Sto caricando...

Led Zeppelin - Physical Graffiti

Cover di Physical Graffiti

Album 1975

Non il massimo dei voti per un motivo, le troppe canzoni.... Prima parte strepitosa con 6 dico 6 capolavori.... Seconda parte che purtroppo non mantiene i livelli del primo disco, con canzoni davvero inutili... Peccato... Un unico disco con le prime 6 più "In The Light" "Ten Years Gone" "The Wanton Song" e "Sick Again" (le migliori per me della seconda parte) sarebbe stata la scelta migliore... Comunque sia resta un capolavoro con un un piccolo segno meno vicino....
Aquarius27

Tu e Physical Graffiti

Non hai acceduto a DeBaser! Accedi. È facile!

Recensioni

In tutto 43 utenti hanno votato "Physical Graffiti" con una recensione o inserendola nella loro collezione. Il voto medio alla fine di tutto ciò è: 4,30.

Antonino91

Recensione di Antonino91

di Antonino91 | DeRango™: 6,78

Avevo chiesto se qualcuno poteva fare la recensione di questo disco, ma nessuno voleva saperne. Allora ho preso il coraggio di farlo io, di dare luce a questo disco che sicuramente è molto interessante, con spunti molto memorabili della mitica chitarra di sir Jimmy, delle esotiche tastiere di Jones, della… [di più]


Miki Page

Recensione di Miki Page

di Miki Page | DeRango™: 7,53

"Physical Graffiti", ovvero i Led Zeppelin al culmine della carriera e della creatività. Con questo capolavoro i Led infatti portano a termine quella maturazione artistica iniziata da "III" e proseguita con "Houses of the Holy", arrivando a creare l'unico album doppio della loro discografia in cui sono sapientemente miscelati vari… [di più]


paloz

Recensione di paloz

di paloz | DeRango™: 3,11

Ammetto che è un cd difficile da recensire, ma io ci proverò lo stesso, anche se non sarò più esauriente di tanto. L'album in questione è "Physical Graffiti" dei Led Zeppelin, uscito nel 1975, cioè a circa due anni di distanza dal precedente "Houses of the Holy". Questo album si… [di più]


claudio carpentieri

Recensione di claudio carpentieri

di claudio carpentieri | DeRango™: 49,98

"Physical Graffiti" più che il successore di "Houses Of The Holy" è il diretto frutto dei cinque capitoli che lo hanno preceduto. La lavorazione di questo disco è iniziata nel novembre del 1973 a fasi alterne, riprendendo definitivamente tra il mese di gennaio e quello di febbraio dell'anno successivo, passando… [di più]


Rax

Recensione di Rax

di Rax | DeRango™: -20,35

Lo schianto a terra dello Zeppelin. Nonostante le stroncature, "Houses of the Holy" fu un ottimo successo di vendite, benché molto inferiore a "ZoSo". Questo successo tenne Plant e Page lontani dalla cruda verità e cioè che "Houses of the Holy" era una quasi completa mediocrità. Ancora sicuri di se… [di più]

Canzoni

01

Custard Pie (04:13)

Il tuo voto:

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

02

The Rover (05:37)

Il tuo voto:

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

03

In My Time of Dying (11:05)

Il tuo voto:

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

04

Houses of the Holy (04:02)

Il tuo voto:

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

05

Trampled Under Foot (05:36)

Il tuo voto:

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

06

Kashmir (08:28)

Il tuo voto:

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Video

Gli utenti che hanno definito quest’opera

Vota la definizione che ti piace di più. La più votata diventerà la definizione ufficiale

hjhhjij

Nella collezione di hjhhjij

«Ancora un gran disco per i Led, l'ultimo davvero grande a mio gusto. Rispetto ai precedenti già questo in realtà da segni di cedimento, più che altro per la sua struttura di doppio album, con la band che per riempirlo ha utilizzato molti brani già registrati negli anni precedenti durante…»



Aquarius27

Nella collezione di Aquarius27

«Non il massimo dei voti per un motivo, le troppe canzoni.... Prima parte strepitosa con 6 dico 6 capolavori.... Seconda parte che purtroppo non mantiene i livelli del primo disco, con canzoni davvero inutili... Peccato... Un unico disco con le prime 6 più "In The Light" "Ten Years Gone" "The…»



Tattone

Nella collezione di Tattone

«Doppio con del materiale veramente eterogeneo: i primi pezzi veramente brutti degli Zeppelin, e i loro ultimi capolavori.»



woodstock

Nella collezione di woodstock

«Stanco, usurato, ma con ancora tanta classe e rabbia.»













Gli utenti che hanno ascoltato quest'opera

Mojoman
Mojoman |
Guarda "In My Time of Dying (1990 Remaster)" su YouTube
In My Time of Dying (1990 Remaster)




IlConte
IlConte |
Trampled Under Foot-Led Zeppelin

Oggi è la giornata del mio ragazzo e non ci sono altri cazzi
In deroga alla prima perché Custard Pie non mi fa impazzire

#40annisenzaBonzo

Grande Feeling con l’amico Keith Moon. Unico, direi, a salire su un palco ad un concerto degli Zepp. Inglewood 23 giugno 1977 in quel maledetto tour pieno di casini e tragedie. Si sedette vicino a John per tre pezzi “suonando” un tamburo e qualche piatto ... Storia di Amici.

“Ero scioccato dal sound che era riuscito ad ottenere da quella piccola batteria” Dave Mattacks

“Il Rock’n’Roll è morto nel giorno in cui è morto John Bonham” Billy Joel

Bonzo era un fan di James Brown... ad un festival in cui suonavano entrambi i tre batteristi dell’afroamericano vedendo la potenza di Bonham rimasero increduli a fissarlo mentre suonava chiedendosi com’era possibile che da soli facesse l’equivalente di quello che loro facevano in tre,

Storie varie di Bonham





Dislocation
Dislocation |
Led Zeppelin - Bron-Yr-Aur

Maccome? Di nuovo dei rocchettari in acustico? Ma dove andremo a finire, signoramia?





IlConte
IlConte |
Trampled Under Foot-Led Zeppelin
Sesso, sesso e ancora sesso in questo torrido Pezzone impostato sul riff funky di Jones al clavinet, sulla chitarra maledettamente viziosa del Diavolo e sul consueto monumentale lavoro di Bonzo. Percy completa tutto con un testo automobile/donna classico nel blues. Il protagonista è a disposizione nelle sue abilità di meccanico per una adeguata manutenzione (21)

“Il cambio è senza problemi, lascia che il tuo olio scorra. Donna, lasciami dare gas, lasciami fare tutto”

#i40SfasciaConteLezzeppelin







IlConte
IlConte |
Led Zeppelin - Bron-Yr-Aur
“Pensai: ‘Cristo, ma che sta succedendo?’ Ti rendevi conto che stavi vedendo qualcosa che non avresti scordato mai più!” Roy Harper appena sentì gli Zepp a Bath nel 70 di ritorno Bron-Yr-Aur e vestiti da boscaioli, suonarono circa tre ore...



IlConte
IlConte |
Trampled Under Foot-Led Zeppelin
Fatemi mettere qualcosa dei ragazzi va...





IlConte
IlConte |
Trampled Under Foot-Led Zeppelin
"Physical Graffiti". Qui ci sono poche balle per molti aspetti il doppio e' il loro disco dei record. E' il più completo, il più ambizioso, il più ricco, il più rifinito, il più atteso ed infine da molti il più amato (non da me ma lo considero favoloso). Page vuole stupire ancora con un lavoro maestoso e questa volta se ne accorge persino la critica che rende incredibili onori; utilizzando un commento che condensa parecchi giudizi "... Puro geni, una superba miscela di stili ed influenze che racchiude non solo tutta la carriera dei LZ ma anche molto dell'intero rock" ... Melody Maker