Bubi e i suoi commenti

Opera: | Recensione: |
Aggiungo anche il mio gradimento a questo grande del soul. Lo ritengo uno dei migliori e anche sottovalutati artisti del dopoguerra, così rendo l'idea di come la penso.

Taddi: Grazie, fa piacere leggere che Al Green venga considerato uno dei migliori, però sottovalutato non direi. Pensa che Next to you ebbe 4 dischi d'oro in Usa...
Bubi: Si, intendo qui da noi, un po' come Boz Scaggs che è molto conosciuto negli Usa... Un'altro sottovalutato mi sembra Bobby Bland...
Bubi: Sono tanti gli artisti soul che qui da noi sono praticamente sconosciuti, un'altra che mi viene in mente è Ann Peebles che canta stupendamente... Al Green è anche un grande autore. Ho 10 tracce sue nella mia raccolta di brani, è uno dei più presenti.
Opera: | Recensione: |
Buddy Guy era uno dei preferiti di un mio amico patito per il blues. Io lo conosco abbastanza, ma dovrei approfondire. Buona la recensione

Mr Wolf: Sicuramente uno dei grandi bluesmen del dopoguerra, a mio parere merita. Grazie per il passaggio.
Opera: | Recensione: |
La poesia, una mia grande lacuna. In realtà ne ho scritte almeno un un paio anch'io (come tutti, credo) ma leggerle mi ha sempre annoiato. Preferisco la prosa e alcuni brani di prosa estrapolati da un libro mi emozionano molto ad es questo di Murakami:
Qualche volta il destino assomiglia a una tempesta di sabbia che muta incessantemente la direzione del percorso. Per evitarlo cambi l’andatura. E il vento cambia andatura, per seguirti meglio. Tu allora cambi di nuovo, e subito di nuovo il vento cambia per adattarsi al tuo passo. Questo si ripete infinite volte, come una danza sinistra col dio della morte prima dell’alba. Perché quel vento non è qualcosa che è arrivato da lontano, indipendentemente da te. E’ qualcosa che hai dentro. Quel vento sei tu. Perciò l’unica cosa che puoi fare è entrarci, in quel vento, camminando dritto, e chiudendo forte gli occhi per non far entrare la sabbia. Attraversarlo, un passo dopo l’altro. Non troverai sole né luna, nessuna direzione, e forse nemmeno il tempo.
E naturalmente dovrai attraversarla, quella violenta tempesta di sabbia. È una tempesta metafisica e simbolica. Ma per quanto metafisica e simbolica, lacera la carne come mille rasoi. Molte persone verseranno il loro sangue, e anche tu forse verserai il tuo. Sangue caldo e rosso. Poi, quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c’è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi era entrato.
Tanto per fare un esempio... Ci sono anche poesie che adoro, ma in genere, non le leggo volentieri. Del resto non sono il solo, i libri di poesie sono tra i meno venduti. Ottima la recensione e di Campana leggerò anche qualcosa d'altro, mi sembra che sia uno che potrebbe anche piacermi...

luludia: beh, il mio intento era pronoverne la lettura, quindi ottimo...
Bubi: Si, è una mia carenza come ho detto ci sono anche poeti che sono bravissimi, la Dickinson ad esempio mi piace (non tutto) oppure Dante che è considerato il poeta per eccellenza e di lui conosco tutto un canto a memoria per quanto mi piace... Però continuo a preferire la prosa, qui ci sono alcuni brevi incipit e un explicit che adoro:
“Il sole splendeva, non avendo altra alternativa, sul niente di nuovo”
(Samuel Beckett)
Oggi la mamma è morta. O forse ieri, non so.
(Albert Camus)
In cima alla strada, nella capanna, il vecchio si era riaddormentato. Dormiva ancora bocconi e il ragazzo gli sedeva accanto e lo guardava. Il vecchio sognava i leoni.
(Ernest Hemingway)
Chiamatemi Ismaele. Qualche anno fa — non importa ch'io vi dica quanti — avendo poco o punto denaro in tasca e niente che particolarmente m'interessasse a terra, pensai di mettermi a navigare per un po', e di vedere così la parte acquea del mondo. Faccio in questo modo, io, per cacciar la malinconia e regolare la circolazione. Ogniqualvolta mi accorgo di mettere il muso; ogniqualvolta giunge sull'anima mia un umido e piovoso novembre; ogniqualvolta mi sorprendo fermo, senza volerlo, dinanzi alle agenzie di pompe funebri o pronto a far da coda a ogni funerale che incontro; e specialmente ogniqualvolta l'umor nero mi invade a tal punto che soltanto un saldo principio morale può trattenermi dall'andare per le vie col deliberato e metodico proposito di togliere il cappello di testa alla gente — allora reputo sia giunto per me il momento di prendere al più presto il mare.
(Hermann Melville)
Qualsiasi film vedessimo era invariabilmente un grande capolavoro. Merry ne parlava per due giorni, poi lo dimenticava per il resto della vita. Non avevamo tempo per ricordare niente, perché c'era sempre qualcosa di nuovo e straordinario in arrivo: un altro film, un altro bar o ristorante, un negozio d'abbigliamento per uomo, una boutique, una stazione sciistica, una casa in riva al mare, un gruppo rock.
(Don DeLillo)
Opera: | Recensione: |
Buona anche questa... Loro non li conosco, il brano è piacevole, mi sono venuti in mente i Penguin Cafe Orchestra... Credo che un accostamento si possa fare.

luludia: si, un accostamento ci può senz'altro stare...
Opera: | Recensione: |
Dopo che ho visto la recensione ho guardato su Audibile e ho trovato due libri suoi. “Una passeggiata nei boschi” che ho ascoltato per un oretta e mezza. Mi piace come scrive: semplice molto comprensibile, però ho mollato perché per me ci sono troppe digressioni per descrivere la storia dell'Appalachian trail... Però Breve storia di (quasi) tutto, mi sempra puramente divulgativo, spiega concetti complessi con grande chiarezza. Incredibile la quantità di discipline scientifiche che conosce, però non è approssimativo, anzi mi sembra sempre all'altezza.

Stanlio: beh se vuoi spaccarti in due guardati il film de Una passeggiata nei boschi con il Redford ed il Nolte poi sappimi dire... A WALK IN THE WOODS - Official Trailer
Bubi: Si, avevo visto che c'è anche il film con un bellissimo cast tra l'altro... lo scarico appena ho il PC fisso, fra due o tre mesi...
Onirico: Audibile propone libri audio aggratiss?
Bubi: Aggratiss al giorno d'oggi mi sa che c'è ben poco... Però quello che pago (7 o 8 euro al mese) mi va bene, sono pigro e i libri preferisco ascoltarli... certamente mi perdo qualcosa perché leggendo ti devi concentrare e quando non capisci qualcosa, rileggi, sottolinei, rifletti molto di più... Mi adeguo, oggi il mondo è privo di profondità... non posso e non voglio cambiare nulla...
Opera: | Recensione: |
Molto interessante. La storia del blues è piena di questi artisti che vale la pena ascoltare o riascoltare. Ad es. Shake 'Em On Down di Bukka White ce l'ho sia nella versione dell'autore che in quella di Tommy McClennan, l'ho ascoltata anche fatta da Mississippi McDowell e non ha niente da invidiare alle altre... Bravo.

Mr Wolf: Cosa mi hai tirato fuori Bubi!!! Tommy McClennan un bluesman che adoro ma che purtroppo ha inciso pochissimo, hai fatto bene a ricordare anche la sua bellissima versione. Grazie per il passaggio.
Bubi: Si, è bravo e anche l'interpretazione di : i love my baby, è notevole...
Mr Wolf: Oh sì! Ma per me con McClennan dove caschi caschi bene.
Opera: | Recensione: |
Luo Reed è uno dei musicisti che hanno fatto la storia del rock... Il disco è da 4 stelline, per me. Buona anche la recensione.

Opera: | Recensione: |
Tutto il disco è su alti livelli... Maybe Tomorrow, You Better Move On e Teardrops Must Fall, le mie preferite.

Taddi: Si, fantastico
Opera: | Recensione: |
Bello anche questo disco del grande DeVille...

Opera: | Recensione: |
Finalmente una recensione breve che merita... 5 stelline.

lector: Ciao, grazie.