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
mi è piaciuta...


snes: Son contento!
Nonn capita spesso...
luludia: ma no, capita, capita...
Onirico
Onirico
Opera:
Recensione:
hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
Ma tu guarda, il tuo lato romantico.


ziobestia
ziobestia
Opera:
Recensione:
che figata


snes: Wow, grazie di esistere.
Ermes
Ermes
Opera:
Recensione:
Un abbraccio!


ZiorPlus
ZiorPlus
Opera:
Recensione:
Arrivato a tre quarti della lettura mi aspettavo che andasse a finire con un suo amichetto che ti prendeva a randellate nascosto dietro qualche angolo di strada per sfilarti il portafoglio e per poi darsela a gambe sghignazzando assieme all'angelo islandese.


snes: Mi hai dato una nuova prospettiva da cui guardare il tutto. Sono stato fortunatissimo!
kloo: L'ho pensato pure io ma al qurl punto mi aspettavo un inizio più scoppietante.
In ordine: era la tipa di vic, randellate da un fascio palestrato, è minorenne. L'ultima quasi.
Cornell
Cornell Evangelìsta
Opera:
Recensione:
Resuscito ogni mille anni, vedo una rece di Burzum, mi fai sprecare tutto sto tempo per leggerla e manco glielo hai buttato? Posso mettere 1? 🤣
Ma era Vic Sorriso?


snes: ciao!
Elfo Cattivone
Elfo Cattivone
Opera:
Recensione:
Mi è tornato in mente quel video di Burzy dove dall'interno della sua lada niva, con il suo berrettino, diceva "you must be a hero to find a beautiful princess" ed altri preziosi consigli. Best youtuber for eva and eva


musicanidi
musicanidi
Opera:
Recensione:
Peccato ma a quarant’anni si è liberi di far ciò che si vuole.

Tu non volevi trombare e non hai trombato.

Ti stimo e ti invidio.


kloo
kloo
Opera:
Recensione:
2002 che ti frega nes? Nel 2002 tutre le nostre band favorite avevano già realizzato il loro ultimo disco o erano totalmente sciolte. 2002 era un anno dopo le torri, che ti frega, onora il capitalismo, per una volta.

Quando ti ricapita di farti una mezza islandese ed un mezzo evangelion?


Chainsaw: Rispondi su messenger buzzurro
Geenooofficial
Geenooofficial
Opera:
Recensione:
Il voto di questa recensione sta tra l'uno ed il cinque. Decidersi non è facile.


Farnaby: Cinque tutta la vita...
dlf
dlf
Opera:
Recensione:
Ogni tanto ricapito su sto sito e vedo più che altro aspiranti Scaruffi che si spompinano a vicenda, sta recensione invece puzza di vecchio Debasio. PS: ma i casi umani non ci sono più?


woodstock: Recensioni come le scrivevi tu servirebbero come il pane, ora
Dislocation: Riprendi, allora.
macaco: Ciao amico.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Belus è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link