Fabia la sua scheda

DeRango: 0,15 | DeContrasto: 0,15 | DeEtà™: 3339 giorni

Nome: Fabia

Soprannome: Faby, "the Fab One"

Età: 23

Segno zodiacale: ma ci credete? Vi faccio notare che dopo Copernico non funziona più. Comunque Pesci ascendente Bilancia, con Luna e  Marte in Capricorno, Giove in Toro e simili. Venere non vi interessa, in quanto…(vedi immediatamente sotto)

Stato civile: nubile (ma fidanzata)*

Provenienza: Monza

Orientamento sessuale: eterosessuale

Orientamento religioso: cattolica

Occupazione: studentessa (scienze della formazione)

Musica: tutto Battisti-Mogol, Baglioni, Minghi, Vallesi, Nek, Max Pezzali, 883, Zero Assoluto, Tricarico, Max Gazzè, Giorgia, Irene Grandi, Sergio Cammariere. Stranieri Beatles, Fleetwood Mac, Blur, Oasis, Verve, George Michael, Queen.

Cinema: Liliana Cavani, Ermanno Olmi, Pupi Avati, Pietro Germi, Silvio Soldini, Giovanni Veronesi, Walt Disney, Pixar, Martin Scorsese.

Libri: Dante, Manzoni, Bernanos, Sciascia, Dickens, Silvia Avallone, Milena Agus, Cechov, Bulgakov, Guy de Maupassant, Leopardi.

Hobbies: scoutismo; escursioni in montagna; attività formative; suonare la chitarra acustica.

Sogni nel cassetto: una calza onirica?

Visto che vi siete presi la briga di leggere fin qui la mia de_scheda vi posto anche una poesia che definisce molto bene il mio modo di vedere le cose.

Considero valore ogni forma di vita,

la neve, la fragola, la mosca.

Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle.

Considero valore il vino finché dura il pasto,

un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si e’ risparmiato,

due vecchi che si amano.

Considero valore quello che domani non varra’ piu’ niente,

e quello che oggi vale ancora poco.

Considero valore tutte le ferite.

Considero valore risparmiare acqua,

riparare un paio di scarpe,

tacere in tempo,

accorrere a un grido,

chiedere permesso prima di sedersi,

provare gratitudine senza ricordarsi di che.

Considero valore sapere in una stanza dov’e’ il nord,

qual’e’ il nome del vento che sta asciugando il bucato.

Considero valore il viaggio del vagabondo,

la clausura della monaca,

la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.

Considero valore l’uso del verbo amare

e l’ipotesi che esista un creatore.

Molti di questi valori non ho conosciuto.

 

Erri de Luca, Opera sull’acqua e altre poesie, Einaudi (2002)

 

La mia fortuna è, però, di conoscere quasi tutti i valori di cui sopra, tranne il vino (sono tendenzialmente astemia). Considero valore anche il bello scrivere: a questo proposito, vi faccio notare che “qual è” - nel testo della poesia -  si scriverebbe senza apostrofo.

=====================

(*) Nubile ma fidanzata sottende un avversativo, o disgiuntivo che dir si voglia: vuol dire non sposata ma non sola, nè, tantomeno, disponibile a relazioni parallele o semiclandestine. E' cosa diversa dal nubile e fidanzata inteso in senso congiuntivo, e tanto in voga di questi tempi e presso certi individui, se mi passate la battuta! In altri termini: non sono iscritta qui dentro per congiungermi con chicchessia. Siete dunque pregati di non contattarmi via pvt per ragioni personali o con scuse puerili ma con finalità fin troppo evidenti, perché non avrete risposta (e chi ha orecchie per intendere intenda).

Saluta con gioia!

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: