Copertina di Pink Floyd The Dark Side of the Moon

Pink FloydThe Dark Side of the Moon

Come accade che un tizio qualsiasi si trasformi in un super eroe? Vorrei dirvi la sete di giustizia, ma nel mio caso è stato il caldo, quaranta gradi all'ombra del lenzuolo. Roba che a un certo punto ha tremato la stanza.

Solo che poi un tipo come me non si accontenta di spiegazioni semplici. Allora ho pensato che tutto fosse dovuto alla terrificante oscillazione della spada della giustizia. Un vecchio Topolino con Paperinik in copertina ha fatto il resto...

Ecco, è all'incirca così che sono diventato black luludia...

Subito mi son dato una missione: vendicare i recensori reietti del debasio. Quelli che il derango ce l'hanno sottozero.

Per farlo ho pensato alla parte oscura della luna, dischetto che conta parecchie derecenze, molte delle quali derubricate alla voce merda purissima.

Allora, un po' dall'una un po' dall'altra, ho preso il materiale per fare una recensione tutta nuova. Da alcuni ho saccheggiato parecchie frasi, da altre solo una virgola o lo spirito smandrappato.

Qualcuno doveva pur vendicare tutti i casi umani languenti tra le fiamme e infilzati in enormi/arruginiti girarrosto.

Certo la cosa migliore sarebbe stata riproporre pari, pari i loro mirabili scritti. Ma il mondo temo non sia ancora pronto.

E così,, dopo aver indossato il pigiamino nero con gli orsetti bianchi, dopo aver scelto tra gli innumeri poteri la capacità di sfondare porte aperte, ho...ho...

Ho assemblato...

Ecco a voi la De/recenza...

...Un vecchio LP. Semplice, nero. E polveroso. Un colore a sinistra, un mistico arcobaleno a destra. Il resto è spazio... Squilibrati mentali, cavalcate l'onda, rimanete in equilibrio. Dio prese la somma Luce e la scagliò in un prisma. Ma questa è solo una passeggiata sull'erba coperta di brina, il sole è ancora lontano...Sorrido mentre gli acari vanno e vengono...

Gli assoli di 4 minuti fatti con 5 note denominano una caratteristica, un vero e proprio "orgasmo musicale in Terra" per celebrare un concerto in cielo. Sulla corsa di quegli strumenti, di quel suono elettrico e oscillante tutto si fonde in maniera impercettibile in questa cosa chiamata album.

Poi a sottolineare il fatto che nulla nasce niente muore tutto si trasforma, tutto finisce come era iniziato: un colpo gobbo un po' nauseante ma mistico. In ogni caso tutte le canzoni sono sia obiettivamente che musicalmente un dato di fatto che non si può negare.

Time, oggi è venerdi 13. Time, noi e loro. I fazzoletti tempo. Raffreddore. Pazzia. Parole associate alla cazzo di cane, forse.

Eclisse. Ulisse, andate a fare in culo. Un giorno desidererete non avermi mai visto

UH...

Carico i commenti... con calma