Earthless
Live at Roadburn

()

Voto:

L'antefatto pare il soggetto di una commedia per teenager a stelle e strisce: un'inquietante via di mezzo tra "Grease II" e la puntata dei Simpson in cui Homer si fa sparare in pancia le palle di cannone.

Immaginatevi come protagonista un tipo un po' sgarrupato: non esattamente un nerd... solo non proprio una "rock star". Uno di quelli, tanto per capirci, di cui i compagni di classe si ricordano giusto il cognome e il banco in cui sta seduto.

Poi, ad un tratto, la botta di culo. L'imprevisto favorevole.
L'addetto alle luci inciampa e illumina chi, fino a quel momento, era rimasto in ombra.
Il capitano della squadra di football scivola e si rompe una gamba.
Al fico della cumpa viene la diarrea.

...e il protagonista si ritrova fra i denti le mutandine della capa delle Cheerleaders.

Fuor di metafora, le cose sono andate più o meno così.
Ogni anno, in primavera, nella cittadina di Tilburg, in Olanda, presso un locale chiamato "013", si tiene il Roadburn: più che un semplice festival, un vero e proprio melting pot di band, in cui stronzate come i generi, le etichette e i pregiudizi musicali fanno quasi sempre una brutta fine. Basti pensare che l'edizione 2009 vedrà la presenza, tra gli altri, dei russmeyeriani Motorpsycho, dei krauterrimi Amon Dull II, dei redivivi Saint Vitus, dei nostrani Ufomammut e dei blusaccioni Radio Moscow. Roba, insomma, che a volerci trovare un filo conduttore si corre il rischio di sudare parecchio.

Nel corso dell'edizione 2008, gli Isis, attrazione principale della serata del venerdì, finiscono di suonare con parecchio anticipo. A rimpiazzarli, vengono chiamate tre facce da galera, che, in teoria, avrebbero dovuto esibirsi nella più piccola delle sale dello "013", la "Bat Caverna" (capienza stimata: 200 persone). Per nulla intimorito dal pubblico in sala (si dice duemila cristiani intirizziti dal THC), il gruppo sale sul palco principale del locale. Quello dei tre con la chitarra si avvicina al microfono e, con la bocca impastata e l'alito cattivo, farfuglia una roba del tipo:

"Grazie a tutti...
noi siamo gli Earthless...
siamo felicissimi di essere qui...è davvero bellissimo essere qui...
grazie, grazie mille a tutti...
tutte le band oggi sono state incredibili... grazie di nuovo per tutto...

...Gino, tàca la mùsica..."

Da lì in poi saranno NOVANTA minuti NOVANTA di jam "cosmic hard rock strumentale" e luci psichedeliche che balenano nel buio come raggi B vicino alle porte di Tannhauser: una lunga, apparentemente interminabile galoppata chitarristica in groppa a basso e batteria, rimbalzando tra hard blues, stoner e space rock, quasi a rievocare le eterne improvvisazioni live di settantiana memoria.

Più o meno come se Tony Hill, Bonzo Bonham e Geezer Butler si trovassero a suonare al matrimonio di Dave Brock degli Hawkwind, dopo aver chiuso Dik Mik in bagno: una serie infinita di colpi sotto la cintura di Orione, un vero e proprio torrente in piena di note, che chiede solo all'ascoltatore di non opporre resistenza e di farsi trascinare dalla corrente.

E se nelle produzioni in studio è il funambolismo chitarristico di Isaiah Mitchell a far inturgidire prepuzi e capezzoli, qua è soprattutto il batteraio Mario Rubalcaba  a calare la mutanda e a far capire al mondo che, se fa fatica ad accavallare le gambe, è perché sotto c'ha due maroni così.

Il risultato, inevitabilmente, è di quelli che stordiscono e affascinano, attraggono e frastornano allo stesso tempo. Perché, intendiamoci, se da un lato la dimensione live è quella che meglio fa emergere l'approccio trippesco del terzetto di San Diego, è anche vero che un'ora e mezza di deriva psycho-strumentale rischia di attaccartisi alla corteccia cerebrale peggio del muschio.

Il finale ora lo sapete.
Pop corn gratis a chi rimane fino ai titoli di coda.

 

Questa DeRecensione di Live at Roadburn è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/earthless/live-at-roadburn/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Quaranta)

Dissonance
Opera: | Recensione: |
Recensione divertente e piacevole, live stratosferico e, almeno per me (amante di certe sonorità), affatto soporifero. Poi gli Earthless sono tra le migliori band Hard Psych degli ultimi tempi!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

dEDOLUZ
Opera: | Recensione: |
Porca paletta, fantastica. Loro li devo ancora sentire, ma rimedierò al più presto perchè dalla descrizione paiono proprio quello che gusta a me.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Michoos What
Opera: | Recensione: |
Senza paura e timori revenziali quindi si Earthless,soprattutto se si trattava di rimpiazzare una gran bella band come gli Isis.Ultimamente a proposito di space-rock(pesantuccio)mi sto sentendo i Morkobot..finalmente un gruppo italiano di cui essere fieri..ma anche questi sò italiani?!?Comunque bella pè te Bartle..i de-generi mi garbano assai.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

OleEinar
OleEinar Divèrs
Opera: | Recensione: |
Minchia Bartle, sei in piena fase creativa. Grande pagina, << Più o meno come se Tony Hill, Bonzo Bonham e Geezer Butler si trovassero a suonare al matrimonio di Dave Brock degli Hawkwind, dopo aver chiuso Dik Mik in bagno >> è geniale. Belli gli Earthless, bei viaggioni.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Eraser_ed
Opera: | Recensione: |
Cazzo, che darei per vederli dal vivo.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Purpulan
Opera: | Recensione: |
Vaffa... Bartle! Avrai fatto passare anche un 7 mesetti prima di declamarlo, ma invero la mia invidia s'è decantata tutta nel volgere di pochi istanti. Hai presenziato al'ultima edizione (e che edizione) del Roadburn???!!!! E m'hai fatto andare di traverso tutto il panettone ingurgitato negli ultimi giorni!!!!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Purpulan
Opera: | Recensione: |
Ah, io non mangio panettone, perché mi va di traverso automaticamente.....
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Lola
Opera: | Recensione: |
Lola
Opera: | Recensione: |
prova a scaricare qualche album prodotto dalla Earache e non queste cosette (che tu elogi all'ennesima potenza). Ma vai a cagare!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 01 )

telespallabob
Opera: | Recensione: |
Ho riso tantissimo a leggere questa recensione, complimentoni per la creatività
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

OleEinar
OleEinar Divèrs
Opera: | Recensione: |
Toh! Gli "amichetti" di Darkhaem. A volte ritornano...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

uno qualunque
Opera: | Recensione: |
mi ricorda quasi nonciclopedia sta pagina loro mi dimentico sempre che devo procurarmi qualcosa se no son del gatto
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Urca vacca, qua rischio di fare la figura del quàqquàraqua! :)) Preciso che (ahime...) non ho partecipato personalmente al Roadburn 2008: questa è la recensione di un live pubblicato di recente dalla band. E' un doppio cd: il primo di improvvisazione (35 minuti), il secondo sono due brani già presenti sul precedente Rhytmhs Froma cosmic Sky (47 minuti o giù di li, adesso non mi ricordo...). La storia degli Isis che mollano il palco prima del previsto fa parte delle "Cronache Ufficiali" del Roadburn 2008, ma ci sono versioni contrastanti sui motivi alla base del gesto. Boutade da rock star o problemi tecnici?!? francamente me ne infischio: questo live ha un impatto devastante! su youtube trovate in pratica tutto il concerto in spezzaoni da 10 minuti: più tardi butto in playlist qualhe link, per chi si voglia fare un'idea.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
La recensione, per carità, non aveva grandi velleità.. parlare di un disco degli Earthless è - sia chiaro, secondo ME - abbastanza inutile: un po' come descrivere "Dark Star" dei Grateful Dead... cosa fai?!? o sei il sommo poeta impegnato a far vasche per gli anelli di Saturno, e allora riesci davvero a rendere tutte le sensazioni trippogeniche che ti ispira la canzone, o corri il rischio di scrivere la solita tiritera (che tra l'altro io stesso ho già riciclato in altre recensioni!:DDD). Diciamo che voleva essere più che altro una segnalazione: il disco merita davvero, la band pure, la "cornice" del Roadburn, poi, non ne parliamo... e poi sentivo che DOVEVO condividere con qualcuno l'immagine di Capitan Nintendo Ciccio Bombo!! Grazie mille a tutti per essere passati!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
@dissonance: no, hai ragione, "Soporifero" direi anche io di no... Più che altro "stordente". Sinceramente non sono ancora riuscito ad ascoltarlo TUTTO dall'inizio alla fine. Un po' per questioni di tempo (un'ora e mezza di ascolto ininterrotto probabilmente non me la potrò più permettere fino alla pensione dei miei nipoti...), ma anche (e credo soprattutto) perchè davvero inizi a vedere le lucine che ti si accendono dietro gli occhi... Ripeto: prestazione splendida, impressionante per impatto, compattezza, estro, attitudine... ma la passeggiata spaziale stavolta rischia di affaticare anche il viaggiatore più esperto! :)) Michoos: No gli earthless sono di San Diego, dove il chitarrista ha anche un negozio di dischi. Mi sembra che i Morkobot migliorino ad ogni uscita. "Morto" l'ho ascoltato giusto un paio di volte, ma mi è sembrato un disco davvero ottimo: una specie di "post" qualcosa (stoner? heavy psichedelia?lovecraft medal?boh!!!). Se ti interessa lo stoner strumentale meno ordinario, prova a vedere se riesci a procurarti "2" dei RotoR: non farà gridare al miracolo, ma mi sembra un ascolto interessante.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

IcnarF
Opera: | Recensione: |
Novanta minuti di jam però il sottoscritto non li reggerebbe da sobrio! :)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

pi-airot
Opera: | Recensione: |
Da come li descrivi non ce li vedo però con le mutandine delle cheerleader fra i denti
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

psychopompe
psychopompe Divèrs
Opera: | Recensione: |
ottimissima Bartle, un mesetto fa mi era balenata in mente la malsana idea di recensirlo, ma avrei dovuto ascoltarlo seriamente, e ho desistito. Un mattone totale, ascolto da macchina notevole (anche se non ho ancora capito se ho dei files rovinati, oppure la canzone iniziale vive di cicli temporali derivanti dalla cosmogonia induista, un continuo ruotare su se stessa che mi manda in loop il cervello, col rischio di non trovare la strada di casa!) MAssicci!
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

Fallen
Opera: | Recensione: |
Spassosissima :-D
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

blechtrommel
Opera: | Recensione: |
Stupenda!:DD Mi hai fatto ridere come un cog***ne e allo stesso tempo mi hai dato la conferma definitiva che devo avere qualcosa di questi Eathrless..Sarai la mia rovina:)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Oo° Terry °oO
Opera: | Recensione: |
Grande Bartle. Un disco da botta de sonno?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Purpulan
Opera: | Recensione: |
Uffff... A questo punto quasi contavo ci fossi andato davvero a Tilburg, Bartle. Un tizio che incrocio su SoulSeek mi si bea ogni primavera col fatto che al "Roadburn" lui ci presenzia "ad libitum" (bella forza, a Tilburg ci abita...). Comunque, sulla questione Isis, ebbe modo di spiegarmi che in realtà fu tutto un equivoco tra loro e l'organizzazione: questa alla fine aveva annunciato un'esibizione torrenziale di circa tre ore mentre la band finì col tenere il palco secondo i propri standard (90 minuti), così venne a crearsi quel gap in coda alla prima giornata, sul main stage, che diede via libera agli Earthless... (P.S.: se vi capita, prendete di mira il folder di "NoiseBleed" su "S.S." ; ).
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

reverse
Opera: | Recensione: |
li avevo già sentiti nominare.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Lola
Opera: | Recensione: |
Oleinaro: Eh si a volte ritorniamo, per vedere come si divertono i bimbiminkia come voi a cazzeggiare qui sopra, invece di fare cose molto più interessanti. Tipo io oggi ho scoperto che, una volta depositate le feci, non c'è bisogno per pulirsi il culo di utilizzare un intero rotolone di carta igienica. Forse mi basterà salvare questa pagina, aprirla nuovamente, stamparla, per poi soddisfare la stessa mansione. Voi che ne pensate?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 01 )

aristogatto
Opera: | Recensione: |
a proposito di carta igienica: lola, ma è vero che tua madre subito dopo averti concepita se l'è fatta una bella strofinata con la scottex?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Lola
Opera: | Recensione: |
Si Bartolaristocazzum, tu per pulirti il glande usurato, dal momento che gocciolava in continuazione, hai utilizzato più carta igienica del dovuto. Mi spiego come mai si sia verificata una tal malformazione.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 01 )

aristogatto
Opera: | Recensione: |
a tutto c'è una spiegazione. forse ce n'è una anche per tutta quella monnezza parcheggiata nel tuo cranio. un giorno la troveremo, una spiegazione intendo. per la soluzione rivolgiti con fiducia alla madonna di Lourdes.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
@Psycho: concordo, in macchina sto disco funziona di brutto! "cicli temporali derivanti dalla cosmogonia induista" mi sa che te la riciclo alla prima occasione! :DD @Terry: nessuna botta de sonno... diciamo "botta e basta"! :)) @Purpu: mmm... non so che "intrallazzi " abbia il tuo "amico" Tilburghese, però anche quella non mi sembra granchè come ricostruzione, per due motivi: 1) un minimo di accordo non dico sui brani, ma almeno sulla durata del concerto ci sarà pure stato, no?! possibile che li abbiano fatti suonare senza sapere quanto sarebbe durato il concerto?! 2) Tre ore di Isis... e alla fine era prevista anche la conta dei sopravvissuti?!? voglio che chi ha avuto sta pensata curi l'organizzazione del mio matrimonio!:D
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Lola
Opera: | Recensione: |
La madonna di Lourdes? Vuoi che ti faccia un miracolo con il quale poter divenire essere umano come noi? No, mi dispiace, non penso possa aiutarti, trovati una micia, scoprirai, se ben intendi, che anch'esse posseggono qualcosa che potrà interessarti. Se poi il tuo cazzo è piccolino, è un altro conto.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 01 )

aristogatto
Opera: | Recensione: |
"La madonna di Lourdes? Vuoi che ti faccia un miracolo con il quale poter divenire essere umano come noi?" lola, tu sei il classico tipo a cui si fa la classica risatina forzata per nascondere l'evidenza dei fatti, ovvero che sei il tipico ebete dalla battuta squallida e la puzza sotto il culo. uno di quelli a cui una mutandata viene che è un piacere, uno di quelli che si sceglie per far la conta a nascondino e lo si lascia lì come un babbeo. eppoi spiegami una cosa: perchè giochi a fare la drag queen quando sappiamo tutti che sei un maschietto? tradizioni di famiglia? e perchè sei sempre lì a parlare di cazzi? voglie represse e mai soddisfatte?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Lola
Opera: | Recensione: |
ah? Scusa, prima lola è una studentessa universitaria che ha trovato un po' di tempo per venire a farvi visita. Scusate, vado via, addio ç__ç Aristocazzo tromba di più.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

aristogatto
Opera: | Recensione: |
ma come giuseppe, già vai via? proprio ora che cominciavi a diventare il fesso del villaggio...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Dott. Fottermeier
Opera: | Recensione: |
Aaargh perchè mi sono accorto solo ora di questa recensione? Comunque il disco in sè è un capolavoro, ed infatti ce l'ho anche come doppio lp. Loro dal vivo sono una macchina da guerra, e gli auguro di fare ancora più vittime perchè se lo meritano. Sulla recensione non c'è niente da dire come al solito... è Bartle! A proposito caro recensore che mi dici degli Iota e degli Ancestors..li frequenti per caso?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Ciao! grazie mille per essere passato! :)) Per Iota e Ancestors ti confesso di aver ascoltato decentemente solo i primi, mentre ai secondi ho dedicato giusto un giro sul myspace. Che dire... mi sono sembrate buone band, ma il genere non è quello che mi piace ascoltare nell'ultimo periodo: tropo metalloso-cadenzato--sofferto-stonerdoommeggioso-p oco pissi pissi. Ti ripeto: più che di giudizio si è trattato di un'impressione, ma per adesso non credo che li approfondirò. Nelle ultime due-tre settimane, sono preso bene con i Farflung (space rock): il loro disco del 2008 è molto piacevole e loro sono dei bei personaggi. Sul fronte psichedelia, invece, giusto in questi giorni sto ascoltando Ulaan Khol, l'ultimo (credo) progetto di Steven R. Smith: mi è sembrato molto bello, ma voglio ascoltarlo per bene!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Dott. Fottermeier
Opera: | Recensione: |
I Farflung..che gran gruppo che hai nominato! Per me loro nello space rock odierno sono in assoluto tra i migliori. Oltre a "A Wound In Eternity" ti consiglio "The Raven That Ate The Moon" e "So Many Minds, So Little Time" spettacolari. Ah, un altro ascolto interessante possono essere i "First Band From Outer Space", svedesi..non al livello dei Farflung ovviamente ma fanno il loro sporco lavoro e lo fanno bene. See Ya!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Guarda, mi hai anticipato: volevo proprio chiederti con quale altro disco era il caso di approfondire i Farflung! ;)) Vedo i tuoi Fisrt Band etc etc (che credo di avere da qualche parte nell'HD in attesa di essere ascoltati), e - giusto per rimanere in zona space rock - rilancio con i Litmus: in pratica sono gli Hawkwind, ma con un taglio un pochino più punkeggioso. Planetfall del 2007 è un gran bel disco! P.S.: ma te ci sei su Lastfm?!nel caso, io sono "Carewall"
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Dott. Fottermeier
Opera: | Recensione: |
Grande dritta i Litmus! Dove ci sono pezzi lunghi più di 10 minuti ci sono anche io.. A proposito dei Farflung ascoltati la canzone "The Way The Sky Is", più di 40 minuti di cui quasi 25 occupati da una coda strumentale con un organetto stile giostra e qualche effetto spaziale...se non stanno fuori questi..
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

brat12
Opera: | Recensione: |
wow vediamo come sono adesso..... muloooooooooooooo
o)))
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

UhuhPanicoUhuh
Opera: | Recensione: |
Non potevi fare di meglio.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Kukkagna cosmica: 403 - Forbidden: Access is denied. Da notare che Rubalcaba indossa la maglietta di Farm, mentre il bassista ha quella dei Witch. Mi sa che Mascis, dopo lo split, gli ha regalato un sacco di merchandise dei Dinosaur Jr!! :))
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: