WHITE HILLS & DER BLUTHARSCH AND THE INFINITE CHURCH OF THE LEADING HAND
Desire

()

Voto:

Versioni: v1 > v2 > v3

Con il nuovo anno arrivano novità in casa Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand sotto forma di un mini cd in collaborazione con i White Hills. I White Hills non saranno sconosciuti a chi frequenta la psichedelia e le sonorità acide e space-rock: il gruppo americano, fondato nel 2005 da Dave W. (chitarra e voce) e da Ego Sensation (basso e voce) hanno alle spalle oltre 40 uscite discografiche fra dischi e collaborazioni varie con nomi come Acid Mothers Temple e gli stessi Blutharsch nel singolo del 2010 “Today I Want To Catch Clouds”: inoltre hanno parteciplato anche alla colonna sonora del film “Solo gli amanti sopravvivono di Jim Jarmusch. I White Hills hanno ricevuto recensioni entusiastiche da parte del guru Julian Cope e sono considerati molto influenti. Non sorprende che abbiano deciso di unire le loro forze con Albin Julius: Dave W. è infatti, forse un po’ a sorpresa, un fan di Der Blutharsch, Current 93, Coil e di gruppi post-punk come i Virgin Prunes. Dall’altra parte è ormai da tempo che i Blutharsch hanno cambiato pelle diventando un gruppo di psichedelia anche se restano sempre oscuri. Le 5 tracce di “Desire” sono caratterizzate, nel solco dell’ultima produzione di Albin Julius, da sonorità liquide ed espanse fin dalla prima traccia “Nom De Guerre”dove possiamo ascoltare un bel basso pulsante. Nella successiva “Await The Moon” entriamo in territori prossimi a una psichedelia rituale con la voce ieratica di Marthynna a condurre le danze accompagnata da un sinuoso tappeto di tastiere e chitarre acide al punto giusto. La title-track ci avvolge con le sue spirali mantriche e le sue ritmiche post-punk con il basso in grande evidenza: decisamente l’amore per certi suoni non ha mai abbandonato i Blutharsch. In “Sig” le tastiere sono espanse, cosmiche e molto space-rock creando un piacevole stato ipnotico mentre la conclusiva “Lover” è una mistica danza ipnotica condotta dalla sempre brava Marthynna. Caldamente consigliato ai seguaci del culto officiato da Albin Julius e agli amnati della psichedelia. Disponibile su Bandcamp al seguente link: https://derblutharsch.bandcamp.com/album/desire

Questa DeRecensione di Desire è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/white-hills-and-der-blutharsch-and/desire/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dieci)

caesar666
Opera: | Recensione: |
caesar666
Opera: | Recensione: |
puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini Presidénte onoràrio
Opera: | Recensione: |
Dato che dici che "il basso è in grande evidenza", me lo scarico. Negli primi dischi dei White Hills era forse la cosa migliore, nei secondi è mancato e infatti non mi son piaciuti. qui ad esempio fa tutto quel basso.

BËL (02)
BRÜ (00)

omahaceleb
Opera: | Recensione: |
Persi di vista da qualche anno senza alcuna ragione, dovrei riascoltarmeli. caesar666 uno dei migliori sul deb- e da tempo.
BËL (01)
BRÜ (00)

caesar666
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «Confermo tutto, anzi potrebbe essere l'occasione per chi conosce i White Hills ma non i Blutharsch di avvicinarsi per la prima volta a questo gruppo. Disponibile su Discogs: Page Not Found – Discogs - Database and Marketplace for Music on Vinyl, CD, Cassette and More Vedi la vecchia versione link rotto
BËL (00)
BRÜ (00)

CosmicJocker
Opera: | Recensione: |
Come no..sono dispersi nella mia memoria, ma potrebbe essere l'occasione per ripescarli..ottima segnalazione!
BËL (01)
BRÜ (00)

Pinhead
Opera: | Recensione: |
Anche questi quindi li segno nella lista d'ascolto, tanto non ce la farò mai ad ascoltarli, troppi dischi, ci vuole un contingentamento legale.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim
Opera: | Recensione: |
Se I WH li esalta pure Cope...
BËL (01)
BRÜ (00)

ziltoid
Opera: | Recensione: |
Ho praticamente smesso di seguirli, ma heads on fire è tra i dischi psichedeloni più bbeli in questi dieci anni, potrei fidarmi di te buon cesare e farmi bastare due suoni decenti (rimbomba almeno mpo'?)
BËL (01)
BRÜ (00)

caesar666
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «Disponibile su Bandcamp al seguente link: Der Blutharsch and the infinite church of the leading hand Vedi la vecchia versione link rotto
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: