Sto caricando...

La lista d'ascolto



Dislocation
Dislocation |    Menzionator
discipline - King Crimson

Per il nobile gruppo dell'Ultima Traccia ecco a voi "Discipline", ultima traccia dll'album omonimo che segnò una delle tante risurrezioni del Re Cremisi dalle sue stesse ceneri, la migliore, la più feconda, quella che assegnava al re il diritto d'impossessarsi di musiche che fino ad allora nessuno sospettava che potesse frequenate, neanche di striscio... ed invece ecco l'Alieno in persona che, col fido Bruford alla batteria, Tony Levin allo stick e nientemeno che Adrian Belew, reduce dalle bands di Zappa e di Bowie (così, per dire), mescola le acque più tecnologiche e fresche della new wave imperante con gli stilemi meno triti del prog in un album sensazionale che fece scalpore per l'originalità delle scelte e l'anticonformismo.... Signore e signori.....


Falloppio
Falloppio |    Menzionator
Spero che Battiato stia bene e che si riprenda. Franco Battiato - Passaggi a Livello


Falloppio
Falloppio |    Menzionator
Dislocation
Dislocation |    Menzionator Isolabile   Electrofona
Kraftwerk - The Man Machine

In favore degli ascoltoni del gruppo "The Last Waltz", l'ultima traccia di un album epocale, seminale, fondamentale e non solo per la musica "elettronica" (vanno bene le virgolette, @[macaco]?) ma per la musica ebbasta.
Traccia gelida e minimalista come si conviene ai quattro crucchi, per anni usata come paradigma per testare impianti hifi high-end, si muove sulla base di un ticchettìo insistente e sintetico quanto ripetitivi e a tratti agghiaccianti sono gli interventi strumentali dei Nostri, scarnificati fino all'osso in un crescendo apocalittico descrittivo di una realtà distopica a venire. Voce qui rigorosamente passata al vocoder. Se, dai tempi di "Autobahn", le soluzioni "estreme" adottate dai Kraftwerk stupirono per novità, freschezza e capacità di superare ogni volta quanto raggiunto con l'album precedente, questo brano a chiusura dell'omonimo album le comprende e supera tutte, inquadrandole sempre in gelidi quattroquarti sempre più spesso, eccome, danzabili.
Alzate il volume, passa l'Uomo-Macchina.
Man-machine, pseudo human being, super human being....


DanyMorrison
DanyMorrison |    Menzionator
Neil Young - Words (Between the Lines of Age) ( Harvest )
Ultimo pezzo dalla durata di ben 6 minuti del celeberrimo Harvest di Neil Young.


DanyMorrison
DanyMorrison |    Menzionator
Camel - Lady Fantasy (Mirage, 1974)
Ultimissima traccia dell'album dei miraggi.


Dislocation
Dislocation |    Menzionator
David Bowie - Subterraneans

Ultima traccia dalla pietra miliare che è LOW..... oscura, nebbiosa, fredda e chiusa, una vera anticipazione della Mmmmmusica a venire......


Stanlio
Stanlio |    Menzionator
SCIMMIA Eugenio Finardi

elettrizzante,
emozionante,
carica di frenesia nel ritmo,
che si rifà sempre agli elementi jazz di "Diesel",
interpretando con violenza
e in maniera esplicita
che di più è difficile
il tema delle iniezioni di eroina
e della "droga di Stato".

Veramente forse il brano più carico ed emozionante dell'opera,
impeccabile,
da inchino.

(cit. Diesel - Eugenio Finardi - Recensione di Bromike )


noveccentrico
noveccentrico |    Menzionator
(26) THE WALL: Pink Floyd - Outside The Wall
Date a un bambino di 9 anni The Wall e qualcosa in lui, inevitabilmente cambierà: ma è un disco o un film?
Dopo l'ultima, operistica, patetica scena del processo, con i vermi giudicanti, sul suono delle macerie del muro crollato, emerge un flebile senso di serenità e la morale della libertà ritrovata grazie a chi sbatterà il suo cuore sul muro di un pazzo furioso. La fisarmonica campestre di Wright, apre e chiude The Wall: un'opera che sta lì, nella nicchia del già ossequiato, ma che potrebbe tornare tremendamente attuale.


macaco
macaco |    Menzionator
L´ultima canzone dell´ultimo disco.
Ci sono affezionatissimo, un cofanetto di ricordi.
Un addio.
Talking Heads Cool Water (HQ)


Dislocation
Dislocation |    Menzionator
Isaac Hayes - By The Time I Get To Phoenix


Per ravvivare un poco il gruppazzo dei feticisti dell'ultimo brano ecco qui, appunto, l'ultimo brano del geniaccio della Stax di uno dei suoi dischi fondamentali….. Discorsone iniziale, accompagnato dal solo batterista che tiene il ritmo sul piatto, nient'altro….. quando l'ascoltatore è bello che spossato dallo spiegone del fratello Isacco ecco che costui inizia, e finalmente, a cantare da par suo, e son passati quasi nove minuti di solo parlato….. Ma Isacco Aieie era così, prendere o lasciare.
Un consiglio? Prendere, prendere.


sfascia carrozze
sfascia carrozze |    Menzionator
Black Sabbath - Angry Heart/In Memory
Doppia traccia finale da brividissimi per un disco spaccamontagne.
Glenn Hughes da paüra: ma che ve lo dico affare.


sfascia carrozze
sfascia carrozze |    Menzionator

Slayer - Postmortem / Raining Blood w/ Lyrics

La miglior traccia (doppia) di chiusura di tutte le tracc(i)e di chiusura di tutti gli albumi di tutti i tempi chiusi e affondati.

In pratica il DeGruppo di DeAscolto in oggetto potrebbe autochiudersi affondando quà.


Stanlio
Stanlio |    Menzionator
David Bowie - It's No Game No 2

Questa canzone divisa in due parti, messe ad inizio e a fine album è costruita su di untesto e una melodia vocale tratti da un vecchio inedito di David Bowie intitolato "Tired Of My Life" registrato su un nastro demo del '70 ma che scrisse quando aveva solo16 anni e niente...


Stanlio
Wire - 40 Versions

« Se intendessimo il punk come la tradizione artistica americana, come William Burroughs, o Patti Smith o i Television o i Pere Ubu, allora direi che quello è il modo giusto per comprendere lo schifo della vita e rifletterlo nella tua arte.
Le modalità in cui lo fecero gli inglesi furono ben sottolineate da gente come Malcolm McLaren.
Ho detto tutto. » Graham Lewis

p.s. 154 è un album degli Wire del '79, il titolo rappresenta il numero di concerti tenuti dalla band dalla sua formazione al momento dell'uscita del disco.


noveccentrico
noveccentrico |    Menzionator
Sugli Abba si sono spese tante parole: dai pregiudizi, ai "Beatles scandinavi", ai Ricchi e Poveri di Stoccolma, passando per lo spectoriano wall of sound di "Waterloo". Arrival è l'album del quartetto della patria di Ikea che contiene successi sbanca-classifica come "Dancing queen", "Money Money Money", "Knowing me Knowing you". Ma ciò che amo di questo album è l'ultima ttraccia, fatta di tastiere e cori. Atmosfere scandinave che sanno di pace interiore. Chi ci sente il paradiso, chi la canzone che vorrebbe per il suo funerale, chi - come me - quell'estetica folkloristica del nord Europa, molto amata dai Sigur Ros. Il brano fu riadattato da Mike Oldfield che sostituì i cori con la sua chitarra elettrica. ABBA : Arrival (1976) HQ


Stanlio
La traccia "Can't You Hear Me Knocking" ha una durata in origine di 434 secondi risultando la + lunga del bellissimo "Sticky Fingers", e inizia con un caratteristico riff di chitarra in accordatura aperta ad opera di Keith Richards (il quale ne è coautore con Mick Jagger).
Martin Scorsese lo inserì nella OST di "Casinò" insime ad altri brani dei Rolling Stones e niente... anzi no, aggiungo la formazione epica dell'epoca:
Mick Jagger - voce
Keith Richards - chitarra ritmica, chitarra solista, cori
Mick Taylor - chitarra solista, chitarra ritmica, cori
Bill Wyman - basso
Charlie Watts - batteria
Bobby Keys - sassofono
Rocky Dijon - congas
Nicky Hopkins - piano
Jimmy Miller - percussioni
Billy Preston - organo

Martin Scorsese's Casino (1995) Can't You Hear Me Knocking


Stanlio
Stanlio |    Menzionator
Steely Dan - Josie

A questo ultimo brano dell'album "Aja" uscito nel '77 parteciparono
Donald Jay Fagen (ora settantenne) – synthesizers, vocals
Walter Carl Becker (allora ventisettenne ed in cielo dal settembre scorso) – guitar solos
Victor Stanley Feldman (che riposa in pace dall'87) – electric piano
Larry Eugene Carlton (coetaneo di Fagen) – guitar
Charles Walter "Chuck" Rainey (ora settantottenne) – bass
James Lee Keltner (con alle spalle settantasei primavere) – drums, percussion
Timothy Bruce Schmit (coetaneo di Fagen & Carlton) – backing vocals
e niente...


DanyMorrison
DanyMorrison |    Menzionator
Il terzo "vero" album di Bob e The Wailers si chiude con una bella "Revolution":
Bob Marley and The Wailers - Revolution