Sto caricando...

Orange Sunshine
Homo Erectus

()

Voto:

Uno scontro fra cavernicoli.

Non è la definizione più calzante che ci sia, ma è la prima che mi viene in mente.

Da qualche parte nel Neolitico.

Omuncoli rozzi e pelosi dalle vaghe fattezze umane, per qualche strano e sconosciuto motivo, si stanno scontrando. Appartengono a clan diversi ma sono tutti nati dallo stesso fango: muscolosi e guizzanti gli Stooges da una parte, fracassoni con le loro lance e le loro pietre i Blue Cheer da un'altra, selvaggi e incazzosi gli MC5 da un'altra ancora, ormai vecchiotti e rancorosi i Sonics, provocatorio e sensuale, un nero dai capelli a cespuglio che tiene la sua clava all'incontrario perché mancino. Si osservano per qualche secondo incazzati come delle bisce e poi se le danno di santa ragione.

Da qualche parte nel Neolitico, mezz'oretta dopo.

Silenzio. Scontro finito. Vicino alla caverna rimangono pochi superstiti, gli altri sono tutti andati, tutti a terra; chi si alzerà anni e anni dopo tentando di illudere gli altri di essere ancora l'iguana di una volta, chi si rialzerà ma non verrà più considerato da nessuno, chi non si rialzerà mai più.

I superstiti sono tre.

STOP.

Avanti veloce di 40 anni.

Guardateli lì, immobili da decenni, con gli strumenti in mano, congelati nell'attimo prima di attaccare. Lasciamoli ancora immobili qualche momento e presentiamoli: Arthur Van Berkel alla chitarra e ai pedali (fuzz uber alles), Mehdi Rouchiche al basso e Guy Tavares: uno scimmione epilettico alla batteria e alla voce. A guardarli bene sembra di stare ancora nella preistoria.. non si direbbe che siano arrivati fino a oggi così intatti. Per carità, sono ben disfatti da LSD ed oppiacei vari, ma sono ancora giovani e rozzi rockettari fissati con i dischi del padre, non vecchi dinosauri. Gli Orange Sunshine, infatti, non sono per niente contemporanei di tutta la bella gente di cui sopra, ma fanno di tutto per esserlo: stessa strumentazione dell'epoca, stessi metodi di registrazione, perfino le stesse droghe di allora. Se infatti sul disco (ristampato in cd dalla giapponese Leafhound con due bonus track) si cerca la data di registrazione, si troverà proprio: 1969. La differenza è inesistente: questo disco potrebbe essere stato registrato benissimo 40 anni fa, ma non è così.

PLAY!

"Hush Hush" ed è subito tutto chiaro. Potenza, aggressività, Blue Cheer, MC5, Detroit sound, psichedelia, un chitarrista che macina riff come un ossesso, fuzz sempre al massimo, niente virtuosismi. Motor-blues, garage-punk e acid proto-hard rock. Insomma, tutto il lato b dell'America sul finire degli anni ‘60. Niente hippies, niente folk bucolico, niente flauti e mellotron, niente armonie vocali, niente peace and love. Qui c'è molta meno perizia strumentale, molta meno ricerca, molta meno innovazione, ma molta più sincerità, molta più immediatezza e rock ‘n roll. Un sound unico, monolitico e grezzo.

Come si può ben capire i pezzi di questo lp non brillano per originalità né, ancora meno, per varietà, andando così a formare una compatta colata lavica, stridente ed assordante, una lunga jam che puzza di zolfo e acido. Così, ascoltando "Luv Me", sembra di sentire un pezzo stoner alla Kyuss prima ancora che Josh Homme venisse concepito, in "Magic Ship" ci sono i Black Sabbath primo periodo fatti girare a 45 giri e "Girl, You..." sembra un outtake di "Vincebus Eruptum".

Se poi si da uno sguardo alla copertina, non si hanno più dubbi. Questi tre olandesi non sono altro che fricchettoni senza appello e con le mani legate, condannati a spingere in eterno balle di marijuana col petto, in eterno e il carrarmato sotto di loro, il suono che producono nelle nostre orecchie.

 

Ultimi Trenta commenti su SettantaTre

UhuhPanicoUhuh
UhuhPanicoUhuh
Opera:
Recensione:
bella blech, aggiungerei anche... Tenitila!


UhuhPanicoUhuh
UhuhPanicoUhuh
Opera:
Recensione:
Karma
Karma
Opera:
Recensione:
la compatta colata lavica, stridente ed assordante, che puzza di zolfo e acido per settembre ci sta.(bëlo lo sbalzo temporale.)


casamorta
casamorta
Opera:
Recensione:
porca sobrietà, non è il mio genere ma mi hai convinto appieno!! A cosa servirebbe altrimenti una recensione se non a incuriosire e invogliare. Perciò 5 a te strameritato, loro li ascolterò fiducioso...per i fuzzzzzzz, sìiii!!! per gli scimmioni epilettici alla batteria, sìiiii!!! per le colate laviche e lo zolfo, sìiiii!!! Ma anche per "qualche strano e sconosciuto motivo"...


Opel
Opel
Opera:
Recensione:
Aspetto il cd ora And... vedi un pò che devi fa ^^


Michoos What
Michoos What
Opera:
Recensione:
Bellissimo Vincenzo col bus in eruzione.Questo lo cerco.Brav.


emanuele
emanuele
Opera:
Recensione:
:)...bravissimo andre!


Bonny91
Bonny91
Opera:
Recensione:
E sti cazzi che grande rece che ha fatto il nostro andre...!


Defender1
Defender1
Opera:
Recensione:
Recensione, come sempre, ad alti livelli ma qualcosa non mi ha convinto come in altre occasioni. Proverò ad ascoltare qualcosa del disco. Saluti.


blechtrommel
blechtrommel
Opera:
Recensione:
Grazie ancora a tutti i convenuti! @Defender: forse perchè questa è molto più cazzona che le altre?:)


Defender1
Defender1
Opera:
Recensione:
Bah, saranno state le tre Tuborg e mezza! Mi ripropongo di rileggerla meglio, forse il leggero "abbagliamento" alcolico mi ha imbrogliato. Saluti.


Antmo
Antmo Divèrs
Opera:
Recensione:
yeah! gran disco e bella la pagina. grazie per il link-omaggio.


blechtrommel
blechtrommel
Opera:
Recensione:
Ecco Antmo! Grazie a te per avermeli fatti scoprire. Sono felice che tu sia passato:)


omahaceleb
omahaceleb
Opera:
Recensione:
Passso solo per salutare, bella rece andrew.


carlo cimmino
carlo cimmino Divèrs
Opera:
Recensione:
Il solito rockettaro capellone e fracassone... Comunque, caro blech, sta' attento con le parole. Che con "erectus" si rischia la querela. Difatti ho appena ricevuto una telefonata da tale sig. Fabio Lepri. Costui intende denunciarti. Poiché sostiene che le tue affermazioni sono allusive, "false e lesive dell'onore" del suo cliente, del quale "hanno leso anche l'identità personale", presentandolo "come soggetto che di certo non è, ossia come una persona con problemi di erezione." Saluti viagristici ---


puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
La copertina non funziona con gli occhiali. Ingiustizia.


Opel
Opel
Opera:
Recensione:
4+, bello bello


malley8
malley8
Opera:
Recensione:
essendo che non conoscevo e non volendo passare per piciu mi sono precipitato ad ascoltare. ora ho ascoltato e mi esprimo. questi qua agli stooges non gli fanno neanche una sega. neanche agli mc5. forse - ma non saprei - ai blue cheer gli si avvicinano alla patta dei pantaloni.


puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
A Novembre sono in italia, 4 date; Roma Riva del Garda Fidenza e Torino. Loro, e gli Dzjenghis Khan.


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Orcodinci, ma non suonavano mica anche al Cox di Milano?!? Io avevo già inserito il DeMeeting!!!! Mannagghia!!!


puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Al cox suona non mi ricordo chi. Mr. Garbage Dump Agency finisce l'anno con parecchie serate, ormai è diventato (per i miei gusti) il re indiscusso dei concerti italiani, e fa tutto in casa. Contando solo Novembre, ha tirato giù quattro nomi a caso, tutti di merda: Fatso Jetson, Atomic Bitchwax, Orange Sunshine, Karma To Burn. Senza contare ovviamente le date dei gruppi italiani ed ovviamente dei "suoi" El-Thule. Fatso Jeston, Atomic Bitchwax, Orange Sunshine, Karma To Burn.


puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Ah, gli Ira De Dios suonano al Cox. Dimenticavo che porta anche Nick Oliveri solista al Magnolia, sempre a Novembre. Ma direi che conviene risparmiare denaro e forze per gli altri quattro.


MaTaCà
MaTaCà
Opera:
Recensione:
Mi piace il tuo stile recensitivo(?!?), non annoi e conduci sapientemente il lettore fino all'ultima parola. Great job man. Non mi resta che ascoltare il prima possibile il disco così poi saprò esprimermi anche su esso.


blechtrommel
blechtrommel Divèrs
Opera:
Recensione:
@Malley: ma va?:D Logico che i papà che tu hai menzionato siano meglio dei figliocci negli anni 2000, grazie al cazzo!:D Però quello che fanno lo fanno bene, è fiko, è divertente, è pissichedelico e mi piace..Non ho mai detto che gli Orange Sunshine siano i migliori musicisti del secolo:) @Bartle: beh, allora verrai a vederli a Torino cu mmia:) @Caz: altri gruppi a Torino, che tu sappia? @Matacà: grazie mille:) è un complimento molto gradito questo..Quando scrivo tengo sempre d'occhio il ritmo di ciò che scrivo.


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
@Blecchocomero: sei matto?!? non ricordi: noi milanesi non ci spostiamo mai per vedere un concerto! P.S.: ti incarico ufficialmente di trovarmi una qualche sistemazione per la sera del 27!! ;))


trix
trix
Opera:
Recensione:
piaciuta la rece, piaciuto il disco!!


Deep-Frenk
Deep-Frenk
Opera:
Recensione:
Promette bene!


fosca
fosca
Opera:
Recensione:
Me l'ero persa... Bellissima, ma come ti vengono?? Come Sfascia, magari lo ascolto pur restando un pò scema. Yuk! Yuk!


blechtrommel
blechtrommel Divèrs
Opera:
Recensione:
Come mi vengono? Maccheneso, è già tanto che mi vengano:D Grazie cara..


psychopompe
psychopompe Divèrs
Opera:
Recensione:
visti ieri sera insieme ai Dzjenghis Khan (o come cazzo se scrivono). I Dzenghis tanto simpatici fuori dal palco quanto abbastanza inutili sopra il palco, stavo per prendergli il vinile ma me so tenuto i soldi. Invece gli Orange molto cazzuti, non ci sentirò per i prossimi due giorni per i volumi inverecondi della chitarra, ma massicci. Peccato che oltre ad essere gran derivativi, si mettono pure a fare ben due cover dei Blue Cheer dal vivo. Ma con un personaggio ENORME come il batterista tutto gli è permesso. Appena riesco mi ci faccio l'avatar con una foto fatta ieri.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Homo Erectus è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link