Sto caricando...

King Crimson
Discipline

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Sembra che su Discipline si inizi a mettere a fuoco palesemente la frequentazione di Gurdjieff che Fripp si era concesso per "perdersi in galassie e nebulose indistinte, a scovare mondi nuovi, quelli dentro noi stessi". E il lavoro di Gurdjieff su se stessi, un lavoro di scavamento spietato, si nota nel disco. La disciplina indispensabile per allenarsi al "salto", e il lavoro risulta necessariamente rigoroso.

La sensazione che dà di "freddezza, cerebralismo, nevrosi e vuoto tecnicismo" si poteva riscontrare anche sulle Danze Sacre di Gurdjieff che spiazzavano gli spettatori per l'assenza e l'invisibile che rappresentavano, cosa che Discipline ci si riconosce: la mancanza d'appigli determina il fraintendimento che invece è un'esplorazione di lidi non focalizzabili con una visione normale. È presente la vanità di Fripp ma il sentimento lo comunica impersonalmente così da risultare pulito e lo sfrutta per osare l'impensabile.

Robert sa che solo col lavoro (e tanto lavoro) si ottengono i risultati. Fripp, come Gurdjieff dopo l'incidente in auto quasi mortale del 1924, rinuncia alla scorciatoia di ottenere risultati immediati sfruttando i poteri esoterici acquisiti riconoscendo la limitazione egoica, accettando la sua solitudine archetipica e proponendola alla portata di tutti con successo: dà e chiede denso coinvolgimento... "sciogliamoci nell'ombra..."

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentOtto)

Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
I virgolettati sono di @[Dislocation] della sua recensione su un pezzo di Discipline: The Sheltering Sky - King Crimson - recensione


Caspasian: Concedetemi che per vanità impersonale ho voluto trasformare un mio commento lungo di quella recensione in una mia recensione. Mi premeva.
Caspasian: Recensione dedicata a @[sergio60] e @Dislocation
Caspasian: @[Cervovolante] grazie 🤩
Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:
Ammazza, e che è?
La settimana dell'esoterico?
Tra te, bellepoque, casaspian & macaco chi manca ancora all'appello?

NB 3 domande che non necessitano obbligatoriamente di risposta alcuna ma che vogliono esser solo semplici domande e gnente anzi no, W Gruppo, W i KC e W Gurdjeff l'incidentato...


Stanlio: *non gruppo, avevo scritto W Fripp, ziochen!
Caspasian: Giorgio credo guidasse una Citroen. Grazie.
Caspasian: 👍👍👍!
MrDaveBoy73
MrDaveBoy73
Opera:
Recensione:
bellisssimo.


Caspasian: 😉🙏
MrDaveBoy73: davvvero molto bekla sempre una piacere leggerti,sempre acuto ma umile,
per essere sinteetico ciao
Caspasian: Siamo tutti nella stessa barca. 🌹
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Ma qvesto Gurdjieff era uno che giuocava nell'Internazionale che Lei seppia?
#forse dovrei chiedere @[IlConte] ché è più ferratissimo in materia nera azzurra


IlConte: Il mitico Youri Djorkaeff...
Poi Le dico che sono sotto lo sqvat
Eneathedevil: Sotto lo squirt, voleva dire? Non ho capito bene
Caspasian: Quanto fai di squat?
IlConte: Ahahahahahahah madoooooooo il Nobile Squirt, che delizia (sempre se piedi e caviglie non sono da camionista serbo, savansadir)
IlConte: Eh il vecchio squat... ormai lo fa solo Sfascia... la mia schiena è stanca e usurata.
IlConte: Youri Djorkaeff classico giocatore da maglia nerazzurra. Immenso Talento e poca predisposizione alla fatica e al sacrificio. Croce e delizia dell’animo del tifoso doc. Certo mai come il mio “Chino” - alias Alvaro Recoba che è il prototipo-monumento della assoluta Nobile estasi-incazzatura. Questo animale si presenta a San siro entrando e vincendo da solo la partita - in svantaggio - con due gol degni del miglior Diego mano de Diablo. Madooooooooooooooooooo.
Fonte per il qui presente di bestemmie e accidenti dopo l’ennesima palla persa senza rincorrere l’avversario (ci mancherebbe) e magnifiche eiaculazioni all’ennesima prodezza mancina. “Pazzo Chino” ... “pazza Inter” ... il gobbetto parrucco ha fatto togliere pure quello ma Le Diable ha ascoltato le mie preghiere ed ha portato il virus in casa nerazzurra... voglio vederlo isterico, da camicia di forza quel soggetto assurdo.
Comunque grazie Chino, per tutto - la rassegna gol di Alvaro non ha una rete normale-ordinaria, tutto pezzi di rara classe-follia. In Uruguay a fine carriera in 10 minuti, con la panza, risolveva ancora le partite con parabole magiche.

Di Youri ricordiamo IL GOL... io ero lì sopra e per poco non volo di sotto !!!
IlConte: Ahahahahahahah
IlConte: @[imasoulman]
Chiamo Ima perché dove si parla del Gobbetto Parrucco ... lui ci tiene lo so
Ahahahahahahah
imasoulman: eh già, perchè non era mica mio, a fantacalcio QUELLO Youri Djorkaeff del Gol dell'Abbonamento...noooo....
imasoulman: il Parrucchino è agitato per definizione.
il mio caro amico che scrive su testata giornalistica nazionale (e che non citerò per privacy) direbbe perfidamente, da buon granata: 'deve fare attenzione a non agitarsi troppo: con quell'ematocrito a 52 che ha avuto per anni...'
sfascia carrozze: Io, in ogni caso e apprescindere, proporrei un DeBannaggio a vanvera al giorno.
Una sorta di estrazione del lotto o tombola "negativa" generata random dal DeCervellone elettronicone del DeBasio: se ti becca sei fuori!
Pensi quanto sarà più bello restare sul DeBasio col brivido qvotidiano di non poterlo più freqventare da un momento all'altro senza un perchè.
Chissà chennepensa Sua Sommita Ill.ma @[G] di cotanta arGuta trovata.
IlConte: Ahahahahahahah
imasoulman: ma...neanche quarantena o isolamento forzoso domiciliare?
proprio proprio de-bannaggio de-finitivo?
Usti! La cinica lotteria dei rigori...
sfascia carrozze: NO!
Le cose o si fanno per benino o non si fanno.
Cero se poi uno è disposto a pagare un DeRiscatto adegvato potrebbe anche essere riammesso.
G: rigorosamente
Eneathedevil: Scusate, ma il Chino chi? Quello che fu fatto passare per giocatore comunitario dall'Inter per farlo giocare in squadra dopo aver falsificato una patente di guida prelevata dalla Motorizzazione di Latina e che patteggiò poi insieme ad Oriali una pena di sei mesi di reclusione? Chiedo per un amico!
imasoulman: Aahiaa...
IlConte: Infatti dovreste vergognarvi farvi superare in ruberie di mezza tacca da quel coglione di Moratti - non ne beccava una neanche col lanternino, povero - e voi vi fate beccare in ridicole telefonate per comprare uno al quale non potete nemmeno pagare lo stipendio... ed infatti dirottate su quel fenomeno di Morata ahahahahahahah, che delirio bellissimo. Coso la cr7 che non parla nemmeno una mezza parola di italiano vi ha fottuto bilancio e cervello senza vincere la famosissima coppa... come siete messi male.
Del calcio non me ne frega più un cazzo ma una sconfitta della m vale sempre tantissimo.

Detto ciò, non vorrei offenderti, si parlava di calcio e del Chino giocatore non di ruberie... oh capisco eh che siate particolarmente e visceralmente legati alla questione... si dai, per stavolta, ti perdono...
IlConte: Pensa che io - che sono oggettivo - vi ho persino difeso sul doping ... cioè ho difeso la parte dove stavate voi, non voi...
IlConte: Se la creatina è doping io sono un prete ... e fidati non lo sono
IlConte: Aahiaa
Ahahahahahahah
Eneathedevil: Doppietta di Recoba al Venezia e goal di Djorkaeff in sforbiciata sono prodezze che chiunque ami il giuoco del calcio, qualunque sia la sua fede, non può che apprezzare in religioso ed ossequioso silenzio. Questa è oggettività. Tie'.
Eneathedevil: Ma poi io avevo solo fatto un'innocente domanda... non chiedevo tal profusione di parole in risposta. Bastava un semplice, laconico, sincero "sì".
snes: credo che djorkaef (chiaramente dopo Ronaldo) sia stato il giocatore più forte dell'inter degli anni novanta assieme a Vieri.
IlConte: Ahahahahahahah
Vuoi ti dica la verità?!
Penso di sì ma ti giuro di non aver seguito visceralmente la vicenda... neanche le vostre a dir la verità. Mi ero solo appassionato sulla creatina e presunto doping perché ne so e il tutto mi faceva morire dal ridere. E poi a Moggi... insomma quel signore era uno spasso totale, dai (Moratti lo voleva infatti, accoppiata stupenda). Io amo solo quella maglia e i giocatori che vedo danno tutto, non mi interessano vittorie o robaccia ipocrita da qualunque parte. Sono un po’ strano pure qui... ho litigato allo stadio più con mezzi interisti (pure fasci) che con gli altri.
IlConte: La doppietta del Chino comunque è al Brescia.
IlConte: Giocatore di una furbizia e dotato di un sinistro del Diable. Immenso... anche come scansafatiche, savansadir
snes: "mezzi interisti (pure fasci) " la curva dell'inter e quella del milan tra il 1999 e il 2005 erano in mano e neo nazzi completi, altro che mezzi fasci. lo so perchè andavo a spaccarmi di super tennent's nel pub (gestito da uno dei capi curva del milan) in cui si ritrovavano per organizzare le coreografie e cazzi e mazzi (e sì: le organizzavano insieme).
IlConte: I mezzi fasci non erano riferiti alla Curva. La Curva Nord l’ho frequentata per 10/12 anni (tranne un paio di anni che un paio di fanciulle mi avevano offerto l’abbinamento in tribuna ... durando, appunto, un 2/3 partite, non è il mio posto). In Curva Nord mi sono trovato bene perché mi facevo i cazzi miei e mi piaceva il tifo ... ed ero giovane... per il resto non so tacere e vari litigi per questioni politiche li ho avuti. Mi è pure andata bene, ovvio ma alla fine mi hanno rispettato. Ho iniziato quando c’erano gli Skins che venivano solo per fare a pugni (coltellate, purtroppo) con napoletani e romanisti soprattutto...poi i vecchi Boys hanno ripreso il potere totale e andava meglio. Ho vissuto trasferte assurde e bellissime... ma sempre da cane sciolto se non nel tifo. I Boys sono dei vecchi Fasci ignoranti ma non coglioni... gli Skins erano dei delinquenti. Semplice. Nella Sud milanista - storicamente divisa Fossa dei Leoni di sinistra - Commandos di destra... dipendeva dai momenti.
IlConte: Andavi al baretto?! In che anni?! Ma sei più giovane di troppo di me...
IlConte: Scritto da culo dal tel
snes: Baretto? Andavo al red lion.
Eneathedevil: Lapsus: pensavo agli inizi in laguna e dissi erroneamente "Venezia".
IlConte: Quello dello stadio nes
IlConte: Ma io ero in trasferta pure a Milano
IlConte: Te sei fortunato che mi sei simpatico caro Nobile EneaLeDiable
Ahahahahahahah
Carlos
Carlos
Opera:
Recensione:
No è che in momenti di decadenza durante i quali però si è ancora lontani da prendere in mano delle armi e sbudellarsi fraternamente e finalmente per la liberazione dell'uomo, ogni genere di frichettonata emerge e siccome il Debaser è il morente specchio del mondo, qui non si fa eccezione.


Caspasian: Certo che se pensi ancora di risolvere i problemi con la lotta armata stiamo freschi, altro che Siberia.
Carlos: È sempre bello vedere come ognuno vuole interpretare le mie parole, affibiarmi dei fini precisi, delle volontà e una morale, definita solo per delle parole buttate lì il cui succo e la verità più tristi riguardano ciò che ho scritto sulle tue puttanate (che definire metafisiche sarebbe già un complimento) e non i miei desideri e come penso di realizzarli.
Caspasian: Le mie puttanate senza "metafisica", che sennò mi offendo veramente. 😜
bellepoque
bellepoque
Opera:
Recensione:
Bellissimo album.


Caspasian: Cerebrale coi muscoli. Grazie.
MikiNigagi
MikiNigagi
Opera:
Recensione:
Scusa letto veloce non ho capito che c'entra dj gruff con epitaph


Caspasian: La fretta è cattiva consigliera.
macaco
macaco
Opera:
Recensione:
Ho visto che esiste una pubblicazione chiamata Tuning Ourselves, sai dirmi se si trova in Italiano? Ignoravo certe frequentazioni di Robert.


Caspasian: Non la conoscevo e non ho trovato niente in italiano.
Dislocation
Dislocation
Opera:
Recensione:
Confuso ed onorato da tanto riguardo, ti omaggerò adeguatamente quanto prima. Benissimo facesti a dedicare qualcosa di tuo, sempre ottimamente leggibile, all'Alieno in persona, individuando in quest'opera, una vera pietra miliare, il punto di non ritorno di una carriera ineguagliabile e mai abbastanza raccontata. Senza contare che, come da te correttamente segnalato, la Quarta Via ed il suo Mentore hanno avuto per Fripp la stessa importanza di una porta aperta sull'Infinito e, nell'Opera del Maestro, Bobbo ha saputo trovare motivazioni valide non tanto per condurre la sua rinnovata carriera d'artista quanto quelle per motivare la sua esistenza d'uomo.
E che uomo.
Ora, poi, magari, quel rompicoglioni astrale che è il tuo Dislo avrebbe gradito anche qualche cenno più tecnico sui brani, sui musicisti eccetera.
Ma non è che siamo qui a criticare l'operato di @[Caspasian] .


Caspasian: Ho segnalato la tua recensione proprio perché descrivi in quel pezzo la tecnica che fa scaturire il fluido. Nella scrittura io sono visitato e anche su questo lavoro sento il "tutto quello che è qui è da un'altra parte, tutto quello che non è qui non è da nessuna parte". Grazie.
Dislocation: Io, invece sono qua.
No, sono già là.
No, sei lento, ora sono qua...
Caspasian: 🏃⚡🥵🤔
Lao Tze
Lao Tze
Opera:
Recensione:
ma certo, Gurdjeff. Come ho fatto a non averci mai pensato? Era ovvio.

Comunque non lo trovo un disco freddo, Discipline. Cerebrale molto, nevrotico anche di più, freddo no.


Caspasian: Questo è fuoco di un'altro livello.
MrDaveBoy73: Ah Gurdjff e qui sientra in un ndo , probabilmene in quello VERO bella la DeRece il disco io dopo un po' lo devo togloiere lo devo prndere a piccole dosi, indubbio capolavoro , non li conoscevo devo ammentterlo sono andato a fare i compiti .... poi Fripp o conosco per vie traverse (nel senso che no mê ne sono mai interessato personalmente sempre sentito parlare , letto, o accostato ad altri , ora ne so un po' di più....ciao Buona :G
Ditta
Ditta
Opera:
Recensione:
Concordo in ogni singola parola con quanto scritto dal buon Dislo poco sopra (voti compresi).


Caspasian: Merci... e baci.
musicalrust
musicalrust
Opera:
Recensione:
Discipline .... da qualsiasi angolazione lo guardi , e soprattutto lo ascolti , ti strappa 5 da tutte le parti !


Caspasian: È dinamico labirintico! Grazie.
Alemarcon
Alemarcon
Opera:
Recensione:
Bella la recensione e grandissimo disco...


Caspasian: Il disco fa tutto da solo. Grazie.
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
in effetti questo è il periodo in cui Fripp credeva che il mondo sarebbe finito negli anni '90, o una cosa del genere, mi pare.


Caspasian: Così ha fatto una "colonna" (il disco) che reggesse la baracca.
Eneathedevil
Eneathedevil Divèrs
Opera:
Recensione:
Sì, ma l'altra recensione dov'è?


Caspasian: Non mi andava, venerdì (semi) digiuno. Grazie.
Eneathedevil: Sì, ma così cadono tutte le certezze. La doppia recensione di @[Caspasian] è un'istituzione al pari dei bël a tappeto agli ascolti da parte di @Viceroy, gli uno incazzati di @algol ai recensori che cominciano a spammare, le quattro stelle alle recensioni da parte di @ALFAMA e i commenti a tappeto di @lector dalle 22:30 in poi. Non vorrei che fosse l'inizio della fine. Spero sia stata un'eccezione.
lector: Ogni tanto bisogna sparigliare le carte
Caspasian: Non so, al mio fancazzismo non si comanda, mi dà certe salvate...
algol: A volte viene voglia di menare uni anche per scritti di codesto tenore. Ma degustibus
Caspasian: Qui ho fatto cronaca trascendente, pochi miei vaneggiamenti. De gustibus sacro.
Dr.Adder
Dr.Adder
Opera:
Recensione:
Curioso scritto con effetto esoterico dissimulante.
Tanti i meriti dell'opera (💿x4.4).
In particolare quello di essere riuscita a proporre nuovi orientamenti musicali rispetto al passato.
Evitare l'uso di tastiere, ridurre l'impiego dei piatti, con associazioni e aperture che la frequenza può condurre.
La formazione è compatta e convinta e le chitarre si amalgamano mirabilmente.
Belew, con anni di ricerca chitarristica personale, testi carichi di ricerca verbale, neologismi, nonsense e ironia.
Bruford, con l'invenzione di un inedito set percussivo, tamburi africani al posto dei piatti e una ridotta batteria elettrificata.
Levin, che nel 81' era tra i pochi bassisti che suonavano lo stick, oltre a essere un ottimo fotografo.
Risulta ancora oggi coinvolgente il diario di Fripp relativo alla creazione di Discipline, e dell'interazione con i musicisti.
Un sentito grazie al libro KC/RF Æ.
Unico appunto, la versione HDCD con scritte lillipuziane nere su fondo rosso!?
Ci sarebbe ancora molto da scrivere, ma...it's only talk.


Caspasian: Ma le scritte nere su fondo rosso è per complicare la vita... Gurdjieff per entrare nella sua "scuola" sparava grosso, chiedeva una cifra assurda, alta, così si toglieva di mezzo quasi tutti, scremava. Chi rimaneva lo voleva veramente e rimediava la somma. Alla prima rata pagata solitamente Gurdjieff abbonava una parte o restituiva il denaro: "una cosa per apprezzarla bisogna pagarla", diceva.
Caspasian: Appunto "Padre nostro... dacci oggi il nostro pane quotidiano".
Caspasian: Ce l'ho tra le mani quel libro dell'Arcana (1984, 14.000 lire), pag 234-235: "Perché ricreare i King Crimson dopo sette anni? Ci sono diverse risposte sbrigative: 1) Le citazioni a me attribuite sono inesatte. 2) Nessuno avrebbe mai creduto che il gruppo restasse in sospeso per sette anni. 3) Io ero in errore. 4) Fripp è un opportunista vanesio, un impostore e un ciarlatano.
Ci sono tre risposte più articolate: 1) King Crimson ha una vita propria, indipendente da quanto i suoi membri fanno e dicono... King Crimson è una maniera di fare le cose. 2) La musica ha una vita propria e invita certi personaggi improbabili a darle voce. 3) Questo è il mio lavoro... King Crimson è un esperimento nella prima divisione... Come tale i suoi scopi sono: I) Lavorare nel mercato ma non essere governato dalle leggi del mercato. Questo lavoro dovrebbe darmi un sostentamento, un'educazione, divertimento e avvicinarmi ad altri. II) Presentare e sperimentare delle idee. III) Una disciplina personale.
Il movimento musicale di cui King Crimson era stato una forza fondatrice si è tragicamente dissolto e Crimson è stato l'unico gruppo con l'intelligenza di ritirarsi quando la sua utilità è venuta meno. In un mondo tanto diverso da sette anni fa c'è da fare del lavoro utile, che richiede uno strumento potente. Perciò King Crimson è ritornato in servizio attivo. (Robert Fripp settembre 1981)
Dr.Adder: Visto che anche tu hai il libro, di conseguenza voto lo scritto...I like it!
Ora vado a meditare sui 21 punti da meditare...
Caspasian: Me li (ri)leggo nel pomeriggio . Grazie.
lector
lector
Opera:
Recensione:
E ci vuole disciplina....


Caspasian: ... rigorosa. Grazie.
gaston
gaston
Opera:
Recensione:
Un disco che ai tempi avevo sottovalutato, no anzi valutato male.
Da riconsiderare.


Caspasian: Nella sua complessità viaggia che è una bellezza.
aragnof
aragnof
Opera:
Recensione:
Anno di grazia 1881 e il vecchio istrione ci piazza li la sua cesura epocale maturata in 7 anni di silenzio, ed è una censura che ti prende allo stomaco e ti ribalta l'intestino, dal rosso alla disciplina la continuità di un progetto nella discontinuità, da Lenin a Trosky saltando Stalin. E via, comincia un altro giro di giostra che, attraverso altre cesure dura ancora oggi. Questo è Fripp facciamocene una ragione. Mi inchino alla prosa del nostro Caspasian e suggerisco al nobile Sfascia la chicca di "egoico" buttata li con nonscialanssss a tre quarti dello scritto. 5 e 5


Caspasian: Non è niente al caso con Fripp. Grazie.
MrDaveBoy73
MrDaveBoy73
Opera:
Recensione:
il disco èsta diventando uno dei miei preferiri , lo metto ogni fgiorno e senpre trovo un accordo nascosto , un sussurro, grazie ciao , non dico tutto
è stato riassunto dagli altri
e da the (errre voluto ironia da due soldi) grazie ciao , io latte e tre cucchiaini di zùcchero


Caspasian: Una bella fissa. Grazie.
MrDaveBoy73
MrDaveBoy73
Opera:
Recensione:
e il film che devo vedere non è polacco ma c(I)eco....e poi Ellroy , Dalia Nera sono quasi alla fine , Kaiser ...fantastico


Caspasian: Ellroy forte anche sulla trilogia di epica americana anni '60-'70: American Tabloid, Sei pezzi da mille, Il sangue è randagio. Ciao.
Danilo Dara
Danilo Dara
Opera:
Recensione:
Forse l'album dei KC che amo maggiormente.
Ma certo non conoscendolo dalla recensione non lo sarei andato a cercare.


Caspasian: Ci sta, ma con me è difficile che tiro fuori la "trama". Un pochettino 'sto uno se lo becca anche Fripp dove ripeto ho fatto una cronaca trascendente. Uno deve mettere il conto che questo lavoro viene fuori dalla clausura settenale che Robert ha fatto incontrando il lavoro di Gurdjieff, ho voluto calcare su questa essenza. Grazie.
bluesboy94
bluesboy94
Opera:
Recensione:
Anche nel mio caso questo disco prende quota con il tempo.


Caspasian: Col tempo va fuori orbita.
Nico63
Nico63
Opera:
Recensione:
Musica bella bella.


Caspasian: 🤓!
Eneathedevil
Eneathedevil Divèrs
Opera:
Recensione:
Allora, volevo dire che approfittando del fatto che i KC sono finalmente su Spotify (anche se da "In the Court" a "Lark's Tongues" ce li ho comunque tutti in cd o vinile), ho messo il disco in rotazione da 4 giorni ed esattamente da allora è un continuo "TELA UN GINGIIII TELA UN GINGIIII TELA UN GINGIIII TELA UN GINGIIII" con la chitarra di Fripp in 7/8 che mi carica come un lemming in turbinosa migrazione. Quindi un voto in più all'opera (avevo dato 4 stelle perché lo ritengo un po' brevino per gli standard di Fripp, nonostante non ci sia nessuna nota fuori posto) e un voto in più a Caspasian per avermelo fatto riascoltare dopo anni di oblio.


Caspasian: "Agguato nella Giungla" Spotify!
"Thela Hun Ginjeet" è l'anagramma di "Heat In The Jungle".
"This Is a Dangerous Place!"
Intendo il DeBaser... Dekuji!
Caspasian: Dekuji significa grazie in ceco, suonava bene con "Ginjeet".
Eneathedevil: Sì, poi questa storia dell'anagramma mi gasa più del vecchio motore dell'Innocenti Mini.
Caspasian: VROOOM!
dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
Anche io che sono molto sufista e cultore sukhista, apprezzo molto Discipline....anzi mi scappa un WOW! Anzi quasi quasi ti Deamo (mai lo feci, boh!)


Caspasian: Io di natura sarei più un surfista "butthole", ma 'sta tavola cremisi scivola che è una bellezza. Grazie.
macmaranza
macmaranza
Opera:
Recensione:
Ozaìnda!


Caspasian: 🤔 Grazie.
Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
Ventun punti da meditare.
Robert Fripp (settembre 1981)
1.
i) 1. Si può lavorare all'interno di qualsiasi struttura.
ii) 2. Stabilito che si può lavorare all'interno di qualsiasi struttura, ci sono strutture più efficienti di altre.
iii) 3. Non esiste alcuna struttura universalmente appropriata.
iv) 4. L'impegno verso uno scopo all'interno di una struttura inappropriata darà luogo alla creazione di una struttura appropriata.
v) 5. L'apatia, ovvero l'impegno passivo, all'interno di una struttura appropriata, ne provocherà il crollo.
vi) 6. L'attaccamento dogmatico ai meriti presunti di una particolare struttura impedirà la ricerca di una struttura appropriata.
vii) 7. Ci sarà sempre difficoltà a definire la struttura appropriata, perché sarà sempre mobile ovvero in svolgimento.
2.
i) 8. Non ci dovrebbero essere difficoltà a definire lo scopo.
ii) 9. La struttura appropriata riconoscerà strutture esterne a sé.
iii) 10. La struttura appropriata può lavorare all'interno di qualsiasi struttura più vasta.
iv) 11. Stabilito che la struttura appropriata può lavorare all'interno di qualsiasi struttura più vasta, ci sono strutture più vaste, più efficienti di altre.
v) 12. Non esiste alcuna struttura più vasta universalmente appropriata.
vi) 13. L'impegno verso uno scopo da parte di una struttura appropriata all'interno di una struttura più vasta e inappropriata darà luogo a una struttura vasta e appropriata.
vii) 14. La struttura è influenzata dall'azione qualitativa.
3.
i) 15. L'azione qualitativa non è limitata dal numero.
ii) 16. Qualsiasi piccola unità impegnata nell'azione qualitativa può provocare mutamenti radicali su una scala che oltrepassa la sua misura quantitativa.
iii) 17. L'azione quantitativa lavora attraverso la violenza e provoca una reazione.
iv) 18. L'azione qualitativa lavora attraverso l'esempio e invita alla reciprocità.
v) 19. La reciprocità tra strutture indipendenti è un'intelaiatura di unità interagenti che è essa stessa una struttura.
vi) 20. Qualsiasi struttura appropriata di unità interagenti può lavorare all'interno di qualsiasi altra struttura di unità interagenti.
vii) 21. Stabilito ciò, ci sono strutture di unità interagenti più efficienti di altre.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Discipline è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link