Arctic Monkeys
Tranquility Base Hotel & Casino

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

E venne il disco perfetto per far sentire gli """hipster""" italiani (e non) molto intellettuali. Abbasso il rock, ma viva gli Arctic, che usano le chitarrone, sferzano riffoni, gridano lunga vita al rock allo stesso modo di come ogni rockband di provincia ha sempre fatto. Però gli Arctic sono indie, e io mi fermerei anche, se no rischio di avvolgermi in una retorica odiosa.

Comunque, tornando a noi, o meglio a loro, gli AM, l loro rock è sempre stato un po' più bello del rock degli altri, e questo è verissimo. Era suonato forse con un po' troppe pose, ma dal punto di vista compostivo si muoveva in modo più sciolto e dinamico rispetto al bolso rock classicheggiante. Battendo all'uniscono, le chitarre e la batteria disegnavano geometrie semplicissime ma efficaci, alternative seppur accessibili, fresche seppur ancorate a un'idea di musica, e di complesso musicale, piuttosto antica.

Quindi, gli Artic andavano bene così. Eddai, erano una gran band, e uso il passato non tanto perchè non siano più grandi, ma perchè non sono più una band. Sono una mera estensione dell'ego di Turner. E in fondo, questo "Tranquilty Base Hotel & Casino" fa anche abbastanza cagare. E non c'è bisogno di fingere un interesse verso questo tipo di composizioni, quando in fondo dei Timber Timbre non ve n'è mai fregato un cazzo. Perchè questo disco vi piace solo perchè è stato scritto dagli Arctic Monkeys, gli stessi che vi hanno fatto sembrare cool sul dancefloor nel 2005, e non solo: questo disco vi piace perchè gli avete concesso almeno venti ascolti, chè prima mica l'avete capito.

Anche perchè c'è ben poco da capire, se non che questi brani non hanno ne capo ne coda, ma si attorcigliano su melodie e iperboli liriche inconcludenti. Quindi anche no, grazie. Che poi, diciamocelo: se un disco ha bisogno di 20 ascolti per "entare in circolo", allora vuol dire che non è poi sto granchè, ma voi avete fatto di tutto per farvelo piacere. Finchè l'apprezzamento dovuto a "un coraggioso cambio di stile" non finisce con l'essere solo un'edulcorata proiezione della vostra mente, la forma distorta di una delusione macroscopica che questo album giustamente rappresenta, solo che ammetterlo non fa figo.

Questa DeRecensione di Tranquility Base Hotel & Casino è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/arctic-monkeys/tranquility-base-hotel-and-casino/recensione-polo

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Quattordici)

POLO
Opera: | Recensione: |
aleradio
Opera: | Recensione: |
il mio giudizio è più positivo, ma posso comprendere la tua provocazione

comunque sei molto arrabbiato
BËL (00)
BRÜ (00)

POLO: Zero provocazione, se c'è qualche espressione 'turpe' qua e là è solo per dare un tono più colorito, è uno stile. La sostanza nella mia critica penso ci sia, la provocazione non ce la vedo
aleradio: Ma certo Stefano non è nella forma la provocazione

-Che poi, diciamocelo: se un disco ha bisogno di 20 ascolti per "entare in circolo", allora vuol dire che non è poi sto granchè, ma voi avete fatto di tutto per farvelo piacere. Finchè l'apprezzamento dovuto a "un coraggioso cambio di stile" non finisce con l'essere solo un'edulcorata proiezione della vostra mente, la forma distorta di una delusione macroscopica che questo album giustamente rappresenta, solo che ammetterlo non fa figo.-

Non è una critica, è una (comprensibile) provocazione. Tra l'altro è quanto mi è piaciut odella recensione, perché il giudizio sul disco in realtà non lo condivido, ma è già tempo di winner taco
CosmicJocker
Opera: | Recensione: |
Sì, dai pochi (e disordinati) ascolti che ho loro dedicato, mi paiono parecchio soprassedibili.. (ammetto però che non ho mai indugiato in un loro disco intero).
BËL (00)
BRÜ (00)

madcat
Opera: | Recensione: |
Assolutamente non sono d'accordo per niente sulla valutazione del disco, di cui tra l'altro già dal primo ascolto risulta molto chiaro l'altissimo livello, altro che 20 ascolti. "Brani che non hanno ne capo ne coda, ma si attorcigliano su melodie e iperboli liriche inconcludenti" è a mio avviso la più grande sciocchezza che hai scritto su questa rece.
BËL (02)
BRÜ (00)

aleradio: Vabbè quel -senza nè capo nè coda- è un po' indigesto perché di fatto non è un'argomento però conosco molta gente che lo apprezza solo perché è targato AM. A me il disco piace, ma posso comprendere che il nome abbia generato giudizi obbligati, e lui si incazza. Ciao madcat non essere arrabbiato
madcat: Ah Ah! "non essere arrabbiato" è bellissima ale :) Ma guarda che ci sia gente che lo apprezza solo perchè è il nuovo AM che ti devo dire, mi dispiace per loro, qui però gli argomenti che tira fuori il recensore per criticare il disco secondo me non stanno in piedi
GrantNicholas
Opera: | Recensione: |
Recensione scritta bene ma a mio avviso assolutamente fuori strada. Uno dei dischi dell'anno e di certo non ci vogliono 20 ascolti, è chiaro già al primo ascolto e mezzo. Per me band in crescita esponenziale.
BËL (01)
BRÜ (00)

Bromike
Opera: | Recensione: |
Concederò qualche ascolto un po' meno raffazzonato di quelli a loro dedicati finora da me. Li ho sempre considerati poco. Buona la recensione anche se proprio su tutto non concordo ("il loro rock è sempre stato un po' più bello del rock degli altri", di chi ? Di altri gruppi di uguale genere possiamo parlarne...dei verissimi gruppi rock autentici assolutamente no e lo dico senza la minima indecisione, anche solo per il fatto che si professano indie)

BËL (00)
BRÜ (00)

Almotasim
Opera: | Recensione: |
Tutto bene fino a "anche no, grazie". Espressione, una delle poche, forse l'unica, che mi causa grave sofferenza. Invece un attestato di stima per il tuo piglio polemico che vivacizza le recensioni. Gli Arctic li conosco di struscio, mai scoccata la scintilla. Arabella era ok e mi ricordava uno slittino. L'idea che mi son fatto e' che erano piu' genuini all'esordio.
BËL (00)
BRÜ (00)

POLO: mi spiace per la caduta di stile, ma a quel punto della recensione secondo me ci stava bene
Almotasim : Nel contesto, e nel suo tono, cade a fagiolo. Certo. E'un problema mio, non sopportare "anche no". Specie nei dialoghi, come risposta.
RinaldiACHTUNG
Opera: | Recensione: |
Polo non ti credo :). A me le tue recensioni sanno tanto di provocazione. Tu metti alti punteggi ai ragazzini che giocano a fare i rapper di strada e due, tre stelle a pink floyd e compagnia bella (giudizio soggettivo, ci mancherebbe). Premetto, a me gli AM non piacciono, così come non mi piace questo disco né il loro frontman. Ma ripeto, a volte mi sembra che forzi il tuo odio per certi dischi come segno di provocazione (oh e non c'è nulla di male).
BËL (01)
BRÜ (00)

Bromike: Effettivamente pare così anche a me...Comunque non c'è nulla di assolutamente oggettivo finché parla di dischi icona che possono anche non piacere. Ma non c'è nulla di male, a me il rap poco serio come quello delle varie DPmerda, Sfera Eccazzo, Tedua, Ghali ecc... mi farà per sempre schifo e non la considererò mai musica seria, ma questo non pregiudica la qualità delle recensioni assolutamente.
Marin: Ragazzi è un fake, dai.
RinaldiACHTUNG: Assolutamente, tutto è soggettivo ed è giusto così altrimenti saremmo degli automi
POLO: Ciao, dove sarebbe la provocazione? Se parlo di rap lo faccio pensando al contesto preciso del rap (e in ogni caso anche col rap sono stato severo in alcuni casi). Non lo preferisco agli altri generi. XDVR di Sfera è un discone calato nel suo contesto, paragonare le sue 4 stelle alle 2 degli Arctic non ha senso. Questo è un disco da 2 non per partito preso, ma per motivi ben precisi che ho spiegato nella rece. Peace.
RinaldiACHTUNG: peace&love
Marin: Con il tuo commento mi hai aperto gli occhi e convinto che non sei un fake.........

Ma anche no.
voiceface
Opera: | Recensione: |
Questo è un grande disco e il recensore ci ha semplicemente capito poco
BËL (00)
BRÜ (00)

POLO: Nah, mi sa che devi ascoltarlo almeno una seconda volta
Fount
Opera: | Recensione: |
ahahhaha, grande. Hipster, hipster vaffanculo!!! Hipster, hipster vaffanculo!!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

Marin
Opera: | Recensione: |
Ma famm o' piacer. Vai a mettere 5 stelle a Fedez e compagnia va.
BËL (00)
BRÜ (00)

POLO: Ciao bomberone
Marin: Ciao fake
amarolukano
Opera: | Recensione: |
Raga non è un brutto disco, anche a me sta moda di apparire "hipster" ha scartavetrato il cazzo ma li trovo veramente maturati rispetto a un certo periodo.
BËL (00)
BRÜ (00)

Chainsaw
Opera: | Recensione: |
Ah i cari vecchi arctic monkeys, riescono sempre a rinnovarsi ma a rimanere sempre rock genericissimo e piacione. Ma come fanno?
BËL (00)
BRÜ (00)

Carlos
Opera: | Recensione: |
Ma c'è ancora gente che mette più di 1 a sti qui?
BËL (01)
BRÜ (00)

Marin: Concordo. Come si dice non dare "non dare da mangiare ai troll".
Marin: Concordo. Come si dice "non dare da mangiare ai troll".
aleradio: forse con sti qui intendeva gli arctic monkeys

io sono tra quelli e una volta carlos mi voleva b, mi vorrà meno b
Carlos: Ti voglio sempre bene. Tanti baci

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: