Soundgarden
Screaming Life

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Mi stanno già aspettando al solito posto; il mio gruppo di "compari" escursionisti si è ritrovato alle 8 in punto di questa gelida mattinata. Ho avvisato che arriverò più tardi e di iniziare a salire; vi raggiungerò durante l'ascesa. Ho una missione da compiere prima; mi sono svegliato con in testa l'esordio dei Soundgarden: niente e nessuno potrà fermarmi. Quando ho queste fiammate divento una furia, un fiume in piena, una valanga...ok allora partiamo perchè ho i minuti contati come non mai.

E' il 1987; Chris, Kim, Matt ed Hiro si chiudono in un angusto studio di registrazione a Seattle. Guidati da Jack Endino; ne escono dopo pochissimi giorni con l'EP in questione. L'etichetta Sub Pop li immette sul mercato discografico; da subito scintille, da subito un fuoco furioso nei sei brani contenuti.

Punk e Metal che si scontrano, che battagliano tra di loro. Con una dose tossica di strisciante Psichedelia a cercare di mettere ordine nel caos a tratti cacofonico dei primi Soundgarden. Fendenti rabbiosi dalle movenze imponenti aprono "Hunted Down"; Led Zeppelin e Black Sabbath i punti di riferimento più immediati; ma c'è dell'altro. I ragazzi mostrano già di avere una "progressione" stilistica che via via si svilupperà nel prodigioso seguito di carriera. Scorie immonde di abrasivo Post-Punk alla Black Flag; acidissimi riff di una chitarra tagliente che sembra accordata da un dilettante. Oscuri ed ombrosi come avviene nei primi secondi di "Entering" tanto da ricordare addirittura un qualcosa uscito dalle parti dei Joy Division. Poi il brano esplode, deflagra grazie a quella voce, quell'indimenticabile voce di Chris. E qui entro in difficoltà, non riesco ad esprimere cosa provo, cosa sento, cosa avverto quando Chris "spinge" e forza le parole con quel tono così acuto, drammatico...inarrivabile per chiunque.

La ferocia Garage dei due minuti folli di "Tears to Forget"; le malate e dolenti note della narcolettica ed angosciante "Nothing to Say": pesantezza, fisicità dissacratoria. Le urla che frantumano, che sconquassano...

Basta, basta...la chiudo qui...devo partire...mi hanno cercato di nuovo gli amici...

Ad Maiora.

Questa DeRecensione di Screaming Life è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/soundgarden/screaming-life/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Quattordici)

Almotasim
Opera: | Recensione: |
Che botta questa pagina! Quando ti inferiori e scrivi così bene sei contagiosissimo. Chapeau!

De...Marga...: Mi conosci ormai: quando mi parte l'embolo divento incontenibile.
Pinhead
Opera: | Recensione: |
Se ti sei svegliato con questi in testa, che ti sei mangiato ieri sera?

sfascia carrozze: Più che mangiato direi trincato.
Pare, si mormora, sia un estimatore del V*VinBrulé*R il nostro prode scalatore.
Pinhead: Conosco il genere, avvinazzati che poi stanno a cantare a squarciagola fino a notte fonda e disturbano la quiete di noi gente perbene che la mattina dobbiamo svegliarci presto per andare a lavorare. Ci vogliono legge e ordine per risollevare questo Paese, signora mia, legge e ordine.
sfascia carrozze: E così sia!
De...Marga...: @[Pinhead] : stanotte passo dalle parti del Lago e ti vengo a svegliare. Lascio a te immaginare quale Musica accompagnerà il bordello che farò sotto casa tua!!!
JonatanCoe
Opera: | Recensione: |
Se si parla di Soundgarden va bene tutto, anche il cellophane che sigilla il disco. Buona passeggiata my climber.

De...Marga...: Parole sante e sacre le tue.
Marco Orsi
Opera: | Recensione: |
Vai di Soundgarden!

De...Marga...: Concordo!!
IltuoDeNome
Opera: | Recensione: |
Caspasian
Opera: | Recensione: |
Ho il ricordo nitidissimo di quando questo ep l' ho comprato appena uscito nel 1987 consigliato dai ragazzi di Disfunzioni Musicali con gli occhi che brillavano, poi l' anno dopo Superfuzz Bigmuff dei Mud Honey, poi i Jane's Addiction... Tanta roba. Esaltante all' ascolto per sempre. Chris spacca la pietra, altro che bicchieri di cristallo. Sgretoliamoci al massimo volume, è un ordine!

De...Marga...: Indimenticabili anni anche per me.
luludia
Opera: | Recensione: |
beh, fantastico, un uomo con una missione!!!

De...Marga...: Ahahahahahhahaha....
nangaparbat
Opera: | Recensione: |
Sono sempre stato un fan di Hiro Yamamoto, il suo basso, torbido e malsano,in odore di Joy Division è cio' che rendeva speciali i primi Soundgarden ( un po' come Eric Avery nei Jane's Addiction). Poi Kim e Chris ci mettevano il carico da novanta. Hunted Down uno dei migliori pezzi dell'intera scena di Seattle.

De...Marga...: Confermo i tuoi proclami ragazzo!!!
claudio carpentieri
Opera: | Recensione: |
Cosa altro vuoi dire al precursore di "Louder ..."? Hai già detto tutto tu e nel migliore dei modi.

nangaparbat: che prima c'era pero' Ultramega ok :)
De...Marga...: Ciao Claudio!! Da tempo non ti sentivo...
hellraiser
Opera: | Recensione: |
Ciao Sherpa, vieni una volta a passeggiare sul Monviso che in giornate come oggi è una meraviglia assoluta. Per il disco non il mio loro preferito ( Bad... il top) ma tutto buono buono altroché.. saluti ragazzone

De...Marga...: Dai in primavera si può organizzare un fine settimanadalle tue parti!! Poi vieni te a trovarmi, così confrontiamo le montagne e vediamo quali sono le più belle ed imponenti. Guarda che qui da me c'è la Parete Est del Rosa che è imbattibile come imponenza: 2000 metri di parete, a picco su Macugnaga. Riguardo i Soundgarden il mio preferito è dal 1991 Badmotorfinger.
lector
Opera: | Recensione: |
Ma poi li hai raggiunti?

De...Marga...: E certo che si!!! Ci siamo spinti fino ai 2100 metri del Passo del Monscera, anche se oggi, a parte la splendida giornata, c'era in giro fin troppa gente. Amo i silenzi e la solitudine delle mie montagne.
ziobestia
Opera: | Recensione: |
Mission accomplished direi! Nothing to Say mi fa sempre sbroccare

De...Marga...: Di bestia (zio) ci fa sbroccare!!! Mi ci metto pure io...
Falloppio
Opera: | Recensione: |
Quando Chris "spinge" il mondo si sposta

De...Marga...: Uno dei commenti più belli mai letti a riguardo della voce di Chris!! Sei un grandissimo Falloppio...
Falloppio: Ogni volta che sento nominare Chris mi viene il nodo in gola. L'avevo visto a teatro a Milano nell'ultimo tour. Dietro le quinte sua moglie. Una coppia bellissima. Ogni tanto lui la guardava. Cenni d'intesa. Magia.
De...Marga...: Le tue belle parole mi rincuorano prima di mettermi a riposo...Abbiamo perso davvero una voce magistrale, ed anche una bella persona credo.
SilasLang
Opera: | Recensione: |
Da lacrimuccia. Ho amato questa band allo sfinimento. Anche questo primo EP. Tiè!

De...Marga...: Lo sapevo già da tempo del tuo amore per band ed EP Silas!! Annate clamorose per noi di una certa età quelle...
SilasLang: Già...col senno di poi. Ero molto giovane ai tempi, ma col senno di poi. Nirvana, A.I.C., Screaming Trees, Soundgarden, Sepultura, Sublime...un bel po di band che vidi dal vivo senza rendermi assolutamente conto dell'importanza degli eventi. Soprattutto i Nirvana a Marino, in extremis, un paio di mesi prima della fucilata. eh si, amico mio, son passati un bel po di annetti ormai.
De...Marga...: In tutti questi anni di frequentazione del sito, sono ormai prossimo ai sei, più di una volta abbiamo discusso dei "nostri" concerti negli anni novanta. Come ho scritto tante volte il movimento di Seattle ed il Grindcore-Death Metal sono tra quelle tante cose che mi sono rimaste dentro musicalmente parlando. E spessisimo devo ascoltarmi tali capolavori; la scelta è indubbiamente vastissima. Ciao Silas!!!

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: