Scott Walker+Sunn O)))
Soused

()

Voto:

Ci siamo: il momento supremo è giunto.

Il grande sciamano, l'espressionista della voce, il bardo della palude melmosa è tornato. No, non si tratta di Paolini, o Corona, ma di uno dei più siginificativi artisti dell'era musicale contemporanea (e non è né un'iperbole, né un'esagerazione): Scott Engel, ovvero Scott Walker. L'ex-enfant prodige della boy band ante-litteram, The Walker Brothers, Hippy-yè-yè - Beatlesmania-ragazze urlanti-ciuffobanana-coriperfetti-orschestrasognante prima, bel-tenebroso-franksinatra-umbratilejaquesbrel-conammennicoliorchestraliLygetiani, poscia, poi il nulla cosmico, la ricerca di sé, lontano dalle luci della ribalta per coniare, scolpire un suono, dapprima con la voce espressionista, impressa nel finto ritorno dei Walker Bros, "Nite Flights", in cui quattro superbe composizioni ("Shutout", "Fat Mama Kick, "Nite Flights", "The Electrician") si stagliano al di sopra del pop-rock, disintegrando lo zucchero e miele dei due restanti finti fratelli Walker, riconsegnandoci quello che, ad oggi, è ormai artista di culto (chiedere a David Bowie, Jarvis Cocker, Damon Albarn, per credere). Poi, da lì in avanti, gli algidi, impenetrabili, perfetti, cristallini, "Climate of Hunter" (1984), "Tilt" (1995), "The Drift" (2006), "Bish Bosch" (2012). Opere totali, la cui comprensione, assimilazione e, di conseguenza, apprezzamento, richiede tempo, pazienza e dedizione.

Ma una volta trovata la chiave di volta, si resta inebriati, purificati, sfamati e dissetati per eoni. Logica prosecuzione di questa mirabile parabola musicale, la collaborazione con il duo drone-metal Sunn O))) che risponde al nome di "Soused": quattro lunghe composizioni, scritte dal maestro con il duo monolitico in testa, le cui bordate chitarristiche non rubano la scena, ma fungono da perfetto mélange al recitato-cantato di Walker, che , anzichè ricalcare i clichè apocalittici dei suoi ultimi lavori, rinasce a nuova vita, risultando addirittura più accessibile a chi non è avvezzo a tali sonorità.

Chiude il programma la superba "Lullaby", prestata a suo tempo, (precisamente nel 2000) alla divina Ute Lemper, nel mirabile "Punishing Kiss".

Il genio non abbisogna di ulteriori spiegazioni o descrizioni superflue.


Questa DeRecensione di Soused è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/scott-walkersunn-o/soused/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiQuattro)

RIBALDO
Opera: | Recensione: |
e scrivi meio porcozzio, l'ho mollata dopo poche righe! vai accapo fai periodi più brevi insomma imparate a scrive! :)
BËL (02)
BRÜ (00)

De...Marga...: Una buona accoglienza la tua!!!! Ciao RIBALDO mitico....
fuggitivo: Complimenti ad entrambi, mi avete fatto sganasciare. :-D
A-Lad-insane: Grazie dell'accoglienza, lo avevo previsto :) A me sembra scorrevole e cazzona come si converrebbe, ma si può sempre migliorare
Psychopathia
Psychopathia Divèrs
Opera: | Recensione: |
il disco mi garba, ma la rece, cosí ammassata, non credo la leggeró mai
BËL (00)
BRÜ (00)

A-Lad-insane: Consigli? Cosa intendi per ammassata? Impaginata male? Così magari la prossima volta non posso che migliorare. Saludos :)
Psychopathia: al di lá di quel che scrivi (serio o faceto) ti consiglio di spezzare la recensione in paragrafi, e, ove serva, di andare a capo. scegli poi tu se e quali caratteri grassettare. internet é cosí, una cosa deve presentarsi in modo non dico piacevole, ma almeno accessibile. opinione mia
Psychopathia: ps: bel nick name!
A-Lad-insane: Capisco quel che intendi. Non ho ancora molta familiarità con l'impaginazione di questo sito, rimedierò, comunque. P.s: Grazie! Buona giornata!
Psychopathia: ora l'ho letta! per me sei stato bravo, una recensione descrittiva del disco rischiava di essere molto pesante. ma, a proposito di pesantezza, dal tuo scritto non si percepisce abbastanza quanto siano veramente pesanti dischi come tilt, the drift, e bish bosch. sulla descrizione del disco in questione, ripeto, secondo me é sufficiente quel che hai scritto
musicanidi
Opera: | Recensione: |
Stasera a cena proporrò "Soused"....e guai a chi si lamenta.
BËL (01)
BRÜ (00)

De...Marga...: E ricordati il volume piuttosto sull'elevato...
BARRACUDA BLUE
Opera: | Recensione: |
Ditemi cio' che volete, ma io continuo a sentirmi No Regrets, alcuni dischi dei suoi ultimi 30 anni li ho regalati dalla disperazione. Il problema e' che vengono spacciati per capolavori. Come per i Pink Floyd, ancora niente pensione per questo gran sacerdote della noia? Tiratemi pure le pietre ma mi son tolto un macigno di dosso! ;-)))
BËL (01)
BRÜ (00)

De...Marga...: Nel mio caso, almeno fino al nostro ventilato incontro in quel di Milano per le festività natalizzzie, mi tratterrò dal "martirizzarti"...ahahahaha...
woodstock: non sai quanto sono d'accordo con te
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Ciao; per prima cosa benvenuto e complimenti per il coraggio di parlare, come prima recensione sul sito, di uno dei progetti musicali più attesi per quanto riguarda un certo tipo di suoni e sonorità. La recensione a me è sembrata interessante, descrivendo a dovere quel monolite sonoro inumano che si ricava dall'ascolto del disco; difficile per me valutare l'opera, perché ho dato un veloce ascolto in rete, non troppo attento, come invece richiede l'imponenza del disco. Alegar...
BËL (00)
BRÜ (00)

A-Lad-insane: Grazie del benvenuto. Ascolto Scott da anni, ma ho avuto il coraggio di recensirne i dischi solo di recente, vista la portata della proposta musicale in questione. Ti consiglio di approfondire il discorso, a partire proprio da "Soused", che, credimi, rispetto a "Bish Bosch" è una passeggiata di salute! A presto! :)
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Io l'ho letta tutta, esperienza psichedelica :D Però la cosa che mi preme è: cazzodio Scott Walker ha fatto un disco con i Sun O parentesi parentesi parentesi ? Ma è fuori di testa totalmente, che grande :D
BËL (01)
BRÜ (00)

De...Marga...: All'inizio non capivo perché ripetevi la parola parentesi: poi si è accesa la luce )))
A-Lad-insane
Opera: | Recensione: |
Grazie! Aspettate, ora inserisco un mp3, così potete godere tutti.
BËL (00)
BRÜ (00)

SilasLang
Opera: | Recensione: |
L'ultimo con gli Ulver mi aveva fatto 2 coglioni grandi come il defunto World Trade Center. Coi Sunn ho un rapporto strano, ho adorato certe cose ["White 2", e soprattutto "Altar" in combutta con i grandissimi Boris] e detestato altre. Sai cosa, me lo scarico prima e poi si vede... ps. Scott Walker non l'ho mai capito, con tutto il rispetto.
BËL (00)
BRÜ (00)

A-Lad-insane: La battuta sugli Ulver è da 10.0, mi hai fatto pisciare sotto :) Anch'io con i Sunn O))) ho un rapporto strano, di odio-amore, ma qui fanno un lavoro egregio, perchè la comanda zio Scott. Dagli una chance! P.s: ho visto che è stata impaginata diversamente, grazie de-baseriani!
SilasLang: Lo ascolterò! ;-)
Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
L'ho letta una prima volta, non c'ho capito niente, ho pensato fosse colpa dell'editing, allora te l'ho sistemata, divisa in paragrafi e grassettata un cicinin. E fa comunque cagare. Prima di volere fare lo sborone letterato, magari sarebbe carino scrivere in maniera comprensibile. Tutto il secondo paragrafo è più incasinato del mio intestino dopo un'indegestione di messicano. Al di là della forma, poi, ti perdi a parlare di Walker e del disco non dici poco o niente. Non ti voto solo per non farti uscire dalla casa pagina, chè la proposta è comunque interessante. Ma te vergonati lo stesso.
BËL (00)
BRÜ (00)

De...Marga...: Bartolo se per una volta "polemizzo" ti arrabbi tanto? Dai a parte l'impaginazione che giustamente hai sistemato ed una prima parte un tantino confusionaria, poi in poche righe va a descrivere il disco; ovviamente questa era la classica recensione dove l'abilità "pennifera" di mementomori avrebbe fatto la differenza. E concludo dicendo che preferisco simili difficili dischi, dei quali non è nemmeno facile parlarne, che ciofeche immonde che ben conosciamo e recentemente pubblicate. Ciao carissimo, e spero ancora amico.
A-Lad-insane: A me, francamente non sembra. La grammatica e la sintassi sono al loro posto, mi sembra. Parlare di Walker, dici? Per chi non lo conosce, mi sembra una buona occasione per introdurlo, cosa ne pensi? Poi, ovvio, ho fatto un po' il cazzone, per non fare la figura del saccente e/o del serioso e ho scritto la recensione un po' di getto, ma facendo comunque attenzione alla consecutio, ai congiuntivi e via discorrendo. Non credo si possa pretendere chissà cosa da un sito del genere, mica parliamo di una testata giornalistica? O forse volete un taglio più "autoriale"? Discuss. Senza insultare, magari. Thanks.
A-Lad-insane: Scusami de Marga, ma confusionaria, de che? Scusate, ma forse ho inteso male il "target" del sito. Perdonate tutti la mia supponenza.
De...Marga...: Confusionaria è da intendere come non facilmente leggibile con quella lunga serie di termini seguiti dai trattini; forse non ho usato il termine più adatto. Ma ribadisco che a me mi sei piaciuto come prima recensione.
bluesboy94
Opera: | Recensione: |
Lo Scott Walker "crooner" è una delle migliori scoperte musicali che ho fatto di recente, ahimè mi sono fermato a "Tilt", poichè da lì in poi la sua musica è divenuta estremamente cerebrale. Comunque non esageri Scott Walker è uno dei più grandi musicisti contemporanei: uno che almeno tre volte ( Fase "Walker brothers", fase "crooner", fase "espressionista" a partire da Tilt) nella sua carriera ha completamente cambiato stile, infischiandosene dei consensi. Qualche sciocchezza l'avra fatta , ma per guadagnarsi il "pane", non perchè non sia un autentico genio. Recensione piacevole da leggere.
BËL (00)
BRÜ (00)

A-Lad-insane
Opera: | Recensione: |
Ah, ok. la lunga serie di termini di cui sopra è puro divertissement, nello stile ( a mio modo di vedere ed interpretare) del sito, ma, ripeto, ben vengano le critiche, servono a migliorarsi. Gli insulti, no. Quelli vengono rispediti al mittente senza complimenti. Saluti :)
BËL (00)
BRÜ (00)

mementomori
Opera: | Recensione: |
scott walker è un grande, ma è bene che i suoi dischi continuino ad uscire a scadenza decennale...bish bosch lo devo ancora digerire, questa uscita è troppo simile e a ridosso dell'uscita precedente...più ci mettiamo i sunn o))) che non si schiodano da quello che fanno oramai da quindici anni e che in questo frangente mi sono sembrati meno incisivi del solito...il risultato non mi soddisfa, sospeso fra il manieristico e il tirato via...niente toglie lustro ai grandi nomi che compaiono in copertina, ma si poteva fare di meglio...volevo fare una recensione io ma non ho chiarito in me il giudizio definitivo...per adesso sufficienza per la stima e l'affetto...
BËL (01)
BRÜ (00)

Buzzin' Fly
Opera: | Recensione: |
Scott Walker mi fa un tantino sbadigliare, troppo. Non penso che i dischi della svolta ( da Tilt ) siano dei capolavori incredibili. Io continuo a preferire "Scott 4". I Sunn o ))) non mi dicono nulla, per me sono un mistero. Questo disco non l'ho sentito e sinceramente non ho tanta fretta di sentirlo.
BËL (00)
BRÜ (00)

kloo
Opera: | Recensione: |
PINO SCOTT O)))
BËL (02)
BRÜ (00)

De...Marga...: Questa è favolosa!!!!!!
Ociredef86
Ociredef86 Divèrs
Opera: | Recensione: |
Il disco mi interessa un sacco ma non ho ancora trovato il coraggio di ascoltarlo. Tu scrivi bene, ma come ti hanno già detto, qualche punto a capo in più e un paio di paragrafi avrebbero "alleggerito" la lettura. Benvenuto in questa gabbia di matti XD
BËL (00)
BRÜ (00)

Nico63
Opera: | Recensione: |
Benvenuto! La prima parte della recensione sembra un po' "Finnegans Wake" di Joyce (magari ci torno quando avrò tempo ma non ne sono sicuro). Il disco sono corso a procurarmelo appena saputo della sua uscita nonostante avessi letto anche critiche non troppo benevole. L'ho sentito solo una volta ma già mi pregusto le successive. Grande lui e grandi loro.
BËL (00)
BRÜ (00)

imasoulman
Opera: | Recensione: |
a me invece la rece non è dispiaciuta affatto, un po' per iniziati ai misteri orfici in certe parti, ma totalmente in tema col personaggio/i. il disco non l'ho ascoltato, troppo da fare e troppo incasinato al momento, però concordo assolutamente con mementomori e riprendo (pardonnez moi) quello che già dissi qui dentro ai tempi di Bisch Bosch: walker mette troppe "cose" dentro un suo disco che mai come nel suo caso per metabolizzarlo ci vuole il triplo del tempo necessario. non è musica da i-pod, non è musica per questi tempi distratti e voloci, da un ascolto e uno skip. Anzi se è possibile, la sua è musica neanche del Secolo Scorso, ma "ottocentesca". Ci va tempo e pazienza, come con il wagner della Tetralogia. Detto questo, logico che ogni tanto anche lui sbielli e si ribalti fuori pista. "The Drift" ad esempio ha, per quanto mi riguarda, dei momenti di puro magma che si fa fatica anche solo ad ascoltare, figuriamoci a comprendere dopo di che, ripeto: non so neanche quanto ci sia di scott walker e quanto dei sunn o))) nel disco. Alla fine (ed è l'unico appunto che faccio alla rece, che ripeto, mi pare assai buona) non ho capito chi ha fatto di più per chi, qui dentro....
BËL (00)
BRÜ (00)

hjhhjij: Io comunque con l'iPod ci perdo un sacco di tempo, la notte.
A-Lad-insane: Hai centrato il punto, e' proprio così: un disco che ha bisogno di ripetuti ascolti per essere apprezzato, un disco da "vinile". Comunque, la prossima volta parlerò direttamente e più diffusamente del disco, promesso. Il disco è puro scott, scritto con i sunn o))) nella testa, una backing band perfetta, che si amalgama alla perfezione con Walker. Grazie a tutti per gli interventi. Good night!
proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
ha l'aria del mattone, passo
BËL (00)
BRÜ (00)

macaco
Opera: | Recensione: |
Mi avete incuriosito.
BËL (00)
BRÜ (00)

macaco: Ovviamente il voto non c'é.
Buzzin' Fly
Opera: | Recensione: |
Alla fine l'ho ascoltato. anzi lo sto ascoltando. Il primo ascolto è sempre doloroso, ma mi sembra più accessibile, più comunicativo dei precedenti lavori che ho ancora sullo stomaco. Sicuramente ci ritornerò, non in questo periodo perché ho le antenne puntate su spazi più frivoli. Comunque rimango dell' idea che le sue opere siano troppo esaltate, forse perché non si riesce del tutto a capire quello che l'autore vuole veramente comunicare ,soprattutto se vuole comunicare un qualcosa , lasciando molto spazio alla fantasia, alla libera interpretazione che comunque alla fine si conforma all'opinione comune Ma anche il senso di '' bellezza '' viene messo in discussione. Non è musica concepita per piacere o meglio è riuscito a modificare i canoni del comune senso della bellezza in musica . Forse è questa la vera arte di Scott Walker. Comunque penso che il senso di insondabilità che la sua musica trasmette la faccia apparire e giudicare oltre il suo effettivo valore.
BËL (00)
BRÜ (00)

Buzzin' Fly: Boh ! non si capisce una mazza di quello che volevo dire. Ah Ah.
puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini Presidénte onoràrio
Opera: | Recensione: |
Ok andrebbe assimilato, ok su youtube non vale, ok non ho nemmeno i bassi necessari ufficio, ok sì l'ho già detto andrebbe assimilato... però a me sto pezzo sembra una cagata colossale. Attenzione, non dico che non mi piace, dico proprio che mi sembra una cagata colossale.

BËL (01)
BRÜ (00)

Buzzin' Fly: e questa la vera arte di Scott Walker, lasciare con il dubbio se si sta ascoltando una cagata pazzesca o un capolavoro
puntiniCAZpuntini: Oh, ti dirò che io non ho il minimo dubbio :D
PVC
PVC
Opera: | Recensione: |
Per fortuna i Sunn O))) (pantomima incappucciata) sono ingabbiati all'interno di un disco che è a tutti gli effetti un nuovo lavoro di Walker. Herod 2014 il brano migliore.
BËL (00)
BRÜ (00)

Festwca
Festwca Divèrs
Opera: | Recensione: |
Non mi piace. Certo, chi non vorrebbe i Sunn O))) come backing band (perfetti) ma io Scott Walker non lo capisco. Preferisco gli Earth con Mark Lanegan
BËL (01)
BRÜ (00)

Ociredef86: Sì, gli Earth con Lanegan sono tanta roba.
Workhorse
Opera: | Recensione: |
È uscito da un anno e sto iniziando a capirci qualcosa e vorrei poter cantare Brando sotto la doccia. Di questo passo nel 2030 riuscirò ad ascoltarmi Scott Walker solista.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: