Bromike e i suoi ascolti

Bromike

Bromike : Fabrizio de André - Il

| DeRango™: 13.08

Fabrizio de André - Il testamento
Per me, anche migliore della già bellissima "Il testamento di Tito"

BËL (07)
BRÜ (00)

nix: e dire che qualcuno sul Deb recentemente si è permesso di coprirlo di contumelie. Ognuno a diritto di dire quello che vuole, questa cosa va difesa ad ogni costo, anche a costo, come in questo caso, di proteggere un fesso che non ha capito niente. E poi Faber stesso avrebbe difeso il fessacchiotto interessato, come trovò parole indulgenti per i suoi rapitori dell'hotel supramonte. Avrebbe fatto una battuta delle sue, sarcastica e amara.
Bromike: Mah...proprio non capisco...
Bromike: Faber fu (positivamente) sarcastico in tutto. Applicò la poesia anche quando gli chiesero se sarebbe mai andato a Sanremo.
nix: era una recensione di "storia di un impiegato" mi pare.
Bromike: Guarda passiamo sopra quella recensione. Puro rancore, manifestato peraltro verso quello che, guarda caso, forse è uno dei pochi dischi non pienamente azzeccato. Ma comunque da 4. Che per il mio metro per un disco del Faber è da quattro. @[POLO] ci perdonerà, speriamo.
POLO: Ma sì che vi perdono
POLO: Comunque mi fa specie che si parli ancora della mia recensione su De Andre, forse ho toccato un nervo scoperto. Sta di fatto che è successo ciò che era auspicabile, ossia che in Italia non è ammesso parlare di DAè in tono non adulatorio
nix: Guarda POLO, lungi da me scagliarmi contro una "voce fuori dal coro", e per questo difendo il tuo diritto a dire tutto ciò che vuoi. Detto questo, però, per criticare un colosso come De Andrè bisogna portare contenuti e argomenti di valore, e, sopratutto, occorre credibilità. A parte quest'ultimo punto, sul quale non mi pronuncio perchè non ti conosco, per il resto ti dico che la tua recensione era fatta veramente solo di gratuite contumelie.…
POLO: mmm ok, prova a leggerti qualcos'altro che ho scritto intanto. quella sugli lcd soundsystem forse potrebbe piacerti
Bromike: Polo non dico che tu dica stronzate gratuite nelle tue recensioni ma la cosa che io ho pensato nel darti uno è che la recensione (precisamente quella su Storia di un impiegato) non mi trasmetteva nulla. Mi è sembrato di leggere un curioso insieme di epiteti poco sensati anche se fossero stati in senso positivo. Potevi scrivere "De Andrè è un emerito figlio di puttana inutile per la canzone italiana" o "De Andrè è un…
Bromike: Tra stati e in senso positivo ci va scritti.
Bromike

Bromike : Dire Straits - Walk Of

| DeRango™: 12.36

Dire Straits - Walk Of Life
Una delle mie Knopflerate preferite.

BËL (06)
BRÜ (00)

nix: Dio mio, quant'erano ridicoli con quelle spalline e quelle bandane.
Dislocation: E nessuno mai a ricordare le maniche delle giacche tirate su, perennemente, giorno o sera…...
Bromike: Sono triste. Se fossi una rockstar sarei bandana, Stratocaster e capelli gonfi alla Knopfler. Ma adesso che nix mi ha smontato… : |
Bromike

Bromike : Toto-Hold the Line Toto -

| DeRango™: 0.84

Toto-Hold the Line
Toto - Hold The Line

BËL (01)
BRÜ (00)

Dislocation: oolddelaiinn, loveisentolueisonciaimmm...uouououo ....
Bromike: Hahahahahahah
Bromike

Bromike : E. Finardi e R. Casale-Le

| DeRango™: 6.75

E. Finardi e R. Casale-Le Ragazze di Osaka (1983, dall'LP "Dal blu")
Eugenio Finardi - Le ragazze di Osaka - 1983

Sono definitivamente andato, ma solo a me fa impazzire quell'intro e intermezzo (che poi non è altro che una tastiera un po' elaborata) ?

BËL (05)
BRÜ (00)

Dislocation: E' il Fairlight, senza dubbio, direi la seconda versione. Ma.... dov'è la Casale?
Bromike: Minkia...ho linkato il pezzo senza la Casale...(che comunque mi pare sia co-autrice del brano e corista) Comunque sei un intenditore, complimenti. Non sto scherzando. Anzi grazie per avermi informato. Il Fairlight proprio non lo conosco (cioè conosco il prodotto ma non le sonorità specifiche).
Dislocation: Ciao, Brom.... il Fairlight CMI era un gioiellino (anzi, un gioiellone) che cambiò la concezione delle tastiere elettroniche nel mondo, anche se costava una tale bordata di soldi che poi tutti in realtà lo noleggiavano. In Italia, oltre che con Finardi, lo trovi in "Faust'O", il disco di Faust'O dell'83 (Epica l'intro di "Ogni Fuoco"), e in molti altri dischi. All'estero poi, ad esempio, in tutti i dischi dei Depeche Mode dall'83 all'89, veri alfieri…
Bromike: Adesso ci stiamo riducendo alla musica prodotta in serie con il computer. Mancano i geni come Moog. Del resto, si potrebbe inventare poco, ma ai confini della conoscenza non c'è ancora arrivato nessuno. Che nostalgia, che mancanze.
Dislocation: Hai senz'altro ragione, e il Fairlight fu l'iniziatore del tutto. Certo che, ad esempio, un genio come Moog avrebbe dovuto scalare chissà quali montagne se non avesse seguito anche i pareri dei musicisti che il suo synth lo suonavano, esempio Keith Emerson e Wendy Carlos.
nix: meglio così! Questa splendida canzone, secondo me, è più bella in questa versione originale, pur con i suoi suoni così "vintage", che in quella con la Casale, frutto di una operazione puramente commerciale. Poi...de gustibus...
Bromike: Non conoscendo la voce della Casale non ti so dire, qui contribuisce ai cori e basta. Per il mio gusto personale, Finardi è uguale a Graziani: come musicisti non mi sono mai sembrati un granché e come cantanti e personaggi li ho sempre mal digeriti, ma hanno entrambi scritto qualche canzone a cui ogni tanto non riesco a rinunciare.
Dislocation: Non esageriamo. Finardi e Graziani, scusatemi, sono personaggi diversissimi per indole, disciplina, formazione e perfino, ma non c'entra un cassss, per tendenze politiche. Sapete bene che Finardi nasce sull'ondata dei Nuovi Milanesi, rocchettari vicini al Movimento, e pur non essendo un gran musicista né un grande cantante (anche se con gli anni la voce gli si è arrochita con toni blues non da poco...) sapeva comporre brani dalla grande urgenza, perfetta colonna sonora dell'epoca, circondandosi…
Zimmy: Non mi risulta che la Casale sia presente ai cori nel brano originale né che sia coautrice del pezzo (coautore è Francesco Messina, noto anche come collaboratore di Battiato oltre che autore di un LP, "Medio Occidente", che mi pare di aver scoperto proprio in un ascolto sul DeB tempo fa). La versione con la Casale è questa ed è inclusa nell'album "La forza dell'amore": Le Ragazze Di Osaka - Eugenio Finardi e Rossana Casale…
nix: Concordo con Dislocation. Finardi ha fatto la storia della musica italiana diventando una delle icone degli anni '70 più incazzati e schierati (a sinistra ovviamente), emergendo nella scuderia della mitica Cramps di Gianni Sassi (Area, Camerini ecc. ecc.). La sua "musica ribelle" cantata al festival del Parco Lambro del 1975 (o '76, non ricordo bene) ha segnato il culmine (e anche l'inizio della fine) di un'epoca. Pure Graziani è stato un grande protagonista degli anni…
Bromike: Allora, andiamo con calma. Ho sbagliato a dire "è uguale" e comunque non uguale nel senso generico o a livello di capacità. Intendevo che ho la stessa opinione, grosso modo, di entrambi. Naturalmente non sono uguali e se avessi fatto passare l'idea me ne scuso. Anche perché a usare certe parole su certi artisti c'è da stare attenti. Su Ivan Graziani sinceramente ti posso dire che ok, è un buonissimo chitarrista, sicuramente ha da dire…
nix: Bromike, citi tutti i migliori chitarristi del nostro pop... come darti torto? Personalmente l'aspetto delle capacità tecniche è quello che meno mi interessa: chi è stato meglio, Mussida o Graziani? Boh, non saprei, sono stati due grandi, punto. Io ho amato moltissimo il Graziani cantautore, quello che ha scritto Agnese o I Lupi, o Olanda o Pigro o Monna Lisa (se non le conosci valle a risentire perchè ne vale la pena, fidati di zio…
Bromike: Sulla presenza della Casale, devo aver sbagliato (seconda voce, non cori, lapsus, era nei live degli anni 70 che faceva da corista, ho controllato adesso su Internet). Perdonatemi. Finardi purtroppo non lo conosco benissimo ma ho deciso di valutarlo perché ho letteralmente divorato questo disco come pure "Finardi". Chiaramente è diversissimo da Graziani anche solo come stile e sicuramente è più eclettico. Riassumendo: due bravi compositori che stimo da artisti anche solo perché sicuramente hanno…
nix: Bromike, ti chiedo una cortesia, vai a sentire "fuoco sulla collina", dal disco "agnese dolce agnese", fallo adesso, poi, se ne hai voglia, ne riparliamo. Fidati, soddisfatto o rimborsato. Uno dei pezzi da brivido più belli della storia del pop italiano.
nix: mettila a volume alto, se puoi.
Dislocation: Eh, il vecchio Nix va sul velluto, "Fuoco Sulla Collina" è un pezzo che dal vivo (Vedi il live "Parla Tu") faceva davvero... fuoco!!! Graziani lavorava con una ES335, distorsore e wahwah, basta così, niente trucchi, rustico ed immediato..... Se posso sommessamente intromettermi, ma l'ho già fatto, scusatemi, oserei consigliare al buon @[Bromike] di ascoltarsi un paio di volte "Diesel" di Finardi, suonato interamente con gli Area. Aldilà della fede politica che chiarissimamente traspare, i…
mrbluesky: santo cielo,Mussida o Graziani,ma che scherziamo? con tutto il rispetto per Ivan
Dislocation: Non sono paragoni da farsi, no, ed io ci metterei anche Nico Di Palo e Bambi Fossati, pazzeschi. Dodi Battaglia apparì come miglior chitarrista europeo su un noto periodico musicale tedesco, alla fine dei 70, e vi assicuro che paga lo scotto della band per cui ha suonatao per 50 anni. Un vero drago di tecnica e di inventiva.
Dislocation: @[Zimmy] Messina era un ottimo tastierista e conoscitore del Verbo dell'elettronica. Non ultimo è compagno di Alice, onore al merito.
nix: Vai Dislocation, io mi lavoro Bromike su Graziani e tu su Finardi, che vedo che la sai lunghissima. Preziose le tue notazioni tecniche sulla strumentazione. Sono contento che finalmente qualcuno si ricorda di "fuoco sulla collina" (e con estrema competenza, per giunta) che per anni ho considerato uno dei più grandi pezzi rock della storia della musica italiana! Bromike sei accerchiato! :) :) Un omino con strani occhiali colorati che suona con una ES335 con…
IlConte: Dislo l'ho già chiesto tant'è tante volte e non ho mai avuto una risposta “soddisfacente”. Premetto che non è vs di te, al contrario chiedo a te perché ne sai di tutto come pochi... Il mio quesito “storico” è: ma come fate, come si fa insomma, a giudicare tecnicamente un musicista (qualunque strumento chitarra, batteria, basso...) o peggio ancora a fare paragoni tra grandissimi... Cioè li può fare chi è almeno pari a loro... cioè…
nix: e Ivette Senzatette? Dove la mettiamo? Dada e la grande Ivette Senzatette (un rapporto torbido tra cugine strette). Ma chi, a quell'epoca, scriveva canzoni con questa forza? Pochissimi.
nix: avercene oggi di cantautori come questi... con un mi maggiore di Es335 si mangierebbero tutto il pop odierno in un sol boccone! Gnam! e poi un bel ruttino.
Bromike: Conte, ci mancherebbe. I paragoni sono solo e strettamente personali, perché dalla tecnica di uno strumentista scaturiscono poi lo stile, le sfumature di quello strumentista che sfociano nelle emozioni che da esso uno può provare. Le classifiche del Rolling per me contano un emerito cazzo. Anche perché sulla qualità di ciò che quel giornale pubblica si potrebbero fare dei paragoni con Novella 2000. Uno può pure pensare che il miglior chitarrista del mondo sia un…
Bromike: Caro nix, ora so di essere accerchiato e approfitterò dei tuoi consigli. Come delle preziose notazioni di uno strumentista che la sa decisamente lunga come @[Dislocation]
IlConte: Mi sono spiegato male forse... non capisco proprio come fate (si fa in generale) a giudicare la tecnica di chi è enormemente più bravo di noi e fa roba che neanche sappiamo cos'è... tutto qua. Non parlo di gusto ed emozioni personali ci mancherebbe. Invece chi viene preso come riferimento dai “colleghi” coetanei e futuri, ecco quello è oggettivamente un fatto.
IlConte: Ma non dicevo a te Bromike, dico a tutti...
Bromike: Diesel mi ha sempre invogliato, non so perché non l'ho mai ascoltato. Gli Area...sono gli Area! Peccato l'assenza di Djivas ma c'è Tavolazzi al basso che sicuramente non ha niente da invidiare. "Fuoco sulla Collina" mi sa che lo ascolterò prestissimo, anche stasera.
Bromike: @nix ma non parlarmi di pop odierno specialmente italico...per me non è neppure musica quella
nix: Vai! Sono contento. Poi, se ti va, scrivimi cosa ne pensi. Leggerò con interesse.
nix: Bromike e Dislocation, tra l'altro, il testo di "fuoco sulla collina" e piuttosto misterioso e si presta a numerose interpretazioni. So di giornalisti che, all'epoca, dedicarono interi articoli per svelare il contesto raccontato dalla canzone. Graziani ci ha lasciati purtroppo, e non può più darci spiegazioni. Rimane un pezzo misterioso (oltre che musicalmente formidabile) e qualunque interpretazione è per me interessante.
Bromike: Conte, purtroppo troppo spesso si cerca di far combaciare i propri gusti con i luoghi comuni per adattarsi e non venir attaccato dalla massa. La verità è questa. Noi non siamo nessuno per giudicare la tecnica, ma abusiamo del nostro essere qualcuno per giudicare lo stile che uno strumentista ci trasmette.
Zimmy: Sottoscrivo quanto scrive il Conte (e chi mancherebbe)
Zimmy: Intendevo dire "CI mancherebbe", naturalmente
Zimmy: Per me, una delle più belle di Finardi
Bromike: Pour moi aussi.
nix: concordo. Da brivido.
adrmb: Bellissima anche se credo di preferire la versione di Alice lol
Dislocation: Per me Alice può anche emettere rumori corporali molesti, li ascolto e, ove possibile, li registro.
adrmb: URLO ma quoto
Bromike: mai ascoltata la versione di Alice ma nei lontanissimi Ottanta (giovanissimo) andai giù di testa per "Per Elisa", che rimane tutt'ora secondo me, una delle migliori canzoni che abbia mai vinto Sanremo. Purtroppo poi non ho più continuato a studiarla come cantante e autrice.
adrmb: Alice - Le ragazze di Osaka (Girls from Osaka) with Lyrics and English Translation Voilà :)
nix: Splendida! Non conoscevo questa versione. Splendida, grazie adrmb.
adrmb: Di nulla ahah, consiglio di recuperare pure l'album!
Zimmy: Meravigliosa Alice
Dislocation: @[adrmb] Alice ha inseguito una carriera sempre più lontana dai riflettori e dalle classifiche, ha pubblicato album straordinari come Park Hotel, forse la sua punta di diamante, in cui suonavano, nell'86, Manzanera, Marotta e Levin.... per dire..... poi abum sempre al passo coi tempi, densi di sonorità elettroniche mutuate dalle collaborazioni col suo compagno Francesco Messina e, come non citarlo, con Franco Battiato, col quale ha realizzato collaborazioni per un trentennio..... Le canzoni del Maestro…
Dislocation: @[IlConte] Ciao, Contaccio. A dire il vero quello che tu pni è un problema vero, chi siamo noi per arrogarci il diritto di giudicare opere artistiche dal nostro "piccolo"? Beh, non so altri, io, personalmente, mi limito a vedere la cosa prima di tutto dal punto di vista strettamente "di cuore"... voglio dire che, spessissimo, adoro ed ho adorato artisti che, a livello tecnico, non sono certo dei campioni. Vedi ad esempio, che so, un…
Falloppio: Stupenda. (Ivette era una figata di pezzo, Ivette senza tette)
Bromike

Bromike : Depeche Mode - Personal Jesus

| DeRango™: 9.58


BËL (05)
BRÜ (00)

Dislocation: Caro Brom, l'icona che usi vicino al tuo nick mi ricorda quette le tastiere che ho usato, nei primissimi mesi in cui ero sul Deb….. dal minimoog al synthorchestra al Vcs3 al mellotron, financo. Niente, solo dirti ciò... come ti piazzi con i DePesci?
Bromike: I DePesci vengono da un amico che è patito di synthpop, sinceramente io li ho sempre trovati bravini ma estremamente sopravvalutati. Ma alla fine si sa che ogni tanto, come talvolta capita a qualche metallaro di imbattersi nei Pooh, a me capita di imbattermi nei Depeche Mode pur avendo sempre ritenuto il pop elettronico un genere non destinato a passare alla storia. Quella tastiera è una Roland che ha gli anni di Noè, ma vi…
Dislocation: Più volte mi sono accostato al basso, possiedo un Fender Jazz del '69 che ormai tengo in bella vista, in sala, era di mio fratello, morto a 39 anni e gran patito di Jaco Pastorius del quale mi passò la "malattia", gli aveva tolto i tasti e lisciato per bene, riverniciandola, la tastiera... E' un mio limite, ma quando lo prendo in mano, lo accordo, lo suono un po', poi mi dico che sono troppo…
Bromike: Il mio vicino di casa suonava il basso con la band dell'oratorio e la sua megalomania da bassista (diciamo pure non proprio un talento) lo aveva portato a comprare nel 1987 un Rickenbacker 4001 che mi ha fatto provare. Madonna che roba! Da bassisti coi controcoglioni hahaha.
Bromike: Comunque attualmente ho un Ibanez che mi va abbastanza bene. Magari nei prossimi anni faccio un pensiero al Precision che ho sempre ritenuto, esteticamente, il più bel basso di sempre. Al fretless, beh...ci vuole ancora tempo, tanto tempo.
Bromike: Comunque quel Rickenbacker è il 4003. Lapsus.
Dislocation: La Ibanez ha sempre costruito bene e senza troppi fronzoli, che io sappia.... Il Precision è un gran bello strumento, ma se la mettiamo sull'estetica voto tutta la vita il basso di Sparta, il Jazz. Occhio che, quando tocchi un senzatasti. poi non torni indietro.
Bromike: Il Jazz piace molto anche a me, come adoro anche un gioiellino come il Gibson Eb. Del resto di queste due impeccabili firme degli strumenti a corde è difficile trovare qualcosa di brutto o tecnicamente sottotono. Eh, sul fretless sono consapevole hahah.
Dislocation: Comunque, depresso, torno sempre alle fide tastiere/ine od ai primissimi amici, i tamburi e i piatti.
Bromike: Bravo. La tradizione non si molla mai hahaha.
Dislocation: Tecnicamente i DePesci non sono un granché, hai ragione, ma hanno creato un modo di intendere il synth che mischia la tecnica minimalista kraftwerkiana e moroderiana con tocchi e pennellate blues di grande effetto, anche se ormai hanno fatto il loro tempo….
Bromike: Altro che il loro tempo hahahah. Comunque la penso bene o male come te.
Bromike

Bromike : Fabrizio De Andrè-Via del Campo

| DeRango™: 15.77 Isolabile

Fabrizio De Andrè-Via del Campo
Fabrizio De André - Via del campo

BËL (09)
BRÜ (00)

Dislocation: Che dire. Non dico.
Falloppio: Che fare. Non faccio.
Almotasim : Che pensare. Non penso.
Dislocation: Che bella compagnia di sbevazzoni che siamo.
Almotasim : Gia'.
Falloppio: E si..
Bromike

Bromike : Bruce Springsteen-Downbound Train downbound train

| DeRango™: 3.00

Bruce Springsteen-Downbound Train
downbound train - Bing video
BËL (01)
BRÜ (00)

Bromike

Bromike : Pooh-Ci penserò domani Pooh -

| DeRango™: 5.57

Pooh-Ci penserò domani
Pooh - Ci pensero' domani

BËL (02)
BRÜ (00)

Pinhead: bei tempi
Dislocation: Un rarissimo solo di basso di Cnazian, compresso e "pastorizzato", come andava, giustamente, ai tempi. Ancora non si trattava dei Pooh sbrindellati ed arruffoni degli anni 90 e 00... ha ragione Pin, bei tempi.
Bromike: I Pooh hanno lavorato al meglio proprio in questo periodo. Parsifal, Viva, Poohlover, Boomerang, a tratti Alessandra e Opera Prima... fino a "Non siamo in pericolo" (1982) hanno fatto veramente delle vere pietre miliari del pop rock/rock sinfonico italiano, poi si sono appiattiti, e sono venute fuori tante, troppe schifezze (salvo "Uomini Soli" e "Giorni Infiniti"). Il Canzian non sarà un virtuoso, ma mai si è atteggiato ad esso. Buono come bassista. Scompare davanti ad…
Dislocation: Senz'altro. A mio modesto parere l'apice ne rock sinfonico fu raggiunto con Parsifal e nel pop di gran classe con Boomerang.... Per Canzian è tutto vero, gran professionista ma tanti altri han fatto più e meglio di lui. Il vero talento strumentale nel gruppo era Battaglia, che alla chitarra teme ben pochi altri colleghi italici.
dsalva: "....lo sai, le strade per farmi del male, non le sbaglio mai!"...già, bei tempi!
Dislocation: "Poi se ne andò via nel modo che io sapevo già, passava un tassi, lo prese al volo..." Che tempi.
Bromike

Bromike : La mia banda suona il

| DeRango™: 0.45

La mia banda suona il rock-Ivano Fossati
BËL (01)
BRÜ (00)

mrbluesky: ma anche no
Bromike: eh oh, ogni tanto tocca anche Fossati (di cui peraltro conosco due canzoni).
mrbluesky: dovresti copiare il link nella lista d'ascolto se no non si sente un belin
Bromike: Ammetto di essermi dimenticato. Sai mica se si può modificare? Non credo comunque. Mi scuso, buona serata :)
mrbluesky: no non si puo,postala di nuovo chettefrega
Zimmy: "di cui peraltro conosco due canzoni"... Male, molto male. L'altra sarebbe...?
Bromike: La musica che gira intorno. Sei un fan percaso?
Zimmy: Sono un fan della musica di qualità e Fossati merita parecchio. È un artista di infinita classe, uno dei più validi della scena cantautorale "storica" italiana
Bromike

Bromike : Decibel-Lettera dal Duca

| DeRango™: 0.97

Decibel-Lettera dal Duca
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: Decibel - Lettera dal Duca (Sanremo 2018)
Falloppio: Decibel - Lettera dal Duca (Sanremo 2018)
Falloppio: Decibel: "Lettera dal Duca" - Quelli che il calcio 18/02/2018
Falloppio: Peccato. Non riesco a linkare il pezzo dei Decibel. Bellissima canzone.