La lista d'ascolto


Carlos

Carlos : Memorandum per resistere nell'Italia che

| DeRango™: 1.76    Comindeb

Memorandum per resistere nell’Italia che torna nera - l'Espresso
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

perfect element: Quando un Paese presenta un significativo numero di soggetti totalmente privi di memoria storica e scarsamente scolarizzati, è il minimo che ci si possa aspettare.
Carlos: Fossero """solo""" questi due i problemi non sarebbe poi tanto difficile venirne a capo...qui, in ambito culturale, si va aldilà dell'istruzione e della memoria storica. Conosco gente istruita, che arriva anche a fare certe analisi e poi quando si tratta del momento di "agire" (senza intendere una rivolta fucili alla mano eh; intendo prendere una posizione politica e dunque pubblica, anche se individuale, che sia coerente con le proprie analisi) si ritorna alla servitù volontaria…
iside

iside : Joan Baez-- Here's to you

| DeRango™: 8.38    Comindeb


BËL ( 05 )
BRÜ ( 00 )

Stanlio: C'erano polizia e Guardia nazionale ad attenderli. C'erano mitragliatrici, in cima alle mura del carcere, puntate contro la popolazione che chiedeva clemenza a Ponzio Pilato. Kenneth Whistler aveva con sé un pacco pesante. Era un enorme striscione, arrotolato. Lo aveva fatto preparare quel mattino. Le luci del carcere cominciarono ad abbassarsi. Quando si furono abbassate nove volte, Whistler e un amico si precipitarono alla camera ardente dove i corpi di Sacco e Vanzetti sarebbero stati…
macaco

macaco : Prima della guerra fredda poteva

| DeRango™: 4.22    Comindeb Artista del Popolo   Approvata dal Comindeb

Prima della guerra fredda poteva succedere anche questo
Paul Robeson: Anthem of the USSR

BËL ( 04 )
BRÜ ( 00 )

Dislocation: Grand'uomo ed attivista, attore coltissimo e sportivo, non si piegò mai alle logiche razziste del governo USA che lo osteggiò in tutti i modi per anni. Premio Stalin per la Pace 1952. E vaffanculo, l'ho detto.
iside

iside : La scelta del posto, la

| DeRango™: 9.70    Comindeb Artista del Popolo   Approvata dal Comindeb

La scelta del posto, la fucilazione e la crudeltà della lunga esposizione dei corpi martoriati lasciano un segno indelebile nella popolazione milanese e nelle file della Resistenza, caricando di un valore simbolico il luogo e l’evento. Se non lo si comprende, resta davvero difficile capire a pieno il secondo e più noto episodio legato a piazzale Loreto: l’esposizione dei cadaveri di Mussolini, della Petacci e dei gerarchi fascisti il 29 aprile 1945.

(Roberto Cenati, Presidente ANPI Provinciale di Milano) STALINGRADO- LA FABBRICA Stormy Six

BËL ( 07 )
BRÜ ( 00 )

andisceppard: Gugle strit viù non mi è amico. Mica lo so perché. Qualche tempo fa - tornando dal Poli - mi fermo in viale Abruzzi, e fumo una sigaretta. Davanti a me, sul muro del palazzo, c'è una targa. Parla di uno di quei 15 ragazzi. Che abitava lì. Meno di dieci metri da piazzale Loreto. Non mi ricordo il nome, e me ne dispiace. Me lo immagino, quella mattina. Da San Vittore a dieci metri…
iside: …
iside: …
iside: …
dipsomane: bravo Iside. la memoria è importante, va 'esercitata', soprattutto per una nazione di mentecatti come la nostra. l'alter dì, un giovane infermiere che presta cure giornaliere a mia madre deve avermi scambiato per un coglione di caccapound e mi ha detto una frase che ultimamente è tornata in voga tra le scimmie di sto cazzo di paese: "sai cosa? ci vorrebbe ancora il duzze in itaglia!" ... l'ho guardato con un bel sorriso e gli…
iside: Quando c'era il duce si stava meglio?
Dislocation: Sì, ha fatto le autostrade e le bonifiche, ti diranno. Bene, mostragli i duecento treni che nel 42 portarono l'ARMIR in Russia e poi i diciassette (diciassette!!!) che riportarono indietro i reduci. Digli della Libia, dell'Etipoia... lui, che voleva qualche centinaio di morti per sedersi al tavolo dei vincitori....
iside

iside : Padre Davide Maria Turoldo, un

| DeRango™: 0.38    Comindeb

Padre Davide Maria Turoldo, un protagonista milanese della Resistenza, insieme a padre Camillo De Piaz e a Monsignor Giovanni Barbareschi che, da diacono, diede la benedizione alle povere salme, così ricorda quella scena: “Noi non dimenticheremo mai il mucchio di 15 cadaveri, uno ridosso all’altro, come macerie… Quel mucchio, all’imboccatura del piazzale, accanto ad un distributore di benzina, come se fosse un mucchio di bidoni. Custodito dalle ausiliarie, giovani donne che di tanto in tanto si pulivano le scarpe sul corpo dei cadaveri; mentre il sangue dal mucchio si spargeva sulla piazza… E Milano che sfilava muta; girava intorno a quel mucchio, in silenzio, e guardava. E tornava indietro. E’ stata quella la processione più lunga della mia vita ; mi dicevo durante il percorso: “eppure non vinceranno… non possono vincere, nonostante i massacri.”
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

iside

iside : Lo stesso capo della provincia,

| DeRango™: 0.38    Comindeb

Lo stesso capo della provincia, Parini, conclude che l’impressione in città perdura fortissima e l’ostilità ai tedeschi è molto aumentata. Migliore profeta Mussolini che, informato dell’eccidio, pare abbia detto: “Il sangue di piazzale Loreto lo pagheremo molto caro”.

Appena si diffonde la notizia dell’eccidio, gli operai di alcune fabbriche milanesi fermano il lavoro. Alla Pirelli i lavoratori innalzano un grande cartello con la scritta “TEMOLO”.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

iside

iside : A quei tempi, da piazzale

| DeRango™: 0.38    Comindeb

A quei tempi, da piazzale Loreto passavano i tram bianchi che scendevano, stracolmi di viaggiatori, dai paesi della Brianza. I tram furono fermati dalle Brigate Nere e i lavoratori furono costretti a scendere e a sfilare davanti a quel povero mucchio di cadaveri, guardati a vista dai fascisti armati fino ai denti, pronti ad arrestare qualsiasi persona che avesse tentato di protestare o che solo avesse osato compiere un atto di pietà.

Nel giro di un’ora il racconto della carneficina e dei volti truci dei mutini di guardia ai cadaveri si diffonde in tutte le fabbriche e nella città. Chiunque abbia un parente, un amico o un compagno arrestato o alla macchia si precipita col cuore in gola, pregando di non ritrovarlo nel mucchio.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

iside

iside : “Avvenne una sparatoria disordinata –

| DeRango™: 0.38    Comindeb

“Avvenne una sparatoria disordinata – scriverà il capo della Provincia Piero Parini – I disgraziati si erano intanto un po’ sbandati in un estremo tentativo di fuga e quindi furono colpiti in tutte le parti del corpo.” Eraldo Soncini pur ferito, riesce a scappare e a rifugiarsi nello stabile di via Palestrina 9, dove è raggiunto e ucciso dai militi repubblichini.

L’ufficiale nazista che controlla l’esecuzione dell’ordine, ligio alle disposizioni di Saevecke, dispone che i corpi martoriati restino esposti per l’intera giornata.

I cadaveri, dopo un energico intervento del cardinale Schuster, verranno rimossi soltanto nel pomeriggio.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

iside

iside : Con queste fucilazioni si pensava

| DeRango™: 0.38    Comindeb

Con queste fucilazioni si pensava che quella strategia del terrore esercitata su innocenti, sulla popolazione civile, potesse isolare i combattenti della Resistenza. L’eccidio di piazzale Loreto ottenne invece l’effetto opposto.

L’ordine di fucilazione di Saevecke, condannato all’ergastolo per quell’efferato crimine, dal Tribunale militare di Torino il 9 giugno 1999, viene eseguito dal plotone della Muti che lo attua alle 5,45 del mattino del 10 agosto 1944 e lo conclude alle 6,10. Alle 5,45 in piazzale Loreto c’è già un ufficiale tedesco scortato da quattro soldati. L’ufficiale fa mettere gli ostaggi contro una palizzata e, disposti i militi della Muti a semicerchio, ordina immediatamente il fuoco.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

iside

iside : Una scalata del terrore dunque.

| DeRango™: 1.65    Comindeb

Una scalata del terrore dunque. In quei giorni “La Fabbrica” – giornale clandestino del Partito Comunista Italiano – chiamava i milanesi a prepararsi all’insurrezione. Erano giorni nei quali sembrava che la guerra volgesse al termine; tutti i fronti erano in movimento, avanzava dall’est l’esercito sovietico, avanzavano in Francia le armate angloamericane. Pareva dunque che la guerra si avviasse a conclusione e i nazisti una cosa temevano soprattutto: che nell’Italia occupata l’avanzata degli alleati si accompagnasse con l’insurrezione del popolo. Avevano davanti l’esperienza di Firenze, dove l’insurrezione aveva reso pesante e difficile la ritirata dell’esercito tedesco. I tedeschi vogliono avere le spalle coperte ed impedire che si sviluppi un moto insurrezionale che possa compromettere la ritirata dell’esercito incalzato dagli alleati.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

iside

iside : Quell'eccidio avviene qualche giorno dopo

| DeRango™: 0.00    Comindeb

Quell’eccidio avviene qualche giorno dopo un misterioso attentato a un camion tedesco parcheggiato in viale Abruzzi 77. L’attentato, nel quale non rimane ucciso nessun soldato tedesco, non rientra, per l’imperizia dimostrata, nel modus operandi della 3° GAP guidata da Giovanni Pesce. Non può essere, dunque, ricondotto alla comunque esecrabile categoria della rappresaglia. L’eccidio di piazzale Loreto rientra piuttosto in una logica e in un disegno efferato. La strage arriva a conclusione di un mese nel quale le esecuzioni per mano dei repubblichini si sono succedute l’una dopo l’altra; il 15 luglio 1944 vengono fucilati tre ferrovieri a Greco, il 31 luglio 1944 è la volta di cinque partigiani al Forlanini, il 21 luglio 1944 cinque patrioti sono uccisi a Robecco e 58 abitanti vengono deportati, nove dei quali non faranno ritorno dalla Germania. Il 28 agosto 1944 a Milano, in via Tibaldi i mutini fucilano altri quattro partigiani.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

dipsomane: gli eroici mutini... sempre dietro le belve nazi... la storia dei fascisti è sempre quella... vigliacchi nel dna... merde
iside

iside : oggi nel 1944: Milano, 10

| DeRango™: 2.03    Comindeb

oggi nel 1944:
Milano, 10 Agosto 1944....
L'eccidio di Piazzale Loreto

Il 10 agosto 1944 un plotone della legione Muti, comandato dal capitano Pasquale Cardella, fucila quindici partigiani scelti tra i detenuti nel reparto tedesco del carcere milanese di San Vittore. Sono: Antonio Bravin, Giulio Casiraghi, Renzo Del Riccio, Andrea Esposito, Domenico Fiorani, Umberto Fogagnolo, Giovanni Galimberti, Vittorio Gasparini, Emidio Mastrodomenico, Angelo Poletti, Salvatore Principato, Andrea Ragni, Eraldo Soncini, Libero Temolo, Vitale Vertemati. L’ordine è impartito dal comandante della sicurezza tedesca, il capitano della Gestapo Theodor Saevecke e girato, per la parte operativa, al colonnello Pollini della Guardia nazionale Repubblicana.

Al momento di portare i quindici sul luogo della fucilazione, alle 4,30 del mattino, furono loro distribuite delle tute da operai per far credere che li avrebbero trasferiti a lavorare per la Todt. Sul libro matricola del carcere c’è infatti l’annotazione “Partiti per Bergamo”.

All’epoca piazzale Loreto era il punto di convergenza del pendolarismo milanese verso le fabbriche della Brianza e di quello della provincia verso Milano; quindi i nazisti lo scelsero perché volevano trasmettere un duro monito alla popolazione e alla Resistenza: il maggior numero possibile di persone doveva vedere e sapere. Quella di piazzale Loreto fu una strage compiuta con scelte cinicamente studiate: per il luogo: negli orari di punta dei giorni lavorativi, il transito dei pendolari raggiungeva diverse decine di migliaia di lavoratori; per l’orario: inizio della giornata lavorativa e infine per le vittime che non furono scelte a caso. Tra i quindici è rappresentato l’intero arco delle forze che partecipò alla Resistenza: azionisti, socialisti, comunisti, cattolici.

Libero Temolo della Pirelli, Umberto Fogagnolo e Giulio Casiraghi della Ercole Marelli, Angelo Poletti della Isotta Fraschini sono gli organizzatori degli scioperi del marzo 1943 e del 1944. Vittorio Gasparini, attivista cattolico prima nelle organizzazioni giovanili e poi nella Fuci, collabora con i servizi segreti del comando della V Armata americana, gestendo in piazza Fiume (ora piazza della Repubblica), un centro radio clandestino. Domenico Fiorani raccoglie direttamente da Enrico Falck i finanziamenti che porta ai raggruppamenti partigiani dislocati in montagna. Eraldo Soncini collabora con il colonnello Carlo Croce nell’ottobre 1943 sul San Martino sopra Varese, per organizzare il primo atto di resistenza armata al nazifascismo. Salvatore Principato contrasta il fascismo sin dalle origini, lavorando prima con Turati e Anna Kuliscioff, poi con i fratelli Rosselli.

I quindici martiri di piazzale Loreto sono l’anima di una Milano che opponendosi al fascismo spera nella libertà e nella democrazia.

Quell’eccidio avviene qualche giorno dopo un misterioso attentato a un camion tedesco parcheggiato in viale Abruzzi 77. L’attentato, nel quale non rimane ucciso nessun soldat
BËL ( 02 )
BRÜ ( 00 )

Dislocation: Ed ora ci sarà il solito qualunquista (per usare un termine gentile) che opporrà tesi del tipo: "Se i partigiani non avessero eseguito attentati contro i nazifasci costoro non si sarebbero sfogati come bestie macellando civili....."
dsalva: complimenti Iside giusto ricordare.
iside

iside : andiamo sul difficile. Il sogno

| DeRango™: 1.65    Comindeb Artista del Popolo

andiamo sul difficile. Il sogno dei Zezi (Film Discaunt)

BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

Dislocation: Occheccazzo, cosa sei andato a scavare... ricordavo a malapena il Gruppo Operaio di Pomigliano d'Arco per un disco che si chiamava, mi pare, Tammurriata dell'Alfasud, li ricordo molto impegnati politicamente, rossi al midollo, ricordo una versione di Bandiera Rossa..... Non sapevo che esoiistessero ancora, li vidi in concerto a Genova ma di preciso non saprei dirti quando, fose 77 o 78... Però avrei detto che avresti postato invece qualcosa del genere...... I BARRITTAS - Gambale…
iside: "Gruppo Operaio "'E zezi" di Pomigliano d'Arco" quando la musica folk faceva politica e @[sergio60] li mescola ai cantautori che invece erano molto più "furbi". E Zezi - Tammuriata dell'Alfasud
Dislocation: @[iside] Ecchellollà.
iside

iside : Oggi nel '56 ci fu

| DeRango™: 4.63    Comindeb

Oggi nel '56 ci fu la tragedia di Marcinelle, sarà che son nato a Carbonia, sarà che mio nonno era un minatore...https://www.debaser.it/main/playlist_item.aspx?IdPlaylist=131316

BËL ( 03 )
BRÜ ( 00 )

Stanlio: quanta sofferenza nel mondo per poter portar a casa la pagnotta, bisognerebbe riflettere un poco anche verso questi ultimi che da oltremare son costretti a scappare da casa perchè invece della pagnotta c'è polvere da sparo...
iside: "nessuno comprerebbe un anello di diamanti se sapesse cosa succede quaggiù"
Stanlio: lo sanno, lo sanno, ma girano la testa da un'altra parte
Geo@Geo: 👍👍👍
iside

iside : Tutta un'altra musica - The

| DeRango™: 1.65    Comindeb

Pinhead

Pinhead : «Sono un imprenditore e ad

| DeRango™: 0.00    Comindeb

«Sono un imprenditore e ad agosto dovrò andare in viaggio per un mese con la mia famiglia. Vorrei
sapere se posso portare 15mila euro in valigia, per poter pagare l’albergo e i costi di noleggio della
barca a vela. Vorrei anche comprare un orologio di lusso, da regalare a mia moglie. Prima della
partenza posso prelevare dal conto corrente in unico momento tutti i contanti che mi servono, oppure
è meglio frazionare i prelevamenti? In più, se durante il viaggio facessi tappa anche all’estero, come
dovrei comportarmi?
F. G. – Roma»

Pubblicato ieri sul «Quotidiano del Fisco» de Il Sole 24 Ore

BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

mrbluesky: Ma dai io esco con ventimila anche per portare a lavare la macchina,solo che me li metto dentro le scarpe.
Dislocation: Pin, fammi il,favore, mandami il link dell'articolo dove questo merdone compare. grazie.
sergio60: come i ns politici...li mortacci loro anzi aLL'ANIMA DE LI MEJO MORTACCI LORO E DER NONNO...DE TUTTO LO STABILE INDò ABBITANO E CHE JE POSSA CRESCE 'N ARBERO SULLA STRADA 'NDò DEVENO ANNà....LI POSSANO TROVà AMMAZZATI CO LI CANI DA TARTUFO ..LI MORTACCI LORO...
CosmicJocker: Beh ma chi non ha 15mila euro da portarsi in valigia?! Mi sembra davvero il minimo indispensabile..io li spendo per ogni mio aperitivo
sergio60: IO!
dsalva: pezzente!....va in vacanza con soli 15 mila euro....povera famiglia!
sergio60: ciao dsalva...hai visto sto poraccio?...me immagino que' creature de li fiji..manco un giretto sul ferrari je tocca..che schifo ,bisogna fare qualcosa..non so ..armarsi di mazzuoli e aspettarlo sotto casa...
dsalva: non avrà nemmeno l'hi-fi a casa!
sergio60: mha...forse neanche il vino in fresco...
imasoulman: e che problema sarà mai? una segnalazione Antiriciclaggio e via...verso nuove bandiere panamensi!
imasoulman: "oppure è meglio frazionare i prelevamenti"...tipo magari 5 volte 2900 euro e poi un bel 500 col bancomat! (sò furbo, io, che vi credete?). Diofa, se solo le leggi venissero applicate e non solo, manzonianamente, 'gridate'
Dislocation: Ma secondo me questo, pur scrivendo ad un giornale del settore, aveva solo voglia di rompere le palle al prossimo e di suscitare un pò di casino. Uno che ragiona così le chiede al commercialista, certe porcate, non al giornale.
Stanlio: quando il Sole24Ore ha terminato le falsità dei suoi articoli strabugiardi, s'inventa di sana pianta le domande dei lettori... (e non credo che sia l'unico quotidiano/settimanale/mensile ad usare codesta pratica)
sergio60: che una lettera così fosse farlocca è per lo meno scontato ....chi sarebbe così idiota da scrivere una cosa come quella...sa di precostituito per poter dare consigli alla moda de..parlare a nuora affinchè suocera intenda...dato che il sole lo comprano sopratutto i manager e i commercialisti si può parlare di "avviso ai naviganti"....
mrbluesky: era molto meglio Le ore della settimana
macaco: Si dice peró che nei giornali di economia si trova molta piú veritá che negli altri, perché gli investitori hanno bisogno di veritá per poter far fruttare il gruzzoletto, mentre i giornali di partito o di qualsivoglia fazione o ideologia, lavorano molto di piú slla propaganda, tralasciando spesso cose importanti e evindenziando quelle che a loro interessano.
Dislocation: Mah, senz'altro i giornali in genere arricchiscono alcune lettere di particolari ed altre se le inventano proprio, ma questa sembra più fatta per far reagire, perché qualcuno cominci, indignato, a scrivere alla redazione che simili fuorilegge non dovrebbero essere accolti dal giornale della Confindustri, ecc. ecc. Come se nella Confindustria ci fossero solo persone rispettabili che mai ricorrerebbero a tranelli o falsità per alcunché. Basta, non parliamone più e chiudiamola qui, inutile dar soddisfazione ai…
Dislocation: Avete notato che nessuno di noi, o altri che hanno letto, ha osato lasaciare un BEL? Non so bene se per pudore o perché non è chiaro se lasciando un bel si venga presi per idiota o connivente.
Stanlio: immagine:x290_jjvi4giwcx
sergio60: il popolo italiano è meno scemo di quanto si pensi....almeno penso....
Geo@Geo: Venghino in Sardegna, signori, venghino...
Carlos: Son tornato adesso dall'ex Jugoslavija, dove ho fatto 10 giorni col cesso in comune e quindi mi fa ancora più spaccare. Bellissimo.
Dislocation

Dislocation : Robert Wyatt - Hasta Siempre

| DeRango™: 8.19    Comindeb Artista del Popolo


BËL ( 07 )
BRÜ ( 00 )

aleradio: MASSIMO RISPETTO per la batteria in tutte le sue forme, sempre. Però davvero ero convinto di averlo io l'avatar più brutto del sito!
Dislocation: @[Carlos] Come vedi rispetto l'anzianità di frequentazione del gruppo ed aspetto te per porre la menzione..... @[aleradio] Ma la mia non è brutta, è altamente descrittiva, direi quasi didascalica.
Carlos: :DD Ma non devi non devi...
Dislocation

Dislocation : Charlie Haden - Song for

| DeRango™: 4.76    Comindeb Artista del Popolo   Approvata dal Comindeb


BËL ( 04 )
BRÜ ( 00 )

Dislocation: Sapevo che avresti menzionato, @[Carlos] !!!
Johnny b.: Lui è un nome di livello nel panorama Jazz, conosciuto di riflesso. Adoro i Spain creatura Slowcore del figlio. Chissa quante volte gli è stato detto:" Tu sei il figlio di Charlie".
Dislocation: Quando si è figli di cotanto padre... Chiedete a Cristiano de André, James McCartney, Sean e Julian Lennon, Dhani Harrison, I cento figli Marley ed i duecento figli Cherry e compagnai cantante.Puoi essere bravo, avere delle cose da dire, ma sarai sempre figlio del tale.
zappp: un bel bel al militante Haden, nel suo disco, credo, forse, suppongo, presumo...più bel! ps: recupera Jasmine in duo con Jarrett....8 ballate stupende...che se le metti in sottofondo in auto non c'è porta o cosa che non si spalanchi!
Dislocation: Ce l'ho, ma ricorda che, come dice il Maestro, le donne non amano il jazz e non si capisce il motivo. Se è quella la cosa da spalancare che intendevi.
Carlos

Carlos : Pillole della NOSTRA storia (12).

| DeRango™: 3.72    Comindeb

Pillole della NOSTRA storia (12). Al bando ogni tipo di vittimismo, anche per questa volta niente goliardia: per ricordare questo giorno in cui Carlo Giuliani è stato ammazzato non si deve dimenticare che la dicitura "ragazzo", è stata ed è una clamorosa mistificazione. Non so che pensava Carlo di preciso e poco mi interessa, ma SO che non era solo un ragazzo. So che con la sua morte, i soprusi e le torture, al G8 di Genova sono state tarpate, come al solito, le ali a un movimento che, pur con tutte le sue contraddizioni, stava crescendo e stava davvero facendo paura a qualcuno. Su come si sono poi riciclati molti protagonisti di quegli anni non voglio nemmeno parlare. Carlo ha lottato ed è stato ammazzato: questo è ciò che (ci) deve interessare. C'è poco da gridare agli infiltrati, ai black bloc, ai violenti in contrapposizione al corteo dei pacifici, di cui Carlo faceva parte, come dicono sempre tutti quelli che vogliono giustificare il suo gesto di rivolta (addirittura attraverso documentari, come se ci fosse bisogno di giustificarlo). Da quel giorno non c'è più stato limite al peggio della vigliaccheria, dell'infamia e del pompieraggio spinto nella lotta. Oggi, invece di raccogliere il suo estintore, si piange solamente la sua morte, la morte di "un ragazzo": una parola che non rappresenta niente di ciò che col suo gesto ha rappresentato in quei giorni. Non ero lui e non so cosa penserebbe ora rispetto ai fatti accaduti se fosse vivo, ma, pur sapendo che la rivoluzione non si fa con un estintore, credo che gli dobbiamo riconoscere qualcosa di più. Carlo era un nostro compagno perché da tale ha vissuto i suoi ultimi istanti. Non tutti i ragazzi hanno portato avanti una lotta come lui fino alle sue estreme conseguenze e in questi giorni di fallace, relativa, pace sociale in cui siamo invischiati ciò appare più che mai evidente.
BËL ( 03 )
BRÜ ( 00 )

Carlos: E visto che parliamo di Carlo mi sembra doveroso ricordare anche una compagna, sua zia, di cui moltissimi sanno poco o nulla: Elena Angeloni | Storie di rivoluzionarie
Stanlio: Con l'assassinio di Carlo Giuliani volevano assassinare anche il diritto a veder rispettate le proprie idee contro chi deruba gli italiani ogni giorno incominciando dai chi governa a chi anche fuori dall'Italia gli da ordini... e finora hanno avuto partita vinta!
Dislocation: Sono del tutto d'accordo con te, Carlos, tra l'altro qualche giorno fa è morto il responsabile della PS che guidò la carica in cui successe quel che sappiamo, senza un rammarico né una dichiarazione di reponsabilità. Ricordo benissimo che a Genova c'erano reparti interi di sbirri che a sera, nelle loro tane al Palasport dove indegnamente alloggiavano, si esibivano in canti squadristi del Ventennio ed a noi che da Corso Saffi, sopra a quell'area, gridavamo…
Carlos: Non dimentichiamo che ci sono ancora compagni in galera per quei giorni! Gente che si è beccata uno dei più gravi reati del codice penale, da un punto di vista degli anni da scontare: DEVASTAZIONE E SACCHEGGIO. Reato che ormai viene sempre tirato fuori per ogni minima protesta urbana che sfoci in scontri con le forze dell'ordine, mentre i soli lanzichenecchi sono proprio gli sbirri. Libere tutte e liberi tutti! C'è poco altro da fare…
Dislocation: E che dire di quei PS che pestarono le donne della Lilliput in Piazza Manin, sedute a terra e con le mani alzate? E dei verticoi della polizia che deviarono fuori zona il battaglione Tuscania dei CC dei quali non si fidavano perché appena arrivati e non ancora catechizzati, non pronti, insomma, a picchiare chiunque? E Scajola che rivelò pubblicamente di aver autorizzato la PS a sparare su chi avesse scavalcato le transenne? Emulo di…
Carlos: Ce ne sarebbero, ma spesso secondo me l'errore è concentrarsi su cosa hanno fatto altri, lasciando perdere chi abbiamo perso per strada ed è finita dentro. Persone che, come molte altre in diverse ma simili circostanze, è rimasta fottuta e sola, senza che ci si rivendicasse nemmeno una briciola di una giornata di lotta, perché troppo impegnati a tirarsi fuori con le dissociazioni e a fare i legalisti nell'accusare gli sbirri di essere brutti e…
Dislocation: Può esser vero, ma specie in temoi come questi non è male tenere a mente almeno un elenco. Per quanto riguarda chi ha pagato con la galera hai ragione, si sono ritrovati soli e chi fino a un'ora prima li spingeva si è perso in ragionamenti cervellotici ed inconcludenti. Io, però, mi scuserai, caro Carlitos, intanto serbo memoria.
Carlos: Nessuno ha pagato niente. Per pagare significherebbe aver sbagliato. E quei compagni sono capri espiatori per delle giornate di scontro. Gente che dopo quasi 10 anni da quei fatti si è beccata 10 anni di gabbio di punto in bianco. Non volevo criticarti, ma la memoria serve solo se poi la usi. A cosa ci servirebbe la conoscenza fine a se stessa?! E pur consapevole di quello, di quell'altro e di questo ancora, il movimento…
Dislocation: Sei sempre stato chiaro. Che la memoria serva solo se poi usata a dovere, Carlitos, è tanto vero quanto pleonastico, e capirai che certo non intendevo affermare la necessità del solo ricordo. Ma partiamo dal ricordo.. Il movimento antagonista ha capito la solfa, il G8 di Genova gliel'ha gridato in faccia che se non le beccano dagli sbirri i giudici avranno poi la mano pesante. in quanto al potere che paga quando sbaglia, beh, ma…
Carlos: "in quanto al potere che paga quando sbaglia, beh, ma dove e quando?" Ok. Mi basta questo per capire che siamo in linea ;-) Diverse età significano diverse esperienze. Ma non so quanto diverse a sto punto...diverse solo per luoghi, ora, mese, anno, persone.
Dislocation: Allora uguali!
perfect element: L' Italia è un paese ampiamente inqualificabile sotto molteplici punti di vista, tra i quali, quello della giustizia. Questo rimane solo l' ennesimo esempio di insabbiamento/negazione della verità, metodo da sempre utilizzato dai governi fantoccio di questo triste Paese su richiesta dell' invasore di turno. Rifacendoci al sommo ' ... non si può essere così coglioni da pensare che possano esistere poteri buoni....'. La sostanza è racchiusa in questo enunciato.
Carlos

Carlos : Pillole della NOSTRA storia (11).

| DeRango™: 2.82    Comindeb

Pillole della NOSTRA storia (11). 19 Luglio 1979: I SANDINISTI ABBATTONO LA DITTATURA! Audio Rai.TV - Wikiradio - La rivoluzione sandinista - Wikiradio del 19/07/2016
BËL ( 02 )
BRÜ ( 00 )

Carlos: O se preferite: Era oggi: il 19 luglio 1966 L’Italia battuta dalla Corea | La nostra storia
Dislocation

Dislocation : Carlos, confortami o confutami. Manic

| DeRango™: 2.94    Comindeb Artista del Popolo   Approvata dal Comindeb


BËL ( 04 )
BRÜ ( 00 )

Carlos: Cioè?!
Carlos: Vuoi dire: se hai fatto bene a metterli artisti del popolo?! Certo. Anche loro non mi hanno mai preso.
Carlos: anche SE*
Dislocation: Più anarcoidi, specie nel primo periodo. 'Sto brano però ha una valenza diversa, no?
nes: più anarcoidi? più anacardi! voglio 10 kg di anacardi per arrivare a settembre.
Dislocation: @[nes] Ma che apparato digerente hai?
Carlos: Non saprei...sto ascoltando Cecil Taylor e stopparlo non mi sembra il caso ;-) Comunque ripeto: ci provai con loro, ma non mi hanno mai preso. Non sono un esperto dei Manic. So solo che avevano certe tendenze.
nes: Scrivo dal caldo ll. Seduto sul cesso. Massacrato dai dolori intestinali. E' bastato scriverlo per star male.
nes: Scrivo dal cellulare... Non so come abbia fatto a venir fuori "caldo"
Dislocation: @[Carlos] Non stopperei Taylor per qusi nulla al mondo, e per i Manics non è il caso. Mi farà piacere risentirti ancora. @[nes] Potere della mente....
Dislocation

Dislocation : Pere Ubu - Non-alignment Pact

| DeRango™: 7.64    Comindeb Artista del Popolo   Approvata dal Comindeb


BËL ( 06 )
BRÜ ( 00 )

Carlos: Per quanto mega fighi e mai troppo amati, perché artista del popolo?! E' una definizione abbastanza stretta. Non si può ampliare a un testimone di geova che fa teatro dell'assurdo in muzak.
Carlos: Approvata dal Comindeb ci può stare ;-)
Dislocation: Grazie, Carlitos... Per quanto il popolo spesso provi affetto per suoi figli che, anche senza rendersene conto, contribuiscono a quella che dovrebbe essere l'erudizione e la consapevolezza del popolo stesso. A volte ci sembra che alcuni siano prodotti di nicchia, a volte lo pensa solo chi li produce. A volte.
Dislocation: Non è poi una definizione così stretta. eh?
Carlos: Eh ma era intesa solo in senso politico, per quanto il tuo ci possa stare come discorso.
Carlos: Se ci pensi, seguendo il tuo discorso, che in realtà è abbastanza liberale, allora quanti "contribuiscono a quella che dovrebbe essere l'erudizione e la consapevolezza del popolo stesso"?! Eric Clapton per certi versi può rientrare! Peccato sia un fottuto tory razzista di merda.
Carlos: E' per questo che l'esplicita fede politica è finora stata essenziale per attribuire la definizione di Artista del Popolo (ci saranno stati casi che mi sono sfuggiti in cui sarà stata usata a sproposito probabilmente, però in linea di massima son qui sul Deb abbastanza regolarmente e l'andazzo è quello).
Dislocation: Non sono lontano dal tuo ragionamento, come potrai capire, e cercherò di essere più rigoroso nel senso da te indicato, mi par giusto. Però allora ci si dovrebbe intendere meglio su cosa si intenda per popolo e cosa per massa, le due cose, a livello discorsivo, spesso e colpevolmente vengono confuse, e non potrei negare di averlo fatto anch'io... Invece, per Clapton, quando l'ascolto, ancora dopo tanti e tanti anni, cerco di non farmi sopraffare…
Dislocation: Pensa un pochino se volessimo includere nel discorso di cui sopra anche una variabile che scinda il tutto a livello di reddito, di quanto cioè l'Artista ha ricavato dalla sua Arte e di quanto poi, effettivamente, grazie a quel reddito, si sia allontanato dalle dichiarazioni d'intenti, anche a livello meramente politico e di provenienza/appartenenza sociale. Ne salveremmo pochini pochini, eh?
Carlos: Allora... andiamo con ordine ;-) 1. Artista del Popolo è una definizione "goliardica" soviet style, non stiamo a sindacare sui termini. E' comunque chiaro ciò che intende e infatti, cazzate volontarie a parte, se vai a vedere le recensioni in cui compare la definizione ti fai un'idea di che artisti si parla. 2. Quindi proprio perché vedi di che artisti si parla, credo che quasi tutti quelli citati non si siano mai allontanati davvero da…
Dislocation: Ci troviamo perfettamente allineati sullo stesso pensiero, Carlos. Ooops, ho detto Allineati, ma forse è meglio Non Allineati? Tu mi capirai senza l'ombra di difficoltà alcuna.
Carlos: I Non Allineati hanno sempre avuto il loro fascino, non si può negare: Doris Dragovic i More - Hej Jugosloveni - (Audio 1985) (una volta c'era la canzone con il video di una parata delle forze armate jugo ma purtroppo non lo trovo ed era stupendo, anche perché la canzone è un po' una marcetta e ci stava da dio)
Dislocation: Mio padre, vecchio compagno delle miniere del Sulcis, diceva sempre "Ci ha pensato il Compagno Tito".... L'ho capito solo verso i vent'anni.....
Dislocation

Dislocation : Ascanio Celestini-Poveri Partigiani

| DeRango™: 9.32    Comindeb Komatsu


BËL ( 06 )
BRÜ ( 00 )

sergio60: questo è uno che zitto zitto non le manda a dire...da seguire,ha un modo di esporre i fatti che "prende"...ottimo arti..Artista
Dislocation: Sì, è riduttivo definirlo cantautore, attore non è abbastanza... Forse lo metterei nel teatro-canzone, come anche ci metterei gli episodi di Marco Paolini coi Mercanti di Liquore. Caposcuola indiscusso Dario Fo, quando ancora era Dario Fo, presidente Giorgio Gaber...
Zio Pino: Ricordo ancora quando venni travolto (letterale) dalla visione tv ante-mezzanotte di "Fabbrica", temporis busillis. ChiCazzoLoConoscevaStoAffabulanteGenio. :-0