Sto caricando...

Josiah
Into the Outside

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Today is a Good Day!!!

Ma perchè inizio con la frase appena scritta la mia nuova pagina?

Ve lo esplico subitamente egregi et stimatissimi colleghi debaseriani: perchè, sommando le recensioni scritte come GenitalGrinder e come De...Marga..., giungo all'importante e copiosa cifra di TRECENTO, narrando le vicende del secondo disco degli inglesi Josiah. In sei anni di frequentazione del sito devo ammettere che è un importante traguardo. E ne sono oltremodo orgoglioso; mi sia concesso questo "pavoneggiamento" nei confronti di me medesimo.

Partiamo subito con un'autocitazione della band scritta qualche tempo addietro a proposito del loro omonimo esordio: "Gruppo che ho scoperto per caso una decina di anni fa quando suonarono in un piccolo locale vicino a casa; un trio completamente immerso negli anni settanta, con un suono Heavy-Fuzz-Psichedelico drogatissimo ed allucinante (del resto la copertina riporta dei funghi). Mi basta citare i quasi dieci minuti di "Black Maria": come dei lenti Black Sabbath che impazziscono ed incontrano dei malati Monster Magnet, con sferzate stoner dove compare l'ombra imponente dei maestri Kyuss."

Detto questo potrei anche già fermarmi qui, perchè le coordinate musicali di Into the Outside sono le medesime. Stessi riferimenti, stesso approccio molto retrò che guarda indietro nel tempo, stessa formazione ecc...ecc...Si parte a tutta, spediti, senza freni con un paio di brani terremotanti: in "Turn it On" e "The Scarlatti TIlt" pestano giù duramente sugli strumenti. Canzoni brevi, incazzate, fumose; con la voce aspra di Mat che ricorda molto da vicino quella di Dave Wyndorf dei Monster Magnet. Distorsore aperto, bordate di Hard Rock già sentito mille volte in passato, ma che mi provocano un sanissimo godimento uditivo.

Certo rispetto all'esordio cercano, in alcuni passaggi, un controllo della loro dinamitarda furia; i pezzi sono più contenuti come minutaggio e sono presenti anche un paio di brevi strumentali che mi rimandano senza ombra di dubbio agli Zeppelin più folkeggianti. Ma ci mettono pochissimo a rimettersi in marcia, ad erigere spropositati muri sonori del tutto invalicabili. Ed allora giusto citare la micidiale "Black Country Killer" che per me risulta essere l'episodio più incisivo del disco.

Prima di concludere ancora una cosa: il titolo dell'album scelto dai Josiah ricorda quello del secondo lavoro dei Blue Cheer, ovvero Outsideinside. Ecco allora un altro importantissimo riferimento per dare ulteriore consistenza e pregio a questo frastornante terzetto...KEEP ON PUSHIN'...

Non da massimo dei voti, ma manca davvero pochissimo!!

Diabolos Rising 666.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Diciassette)

Pinhead
Pinhead
Opera:
Recensione:
300 recensioni e ne avessi recensito uno buono.


GenitalGrinder: Hai ragione ragazzo, come sempre!!!
Falloppio
Falloppio
Opera:
Recensione:
Spartano!!!


GenitalGrinder: Leonida!!
algol
algol
Opera:
Recensione:
Diciamo un impercettibile contributo al sito.


GenitalGrinder: Siamo d'accordo algol.
llawyer
llawyer
Opera:
Recensione:
Eran trecento! Lo spigolatore della Val d'Ossola!


GenitalGrinder: Ciao llaw. grazzzie!!!
dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
Today is a good day......sommando le recensioni mie di Genital e De....Marga arrivo a 312.....sei un grande caro montanaro mio, bella la rece , su di lo devo erudirmi


dsalva: Scusate 315
Almotasim : Di la verità, DS! Hai scoperto solo ora che DeMa e GG sono la stessa persona!
dsalva: ma no!!!....ma dai, davvero????.....nooooo!!....incredi bile!
dsalva: anche se devo dire che a volte ho dei dubbi....il nostro di solito posta alle prime luci dell'alba, poco prima della mia levata, e devo dire che il zuzzerellone normalmente posta prima De..Marga, poi Genital, ma a volte (anche stamattina direi) prima Genital e poi De..Marga.........eh eh, terribile depistaggio!!
Almotasim : Però potrebbero essere solo due tizzi di Domodossola che manco si conoscono o, se si conoscono, si evitano. Adesso il dubbio me l'hai messo tu...
dsalva: Gia'.....oppure fanno a gara a chi posta prima?.....mah, sti montanari!
GenitalGrinder: Ahahahahahahahahahahahahahahahahaha h....
dsalva: Stamattina prima De...Marga
JonatanCoe
JonatanCoe
Opera:
Recensione:
Questi piacciono anche a me, kaiser!


GenitalGrinder: Ricordo ancora benissimo il concerto dei Josiah in un piccolissimo locale gestito per qualche anno da un mio caro amico; arrivarono a bordo di uno sgangheratissimo furgone. Montarono strumenti ed amplificazione in una manciata di minuti; dieci minuti, forse anche meno, per provare o suoni e poi il concerto. Tirarono giù le pareti del locale e come al solito mi diedi molto ben da fare nel coordinare i movimenti dei pochi presenti. Indimenticabile serata, una delle tantissime per me.
JonatanCoe: I live battuti, quelli che piacciono a me.
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
300!!! E che forma smagliante, che energia DeMaGG! Gran bel pezzo questa rece. Bello sentirti UP!


GenitalGrinder: Pensata e scritta dalle 18 alle 18.30; quando mi prende la voglia nulla mi trattiene. Bisogna poi aggiungere almeno un'altra trentina di recensione da me scritte in collaborazione con alcuni utenti; fondamentale debaser per me in questi ultimi anni.
Almotasim : Altre 300 di queste rece (possibilmente entro i prossimi sei anni).
lector
lector
Opera:
Recensione:
Cioé, esistono trecento dischi della roba che ascolti tu!
Annamobene.....


GenitalGrinder: Grande che sei ragazzo del Sud!!
SilasLang
SilasLang
Opera:
Recensione:
Quindi il tritagenitali è De Marga...non sapevo. Grande.


GenitalGrinder: Ma dai Silas? Ahahahahahahha. Un saluto al mio abruzzese preferito del sito.
SilasLang: Ahahahah eh beh caro mio, sai com'è, non seguo più il sito come ai vecchi tempi (causa lavoro e cazzi e mazzi vari) quindi non avevo mai associato il tuo alter ego "gore" alla tua gentile persona :-)
Onirico
Onirico
Opera:
Recensione:
300 in 6 anni? Chiediamo @[sfascia carrozze] se è possibile un pensionamento anticipato ad honorem, con una rendita vitalizia e un surplus mensile per ogni ulteriore recensione inviata.
Questo non l'ho ascoltato, ma mi ricordo che una certa "Malpaso" fosse da urlo, e infatti entrò subito nei miei ascolti; merito anche di un gran bel assolo di chitarra.


sfascia carrozze: Certo chè è possibile.
Tutto si baserà sul sistema DePrevidenziale DeBaserico corroborato dai copiosi versamenti della DeUtenza.
Testé Le girò l'IBAN del @[turkish] al quale puòte iniziare a versare i primi seimila euro d'acconto.
Onirico: Si, come se non sapessi che poi lei spenderebbe i 6000 in scorte antiatomiche di casu marzu e salsiccia sarda!
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
JOHNDOE
JOHNDOE
Opera:
Recensione:
giungo all'importante e copiosa cifra di TRECENTO

pensa che palle


GenitalGrinder: Ti voglio bene @[RIBALDO] !!!!
gaston
gaston
Opera:
Recensione:
Come, per un calciatore, avere 300 presenze in serie A...discreta carriera...:)
Ho ascoltato qualche pezzo: bello. Sarebbe da comprare anche questo...


Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
Il Leonora


Caspasian: Il Leonida di Debaser
GenitalGrinder: Grazzzie mille...anzi trecento!!!
GenitalGrinder
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «..."risulta" con una elle sola e molto megghiu!!!». Vedi la vecchia versione Into the Outside - Josiah - Recensione di GenitalGrinder Versione 1


proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
tia
tia Presidénte onoràrio
Opera:
Recensione:
well done man! ora ascolto il discolo!!


GenitalGrinder: Fanno per te tia!! Fidati...

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Into the Outside è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link