Checco Zalone
Tolo Tolo

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


La sensazione è che finirà per dividere, nel modo più banale possibile. Tra destra e sinistra.

Perché sta volta Zalone parla di Africa e migranti, oltre che d'Italia e italiani. Italianismi. Fa un film più strutturato, con una narrazione più accurata (nasce da un'idea di Virzì, che è co-sceneggiatore), spunti di stringente attualità, scenari di guerra e deserti. Prigioni e barconi.

L'ambizione è puramente obliqua, quasi una preterizione. Mentre mi faccio beffe dei problemi dell'Africa, te li spiattello in faccia. La casistica è variegata, Zalone recita da sempre il menefreghista italico e qui ha gioco facile a sputacchiare sui problemi dei migranti, concentrato com'è solo su se stesso, sempre. Alcune trovate sono buone, ad esempio accostare l'inferno delle tasse italiane con l'inferno della miseria africana. Il nostro, piuttosto che tornare e pagare i debiti, esclama: “Meglio l'Isis!”.

Lo spettro di possibilità è ampio: gli sfottò si rivolgono ai pruriti fascisti come ai sogni strambi di un paese completamente africanizzato, con una nazionale di calcio nera al 100 per cento, e persino il David... con l'attrezzo grande. Il becero luogo comune, per infastidire sia destra che sinistra. Non c'è nulla di realistico, ma a iperbole risponde iperbole. La condanna è rivolta a entrambi. Ma entrambe le fazioni capiranno?

Alla fine, non emerge quindi una lettura pietistica o ciecamente faziosa. È faziosa solo perché parla a una opinione pubblica ormai radicalmente schierata, scissa in due. Ma qui non si parla di migranti dal solito salottino, Checco si muove tra loro e diventa impossibile continuare a etichettarli con un nome collettivo. Si perde anche il senso del discutere tra pro e contro, perché ognuno di essi è un individuo, pronto anche a tradire i compagni di viaggio.

Si ride meno questa volta, ma questo purtroppo non innalza la qualità delle rare risate. Si ride quasi sempre per i soliti giochetti alla Zalone, che vanno benissimo, ma si nota un po' la fusione a freddo tra lo spirito più caciarone di Checco e l'ironia più fine di Virzì. Si sobbalza un po', ma la visione scorre via senza grandi intoppi, complice una grammatica un po' meno rudimentale.

Dividerà, perché un film che ambisce a certi numeri incontra sicuramente una fetta di italiani recalcitranti, e già sono spuntati sui social certi politici (di entrambe le parti). Non importa se nel film si sfottono tutti, anche i giornalisti-divi che vanno a fare reportage egocentrici tra i migranti, o i politici da quattro soldi (e non tanto quelli contro, soprattutto quelli pro immigrazione). È una pernacchia a tutte le ipocrisie che riempiono l'Italia e i giornali, ma credo che verrà recepito solo come simpatizzante verso i migranti.

E probabilmente a Zalone va bene così, sono danni collaterali preventivati, purché si vada a vederlo. Non credo gliene freghi davvero qualcosa di dire la sua sul tema, anzi, non credo l'abbia nemmeno un'opinione rilevante. Lui come milioni di italiani chiacchieroni. Qui infatti si procede alla puntiforme pratica dello schiaffone generalizzato, senza molto altro da aggiungere.

Non restano grandi messaggi, non ci sono letture particolari. È la bischerata di un comico che può permettersi tutto e in questo caso sfrutta appieno gli assurdi livori che attraversano l'Italia. E gli incassi record del primo giorno gli danno clamorosamente ragione. Poi magari calerà, se circolerà la voce che è un film pro-migranti. Ma intanto...

Questa DeRecensione di Tolo Tolo è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/checco-zalone/tolo-tolo/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (TrentaDue)

madcat
Opera: | Recensione: |
Ho letto tante di quelle assurdità su di lui in generale da rimanere a bocca aperta, voglio dire, da entrambe le parti dimostrano di non capire assolutamente nulla. Io personalmente l'ho sempre apprezzato molto, trovandolo sempre intelligentemente satirico, spesso feroce. Ma quando sento opinioni di gente che avendo visto anche solo il primo film (Non parliamo del video per la promozione di questo film, che vedrò) lo etichetta come omofobo o razzista, beh, vuol dire non aver capito nulla come minimo. Come quelli che ora postano messaggi sui social "accusandolo" di essere diventato di sinistra perché ha fatto un film sui migranti. Ora io non ho idea se Zalone sia di sinistra o di destra o cos'altro, sono convinto però che sia una persona estremamente intelligente e colta.

joe strummer: Ma infatti, è un film esca che funziona proprio grazie alla faziosità assurda dell'italiano medio! non dice nulla e percula tutti!
madcat: Al di là di tutto ho comunque letto delle belle recensioni in giro, si parla di un (almeno parziale) suo punto di svolta artistico
imasoulman: me lo auguro, perchè quell'osannato e anch'esso plurimilionario 'Cado dalle nuvole' - visto a forza in tv per doveri familiari...dopo dieci minuti avrei voluto capire cosa si prova fumando crack - era veramente ( parlando di cinema per il cinema, tralascio le ovvietà dei contenuti) una roba davvero inguardabile
Il problema è che queste cose qua passano per 'la nuova commedia all'italiana'. Mi viene nuovamente il desiderio di fumarmi del crack, dopo aver provato del sesso estremo sperimentale
joe strummer: Se uno guarda le cifre che girano sul cinema italiano (intendo i film italiani al botteghino), piange lacrime amare. Non se li fila più nessuno. Zero. Quindi un italiano che fa anche roba bruttina, ma con qualche trovata buona - per ridere dei nostri difetti - e porta la gente al cinema...be' è una piccola conquista per questa Italietta. Purtroppo.
madcat: Personalmente, leggendo quello che si scriveva di lui qua su del, pensavo si trattasse di roba a dir poco demenziale. Poi su Netflix hanno messo i suoi film e li ho visti tutti. E mi ha sorpreso, perché i suoi film li ho trovati intelligenti, oltre ad essere molto divertenti e mai banali. Insomma, le sue 3 stelle (almeno) su 5 per me se le acchiappa sempre, vedremo con questo
joe strummer: Sì siamo intorno alla sufficienza anche per me
Falloppio
Opera: | Recensione: |
A me fa cagare, visto da sinistra e visto da destra.

sfascia carrozze: L'opera in qvestione non l'ho mai vista, nè, presumibilmente, la scruterò mai; in ogni caso mi lascia interdetto il voto ultranegativo: rendiamoci conto ché costui puote rappresentare un efficace rimedio per la (eventuale) costipazione post-festivitàte.
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
mi fa stare bene che sparirà, questione di tempo.

joe strummer: So' comunque sordi per i cinemi italiani 😊
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Non lo vedrò mai e ne gioisco, detesto Zalone, artisticamente parlando (ovviamente) lo prenderei a caterpillarate sulle gengive. Non voletemene.

Falloppio: Il caterpillar lo guido io.....
proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
mica scemo, solo oggi ha guadagnato abbastanza da farsi na villa

macaco
Opera: | Recensione: |
Non so chi sia costui, ma il tuo scritto mi trasmette malessere verso chi si permette di prendere con leggerezza tematiche cosí serie e importanti. Volete emozionarvi con gli immigrati, guardatevi i video di Konaré. Io ho pianto.

zaireeka: Chiarendo subito che, nonostante i film di Luca Medici siano a mio parere tutt'altro che (solo) un insieme di battute political-incorrect per far ridere, che siano leggeri molto più nella forma che nella sostanza degli argomenti affrontati, e che certe cose in generale le apprezzo, trovo deprimente che tutta l'Italia sia stata in attesa di questo film come del nuovo vangelo del messia. Probabilmente questo film lo vedrò quando lo trasmetteranno in TV... Detto questo.... scusami se ti dico che anche il tuo commento può trasmettere malessere per un leggerissimo tono snob in esso contenuto (se poco poco ti interesse di cose italiane non puoi dire di non aver mai sentito parlare negli ultimi anni di Checco Zaline, dai!)...Ma sicuramente non era nelle tue intenzioni.
zaireeka: Vabbe, "Zalone", non "Zaline" (di cui sicuramente non hai mai sentito parlare.. :-))
macaco: Lo sai che son vent´anni che vivo fuori dall´italia. La mia comunitá italiana siete voi e sto tizio non so veramente chi sia. Son tornato ad interessarmi dell´ italia solo da un paio d´anni colpa la percezione che sta andando tutto a rotoli.
zaireeka: Stai peggiorando la situazione... a questo punto non mi dire che non hai letto, qui su debaser, questo mio straordinario editoriale.. L’Italia di Checco Zalone?
zaireeka: 😉😂😂
macaco: Si, lo lessi ma parla poco di Zalone
federico"benny"
Opera: | Recensione: |
Devo dire che pensavo peggio, alla fine si fa guardare tranquillamente e io non è che sia uno di quelli che stravede per Zalone. Geniale, invece, la campagna di marketing che sta dietro al film e che ha probabilmente portato al cinema tantissima gente che si è ritrovata a guardare qualcosa di completamente diverso da ciò che si aspettava. Ora voglio proprio vedere che ne diranno tutti i soggetti che lo difendevano a spada tratta e si sono visti palesemente perculati.

MikiNigagi
Opera: | Recensione: |
Ma sì bah è un comico

snes
Opera: | Recensione: |
Ho visto solo i suoi primi due film, ilmsecondo non mi e'neanche piacuto particolarmente, ma sono megoio di qualsiasi cosa film fatto da un comico televisivo. Poi sono meglio di qualsiasi cosa fatta da boldi e de sica (da soli o in coppia), e se qualcuno ha da lamentarsi di zalone, dovrebbe ricordarsi i cinepanettoni. Non ho capito chi dice che e' fuori luogo ridere di un argomento del genere. Mi ricoda gli ebrei pazzi che giravano per i licei a fare campagna anti "la vita e' bella" inviando gli studenti a non andare al cinema a vedere un film che faceva ridere mentre si parlava di Shoah. A naso, come quegli ebrei, non sapete di cosa state parlando (Che belli gli ebrei...).

nix: ogni parrocchia ha i suoi fondamentalisti, i papaboys da una parte, quegli altri da te citati dall'altra, certi studenti coranici dall'altra ancora.
Certo che il rigurgito antisemita in chiave italoscoreggiona che tutte le persone attente hanno difronte agli occhi non è un bel regalo della befana di quest'anno. Avrei preferito di meglio.
Quanto al confronto con l'epoca di di Boldi/DeSica, sono daccordo con te, Zalone sta un passo avanti al vuoto assoluto dei cinepanettoni degli anni '80/90.
Detto questo, io non riuscivo a guardare un film di Boldi/De Sica per più di 10 minuti, e con Zalone è la stessa cosa. E' più forte di me, non gliela faccio. Vola talmente basso che neanche mi fa ridere.
macaco: Ed io non capisco perchè paragonare queste due tematiche che non hanno nulla a vedere. Certo fare un analisi di questi due fenomeni non trova spazio in un misero commento. Non avendo visto il film ho espresso la mia opinione in relazione alla recensione. Se lo scritto genera in me tali sentimenti è perchè sono convinto che viviamo in un periodo che ha bisogno di grandi riflessioni per essere capito. Sulla tragédia del nazismo mi hanno fracassato le palle, avrebbero dovuto fare lo stesso con la diaspora degli schiavi, tragedia ben peggiore di popoli sempre lasciati ai margini della storia, al contrario degli ebrei che ne sono al centro, come oggi i sionisti sono al centro dei giochi geopolitici e fimanziari mondiali.
nix: infatti i due fenomeni Zalone e antisemitismo non centrano proprio niente tra loro. Era per rispondere a snes che ha tirato in ballo un gruppetto di fanatici ottusi come se rappresentassero in modo significativo un intero popolo. Zalone non centra niente.
Concordo con te macaco che "viviamo in un periodo che ha bisogno di grandi riflessioni per essere capito", la Sora Pina del terzo piano e il comitato Anziani del Quartierino applaudono a tanta saggezza, ma l'applauso diventa vera e propria ovazione dopo la seconda dichiarazione "...sulla tragedia del nazismo mi hanno fracassato le palle", proprio la riflessione acuta e profonda che giustamente ritenevi necessaria.
E poi era ora che qualcuno prendesse un bilancino di precisione per ristabilire il giusto peso delle offese a questo o quel popolo e per ridimensionare questa shoah che ha "fracassato le palle" a tutti. Richiami la diaspora degli schiavi, però ti dimentichi la tragedia dei nativi americani, lo sterminio del popolo armeno, la persecuzione del popolo curdo da parte dei turchi, la pulizia etnica in Bosnia, il genocidio dei Tutsi in Ruanda.
Quando uno si arma di bilancino di precisione per contare chi ha fatto più milioni di morti non è MAI per ristabilire una equità storica (sarebbe una operazione da poveri deficienti). In genere lo fa per discriminare un popolo, cioè per puro razzismo. E tu, odiando il Popolo Armeno, non sei atro che un razzista.
Cosa ti hanno fatto gli Armeni? Spiegacelo una buona volta.
nix: invece di cercare di prenderci in giro con quel ridicolo bilancino. Ca' su Debaser nisciuno è fesso.
nix: Aznavour era armeno.
Giurerei che qualcuno, in passato, ha sostenuto che Aznavour non è mai esistito.
macaco: Scusa nix, ma il mio commento era rivolto esclusivamente a ció che ha scritto (s)nes.
Mi scuso anche per il mio modo di esporre le cose, visto che ho generato questa tua reazione.
Non era mia intenzione pesare nulla, ma visto il contesto immigrazione, mi sembra logico richiamare la schiavitú e il fenomeno coloniale come tema principale su cui riflettere. Non mi sembra corretto fare intrattenimento su tematiche attuali, chi possiede le capacitá e i mezzi comunicativi dovrebbe preoccuparsi di creare anche consapevolezza.
macaco: Beh, lo dici tu stesso qua sotto :)
snes: Quel commento non e' antisemita, e' sincero.
snes: Le tematiche non sono messe a paragone. Dico che chi non vuole si facciano film comici sull'immigrazione e' come quelli che fanno proseliti contro la vita e' bella adducendo come assioma quello secondo il quale della shoa non si puo' ridere.
nix: no snes, quel commento è antisemita come 2+2 fa 4. Poi raccontaci pure che fa 5 per fare il pieno di BEL di altri mangiaebrei.
Ma fa 4.
snes: Nix: pensa il cazzo che ti pare, fotte sega.
nix: se non ti fottesse sega neanche risponderesti, pezzo di frustrato
snes: Beh, ma farti sapere che la tua opinione e' ininfluente sullo stato delle cose era cosa che mi interessava farti sapere. Prima di iniziare una conversazione nella quale tu mi dai dell'antisemita e nella quale devo spiegare a un ignorante cosmico cosa e' antisemita cosa no e come va letto quel commento, prima di iniziare un'inutile discussione alla fine della quale tanto tu continuerai a pensare quel che pensi ora, ti illumino: secondo te e' un commento antisemita? Cazzi tuoi.
nix: però sono anche un pò cazzi tuoi si ti prendi la briga di rispondere. So perché rispondi, pezzo di frustrato (e mi viene da ridere).
Comunque il commento (e chi l'ha scritto, va da sè) è antisemita come 2+2 fa 4 e nulla al mondo, proprio nulla, nemmeno un frustrato malato può cambiare questo conto.
Non ci sono interpretazioni sulla somma 2+2=4. I giochetti di ambiguità su come va interpretata una stronzata antisemita scritta su un social da un ragazzotto frustrato, la rava e la fava sulla tua cultura, su quanto sono ingnoranti gli altri e sulle cose stratosferiche che potresti spiegarci sono un armamentario vechio, vecchio, vecchio, vecchio, vecchio, vecchio, vecchio, vecchio, vecchio, vecchio, vecchio.
Allora, pezzo di frustrato, non hai niente da proporre di un pò meglio? Solo vecchie puzzette?
snes: Scusami, forse non era chiaro: a te non ho nulla da proporre, e non ho argomenti di cui discutere con te, non sei un contraltare che trovo interessante.
nix: ah ah ah, intanto però rispondi, perché ci tieni a farmelo sapere, quindi annulli ciò che hai appena detto. Me la godo con i poveracci come te, i soggetti con disturbo narcisistico non proprio totalmente idioti, ma neanche particolarmente intelligenti, quozienti medi, mediobassi. Illuminaci coglione.
snes: Finoa che mi farai fomande ti rispondero' si', sono una personcina per bene. Ma la risposta resta sempre quella."illuminaci" ... A frate', t'ho detto che non mi interessi! E andrei piano a dare del narcisista a qualcuno, quando si parla di se stessi al plurale...
nix: ah, rispondi perché sei una "personcina perbene"? Per educazione? Siamo diventati dei signorini educati? Ah ah ah, tu e io e tutti gli altri sappiamo che non è per quello che rispondi. Tu rispondi perché sei schiavo del tuo disturbo, che è più forte della tua intelligenza media media, semplice coazione a ripetere, tutto lì. Uno come te lo si può manipolare praticamente all'infinito. Fino a che qualcuno finalmente si rompe il cazzo e ti banna.
snes: Te lo ripeto: sei libero di pensare quello che piu' ti fa star sereno. E meno male che qualcuno mi banna, un po' di movimento ogni tanto, che a guardar voi pare di stare in un acquario di pesci morti.
nix: intanto però ci sguazzi in quell'acquario. E se vieni messo alla porta rientri dalla finestra. Sempre lo stesso meccanismo: le tue azioni smerdano le tue parole.
Ci mancherebbe che non fossi libero di pensare quello che mi pare, ci mancherebbe che la stabilisse uno come te la mia libertà. Con le tue capacità poi.
I mangiaebrei non dicono mai di esserlo. C'è sempre una qualche interpretazione delle loro insinuazioni antisemite che non è stata colta. Poi però tornano a scrivere certe cose. In realtà sono come i tafani, li smascheri dalle loro azioni, non dalle parole.
snes: Ancora? Si', ok, va bene, ma ti ripeto che non mi interessano le tue opinioni.
nix: oh, non credo giovanotto, non credo. Comunque anch'io non posso più dilungarmi. Stai in campana, perchè a zio Mossad prudono le mani.
snes: Ok, continua a non interessarmi.
nix: non crediamo proprio
nix: pensiamo che tu ti roda per la figura horror su Pierpaolo Pasolini, è, nel nostro piccolo, anche sulla vergogna degli echi antisemiti. Rifletti in silenzio
snes: A costo di diventar ripetitivo mi vedo costretto a ripeterti che: non mi interessa quello che pensi.
nix: :)
snes: Guarda che non mi interessa neanche leggere i commenti di uno che sembra abituato a leggere solo sms...
snes: Aaaa ma ho capito la faccina da analfabeta! mi hai odiato, e quindi sei convinto non possa piu' risponderti... Pensi di essere un furbacchione! Dio, quanto sei ciuccio, da bambino avevi la maestra di sostegno, vero? Quello che e' successo e' che adesso non posso rispondere ai TUOI commenti (di cui non me ne fregava niente gia' prima, figurati ora) Ovviamente tu non puoi piu', mi pare superfluo sottolinearlo ma sei cosi' scemo che preferisco andare sul sicuro. Poi ti sembra strano che alla gente non importino le tue idee...
snes: Piu' di sei anni che sei qui e ancora non hai capito come funzionano le tre regole che ci sono. E pensi di essere interessante. Si' lo sei: sei una barzelletta da non credere.
Elfo Cattivone
Opera: | Recensione: |
Questo film non si capisce dove vuole andare a parare, è fuori fase da qualsiasi parte lo si guardi. Troppo ambizioso forse.

nix: in un certo senso sono daccordo con te Elfo Cattivone. Io non reggo Zalone forse proprio a causa delle sue ambizioni.
Zalone solleva dei problemi enormi, i suoi film scelgono tematiche scottanti, partono quindi da una ambizione notevole. Poi però lui la butta in vacca, le sue battute sono stupide e volgari e tutto finisce lì. Nessuna riflessione, nessuna presa di posizione, solo battute da bar dello sport. La delusione per lo sviluppo che segue alle tematiche che ha scelto me lo rende insopportabile.
nix: il fatto che sia solo un comico non lo esime da mettersi in gioco. Una cosa è la comicità, un'altra è la stupidità. Chi l'ha detto che per fare ridere devi essere necessariamente stupido e volgare?
Falloppio: Giusto Nix. Siamo già pieni di volgarità.
Onirico
Opera: | Recensione: |
Uno dei tanti motivi per cui spesso mi vergogno di essere italiano. Ma per fortuna o purtroppo, lo sono.

Falloppio: Commento Top con citazione
Onirico: Sì, intanto il top te lo fumi te e a noi niente. Applicherei il comunismo solo per avere libero accesso alla tua piantagione. Se una mattina ti alzi e trovi nell orto solo le piante di pomodoro, allora saprai che sono passato io. E probabilmente sono anche da qualche parte in giardino a vomitare l anima, ma tutto contento, eh.
Falloppio: Piantagione no.... Orticello legale si...
Onirico: Si dice che in tempi antichi i nomi venissero dati dal tipo di attività svolta. Seguendo le tracce degli antenati e tirando le somme direi che i miei avi passavano il giorno a grattarsi le palle e la notte a guardare le stelle. Non c'è bisogno di specificare cosa coltivassero i tuoi. Onora la tradizione dei tuoi antenati... Danne un po anche a noi!
DavideWilliams
Opera: | Recensione: |
Recensione azzeccata, visto perché pubblicizzato e poca scelta. Tra guerre stellari e jumangj c'è poco da scegliere. Comunque se fa un altro film come questo quello dopo non lo guarderà nessuno, forse qualche critico prezzolato, niente più.

bacquit
Opera: | Recensione: |
Film cattocomunista buonista.

proggen_ait94: quanto vorrei conoscere un cattocomunista
nix: basta che ti rechi in qualche cooperativa sociale del gruppo Don Ciotti & C., quelle dove pagano 800 euro al mese e a volte saltano lo stipendio.
proggen_ait94: ma quindi esistono?? :D
macaco: Ma non ti ricordi enbar77?
proggen_ait94: certo, ma non sapevo
Onirico
Opera: | Recensione: |
Che tra parentesi, vorrei precisare: se la memoria non m'inganna, ho visto un solo film di questo detrito umano. Il titolo l ho rimosso, parlava di lui che era un padre sfigato che perdeva la moglie e il lavoro. Poi portava il figlio in vacanza, e c'era una scena in cui si abbandonava a salvinismi vari verso i migranti. Il resto l ho più o meno rimosso, anche se ricordo che tutto ruotava intorno al suo sogno da cafonacciò di fare i soldi e diventare una persona "di rilievo". Insomma, tutto molto berlusconiano. Era veramente atroce. Ora avrebbe finalmente scoperto la sua natura umanitaria? Sono felice della maturazione artistica.

Kotatsu: Ma mica sarà stato ironico in quei film 🤔
Onirico: Sinceramente non mi è parso proprio... Era la glorificazione dell'italiano medio
Vivaroxy: Forse non hai capito bene. Zalone non glorifica l'italiano medio ma lo prende per il cu*o.
Onirico: Quel film non sembrava una presa per il culto del italiano medio... Ammenoche non lo siano anche i film di boldi e de sica e io mi sia perso qualcosa.
Kotatsu: Zalone ha un tipo di comicità diversa da quella del duo dei cinepanettoni. Il suo personaggio è volutamente ingorante e becero (un cozzalone, come suggerisce il nome) e incarna la tamarraggine italica esasperata.
Kotatsu
Opera: | Recensione: |
A me sto film non è piaciuto. Anche le battute politicamente scorrette, che hanno fatto il personaggio di Zalone, le ho trovate per lo più scialbe e poco efficaci. Pur non essendo un suo fan particolare, per lo meno i primi film mi avevano comunque fatto ridere. Questo no :(

templare
Opera: | Recensione: |
Lui e la Litizzetto li manderei a Guantanamo. Viaggio di sola andata.

ALFAMA: a nuoto
Falloppio: In apnea
Alfredo
Opera: | Recensione: |
Non saprei che dire, non ho mai visto un film di Zalone. E pure come comico l'avrò visto un paio di volte in tutto, magari comincio con questo, se mi avanza tempo e voglia.

VincVega
Opera: | Recensione: |
Un altro incredibile enigma del cinema italiano. Meglio i cinepanettoni a questo punto. Almeno non avevano velleità socio politiche e pretese di fare un cinema di qualità.
Sempre più convinto che Zalone sia un miracolato.

voiceface
Opera: | Recensione: |
L'epoca dei social ha sovvertito qualsiasi equilibrio, anche nella critica i film. Zalone, che io apprezzo molto, è un comico e la sua caratteristica è fare film comici con uno sguardo sempre puntato all'attualità, nessuno dei 5 film escluso. Il segreto del suo successo è la simpatia del suo personaggio, una maschera come ce ne sono state poche nel cinema italiano: ricordo Totò (meno caricaturale)o Fantozzi (più caricaturale). E' chiaro quindi che se affrontiamo la critica al film col piglio che riserviamo all'ultimo lungometraggio di Paolo Sorrentino o Nanni Moretti stiamo proprio sbagliando registro.

joe strummer: Concordo, snobbare un fenomeno del genere sarebbe profondamente sbagliato e fuori dal tempo
Kotatsu: Giusta osservazione
dsalva
Opera: | Recensione: |
Cosa vuoi criticare, cosa vuoi analizzare, cosa pensi possa darti Zalone?
È un tipo in gamba, intelligente, sa giocare con il suo personaggio che sta bene a tutti, manda messaggi non si capisce mai a chi e perché, incassa al botteghino e ci sarà un perché. Lo preferisco a Zelig o nelle simpatiche apparizioni in TV, al cinema con lui ho dato, anche se vale 100 De Sica (il figlio eh!!) O 100 Boldi. Quando passerà in TV lo vedrò.

ilfreddo
ilfreddo Divèrs
Opera: | Recensione: |
Questa bella rece, conferma la mia opinione su Zelone. Furbacchione paraculo... molto probabilmente le migliori cartucce le ha già sparate e invece che fare una copia delle copia ha preferito spiazzare con film solo apparentemente più impegnato che nasconde le pecche della pellicola. Mica stupido il ragazzo

joe strummer
Opera: | Recensione: |
è un tam tam di opinione diametralmente opposte! bene così!

bacquit
Opera: | Recensione: |
Un reato su tre e' commesso da stranieri, che sono il 10% della popolazione. SVEGLIA!!!!

proggen_ait94: un profilo su tre è fake!!√2!
Onirico: Gli altri due su tre li hai commessi te sparando vaccate
Onirico: E stai attento, c'è l unione europea che ti vuole fregare la fetta di gorgonzola che tieni sotto al cuscino.
bacquit: Per il momento, come formaggio, solo il parmigiano reggiano è sotto attacco. Semaforo arancione, vogliono sostituire i nostri prodotti tradizionali genuini con gli insetti e quelle merde delle bistecche sintetiche stampate in 3d, che se li mangiassero la merkel e macron.
proggen_ait94: @[bacquit] prima gli immigrati ;)
Kotatsu: prima l'europa dei banchieri
bacquit: @[proggen_ait94]
@[Kotatsu]
Prima gli ITALIANI, PUNTO!!!
hjhhjij: Allora siam freschi...
Falloppio: Prima i Metallari!!!
nix
nix
Opera: | Recensione: |
ah ah ah, é un mito, se non ci fosse bisognerebbe inventartlo, con le sue regolette, i miei i suoi commenti, maiuscoli minuscoli. E' lì che ci spiega le sue cosucce, ah ah ah.
Vai, dacci dentro e non avere paura, mitico fes!

nix
nix
Opera: | Recensione: |
però anch'io, attirato dal rimestare nella melma e non resistendo al divertimento più bieco, sbaglio tutto. Soprattutto perché dimentico di dire la mia sul tema del film e su questa recensione, che trovo ben fatta.
"E probabilmente a Zalone va bene così, sono danni collaterali preventivati, purché si vada a vederlo. Non credo gliene freghi davvero qualcosa di dire la sua sul tema, anzi, non credo l'abbia nemmeno un'opinione rilevante. Lui come milioni di italiani chiacchieroni. Qui infatti si procede alla puntiforme pratica dello schiaffone generalizzato, senza molto altro da aggiungere".
Taglio e incollo quello che, tutto sommato, è il succo della faccenda che condivido in pieno.
Complimenti joe strummer, e perdonami per la mia stupida perversione.

Non restano grandi messaggi, non ci sono letture particolari. È la bischerata di un comico che può permettersi tutto e in questo caso sfrutta appieno gli assurdi livori che attraversano l'Italia. E gli incassi record del primo giorno gli danno clamorosamente ragione. Poi magari calerà, se circolerà la voce che è un film pro-migranti. Ma intanto...


snes
Opera: | Recensione: |
Nix, le regole sono del sito non mie, e tu stavi pure cercando di sfruttarle... Ma visto che sei scemo come un elettore di salvini sei riuscito a farti un autogoal a gioco fermo e senza pallone. Finalmente hai tirato fuori qualche cosa di divertente. Non dico sia stato anche interessante (non sia mai...) ma due risate me le hai fatte fare.

nix
nix
Opera: | Recensione: |
eh già, regole per te importantissime a quanto pare. Furbetto fes, con i tuoi balocchi, ma fuori tempo massimo temo. :-)))
Quanto godo a vedere quegli insultini legnosetti e scricchiolanti, frutto di un tardivo e gravosissimo impegno d'ottenere l'effetto speciale, il fuochino d'artificio più ficcante, il tentativo d'avere l'ultima paroletta che tenti geniale, per me perverso ma sopraffino godimento.
Ci siamo divertiti via, ma è vero che ho fatto male. Ci si pente sempre quando si cede al gioco con cose che sai modeste.
Potrei tirarti come un grissino rubatà finché voglio (sinché qualcuno in alto non si rompa veramente i coglioni e mi banni una volta per tutte. Spero invece che mi perdoni. Certe derive come stuzzicare il fes della situazione possono accadere come il morbillo o la scarlattina, tutto sta a smetterla una buona volta). E allora ti spengo, lasciandoti ovviamente l'ultima faticosissima e ricercatissima paroletta. Con che cosa ci delizierai? Finto diinteresse? Insulto paradosso? Facce divertì ancora un'ultima volta.

snes
Opera: | Recensione: |
Il tuo vittimismo e' fuoriluogo oltre che essere utile solo a sporcare una pagina che dici bella mentre le sputi sopra: passi sotto un mio commento spdrando in un diaogo e ti si fa presente che non si e' interessati a discutere con te. A questo punto ti offendi (come tutti i cretini online, e' un dato di fatto, mica un insulto) e decidi di iniziare il gioco del " mi prendo l' ultima parola" giocandoti la carta del "ti blocco". Peccato che sei un cretino (e' un dato di fatto anche qui, non un insulto) e non puoi bloccare la mia attivita' nei miei commenti, e quindi quello che ottieni e' di non poer aprir bocca. A questo punto passi a utilizzare direttamente la parte della pagina dedicata alla recensione per interloquire con me (che manco sono interessato alle tue opinioni, fattene una ragione: mamma e papa' non ti hanno fatto troppo sveglio) quindi a questo punti i casi sono due: o hai fatto questo ambaradan per spammare merda sulla pagina di joe (mentre gli chiedi scusa e ti complimenti con lui) o sei solo l'ennesimo analfabeta funzionale che popola internet. quindi dirti che sei stupido non e' insultarti, e' metterti uno specchio davanti. E questo se e' vero che non hai fatto tutto questo solo per arrivare a spammare la pagina di joe. In quel caso oltre che lento saresti pure un po' stronzo. E neanche in questo caso avresti da lamentarti di alcun insulto. Adesso vuoi andare avanti a spammare joe idi diozie fino a che arriviamo al punto in cui ti insegno come ci si allacciano le scarpe e ci si pulisce il culo o preferisci provare a far finta di avere la terza elementare ed essere una persona normale? Ti prego scegli la seconda perche' sul serio: sono giorni che scrivi cose di una noia rara, e ovviamente cerco di colorire i miei commenti cosi' che a starti dietro ci sia da farsi almeno due risate, non vedo di che ti stupisci. ...Ah, gia', stupisci perche' sei uno sveglio. Bello e intelligente come dice la tua mamma, eggia'.

DavideWilliams: Minchia che cosa è successo? Mi piacerebbe sapere tutto dall'inizio.io senza sapere niente gli avevo messo brutt. Ma adesso la storia si fa interessante davvero. Non è per prendere per il culo, il mio eloquio normalmente è più sobrio, ma cerco sempre di adeguarmi, scusami ma sono curioso come la merda rosa. Hahaha l'ho scritto per smorzare un po'. Buona giornata
snes: Leggi sopra.
gaston
Opera: | Recensione: |
Ho visto 2 o 3 film di Zalone. Non al cinema, perchè non è il mio genere.
Mi sembra che sia autore di una comicità che tende ad evidenziare i nostri difetti, i nostri lati deboli, le nostre paure (immagino in questo caso). Tutto sommato divertente. Il film dico.
Il fenomeno scottante dell'immigrazione, un po' meno...è importante parlarne.


snes: Sono parecchio d'accordo
joe strummer: Ma infatti lui usa la stessa comicità (che funziona) di sempre e la cala nel contesto migranti per cavalcare giustamente l'onda. Lui è furbo, gli Italiani troppo calati nella parte, pro o anti migranti
nix
nix
Opera: | Recensione: |
waw! Interessantissimo fes, veramente interessantissimo, no giuro, non scherzo. Ah ah ah.

DavideWilliams
Opera: | Recensione: |
Secondo me ti ama non ti molla più.

snes: Non e' da me, e' da joe strummer. Oltre che stupido e' pure maleducato.
nix: perché il coglione prima dov'era? E ha cominciato lui con dichiarazioni antisemite e omofobiche.
nix: in ogni caso, inavvertitamente fes ha ragione, e mi scuso con joe strummer e DavideWilliams, anche a nome di sfes. Giuro che non vi disturberò oltre, almeno io.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: