BËL (06)
BRÜ (00)
Johnny b. Il 17 settembre 2018 — DeRango: 15,89

   JukeBox

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti all'ascolto

Dislocation
Bell'esempio di collaborazione tra la scrittura scarna e semplice di Martin Gore e l'arte "arrangiatoria" di Alan Wilder, che ha rivestito il brano d'un'aura complessa, come un quartetto d'archi per tastiera elettronica immerso in una gelida atmosfera quasi baltica, o russa, senza percussioni né cassa in quattro né gli altri orpelli che in quell'anno avrebbero poi contribuito a qualificare i quattro come gruppo di rock elettronico da stadio ("101" è a un passo....)
Il brano, così spogliato d'ogni velleità danzereccia ma anche dalle parvenze di ballad lenta e viziosa così care a Gore, lascia ampio spazio al cantato di Dave Gahan, baritonale, al suo meglio, che incede con aria dolente ma algida, a sottolineare un testo comunque non degno della bellezza della musica.....
BËL (01)
BRÜ (00)

Johnny b.: Bravo, analisi che condivido in toto.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: