Secret Chiefs 3
Book Of Horizons

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Che gran gruppo che erano i Mr.Bungle! Capaci di sfornare un capolavoro dopo l´altro, offrendo un impastone di stili pressoché unico, di ispirazione zorniana, sostenuto da grandi capacitá strumentali, songwriting sopraffino in grado di coniugare terrorismi sonori e sperimentazione con gusto per la melodia e una mai abbastanza apprezzata dose di (auto)ironia e gogliardica coglionaggine.

Purtroppo per tutti noi dopo appena 3 album (ma che album, signore e signori!) l´avventura del Signor Bungle giunse al capolinea e il gruppo si divise, da una parte Patton che da lí in poi si sbizzarrirá in mille progetti, spesso molto buoni ed interessanti ma che nel loro estremismo sonoro facevano rimpiangere ogni tanto le accattivanti melodie faithnomoriane/bunlgeiane.

Ma non disperate perché anche i restanti membri del gruppo non sono rimasti a girarsi i pollici, ma sotto la guida del chitarrista Trey Spruance hanno dato vita ai Secret Chiefs 3, gruppo strumentale che riprende in parte il discorso lasciato in precedenza, arricchendolo peró con nuove sonorità e spostandosi principalmente verso un misto di sonorità esotico-orientaleggianti, surf music, elettronica, omaggi a Morricone e sfuriate death metal. Questo "Book of Horizons" rappresenta probabilmente l´opera più varia e matura, oltre a presentare un concetto di fondo discretamente originale ed interessante. Infatti per questo disco sono stati scomodati un´infintá di ospiti, tanto che in questo caso si può parlare più di collettivo musicale che di gruppo in senso stretto, tale varietà di musicisti si rispecchia anche negli innumerevoli strumenti usati che spaziano da quelli più classici al banjo, alla viola e all´arpa oltre che tantissimi strumenti etnici (saz, esraj, rabab, saragi, gong cinesi e tibetani solo per citarne un paio a caso). Bene, ora questi musicisti sono stati di volta in volta assemblati per creare 6 gruppi fittizi (Forms, Ishraqiyun, Traditionalists; The Electromagnetic Azoth, Holy Vehm, Ur) che si spartiscono il cd creando ognuno un paio di tracce che mettono di volta in volta in risalto una particolare componente musicale del Chiefs (senza abbandonare le altre ovviamente), così per esempio i Traditionalists sono quelli più spiccatamente Morriconiani, mentre i Holy Vehm sfornano un feroce death-metal orientaleggiante che può competere tranquillamente con quello dei Nile (i loro brani sono tra l´altro gli unici a presentare parti cantate, ma visto l´uso sfrontato che si fa del growl in queste si può considerare la voce più che altro come uno strumento aggiunto visto che dei testi difficilmente si riesce a comprendere qualcosa).

Molto curato anche l´artwork che presenta una pagina per ogni gruppo con immagini atte a raffigurarne lo stile e con molti richiami misticheggianti. Una gran bella scoperta insomma e un album che non lascia adito a lamentele, anche se il sottoscritto non riesce a zittire la vocina nel suo cervello che continua a chiedersi se questo cd pressoché perfetto non sarebbe risultato ancora un po´ più perfetto col buon Mike dietro al microfono.

Ps: ridateci i Mr.Bungle!

Questa DeRecensione di Book Of Horizons è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/secret-chiefs-3/book-of-horizons/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Nove)

nes
nes
Opera: | Recensione: |
Era ora che qualcuno recensisse un altro disco "Caraibi" porcaputtana!
BËL (01)
BRÜ (00)

jdv666: hehe, io a dire il vero volevo mettere surf/exotic music e mi sembrava quello che ci si avvicina di più concettualmente :D
progg_nait94
Opera: | Recensione: |
Se ancora non mi piace Zappa questi li evito xD Rece figa cm probabilmente lo è il disco:)
BËL (00)
BRÜ (00)

jdv666: guarda che questi non sono affatto "difficili" da apprezzare, magari prova! anzi possono risultare più scorrevoli di zappa che magari ha suoni che possono ai primi ascolti non coinvolgere del tutto perché meno moderni
progg_nait94: Bè ho masticato roba più dura ma zappa... e Zorn pure (so che ti piace, ma schiettezza è il mio motto)... troppa salsa sulla carne:) il disco sa di figo e continua ad invogliarmi smpr +... mi ricorda i KC con i projeKct:D
ilTrattoreRagno
Opera: | Recensione: |
braverrimo Jdv, volevo recensirli io ma tu sei stato sontuosissimo!!sono venuti a suonare a Vercelli (so che pare assurdo ma è vero) l'anno scorso. è stato qualcosa di stupendo e Trey è un simpaticone. si sono portati dietro una band malvagissima che ti consiglio, se trovi qualche video sul tubo perchè altri supporti sono inesistenti, i Fat32. anzi guarda te li linko qui.

BËL (00)
BRÜ (00)

jdv666: beh tanto di loro manca ancora praticamente tutto quindi non fare i complimenti e buttati pure tu, bisogna dare un po´ di lustro al gruppo ;) i Fat32 li sento dopo che la mia bella al momento sta monopolizzando le casse del piccí con la sua discografia tunzettara di i-tunes :S ti faccio sapere!
ilTrattoreRagno: allora okk, prossimo traguardo recensire la banda di Trey!
jdv666: cmq non male questi fat32 ;)
Radioactive Toy
Opera: | Recensione: |
Promesso che ripasso (l'ultima volta che l'ho detto a una persona, a una ragazza conosciuta al mare, non mi ha più rivisto).
BËL (00)
BRÜ (00)

TheJargonKing
Opera: | Recensione: |
bellissima rece. Disco molto buono, ma a tratti pesantuccio.
BËL (00)
BRÜ (00)

ProgRock
Opera: | Recensione: |
Che gran gruppo che erano i Mr.Bungle eh sì, sperimentali ma godibilissimi anche i Secret Chiefs 3, in particolare con questo e con il libro degli angeli n°9.
BËL (01)
BRÜ (00)

macaco
Opera: | Recensione: |
A me non sembra questo discone. I goderecci intrecci dei Mr. Bungle avevano una forte personalitá, che in questo disco non si trova, i materiali sonori dei Secret Chiefs sono troppo derivati e separati, non c´é segno di emulsione ne di originalitá.
BËL (00)
BRÜ (00)

senzastile
Opera: | Recensione: |
Spruance è un musicista e una persona con le palle, dopo aver concepito per i 2 terzi la creatura bungle, sforna album di nicchia strettissima col nome dei secret chiefs che, seppure venati di intenso crossover - vedi l'accoppiata Jabarsa Jalbaqua di non mi ricordo quale album, forse questo- sublimano e non emulano l'attitudine sonoo/strumentistica della vecchia band. Loro: pesantissimi, di un fare orchestrale mooolto variegato e difficilmente catalogabile per un ascoltatore occidentale, quando mischiano arabia e techno sono puro delirio.
BËL (00)
BRÜ (00)

senzastile
Opera: | Recensione: |

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: