Silvano Agosti
Il giardino delle Delizie

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ho conosciuto qualche settimana fa Silvano Agosti: un personaggio strano, fuori dagli schemi e difficilmente etichettabile. Un ragazzo cresciuto in un corpo di anziano, ma lucido e ancora sognatore.

Parlando di Cinema, di Fuga, di Rivoluzione e di questa società che ci costringe a vivere nei ritagli di tempo (tra il lavoro e la famiglia) siamo andati sull'argomento "famiglia" (appunto) e da lì è cominciata un suo personale jaccuse all'istituzione-matrimonio, alla castrazione della vita monogama e a tutti i discorsi che potete benissimo immaginare.

Da lì, ci siamo spostati alla sua produzione cinematografica che, guardacaso, contiene il suo esordio alla scrittura, regia e montaggio con questo film (del 1967!) "Il Giardino delle Delizie" interpretato dalla bellissima Evelyn Stewart, Lea Massari (che fu sua compagna per un certo periodo) e Maurice Ronet, una specie di Mastroianni d'Oltralpe molto in voga all'epoca.

Un film ambientato durante la prima notte di nozze di una coppia, dove un Lui (in crisi per il matrimonio riparatore) si invaghisce improvvisamente di una donna misteriosa (Lea Massari, bellissima!) che soggiorna nella stanza di fronte alla sua. La giovane sposa è incinta di 3 mesi ed è perennemente sofferente a letto.

L'uomo così, rievoca il suo passato, il suo senso di colpa e la sua educazione cattolica e bigotta (nonchè repressiva) accostando la sua vita matrimoniale al capolavoro pittorico di Bosch che ispira a sua volta il titolo del film. Un incrocio tra le atmosfere rarefatte di Bergman e certe allegorie felliniane degli esordi.

Un film lento e introspettivo con una bellissima fotografia BN e che, per la natura di certe sequenze e la durezza di certe immagini (il contrasto tra il movimento hippy interrotto da un corteo religioso e certe anticipazioni sulle attenzioni morbose da parte di certi preti di facili costumi) venne censurato nel 1967 all'uscita nelle sale e accusato di villipendio alla religione (mesi prima dell'approvazione della Legge sull'Aborto che avverrà da lì a poco). Messo al bando per anni verrà poi insignito di vari premi e rivalutato dalla Critica Internazionale.

Un film secco, spietato e senza peli sulla lingua nel denunciare l'assurdità dell'Istituzione del Matrimonio (in primis) per poi sottolineare l'inutilità nel sacralizzare l'educazione dei giovani o altre istituzioni sempre di stampo religioso.

Bell'incontro, insomma.

Bella serata, bella chiacchierata e ...bel film (acquistato e autografato direttamente dalle mani del regista!). :-)

Questa DeRecensione di Il giardino delle Delizie è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/silvano-agosti/il-giardino-delle-delizie/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiNove)

madcat
Opera: | Recensione: |
Si, ho avuto modo anch'io di scambiare 4 chiacchiere con Agosti, nell'ambito di una manifestazione di cinema e sono d'accordo con quello che hai scritto, in particolare parlava anche dell'assurdità della costrizione al lavoro per 8 ore giornaliere, che, diceva, ti ammazzano la vita non permettendoti di dedicarti anche ad altre cose magari più interessanti, e di tante altre cose che mi hanno colpito sicuramente. Ho visto un altro suo film, non questo, di cui non ricordo il nome.
BËL (00)
BRÜ (00)

The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera: | Recensione: |
Chissà, magari è un CLONE di Agosti programmato per dire a tutti le stesse 4 cose.... mentre il Vero Agosti, in realtà, si trova altrove :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

tia
tia
Opera: | Recensione: |
io di silvano agosti ho letto"lettere dalla kirghisia"..; sinceramente non sapevo avesse diretto anche film...questo lo cerco perchè lui è davvero un bel personaggio, un bel sognatore...
BËL (01)
BRÜ (00)

madcat
Opera: | Recensione: |
:-D tra l'altro mi è capitato di incrociarlo un paio di volte, a Roma, dove se non ho capito male ha un cinema? o qualcosa del genere
BËL (00)
BRÜ (00)

The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera: | Recensione: |
Si, si chiama Cinema Scipione e proietta SOLO grandi film della storia del Cinema.
BËL (00)
BRÜ (00)

kosmogabri
kosmogabri Divèrs
Opera: | Recensione: |
guarda t'ho corretto i Bos(c)h perché senza la c non lo potevo vedere, mi faceva proprio male. In quanto sulla monogamia, discorsi fra uomini, siete voi i complicati sulla "varietà", a noi donne ne basterebbe solo di uomo, ma che sia un uomo vero. E sinceramente, a ben vedere, voi ve la cavate ancora buon mercato a puntare sulla varietà...
BËL (00)
BRÜ (00)

kosmogabri
kosmogabri Divèrs
Opera: | Recensione: |
(solo uno di uomo)
BËL (00)
BRÜ (00)

The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera: | Recensione: |
Ancora a pensare al Principe Azzurro sei? Continua a baciar rospi nella speranza di, allora.... :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

kosmogabri
kosmogabri Divèrs
Opera: | Recensione: |
oh, io non mi sono mai sposata e ben donde, tu invece si. Magari bacio rospi, ma intanto mi sono risparmiata un sacco di scocciature, comunque sono per i rapporti (lunghi o corti che siano) monogami (uno alla volta insomma). Ma forse ho frainteso :)
BËL (02)
BRÜ (00)

The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera: | Recensione: |
<< A non sposarsi ci si rovina la vita. Se ci si sposa, ne si rovinano due. >>
BËL (02)
BRÜ (00)

iside
iside Divèrs
Opera: | Recensione: |
per una volta su de-baser si parla anche di grandi uomini. Agosti forse neorealista i suoi film dovrebbero farli vedere nelle scuole dell'obbligo.
BËL (00)
BRÜ (00)

The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera: | Recensione: |
Su DeBaser si parla spesso di Grandi Uomini o, per lo meno, di Grandi Musicisti (che non è proprio la stessa cosa... anzi)
BËL (00)
BRÜ (00)

iside
iside Divèrs
Opera: | Recensione: |
-appunto una cosa è dire grande artista, Agosti invece è una grande uomo
BËL (00)
BRÜ (00)

omahaceleb
Opera: | Recensione: |
Bel personaggio Agosti, bravo Punisher. Lo cerco, lo cerco.
BËL (00)
BRÜ (00)

Doctor J
Opera: | Recensione: |
Personaggio davvero insopportabile. L'ho conosciuto dato che ho frequentato per un certo periodo il suo cinema: un soggetto talmente pieno di sè, spocchioso ed arrogante, come davvero non ne avevo conosciuti mai prima. Da quando ho avuto un piccolo scontro con lui, lo evito con accuratezza: della sua altezzosità ne faccio volentieri a meno
BËL (00)
BRÜ (00)

iside
iside Divèrs
Opera: | Recensione: |
doc son anni che non ti si vede su Deb, e vieni a stroncarmi l'Agosti
BËL (00)
BRÜ (00)

aries
Opera: | Recensione: |
Personaggio interessante: lo conosco soprattutto per la sua filosofia sul lavoro, espressa nelle "Lettere sulla Kirghisia". Alcuni suoi film sono diventati un cult. Mi viene in mente un altro film, uscito nel '76 e intitolato "Nell'alto dei cieli", in cui immaginava alcuni pellegrini che restano bloccati in ascensore in attesa di essere ricevuti dal Papa, finendo per dare sfogo alle loro peggiori pulsioni, fino al cannibalismo. Inutile dire che la pellicola gli ha provocato non pochi problemi.
BËL (00)
BRÜ (00)

The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera: | Recensione: |
Ho anche quel film... lo recensirò appena lo vedo (se qualcuno non lo fa prima)....
BËL (00)
BRÜ (00)

Doctor J
Opera: | Recensione: |
Che ci vuoi fare Melo, stavolta non ho proprio saputo resistere... Comunque su Debaser ci sono eccome, solo che mi limito a leggere e prendere appunti. Non ho più l'energia dei bei tempi, quando mi lasciavo andare a interminabili, e anche inutili, dibattiti!
BËL (00)
BRÜ (00)

fusillo
Opera: | Recensione: |
Non ho visto 'sto film, ma Frenck è simpatico:

BËL (00)
BRÜ (00)

senzastile
Opera: | Recensione: |
"D'amore si vive" è un opera mastodontica...non mi sono documentato ulteriormente oltre a cò su Agosti, grazie per la segnalazione;)
BËL (00)
BRÜ (00)

senzastile
Opera: | Recensione: |
"la scuola è una gran cazzata" cit.
BËL (00)
BRÜ (00)

piendepei
Opera: | Recensione: |
io so che sconcertero'tutti ma non solo non ho ne letto ne visto nulla di lui, ma non so neppure chi sia..comunque se come si dice nella rece, ha un montaggio lento, semmai decido di vederlo devo aspettarmi qco.alla antonioni?
BËL (00)
BRÜ (00)

The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera: | Recensione: |
Qualcosa gli assomiglia, anche se raggiungere "l'immobilismo" di Antonioni non è da tutti!
BËL (01)
BRÜ (00)

Greg*89*
Opera: | Recensione: |
"J'Accuse" :)
Mai visto però mi sà di grezzo, mi riferisco a sta scena di cui parli del corteo hippyVScorteo religioso. I dogmatismi esistono ovunque, ma dopotutto questa pellicola è figlia del periodo dell'emancipazione e quindi è naturale che rischi di essere retorica. E poi l'emancipazione rischia spesso di essere grezza secondo me. Dalle magliette metal alla ghigliottina.
Scusate ma sulle otto ore di lavoro non c'è nessuno che vi costringa a lavorare.
BËL (00)
BRÜ (00)

gbrunoro
Opera: | Recensione: |
Agosto mi è sempre sembrato il classico figlio di papà privilegiato che spara sentenze a destra e a manca senza essersi mai confrontato con il mondo reale.
Poi questa è la mia impressione, per carità, vale quello che vale...
BËL (00)
BRÜ (00)

The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera: | Recensione: |
>> GREG89: è un film della fine degli anni 60, acciderbola... non dimenticartelo!! Sulle otto ore dove "nessuno ci costringe a lavorare" hai detto una cosa grezza e retorica (appunto) ..........>> GBRUNORO: Agosti (con la i finale) è figlio di operai. Non è come Muccino, Infascielli o Lucchetti (per dire) che son figli di una certa aristocrazia romana. Infatti Agosti è un morto di fame ancora oggi. L'Aborto, La Famiglia, la Chiesa, le Istituzioni, il Lavoro... son cose REALI e attuali ancor oggi, mi pare.
BËL (00)
BRÜ (00)

gbrunoro
Opera: | Recensione: |
La "i" che è diventata "o" è un refuso... sorry... La fortuna di Agosti è stata quella di essere riscoperto da Fabio Volo cosa che gli ha regalato una grande popolarità. Poi magari è un morto di fame, come dici tu, infatti nel mio commento ho scritto che mi era sempre sembrato un figlio di papà. E sono convinto che un conto è parlare di certi argomenti, un conto è affrontarli e viverli sulla propria pelle. A me i "santoni" alla Agosti sono sempre stati un po' sulle balle, ma magari è colpa mia, che ne so...
Poi non citarmi i vari Muccino e Infascelli che mi viene mal di pancia... :D
BËL (00)
BRÜ (00)

The Punisher
The Punisher Divèrs
Opera: | Recensione: |
Lui li ha vissuti sulla sua pelle. Stanne certo.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: