Sto caricando...

matteodi.leonar e le SettantUno recensioni che ha scritto

Acid Mothers Guru Guru: Psychedelic Navigator

Acid Mothers Guru Guru: Psychedelic Navigator

di matteodi.leonar | DeRango™: 19,11

...ma proseguiamo, se possibile, la quantomai interessante discussione suggerita da un mio intervento sui Nirvana e "Nevermind". Spiritello polemico, anche in questo caso...? La solita, scontata tiritera contro Cobain & soci, magari rimpolpata da un ulteriore estenuante "track by track"...? Assolutamente no. Mi ha colpito però il motivo della "rilevanza… [di più]

Paul Kossoff: Back Street Crawler

Paul Kossoff: Back Street Crawler

di matteodi.leonar | DeRango™: 30,73

Titolo che più azzeccato non avrebbe potuto essere, davvero. Poi certo, senza la grandezza della musica qui contenuta anche un titolo del genere avrebbe ben poco significato, ma mi sento di dire che questo titolo coglie in pieno l'essenza di ciò che Paul è stato e continua - a oltre… [di più]

Eric Clapton: Money And Cigarettes

Eric Clapton: Money And Cigarettes

di matteodi.leonar | DeRango™: 23,45

Due anni dopo "Another Ticket", buonissimo album ma non certo memorabile, è tempo di cambiamenti per Slowhand: via dalla RSO, il nuovo lavoro di studio vede la luce per la neonata Duck Records, etichetta personale di un bluesman che appare - almeno temporaneamente - ripulito da eccessi e abusi del… [di più]

Eric Clapton: Another Ticket

Eric Clapton: Another Ticket

di matteodi.leonar | DeRango™: 25,33

No, nella maniera più categorica NO: non è questo il "Self Portrait" di Eric, rifacendomi al celebre "What Is This Shit...?" di Greil Marcus sulla - quantomeno controversa - opera dylaniana datata 1970. Nel senso che non è: né l'album peggiore di Slowhand (titolo che si contendono "Behind The Sun"… [di più]

Stone The Crows: Ode To John Law

Stone The Crows: Ode To John Law

di matteodi.leonar | DeRango™: 18,68

Prodotto decisamente su misura per tutti gli onnivori di British Blues del periodo "classico" del genere. Perché di genere vero e proprio, si, si può e si deve parlare. Un genere con i suoi marchi distintivi, i suoi segni di riconoscimento, quelli cui già accennai recensendo i Chicken Shack. Un… [di più]

John Scofield: East Meets West

John Scofield: East Meets West

di matteodi.leonar | DeRango™: 13,97

TERUMASA HINO. E adesso non ditemi che non avete mai ascoltato "Fuji" e "Taro's Mood" (ne cito due, ma quanti altri ce ne sono che meriterebbero?)... E in tal caso, che aspettate a precipitarvi su quei dischi, a metterli sul piatto, a divorarli? Perché, sapete... è difficile raccontare la storia… [di più]

Man: Live At The Padget Rooms, Penarth

Man: Live At The Padget Rooms, Penarth

di matteodi.leonar | DeRango™: 25,52

Quanto mi fa incazzare che su DeBaser non ce ne sia ancora una, dico una (!), dedicata a loro... ...quanto mi fa piacere che su DeBaser non ce ne sia manco una dedicata a loro, perché me la accaparro io (se non dispiace a nessuno). Sinceramente, ormai 'sto Giappone mi… [di più]

Blankey Jet City: Red Guitar And The Truth

Blankey Jet City: Red Guitar And The Truth

di matteodi.leonar | DeRango™: 24,00

Non so se avete mai avuto occasione di ascoltare "Buck Jam Tonic", documento di una session giapponese del 2002 in cui John Zorn capeggiava uno strano "power-trio" (ma si, chiamiamolo pure così) con Bill Laswell e Tatsuya Nakamura. Nakamura...? Chi era costui? Son passati diversi anni da quando il sottoscritto… [di più]

Suishou No Fune: Prayer For Chibi

Suishou No Fune: Prayer For Chibi

di matteodi.leonar | DeRango™: 40,98   Recensione della settimana 3 del 2012

"The crystal ship is being filled / A thousand girls, a thousand thrills / A million ways to spend your time / When we get back I'll drop a line". Appunto, "Suishou No Fune" significa "nave di cristallo". E quella nave ha viaggiato a lungo, ha solcato infiniti oceani e… [di più]

Kazumi Watanabe: Kylyn Live

Kazumi Watanabe: Kylyn Live

di matteodi.leonar | DeRango™: 17,88

L'album della definitiva consacrazione di un Mostro (no, non si offenda, Watanabe San, Lei lo è davvero). L'album che ha collocato Kazumi "Kylyn" fra i maggiori chitarristi elettrici della storia (e "Mobo" e i capolavori degli '80, quelli con la crema dei musicisti d'Occidente, dovevano ancora arrivare).  L'album della Tecnica… [di più]

Sadistic Mika Band: Hot! Menu

Sadistic Mika Band: Hot! Menu

di matteodi.leonar | DeRango™: 20,65

Plastic Ono Band...? No no, avete letto bene: Sadistic Mika Band. Come dire: il giorno e la notte. Perché Kazuhiko Kato e Mika Fukui erano l'esatto opposto di John Lennon e Yoko Ono; perché loro, più che interessarsi a come cambiare il mondo e a lanciare messaggi di pace e… [di più]

Zhang Yimou: Hero

Zhang Yimou: Hero

di matteodi.leonar | DeRango™: 16,37

Due uomini, faccia a faccia: il re di Qin e l'anonimo, misterioso prefetto di una provincia minore del regno - Senza Nome il suo nome. Nulla sa il re di questo sconosciuto spadaccino, se non che a lui, e a lui solo, deve la vita. Lo provano le armi che… [di più]

Brant Bjork: Jalamanta

Brant Bjork: Jalamanta

di matteodi.leonar | DeRango™: 26,85

Altra produzione "fatta in casa", sul modello del Jack Endino che già vi proposi, e altro album sostanzialmente passato sotto silenzio al momento della sua uscita (e anche dopo, se vogliamo). Parlo dell'esordio da solista di Brant (anno - di grazia - 1999), in cui l'ex-Kyuss (poi nei Fu Manchu)… [di più]

Angel'in Heavy Syrup: Angel'in Heavy Syrup I

Angel'in Heavy Syrup: Angel'in Heavy Syrup I

di matteodi.leonar | DeRango™: 64,87   Scelta degli editor   Recensione della settimana 52 del 2011

Mi ricorda vagamente la copertina dell'edizione inglese di "Aftermath". Solo che qui non sono gli Stones a guardarci dal basso, ma tre ragazze dei sobborghi di Osaka, in posa per l'uscita del loro disco di debutto (anno: 1991). La prima a sinistra, quella coi pantaloncini, si chiama Mineko Itakura; ed… [di più]

Jack Endino: Angle of Attack

Jack Endino: Angle of Attack

di matteodi.leonar | DeRango™: 25,94

Pressoché impossibile tentare una definizione appropriata del titolare di questo album. "Padrino della scena di Seattle"...? Si, se non fosse che l'espressione "scena di Seattle" non significa una mazza, e va bene solo per certe enciclopedie musicali (che, lo dico subito, non ho consultato al momento di scrivere questa rece).… [di più]

David Shea: Hsi-Yu Chi

David Shea: Hsi-Yu Chi

di matteodi.leonar | DeRango™: 18,31

La programmazione TV sotto Natale è qualcosa di indecente, lasciatemelo dire. In sostanza: ma perché, fra panettoni e brodetto sambenedettese, anche quest'anno mi dovrò sorbire "Una poltrona per due" la sera della vigilia e "Mamma ho perso l'aereo" il giorno di Natale...? Abbiate pietà, ci avete scassato con certi film,… [di più]

Wadada Leo Smith: Tao-Njia

Wadada Leo Smith: Tao-Njia

di matteodi.leonar | DeRango™: 9,62

Esiste un degno erede di Miles...? Non perderò troppo tempo a rispondere a questa inutile domanda: NO. Ma esiste Wadada Leo Smith. E scusate se è poco. In tanti oggi suonano la tromba, in pochi riescono a farla parlare; e ululare; e singhiozzare: Lui è fra quelli. Leland, Mississippi la… [di più]

John Zorn: New Traditions In East Asian Bar Bands

John Zorn: New Traditions In East Asian Bar Bands

di matteodi.leonar | DeRango™: 39,84

Benvenuti al corso di formazione per aspiranti avanguardisti. Prima lezione: come produrre un'opera d'avanguardia musicale in TRE passaggi. PRIMO PASSAGGIO. Entrate in studio di registrazione, ma vanno bene anche la cantina e il solaio di casa vostra, o qualsiasi altro luogo insonorizzato. Portate con voi una cinese; si, avete capito… [di più]

Smokey & Miho: The Two EPs

Smokey & Miho: The Two EPs

di matteodi.leonar | DeRango™: 16,28

L'ispirazione m'è venuta mentre recensivo Yuka Honda, e ho pensato valesse la pena di presentarvi anche uno dei migliori progetti della sua principale collaboratrice. Per la verità, questo album l'avevo già ascoltato tempo fa, ma dapprima avevo rinunciato a recensirlo, quasi dando per scontato che un contributo, al riguardo, fosse… [di più]

Christopher Adler: Epilogue For A Dark Day

Christopher Adler: Epilogue For A Dark Day

di matteodi.leonar | DeRango™: 14,16

Lo so, sono forse noioso nel proporvi quella che appare l'ennesima, magari anche banale contaminazione Oriente-Occidente, per giunta di un artista di cui poco o nulla si sa, e non certo degnato (almeno finora) dell'interesse che pure avrebbe meritato. Prodotti del genere, si dirà, arrivano sul mercato in quantità industriale;… [di più]

Rashanim: Rashanim

Rashanim: Rashanim

di matteodi.leonar | DeRango™: 13,59

Fra le indiscusse rivelazioni musicali dell'ultimo decennio. Un gruppo che sono felice di sdoganare su DeBaser, considerata l'assoluta qualità (e originalità) della proposta; proposta complessa, che abbraccia più generi e più culture, e che soprattutto rappresenta l'ennesima dimostrazione di come, nel terzo millennio, rimanga molto da dire in termini di… [di più]

Yuka Honda: Eucademix

Yuka Honda: Eucademix

di matteodi.leonar | DeRango™: 16,08

Pare che su DeBaser, di questi tempi, faccia tendenza cimentarsi in recensioni di opere semi-sconosciute di artisti "visionari" dell'Estremo Oriente, preferibilmente di genere femminile. E allora, rincariamo la dose con questa: che non riguarda la tanto attesa seconda prova di Okkyung Lee, la geniale violoncellista coreana di casa Tzadik che… [di più]

Steve Tibbetts: The Fall Of Us All

Steve Tibbetts: The Fall Of Us All

di matteodi.leonar | DeRango™: 22,35   Scelta degli editor

"Gamelan": tenete bene a mente questa parola, ripetetela fra voi come fosse un mantra, memorizzatela; perché è la parola-chiave per la comprensione di un album unico, fra i vertici assoluti di tutta la nuova musica sperimentale degli anni '90; un'opera intrisa di spiritualismo, densa di sensibilità etnica, profonda come poche.… [di più]

Fushitsusha: Untitled (Live I)

Fushitsusha: Untitled (Live I)

di matteodi.leonar | DeRango™: 18,24

Ma dov'era finito, quel paranoico-psicolabile di Keiji Haino? Non è dato saperlo: quasi un decennio di silenzio, e di lui si erano ormai perse le tracce. L'avevamo lasciato nel 1981, l'anno di "Watashi Dake", bizzarro esordio solista per voce, chitarra, rumori vari: lunatici frammenti sonori che qualcuno provò a definire… [di più]

Bill Laswell: Baselines

Bill Laswell: Baselines

di matteodi.leonar | DeRango™: 32,95

Un album fra i più influenti degli ultimi trent'anni. O, se si preferisce, il manifesto dell'arte obliqua di un musicista con pochi eguali, uno di quelli che davvero hanno "fatto la differenza" nel modo di creare musica, suonarla e metterla su disco. E ancora, un monumento di impressionante padronanza tecnico-strumentale,… [di più]

Okkyung Lee: Nihm

Okkyung Lee: Nihm

di matteodi.leonar | DeRango™: 40,58

L'ha scoperta John Zorn. E basterebbe questo. Per chi ama Zorn, basterebbe questo per mettersi immediatamente sulle tracce di questa trentaseienne violoncellista coreana, per molti ancora "oggetto misterioso" della nuova avanguardia. Per chi Zorn non lo ama, ugualmente basterebbe questo per abbandonare all'istante questa pagina e passare alla lettura di… [di più]

Youn Sun Nah: Voyage

Youn Sun Nah: Voyage

di matteodi.leonar | DeRango™: 12,24

Il Jazz coreano ha una sola, indiscussa regina: il suo nome è Youn Sun Nah. Ed è una carriera strana, la sua, cominciata tardi per una cantante (a 23 anni: prima lavorava per una casa di moda), intrapresa quasi per divertimento, e proseguita nell'ombra, lontano dai clamori, alla costante ricerca… [di più]

Peter Erskine: Peter Erskine

Peter Erskine: Peter Erskine

di matteodi.leonar | DeRango™: 6,22

Un debutto silenzioso, registrato sottovoce, in punta di piedi, per non disturbare nessuno. Una spontanea e divertente session fra amici, suonata per il gusto di suonare, senza alcuna pretesa commerciale. Il piacere, per il pubblico, di ascoltare in un sol colpo tutta la crema del Jazz newyorkese anni '80: Post-Bop… [di più]

Steve Khan: Casa Loco

Steve Khan: Casa Loco

di matteodi.leonar | DeRango™: 12,22

"Un musicista che ha detto la sua", l'ho definito nella mia personalissima classifica dei migliori solisti Jazz-Fusion di sempre. E nella stessa classifica, come avrete modo di notare, non sono molti i chitarristi che ho reputato superiori al qui presente Steve Khan, e per un motivo che prescinde dal valore… [di più]

Larry Coryell: Barefoot Boy

Larry Coryell: Barefoot Boy

di matteodi.leonar | DeRango™: 13,35

Quello che vi presento è un album di Jazz elettrico che ha da sempre incontrato i gusti di certa platea Rock e dei cultori del Blues psichedelico a cavallo fra '60 e '70. Era il 1971, e "Barefoot Boy" consacrava (a ideale suggello della prima, sperimentale fase di carriera) il… [di più]

Hiromi: Voice

Hiromi: Voice

di matteodi.leonar | DeRango™: 24,31

Una cosa è certa: il 2011 che sta per concludersi è stato l'anno della definitiva consacrazione per la trentaduenne pianista giapponese, ormai ex-astro nascente della nuova Fusion contemporanea ed entrata di diritto a far parte del ristretto novero dei migliori musicisti del genere. Parlano le eccezionali esibizioni dal vivo, per… [di più]

Marc Ribot: Plays Solo Guitar Works of Frantz Casseus

Marc Ribot: Plays Solo Guitar Works of Frantz Casseus

di matteodi.leonar | DeRango™: 15,64

In quell'anno, il 1993, si spegneva il grande Frantz Casseus. Era nato nel 1915 a Port-Au-Prince, ma la maggior parte dei suoi anni l'aveva trascorsa negli Stati Uniti: per la storia, Egli è padre e Maestro riconosciuto della chitarra classica haitiana. Chitarra che aveva iniziato a suonare in patria, giovanissimo,… [di più]

Bennie Maupin: The Jewel In The Lotus

Bennie Maupin: The Jewel In The Lotus

di matteodi.leonar | DeRango™: 6,00

Inutile girarci attorno: l'opera prima di Bennie è un album estremamente arduo e complicato all'ascolto, sconsigliabile a quanti non siano disposti ad avventurarsi sui difficili sentieri della polifonia e dell'improvvisazione. Nondimeno, è un disco affascinante ed "atmosferico", intenso, passionale, sconcertante a tratti, decisamente più vicino all'avanguardia contemporanea che non agli… [di più]

Sonny Fortune: Awakening

Sonny Fortune: Awakening

di matteodi.leonar | DeRango™: 33,81

Ah, il Jazz di quegli anni. Quegli anni in cui si doveva "provare". Quegli anni in cui delle etichette e dei generi importava poco o nulla, quegli anni in cui si mescolava tutto e tutto si sperimentava, perché bisognava cambiare il mondo, o meglio... cambiare il mondo partendo dalla musica.… [di più]

Yonin Bayashi: Live '73

Yonin Bayashi: Live '73

di matteodi.leonar | DeRango™: 13,04

Stranezze del Rock. Probabilmente in pochi, in Occidente, avrebbero scommesso un centesimo sul successo di questi quattro giapponesi ("yonin bayashi" significa appunto "i quattro musicisti"). Successo (e notorietà) che arrivò, sì, ma quando ormai i Nostri, sul finire dei '70, si giocavano le ultime carte di una carriera che in… [di più]

Bi Kyo Ran: Parallax

Bi Kyo Ran: Parallax

di matteodi.leonar | DeRango™: 7,42

"King Crimson" giapponesi? Si, molto probabilmente si. Ma in presenza di certe etichette è bene muoversi con i piedi di piombo, soprattutto nel momento in cui gli Yonin Bayashi (altra leggenda del Prog nipponico) sono spesso catalogati come "i Genesis" o persino "la PFM" del Sol Levante - definizioni che… [di più]

Bill Connors: Step It

Bill Connors: Step It

di matteodi.leonar | DeRango™: 11,81

Maestro di tecnica e padronanza strumentale, Bill Connors è uno degli "intelletti maggiori" della chitarra contemporanea, sia acustica che elettrica. Studioso autodidatta di Rock e Blues, ha trovato il suo contesto espressivo ideale nella nuova Fusion affermatasi a partire dai Settanta, imponendosi fra i migliori strumentisti del genere ed imponendo… [di più]

Miles Davis: Aura

Miles Davis: Aura

di matteodi.leonar | DeRango™: 23,76

Aura, aurae. Latino. Prima declinazione. "Soffio", "brezza", "vento", ma anche "luce", "bagliore improvviso", "fulmineo scintillio" (Eneide VI, 204: "auri per ramos aura refulsit", "fra i rami lampeggiò lo scintillio dell'oro"). Luminescenza magnetica, impalpabile, inafferrabile, l'aura è il "calore" che emana dalle cose e dall'anima, è variegato e composito fascio di… [di più]

Masami Tsuchiya: Rice Music

Masami Tsuchiya: Rice Music

di matteodi.leonar | DeRango™: 9,77

Un chitarrista superlativo, sperimentatore di nuove sonorità e indiscusso protagonista della New Wave nipponica con una delle formazioni più influenti ed originali di quel movimento: gli Ippu-Do. Musicista di grande cultura, capace di spingersi ben oltre le suggestioni offerte dal pur vario retroscena musicale del proprio Paese d'origine, Masami Tsuchiya… [di più]

The Jam: That's Entertainment

The Jam: That's Entertainment

di matteodi.leonar | DeRango™: 27,08   Scelta degli editor

Per "Rolling Stone", la 306esima canzone nella classifica delle 500 migliori di sempre. Per me, uno dei testi più belli, poeticamente profondi, sinceri e commoventi nell'intera storia del Rock e del Pop contemporaneo. Un testo decisamente al di sopra della media, semplicemente stra-ordinario; un testo su cui fermarsi, riflettere, pensare… [di più]

Grup Bunalim: Bunalim

Grup Bunalim: Bunalim

di matteodi.leonar | DeRango™: 32,48

Ebbene si: vi fu un tempo in cui Istanbul era San Francisco, in cui nuove e allucinate sonorità risuonavano sulle rive del Bosforo, in cui strafatti hippies turchi scorrazzavano seminudi su e giù per le strade che sembravano i Dead nei primi giorni di Haight-Ashbury, in cui musicisti in sgargianti… [di più]

Horslips: The Táin

Horslips: The Táin

di matteodi.leonar | DeRango™: 9,01

"Tàin" (da scriversi rigorosamente con l'accento sulla "a") è gaelico e significa "furto", "razzia". Ed ogni irlandese che si rispetti è solito usare questo termine in riferimento al cosiddetto "Tàin Bò Cùailnge" (letteralmente: "la razzia del toro di Cooley"), che è qualcosa che appartiene all'immaginario popolare d'Irlanda almeno quanto il… [di più]

Michal Urbaniak: Fusion III

Michal Urbaniak: Fusion III

di matteodi.leonar | DeRango™: 6,00

E Miles disse: "Portatemi qui quel fottuto violinista polacco...!". L'anno: il 1986, quello delle registrazioni di "Tutu" (si era ai primi di febbraio, l'album fu registrato nel giro di pochi giorni). Il "fottuto violinista polacco" di un'affermazione divenuta celebre, come molti di voi avranno già intuito, altri non era che… [di più]

Michel Camilo: Why Not?

Michel Camilo: Why Not?

di matteodi.leonar | DeRango™: 12,72

Se si riesce ad immaginare la suggestiva, ipotetica fusione (corredata di irresistibili accenti caraibici) degli stili pianistici di Keith Jarrett, Chick Corea ed Herbie Hancock, si avrà una prima, e nondimeno parziale idea di come "suoni" la musica di Michel Camilo. Se si parla di Latin Jazz contemporaneo, di Fusion… [di più]

Sandro Brugnolini: Overground

Sandro Brugnolini: Overground

di matteodi.leonar | DeRango™: 36,43

Ricordate la sigla del primissimo Tg2...? Io no di certo, visto che non c'ero, ma qualcuno degli utenti lettori avrà senz'altro avuto la fortuna di ascoltare in presa diretta quello che, senza mezzi termini, rientra nella categoria dei "grandi esperimenti sonori" realizzati nel nostro Paese: non è il sottoscritto che… [di più]

Ash Ra Tempel: Ash Ra Tempel

Ash Ra Tempel: Ash Ra Tempel

di matteodi.leonar | DeRango™: 47,68

Ash: cenere, dissoluzione, morte. Ra: sole, energia, vita. L'opposizione vita-morte; l'eterno, netto, inconciliabile dualismo fra luce e buio, fra calore e gelo, fra materia e vuoto, tradotto in musica nell'esperienza di una formazione inarrivabile. Espressione di un universo rigorosamente e inevitabilmente dicotomico, manicheo, diviso fra entità opposte in perenne conflitto,… [di più]

Cherry Five: Cherry Five

Cherry Five: Cherry Five

di matteodi.leonar | DeRango™: 30,59

Rieccomi alle prese con un altro oscuro, dimenticato capitolo del panorama progressivo italiano anni Settanta. Uno degli album in assoluto più rari (e più ricercati) di quella scena, non alla pari con veri e propri oggetti di culto (tipo "Dedicato a..." de Le Stelle di Mario Schifano), ma comunque miraggio… [di più]

Van Morrison: Beautiful Vision

Van Morrison: Beautiful Vision

di matteodi.leonar | DeRango™: 7,70

Rabbia. Disgusto. Indignazione. Si, sono queste le sensazioni che ho provato (e in tutta modestia ritengo di non essere stato l'unico) di fronte a uno degli ultimi, clamorosi obbrobri pubblicati sulla famigerata rivista "Rolling Stone", per la quale non ho mai avuto molta simpatia e, alla luce di quanto ho… [di più]

Bill Wyman & the Rhythm Kings: Struttin' Our Stuff

Bill Wyman & the Rhythm Kings: Struttin' Our Stuff

di matteodi.leonar | DeRango™: 4,17

Escludendo Brian Jones, il primo degli Stones ad intraprendere la carriera solista è Bill Wyman nel 1974, con "Monkey Grip" (come i più informati sapranno, Mick Jagger e Keith Richards debutteranno, rispettivamente, nel 1985 e nel 1988): il bassista è quindi il primo a mettersi in luce nella nuova, suggestiva… [di più]

Dave Holland & Barre Phillips: Music From Two Basses

Dave Holland & Barre Phillips: Music From Two Basses

di matteodi.leonar | DeRango™: 13,44

La presente recensione costituisce l'ideale proseguimento di un discorso sulle forme dell'improvvisazione già avviato con il mio contributo a "Ganryu Island" della geniale coppia Zorn-Michihiro, e soprattutto è intesa come una risposta (naturalmente non polemica) alle contestazioni di due utenti che non si erano trovati d'accordo con le posizioni da… [di più]

Masahiko Satoh: Amorphism

Masahiko Satoh: Amorphism

di matteodi.leonar | DeRango™: 7,85

Offro oggi un contributo all'opera di uno dei più interessanti esponenti del Jazz contemporaneo giapponese, osannato in patria e tributato dei meritati riconoscimenti anche negli Stati Uniti. Mi riferisco a Masahiko Satoh, pianista di Tokyo classe 1941, che proprio alla prestigiosa Berklee School of Music di Boston ebbe modo di… [di più]

Airto Moreira: Free

Airto Moreira: Free

di matteodi.leonar | DeRango™: 14,21

Fra i principali interpreti della nascente Fusion d'inizio '70 si colloca un musicista formidabile, spesso (e ingiustamente) ricordato soltanto in ragione delle sue pur significative e pregevoli collaborazioni; considerare semplice "session-man" l'artista in questione sarebbe operazione quantomai riduttiva e limitante, oltreché irrispettosa, tenendo conto del decisivo ruolo svolto da costui… [di più]

Grover Washington, Jr.: Winelight

Grover Washington, Jr.: Winelight

di matteodi.leonar | DeRango™: 11,20

Tra i Settanta e gli Ottanta, uno degli eventi di maggiore risonanza in ambito jazzistico è la nascita (e la relativa, istantanea affermazione) di una nuova corrente stilistica destinata a riscuotere grande successo di pubblico negli anni a venire; mi riferisco al genere noto come "Smooth Jazz", forma di Jazz… [di più]

Mike Mainieri: Wanderlust

Mike Mainieri: Wanderlust

di matteodi.leonar | DeRango™: 23,85   Scelta degli editor

Classe 1938, newyorchese di chiare origini italiane, Mike Mainieri può a buon diritto considerarsi (e lo è infatti, da parte del grosso della critica specializzata) uno dei massimi esponenti del vibrafono contemporaneo; fra i primi a sperimentare le avanguardistiche sonorità del "synth-vibe", la sua notorietà negli ambienti musicali che contano… [di più]

John Zorn & Sato Michihiro: Ganryu Island

John Zorn & Sato Michihiro: Ganryu Island

di matteodi.leonar | DeRango™: 22,62

13 aprile 1612: i samurai Miyamoto Musashi e Sasaki Kojiro si scontrano a duello sulla spiaggia di Funajima, isolotto giapponese sito al largo del porto di Shimonoseki, a metà di quello stretto braccio di mare che sta fra le isole maggiori di Honshu e Kyushu. E' Musashi a colpire a… [di più]

Arto Lindsay Ambitius Lovers: Envy

Arto Lindsay Ambitius Lovers: Envy

di matteodi.leonar | DeRango™: 20,98

Chi scrive questa recensione non è particolarmente amante dell'elettronica, né tantomeno di certe (e a dir poco controverse) soluzioni timbrico-strumentali che hanno caratterizzato gran parte della musica prodotta negli anni '80. Analoga diffidenza è stata palesata da molta critica, ed ha finito col condizionare (in negativo) il giudizio complessivo espresso… [di più]

Cervello: Melos

Cervello: Melos

di matteodi.leonar | DeRango™: 29,95

La Napoli sperimental-progressiva d'inizio '70 annovera fra le sue perle nascoste una formazione straordinaria, sostanzialmente unica e libera da ogni sospetto di possibile derivatività; formazione protagonista di un rarissimo, meraviglioso episodio di "musica contemporanea" in senso lato, sconvolgente ancora oggi per originalità e coerenza d'insieme: parlo del Cervello di Corrado… [di più]

Agorà: Live In Montreux

Agorà: Live In Montreux

di matteodi.leonar | DeRango™: 8,12

Da marchigiano è per me motivo di grande orgoglio (oltreché di particolare emozione) accingermi a recensire un album suggestivo, affascinante e storicamente prestigioso, prodotto da cinque validissimi musicisti originari dell'anconetano e fautori di una peculiare variante di Jazz-Fusion dagli accenti mediterranei: gli Agorà, ovvero i detentori dell'invidiabile record di essere… [di più]

Shinki Chen: Shinki Chen & His Friends

Shinki Chen: Shinki Chen & His Friends

di matteodi.leonar | DeRango™: 27,19

Che dire di colui che ha avuto il privilegio d'essere ribattezzato, non senza (benevola) ironia, il "Jimi Hendrix giapponese"...? Sia fatta anzitutto una doverosa precisazione: al personaggio in questione simili etichette vanno fin troppo strette, e davvero non rendono conto di una leggendaria (oltreché misteriosa) personalità dell'"underground" nipponico. Parliamo di… [di più]

Gabor Szabo: Jazz Raga

Gabor Szabo: Jazz Raga

di matteodi.leonar | DeRango™: 13,35

"Raga" è termine indiano che rimanda ai campi semantici di "colore", "emozione", "sfumatura", "sensazione"; in ambito strettamente musicale, esso è venuto ad indicare il codice espressivo caratteristico della musica colta dell'India del Nord, prevalentemente strumentale e anche nota come "indostana" (viceversa la "carnatica", espressione dei popoli dell'India centro-meridionale, si distingue… [di più]

Jaklin: Jaklin

Jaklin: Jaklin

di matteodi.leonar | DeRango™: 7,57

Girovagando per i labirintici sotterranei della Swinging London di fine anni '60, non è raro imbattersi in oscure ed insolite formazioni, poco conosciute dal grande pubblico ma indicative (a loro modo) delle tendenze in atto in quell'epoca tanto densa di rivolgimenti, musicali e non solo; formazioni spesso e volentieri incapaci… [di più]

The Faces: First Step

The Faces: First Step

di matteodi.leonar | DeRango™: 3,40

Evento a dir poco epocale è quello che scuote la già matura scena Rock-Blues inglese a cavallo tra i '60 e i '70: dalle ceneri di due illustri formazioni (gli Small Faces e il Jeff Beck Group) nasce una delle principali Rock'n'Roll bands che la storia abbia mai conosciuto, capace… [di più]

Corpus: Creation A Child

Corpus: Creation A Child

di matteodi.leonar | DeRango™: 28,12

Probabilmente in pochi conosceranno questa oscura formazione di Corpus Christi, Texas, titolare nel 1971 di un unico e dimenticato album inizialmente venduto solo per corrispondenza; album che nessuno, al di fuori dei più fedeli adepti del gruppo, avrebbe mai avuto il piacere di ascoltare, se anni dopo la Akarma non… [di più]

The Keith Tippett Group: Dedicated To You, But You Weren't Listening

The Keith Tippett Group: Dedicated To You, But You Weren't Listening

di matteodi.leonar | DeRango™: 31,30

Luci accese su uno dei grandi "cervelli" della nuova musica inglese degli anni '70, profondo teoreta e magistrale esecutore di suoni "diversi", difficili, di indiscussa portata rivoluzionaria. Aveva solo 22 anni, questo giovane e semi-sconosciuto pianista, vorace e maniacale ascoltatore dei dischi di Gil Evans e Charles Mingus (solo per… [di più]

Tipographica: Tipographica

Tipographica: Tipographica

di matteodi.leonar | DeRango™: 15,80

Dietro questa enigmatica denominazione latina si nasconde quella che, alla pari forse degli Happy Family, può considerarsi la band ispiratrice di tutta la scena alternativa giapponese degli anni '90. I Tipographica del chitarrista Tsuneo Imahori costituivano (l'imperfetto è d'obbligo, poiché la formazione si è purtroppo sciolta nel 1998) l'esempio vivente… [di più]

Frank Zappa: Them or Us

Frank Zappa: Them or Us

di matteodi.leonar | DeRango™: 22,52

Più che mai complessa è la valutazione di questo importante tassello della discografia zappiana degli anni '80. Valutazione che si basa, anzitutto, su due considerazioni: la prima riguarda l'innegabile presenza, all'interno del repertorio proposto, di alcuni "punti deboli", intesi come brani poveri di spunti significativi e caratterizzati da scelte a… [di più]

Phil Manzanera: Diamond Head

Phil Manzanera: Diamond Head

di matteodi.leonar | DeRango™: 22,12

Da sempre l'originalità e la consapevolezza artistica sono, per il sottoscritto, parametri essenziali per la corretta valutazione di un'opera discografica. Fatta questa opportuna premessa, nessuno potrà stupirsi se dico che Phil Manzanera è stato, con ogni probabilità, il chitarrista in assoluto più creativo, più talentuoso e intelligente della scena inglese… [di più]

Sea Level: Sea Level

Sea Level: Sea Level

di matteodi.leonar | DeRango™: 3,31

Nuove tendenze, nuove ispirazioni e suggestioni animano il variegato panorama "Southern" tra la fine dei '70 e l'inizio degli '80, in reazione ad una fase di crisi collettiva del genere che non ne risparmia neanche gli esponenti più illustri: se Allman Bros. e Marshall Tucker Band navigano stancamente fra mediocri… [di più]

Branford Marsalis: Random Abstract

Branford Marsalis: Random Abstract

di matteodi.leonar | DeRango™: 4,62

Mi accingo a recensire quella che, senza esagerazione alcuna, può a buon diritto considerarsi una pietra d'angolo nella produzione del grande sassofonista di New Orleans; opera eccelsa ed epocale, con cui tutto il Mainstream Jazz contemporaneo ha avuto il dovere di confrontarsi. Non prima d'aver ripercorso in breve alcuni momenti… [di più]

Zao: Kawana

Zao: Kawana

di matteodi.leonar | DeRango™: 34,28

Noto con certo dispiacere che su questo sito non è ancora presente alcun contributo all'opera di una delle più interessanti e originali formazioni della scena Jazz-Rock europea, gli Zao. Motivo per cui farò prima una breve presentazione di questo gruppo francese dalla curiosa denominazione, per poi passare all'analisi di quella… [di più]