Sto caricando...

Giorgio De Santillana - Hertha Von Dechend
Il Mulino di Amleto

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Così in cielo così in terra.

In questo saggio gli autori, de Santillana e von Dechend, analizzano, destrutturano, indagano e stravolgono tutti i miti mondiali.
Eroi che si fanno protagonisti di battaglie epiche e gorghi che continuano all'infinito a macinare sabbia, grano e oro.
Tutto viene analizzato (forse) nella sua vera essenza. Più si avanza nella lettura e più ci si convince che non si tratta solo di leggende con giganti che ammazzano i loro genitori gettandone l'organo genitale nel mare, o di mitichi argonauti alla ricerca di chissà quale vello. Piuttosto che di un frassino piantato nel centro del Maelström o grande gorgo o appunto IL MULINO DI AMLETO.

Tutti i miti portano sempre nella stessa meta: le stelle.
Se in una notte serena e limpida si ha la fortuna di poter osservare il firmamento da un luogo libero da ogni inquinamento luminoso artificiale si può comprendere come l'uomo antico sia stato fortunato.
La possibilità di poter, notte dopo notte, osservare i piccoli spostamenti di ogni astro deve aver smosso la curiosità dei nostri progenitori che, misuravano gli angoli di grado magari solo coi palmi delle mani piuttosto che segnarli con una pietra o un bastone, e non avendo ancora concepito un linguaggio matematico e scritto da poter tramandare ai posteri, scelsero la via più semplice: il Mito e la Memoria.

Sembra quasi impossibile al giorno d'oggi accettare il fatto che gli antichi più antichi (grazie Frau n.d.r.) avessero la capacità di memorizzare quantità enormi di dati (codificati in miti) da tramandare ai posteri semplicemente imparandoli a memoria, la continua ripetizione di nozioni come se fossero un Mantra aveva lo scopo di poterle assorbire dentro se stessi, fino a farle diventare talmente antiche da averne completamento dimenticato il significato originale.

Eppure altri avrebbero duvuto capirlo ben prima del 1969 che tutti quei racconti e immagini raffiguranti dei ed eroi intenti a ruotare un enorme frullatore forse non erano da cercare in terra ma bastava alzare gli occhi al cielo e vederlo l'enorme spirale che tutto crea.

Il contributo più importante offerto dal libro è la spiegazione delle convenzioni tecnico-linguistiche con cui il mito veicola informazioni sul moto precessionale.
Esistono innanzi tutto tre semplici regole:

la prima implica che gli animali sono stelle- la seconda che gli dèi sono pianeti- la terza indica che i riferimenti topografici sono metafore per l'ubicazione, di solito del sole, nella sfera celeste.

(grazie Sullivan n.d.r.)

Il saggio, di non facile comprensione, è pieno di riferimenti alle più sconosciute culture mondiali, L'EDDA, SHAKESPEARE, l'ODISSEA, il KEVALA, l'epopea di GILGAMESH, il KEVALA, la MESOPOTAMIA piuttosto che il MESSICO PRECOLOMBIANO, tutto viene analizzato e scorticato fino a lasciarci dopo quasi 600 pagine sbigottiti e attoniti, con solo una domanda in testa: cos'è il tempo?

"A mio parere, quindi, la vista è alla base dei nostri più grandi benfici poiché non avremmo potuto dire nulla sull'universo se non avessimo mai veduto il sole, le stelle e il cielo.
Inoltre, è la percezione del giorno e della notte, dei solstizi e degli equinozi, dei mesi e degli anni che si susseguono, ad aver originato l'invenzione dei numeri e ad averci dato la nozione del tempo e della natura della realtà, da cui abbiamo tratto ogni filosofia, un dono celeste più grande del quale l'uomo non ha mai avuto né avrà."

Platone TIMEO

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiQuattro)

fusillo
fusillo
Opera:
Recensione:
miticHo!!!:-)


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Ma questo libro deve essere una figata! bella rece!


Ciccio Swim
Ciccio Swim
Opera:
Recensione:
Uè ciao come stai iside? Ciao io sono Ciccio Swim. Uè scusa per il disturbo, mi sai dirmi per caso se non ti disturbo il disco dove sta la canzone dei mondiali che cantavano grosso e cannavaro e buffon e del piero e materazzi quando hanno vinto i rigori con la francia? quella che fa po po po po po po. è una canzone molto roccheggiante e anche le atre sono belle e mi piaciono, sono di musica straniera cantata in inglese. sai come si chiamano quelli che cantano? ma non i giocatori, propio quelli che la canzone è la loro và. Uè ciao, scusi per il di sturbo e la grazie in anticipo.


panNZZOone
panNZZOone
Opera:
Recensione:
ciccio swim!! ciao come stai ?? senti mi han detto che tu fai parte dello stafffffffffff debaser e che sai tante cose e sei intelligente e poi sai cliccare bene il picci , io sono goloso di bomboloni e poi so fare le frittelle io voglio conoscerti perche voglio che tu mi isegni tante cose e cose belle !!! , scusa pero' il disturbo stavi pranzando?


fedezan76
fedezan76
Opera:
Recensione:
@iside: come "cos'è il tempo?" ... il tempo non esiste. ;D


panNZZOone
panNZZOone
Opera:
Recensione:
Il tempo c'e' e non passa . noi passiamo . Anche il sole passa ,ma noi non siamo forse sole? come faremmo a vedere cio' che non fa' parte di te' ? il vuoto non lo vedo .E non passa -


TheJargonKing
TheJargonKing
Opera:
Recensione:
Gran libro, lo divorai qualche anno fa, instruttivo e decisamente controcorrente. Lo ha descritto alla grande.


Ciccio Swim
Ciccio Swim
Opera:
Recensione:
Uè ciao paNNZZOOne come stai? Uè ciao grazie che mi hai risposto e che mi haa detto che sono inteliggente sei troppo gentile. però a scrivere devo forse ancora migliorare perchè quando rileggo quello che ho srcitto certe volte mi sembra che sono un po' di errori e però sto leggendo tanto perchè così posso migliorare. far parte dello staffffffffff debaser vuol dire che io lavoro in debaser? non lo so non penso perchè non mi han detto niente che era un lavoro. ora non so proprio però se mi arriva qualcosa di soldi per quando scrivo è pure buono và. Anche le frittelle sono molto buone e se tu le sai fare siamo a cavallo perchè io so fare bene la pasta col burro. Uè ciao, grazie per tutto e scusami per il disturbo.


iside
iside Divèrs
Opera:
Recensione:
@@@THEJARGONKING Per fortuna almeno tu l'hai letto e per fortuna ( mia) dici che l'ho spiegato bene, ci pensavo da aleno un anno ma non mi veniva mai nulla di decente. grazie anche agli altri (poki) visitotori....


zaireeka
zaireeka
Opera:
Recensione:
Bella Iside, mi hai incuriosito. Del resto il mio tipico anelito autolesionista che mi spinge verso le cose contorte mi permmette di prenderlo in considerazione.


zaireeka
zaireeka
Opera:
Recensione:
Comuqnue, mi permetta quel buon uomo di Platone, non è la vista l'origine di tutto, ma la luce, senza cui la vista non avrebbe senso. Si pensi ad esempio al fiat lux biblico, si pensi come essa sia alla base delle due più grandi teorie fisiche che l'uomo moderno ha concepito, la relatività e la meccanica quantistica. A come il nostro mondo fatto di computer, radio, televisori, satelliti, navigatorim ecc smetterebbe di funzionare se la luce su cui si basano non fosse mai esistita con tutte le sue fantastiche proprietà...


iside
iside Divèrs
Opera:
Recensione:
dopo questo libello ( mattone di 600 pagine) converrai con me che il tempo non esiste ( o che comunque è solo una invenzione dell'uomo)


panNZZOone
panNZZOone
Opera:
Recensione:
Iside ( parliamone), Il tempo c'e non e' un passaggio , la vita e' un passaggio ma non e' tempo , siamo noi che erroneamente definiamo tempo il passaggio della vita . C'e un tempo senza vita ma non c'e vita senza tempo


voodoomiles
voodoomiles
Opera:
Recensione:
Bravi se l'avete letto tutto.


panNZZOone
panNZZOone
Opera:
Recensione:
Io non l'ho letto pur essendo interessante ,ma 600 pagine sono troppi kili , eppoi dove lo metto? nella cartella non ci sta' ho gia le mie 12 girella .


iside
iside Divèrs
Opera:
Recensione:
@@VOODOOMILES- 600 pagine non sono poi molte, comunque l'ho letto tutto due volte e molte volte lo consulto.
@@@PANNZZOONE- parliamone: venne un giorno in cui l'uomo si accorse che aveva bisogno di inventarsi qualcosa che chiamò TEMPO. in fondo il tempo esiste, per come lo consideriamo noi umani, solo su questa terra e per noi umani per gli altri esistono altri tempi e altri anni


panNZZOone
panNZZOone
Opera:
Recensione:
Iside , di quello che ha bisogno l'uomo non c'entra niente , quello che indendiamo noi e' il nostro tempo , che si chiama vita' e che esiste perche esiste il tempo .in sostanza: noi viviamo perche esiste un vuoto , cioe' ti muovi perche' c'e spazio , lo spazio e' tempo se non ci fosse tempo non ci sarebbe spazio e non potresti muoverti e non ci sarebbe vita. totale: Senza tempo non c'e spazio , senza spazio non c'e vita ,e senza vita c'e tempo.


JURIX
JURIX Divèrs
Opera:
Recensione:
ZtupeNNNda. Che dire, torneremo sicuramente verso un futuro dove il "tempo" non esisterà o sarà un'entità neanche paragonabile all' astrattismo attuale. Nel frat-Tempo...


Geo@Geo
Geo@Geo Divèrs
Opera:
Recensione:
Isiduccio, questa me l'ero persa: non ho scandagliato bene la tua produzione;)) Meriti 5x2 per il coraggio e 5x2 perchè ti sei fatto capire:) Gran ben libro, ma di un difficile...alcuni passi li ho riletti più volte per capirli:DDD, ma io/me ho già una lunga relazione con Mr Alzheimer;)


iside: alcuni sul comodino hanno la Bibbia, altri il Capitale io ho questo Libro. Sapessi quante volte mia moglie mi dice: "l'ho stai rileggendo un altra volta?"
iside
iside Divèrs
Opera:
Recensione:
dieci anni fa...


JonatanCoe
JonatanCoe
Opera:
Recensione:
Se penso a come si è ridotta drasticamente oggi la capacità di memorizzare, tutta deputata a colcolatrici, pc o altre diavolerie elettroniche che ci 'sollevano' dal pensare, mi prende lo sconforto. Ri-citando Platone, il tempo conduce inesorabilmente verso l'alienazione assoluta dell'uomo, verso una visione distorta e disorientata della realtà, come nel 'mito della caverna'.


macaco
macaco
Opera:
Recensione:
Devo confessarlo, non l' ho finito.
L' ho trovato troppo cosmologico, oggi si ha la tendenza ad interpretare i miti in modo letterario, come cronache reali. Altre antiche scritture leggendole alla della nuova física.


macaco: ...alla luce...
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
We are all made of stars.


Almotasim : Infatti in 10 miliardi di anni di combustioni stellari si produce il carbonio, l'azoto e l'ossigeno da cui siamo costituiti.
iside: siamo fatti di pan di stelle :-D
iside
iside Divèrs
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «ho aggiunto un . e sistemato delle cose che col copiaincolla erano venute da cani.». Vedi la vecchia versione Il Mulino di Amleto - Giorgio De Santillana - Hertha Von Dechend - recensione Versione 1


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Il Mulino di Amleto è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link