Sto caricando...

Slint
Tweez

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.

Prima di rinchiudersi nello scantinato. Prima di fissare il suo pugno colmo di mosche. Prima di mutarsi in ragno e penzolare amaramente dai fili delle sue fragilità.

Un tempo l'uomo del sottosuolo era solo un ragazzo che gironzolava per il mondo.

Vicoli, immondizie, carcasse d'automobili, voci spezzate, ragnatele polverose e sbafi di merda lungo i marciapiedi. Persone soprattutto, volti su cui passare il palmo della mano per non dimenticarli più.

Nove piccoli pezzi, un solo grande cordone ombelicale da tagliare. Ciao mamma, ciao papà, ciao cane, ciao rock. Regalo, lettera, discorso d'addio? Sì. Ma il regalo è un filtro ricavato da un biglietto usato del bus, la lettera è scritta da un amico stronzo e il discorso è pieno di sputazzi e vaffanculo.

Un sound tracotante, aspro, scapigliato, dai nervi scoperti e dai muscoli tesi. Parte hardcore e finisce para-psichedelico dopo aver sbroccato in un free-form da pastiglia, parte noise e finisce di schianto dopo aver sguazzato in una pozza indie, parte incazzato e finisce introverso dopo aver pisciato su tutto quello che ci si aspetta da lui.

Come si fa a far colpo sulla più figa della classe? Sussurri e testosterone, spoken word da fattone e scatarrate rock.

E in tutto questo metterci la lucida follia di un metodo non ancora brevettato, l'accanimento impaziente di scariche elettriche che cercano in piazza 5g di erba buona, le caviglie solide e infaticabili di ritmiche pesanti come la fiatella post-sbornia.

Libertà? Piuttosto ricerca di libertà in luoghi codificati, un voler aprire finestre attraverso l'artificio. Come al parcheggio della Standa, tanti anni fa, quando ci si ritrovava dopo cena e il delirio collettivo prendeva il via dopo il segnale: "chi arrizza appizza".

Un disco con la pelle unta, le unghie sporche e la coscienza accesa. Gira nel piatto senza chiedere il permesso e scivola via come l'adolescenza.

Poi il ragazzo si è fatto uomo, ha sceso le scale e chiuso la porta.

Il rock, invece, è rimasto fuori.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.

Commenti (Venti)

Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
"Prima di rinchiudersi nello scantinato. Prima di fissare il suo pugno colmo di mosche. Prima di mutarsi in ragno e penzolare amaramente dai fili delle sue fragilità". Prima che passi qualcun altro a belare, voleva essere lui a farlo. A dare la stura a un grosso belato che attraversasse le possenti valli non meno della curvatura del tempo. Absolutely 5, o CJ!


CosmicJocker: Minchia Almo mi sei metafisico! Grazie..
Pinhead
Pinhead
Opera:
Recensione:
Mi hanno già fregato con «Spiderland», col cavolo che mi compro qualcos'altro! E poi si decidessero, o è post-rock o è avant-rock, e che diamine!


Pinhead: Oh, sai che quasi le capisco le tue ultime recensioni?
CosmicJocker: Diciamo che post-post (che in sé non significa un cazzo) lo si fa risalire a Spiderland, questo non lo ancora (comunque si sa le etichette sono sempre approssimative).
Ma sai che secondo me questo ti piacerebbe di più?
(comunque se le capisci di più fossi in te comincerei a preoccuparmi Pin!)..
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
un disco abbastanza del cazzo… scatarrare e soffiarsi il naso per me non è musica… ma io non capisco un tubo… l'ho preso e ascoltato due volte… però prenderò anche quello dopo
ahahahahahahahahahahahah chissà
io di teso poi non ci sento nulla, tesa è Highway Star mica sta roba
ora ditemene di ogni tanto frega un cazzo, qui sono abituato ahahahahahahahaha
branco di pseudo alternativi inutili !!!!!|

Ti voglio bene, ovvio!!


hjhhjij: Anche il rock'n roll era considerato da pseudo-alternativi inutili ai suoi inizi :D Comunque seriamente, non sono d'accordo, che cavolo avrebbe di "teso" Highway ? Trascinante, sicuramente, ma "teso" ? Ohibò.
IlConte: vabbè ma dai oh… perché qui di teso che cazzo ci sarebbe ahahahahahahah??!!
Comunque come dite?! "son gusti" … ascoltatevelo voi
Oddio il Rock'n'Roll inutile era considerato solo dal bigottismo perché faceva "paura" socialmente…
Questo fa cagare mica paura… o fa paura??!!
IlConte: Comunque non iniziamo una discussione inutile sui gusti
E' un disco che non riascolterò mai più perché non sento quella fantomatica e splendida tensione, tutto qui..
au revoir, le Noble
CosmicJocker: Io ci sento molta tensione in 'sto disco.. Proprio perché, e quì concordo con accagei, alterna fasi quiete e sbroccate quasi isteriche senza una direzione ben precisa..
Starway inizia piano poi va in crescendo e ritorna in sordina: c'è una direzione, ha una parabola..
Teniamo presente anche che il genere degli slint è molto diverso..
Poi 'sti gran cazzi, non voglio mica fare il fenomeno, se a te fa cagare Nobile fai bene a dirlo e ci mancherebbe pure..
Ti voglio bene anch' io, altrettanto ovviamente..
CosmicJocker: *a sbroccate
IlConte: si vabbè raga ma qui si è sempre seriosi eh… non mi piace, non ci sento "tensione" - tensione posso sentirla in "the end" o in "dazed and confused" per dire … ho detto la mia e stop
poi so che piacciono a tutti no problem
CosmicJocker: Anch'io sto solo dicendo la mia eh..
Non voglio mica convincerti di qualcosa..
Tu non ci senti tensione, io si..
IlConte: ma infatti…
mi sa che non commento più un cazzo ahahahahahahahah
saludos
CosmicJocker: Ma va là!
hjhhjij: Ci sarebbe molto da dire su questi discorsi ma principalmente volevo dire che io degli Slint non ho mai parlato. Parlavo solo del pezzo dei Purple che non assocerei mai alla "tensione". Molto di più "Dazed and Confused" quella si ("The End" lasciamola proprio stare, va ben oltre la tensione, potrei parlare ore delle sensazioni che mi trasmette e che mi lasciò al primo ascolto...).
IlConte: Hai ragione, Highway star non c’entra nel discorso di tensione
madcat: Secondo me era fin troppo ovvio che non ti sarebbero piaciuti Conte, se uno ti conosce appena lo sa
kloo: Gli Slint non li capisce chi non capisce l'apocalisse, fa paura pensare al tumulto silenzioso e acido dell'umanità. Comunque pure purple e led hanno fatto di scatarrate belle dense, gli Slint hanno avuto il buon gusto di bloccarsi di fronte alla pietra miliare dei loro tempi, basterebbe citare For carnation e tortoise per capire lo spessore di sti Slint senza contare il passato, ma non annoieró. Pensare solo che aprire un disco in 7/8 in armonico non é da tutti.
IlConte: “Gli Slint non li capisce chi non capisce l’apocalisse”
Ah beh, dopo questa Kloo ahahahahahahah
L’apocalisse sono io ... ma non puoi saperlo, ovvio
7/8 non so neanche cosa sia, perdonami sul tecnico faccio leggermente fatica
Ma poi, scusate, ho detto solo che il disco non mi piace e non perché sia così sta gran cosa particolare (che faccio fatica con le cose particolari) ma perché non mi piace proprio come pezzi e suono...
Se non ho capito l’apocalisse può essere... anche se l’apocalisse sono io (2)
Ciao raga’
CosmicJocker: Ma infatti, non è mica una gara tra apocalittici!
Gli slint sono apocalittici? Si IlConte è apocalittico? Sì.
Le apocalissi sono molteplici et di diverse forme!
IlConte: Sono d’accordo ahahahahahahah
IlConte: Oh raga’ poi a me piace fare un po’ di cagnara altrimenti cazzo. Ho preso anche Siderland, giusto farmi una idea di tutto ciò che riesco.
Al di là dei miei commenti “sprezzanti” secchi capisco pure io - fate voi ! - che sia un suono particolare e interessante che prende le pieghe più diverse... è a me che non dice più di tanto ma me lo aspettavo visto i miei gusti abbastanza classici...
Cazzo sono fuori in tutto lasciatemi un “classico” in musica ahahahahahahah
Grazie per tutta la roba che da “vecchio” cinquantenne mi avete fatto ascoltare e provare in questi anni...
CosmicJocker: No, è che sei un apocalittico!!
Nulla risparmi nel tuo passaggio sulla Terra!!
kloo: ok, eri partito con il fatto che scatarrano e scureggiano nel microfono e cacano negli amplificatori e vomitano nei valvoloni, quindi sai. :)
IlConte: Ahahahahahahah
Farnaby
Farnaby
Opera:
Recensione:
"Spiderland" 5 stelle…"Tweez" 4...mi sembra corretto.
A te 5 stelle perché (come spesso accade) ci hai "raccontato" il disco con l'occhio (e il cuore) del Joker...e mi piace. Spero di sbagliarmi ma qualcheduno troverà da dire.
Sulla "tensione" non mi pronuncio...sia mai che mi metto a litigare col Nobil Conte...


CosmicJocker: Grazie mille Farnaby..
Comunque, lasciami dire che se a qualcuno non piacerà la mia paginetta (o se, appunto, non trova quella tensione che invece io trovo nel disco) sarà, ovviamente, un suo diritto farlo notare..
La discussione è tutto nella vita e poi, queste, sono le regole del gioco..
Farnaby: Certo che si...
algol
algol
Opera:
Recensione:
Non è il mio genere di recensione, come ben sai. Ha però il gran pregio di scorrere bene.


algol: e poi a ben leggere del disco dice, eccome.
algol: ... e lo fa anche davvero molto bene. Non è vero che non è il mio genere di recensione, ho scritto una cazzata.
Farnaby: Un po' come quella di Caspasian per "Spiderland"...
CosmicJocker: Ahahah grazie Algol!.. Diciamo che ho cercato di "piegare" l'immaginazione al disco e non viceversa..
algol: Farnaby, hai voglia di polemizzare? Spero davvero di no. Quella a cui ti riferisci non diceva una sola parola che fosse una riconducibile al disco. Questa è certamente poco canonica, e ci sta anche essendo la terza. Intanto è scorrevole, chi conosce il disco ci si ritrova alla grande. Chi invece non l'avesse mai sentito invece si ritrova coordinate abbastanza definite relative alle sonorità che potrebbe aver voglia di ascoltare. Non è autoriferita, non parla di Cosmic Joker, ma è c'è molto di lui lo stesso essendo l'esposizione molto originale ed efficace.
E con ciò non voglio parlare male di Caspasian, che ha scritto altre pagine molto meglio riuscite di quella su spiderland.
algol: tentativo riuscitissimo e davvero intelligente. Anche profondo direi. Bravo Cosmic
Farnaby: "Spero davvero di no" boh...nessuna polemica ma "poco canonica, e ci sta anche essendo la terza" ma non ci sta per "Spiderland" che invece era alla quinta…"chi conosce il disco ci si ritrova alla grande" come quelli che conoscevano "Spiderland" e come me si sono ritrovati nelle parole di Caspasian. Perdonami ma non trovo tutte queste coordinate per chi non conosce la strada Slint... "parte hardcore e finisce parapsichedelico" non è una coordinata...un abbraccio
algol: beh, è oggettivo. Qua di coordinate ce ne sono, e tantissime ... basta leggere: cito testuale "hardcore, indie, noise, para-psichedelia, spoken word" Per non cogliere le coordinate occorre non saper leggere. In quella su Spiderland neanche l'ombra. Può piacere, io ho scritto perchè non mi è piaciuta. Con argomenti inoppugnabili. Se hai il medesimo mondo interiore e sentire di Caspasian buon per te, io da quello scritto non ho ricavato nulla.
Ma non capisco perchè sindacare i miei metri di giudizio, figa ... sono i miei e sono argomentati in maniera piuttosto dettagliata. Che problemi ci sono?
Farnaby: "Spoken word da fattone e scatarrate rock"e ancora "free form da pastiglia, parte noise e finisce di schianto"...bellissimo...ma dai non è così "oggettivo" che queste siano coordinate. Uno che non conosce il disco e legge questa recensione, o la abbraccia così e si affida alle sensazioni o scappa...chi lo conosce sa di cosa parla il buon Cosmic...non sindaco nulla per carità. Semplicemente trovo molto allineate le due recensioni, per forma ed anche sostanza (immateriale).
Caspasian: Affoghiamoci, quando mi verrete a trovare a Praga dopo il post-corona virus, in un oceano di post-luppolo. Volemose ferocemente bene, sempre. Ai posteri l'ardua SLINTenza.
Farnaby: Se vuoi vengo già ora...
CosmicJocker: Mi sento chiamato in causa..
È chiaro che quando parlo di "hardcore, indie, noise, para-psichedelia, spoken word" sto dando delle coordinate (sinceramente non riesco a immaginare coordinate più coordinate di queste quando si parla di un disco)..
Però non voglio rinunciare al mio modo di scrivere e cerco di connotare queste coordinate secondo il tono della recensione:
Quindi, in questo caso, "free-form" da pastiglia per dire un certo rumorismo epilettico, "spoken word da fattone" per dire stralunato, "pozze indie" per dire che il mood in alcune parti dei pezzi si fa più disteso,ecc.ecc.
Io stimo Caspasian, è uno dei migliori ingressi che il DeB ha avuto negli ultimi tempi: brillante, originale e scrive benissimo..
Alle volte parte per la tangente (e lo capisco eh, sarà sicuramente capitato pure a me qualche volta)..
A me viene comunque di premiare le sue qualità scrittoree, ma ci sta che qualcuno come Algol possa dire "beh, ma il disco?"..
CosmicJocker: Eccoti, guarda che ti prendo in parola eh?
Caspasian: Ed io che ero convinto che sulla mia su Spiderland di aver fatto un track by track impeccabile e sondato tecnicamente la musica... Ah! Gli effetti collaterali della mia vanità impersonale e delle ritenzione corporali. Vi porto qua: klub 007 strahov
Caspasian: Sabato al klub fanno questi, mi ci fiondo: Kashmir 941 - Yashomati Nandana - 2000
RinaldiACHTUNG
RinaldiACHTUNG
Opera:
Recensione:
Questo in realtà non l'avevo sentito, è colpevole a quanto ho capito di essere il fratello minore di spiderland. Come ho scritto nell'altra pagina di Caspasian, anche questo ha delle atmosfere notturne, è una mia opinione della band a questo punto.


Farnaby: Fratello minore si...ma è quello che ha tracciato il solco...da lì...
RinaldiACHTUNG: che poi se uno ci ragiona su sarebbe il maggiore, è uscito prima
Farnaby: Esatto!
CosmicJocker: Notturne, ma che mutano in continuazione.. Dacci sicuramente un orecchio..
madcat
madcat
Opera:
Recensione:
E a questo punto me l'ascoltero', l'atmosfera stregata di Spiderland mi colpì subito, poi però non mi piglio' di approfondire.


CosmicJocker: Strafogati mad! Questo è in continua (d)evoluzione..
E grazie del passaggio..
Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
Gli Slint escludono a priori qualsivoglia competizione, questo è il loro concitato messaggio di pace. E tu hai saputo incensare al meglio questa rivelazione, anche se io la fica la frequento con la "c".


CosmicJocker: Ahahah! Ma sai che hai ragione? "fica" con la "c", cazzo!
Caspasian: Ma se sei del nord, tutto regolare.
IlConte: FIGA
E non mi dite che trovate figa con questa “musica” perché non ci crede nemmeno un prete a cui lo confessate.
Però direte che trombate con sottofondo Slint, tipico anderground alternativo...
Ah fighe con i baffi non valgono
Vado a Figa a dopo...
JOHNDOE: si dice FICA
poi voi polentoni ci avete messo la G

cosi come STI CAZZI vuol dire CHI SE NE FREGA e non PERBACCO

usate le parole vostre che quando pescate dal romanesco fate solo danni
IlConte: Io ho pescato solo romane caro e pure notevoli... grezze come carta vetrata ma gran gnocche niente da dire...
Fica fa ridere i sassi
IlConte: Ahahahahahahah
JOHNDOE: Figa è una merda
mi fa pensare ai milanesi del cazzo che lo usano come intercalare

le romane di una volta cioè quelle che oggi hanno l'età nostra sono ok
quelle di oggi sui 30 spesso sono fregne mosce
le romagnole sono favolose
IlConte: Ahahahahahahah
Caspasian: Vabbè c o g, è se uno trova uno spacco orizzontale lì so' cazzi...
CosmicJocker: Tutto ciò è molto fiko!
De...Marga...
De...Marga...
Opera:
Recensione:
"Un sound tracotante, aspro, scapigliato, dai nervi scoperti e dai muscoli tesi. Parte hardcore e finisce para-psichedelico dopo aver sbroccato in un free-form da pastiglia, parte noise e finisce di schianto dopo aver sguazzato in una pozza indie, parte incazzato e finisce introverso dopo aver pisciato su tutto quello che ci si aspetta da lui." Ho capito soltanto questo paragarafo...è un mio probelma del periodo di merda che sto attraversando. In poche righe descrivi gli Slint del primo disco; alla grande li descrivi. E te lo dice uno che ha letteralmente consumato la band con infiniti ascolti. Bravo il mio Cosmic...


IlConte: “È te lo dice uno che ha letteralmente consumato la band con infiniti ascolti”
Ok, tutto è spiegato...
Continuate ad ascoltare sta roba ahahahahahahah
De...Marga...: Ahahahahahahahahahahahahahahahahaha hahahaha
IlConte: Ahahahahahahah
@[Pinhead] ti consiglio gli Slint
Pinhead: C'ho «Spiderland», sia maledetto il libro «I 500 dischi rock fondamentali».
Mi sa che ho ascoltato un paio di brani qualche secolo fa e poi mai più ripreso in mano.
La scorsa estate mi sono sbarazzato di tutta la schifezza prog lasciatami da mio fratello, mi sa che gli Slint sono seriamente candidati al bidone dell'indifferenziata sotto casa, prossimamente, probabile per le pulizie di Pasqua.
IlConte: Ahahahahahahah delirioMaestro
Belisim!!!
kloo: Vi lamentate di spiderland ma scusate twin infinitives dei royal trux? Oppure lullaby land dei vampire rodents? Sono fregnacce assolute?
CosmicJocker: Grazie dema! E non stare a sentire questi due zuzzurelloni!
Che bordello! per una volta che le mie minchiatelle non le scrivo per un disco elettronico, dio bono!!
CosmicJocker: Beh no kloo, anche se twin infinitives non ha mai attecchito molto dentro di me..
Invece I collage dei Vampire rodents mi affascinano..
kloo: Io adoro entrambi non fraintendermi, era capire ilconte quando parla di inascoltabile, ci sono band harsh noise oppure i succitati che spostati Slint in quanto a malditesta.
CosmicJocker: Sicuramente sì, c'è molto, ma molto di più "ostico"..
Però credo che bisogna avere l'onestà intellettuale di dire "no, questa cosa non mi piace" oppure "non risuona dentro di me" anche se è una cosa d'avanguardia o che guarda oltre..
A me accade con twin infinitives: è un disco importante, che spinge un po' più in là certi confini del noise o altro? Sì.
Mi piace, lo sento mio? No, o meglio, molto poco..
Tra l'altro è da tantissimo che non lo riascolto..
kloo: si ho l'onestà di dire che twin infinitives non è un disco da ascoltare mentre fai le faccendo di casa, ma nemmeno da rilassamento con cuffie.
CosmicJocker: Diciamo che penso che l'eventuale portata rivoluzionara di un disco deve necessariamente essere filtrata dalla sensibilità di ognuno di noi..
Si possono capire le intenzioni di un artista, le implicazioni della sua opera e tutto il resto, ma comunque tutto ciò non deve sostituirsi a ciò che risuona in noi, al nostro gusto personale..
Caspasian: @[kloo] leggi nel pensiero, quei due CD (Royal & Vampire) li tengo vicini in libreria. In limbo un mio futuro intervento sui Royal. Citare "Not Available" sarebbe quasi banale ma giustappunto ieri stavo sentendo "Meet the Residents" del '74 e scritto chissaquando prima, ne vogliamo parlare?
kloo: Assieme ai Residents ci stanno bene Faust e Van Vliet.
JonatanCoe
JonatanCoe
Opera:
Recensione:
Ricalco in grandi linee il pensiero comune nei commenti. Spiderland è un bagliore perpetuo che adombra tutto il resto. Lavoro onesto e gradevole ma distante dieci galassie dal capolavoro sopracitato. Bella Cosmico.


CosmicJocker: Anch'io preferisco Spiderland, ma trovo in questo disco il germe dell'anarchia..
Anarchia scientemente profusa direi, che è ancora più interessante..
Insomma direi un 3a1 per Spiderland, ma non un 5a0..
Alfredo: Ho parlato anch'io di galassie nel mio commento e giuro che non avevo visto il tuo
Rocky Marciano: spero che sto commento sia uno scherzo.
JonatanCoe: Perche??
JonatanCoe: *Perchè??
Rocky Marciano: perché questo disco è superiore a spiderland, almeno per le mie orecchie, ed è uno dei dischi indie più importanti di sempre.
JonatanCoe: Insindacabili i tuoi personali gusti. Sappi che i miei, proprio come te, non fanno appello a tutte le lodi che si sprecano per Spiderland nelle varie recensioni o articoli ma si fondano sul piacere che il disco mi ha trasmesso la prima volta che l'ascoltai, cosa che non avvenne con Tweez, che comunque, per carità, è un grande disco.
Rocky Marciano: ci sta', ma non ci sta il fatto che questo disco venga considerato il fratellino scemo di spiderland, e leggendo un po' i commenti ed i voti pare in gran parte così, come importanza e innovazione questo disco è alla pari di spiderland.
JonatanCoe: Ci sta anche questo, ripeto, a Spiderland ho legato delle bellissime sensazioni. Chi ascolta e ama la musica, come te, capisce quel che intendo. Non è una questione di critica specializzata ma di emozioni. Il mio disco preferito dei Floyd è Animals a dispetto dei più blasonati The Dark Side, Whis You e compagnia bella.
Rocky Marciano: certo, ma il mio discorso è un altro, e tutti questi voti non troppo alti mi fanno pensare che questo disco forse è ancora oggi avanti con i tempi, e forse non è stato ancora veramente metabolizzato da tutti gli appassionati di quei suoni, spiderland ci ha messo una quindicina d'anni per fare il botto, boh forse il botto questo tweez lo farà tra un'altra quindicina d'anni o magari mai, forse è meglio così.
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Si, però, non un cenno alla sontuosa automobile in DeCopertina.
Roba da DeBannaggio immediatissimo, come minimo.


CosmicJocker: La prego di risparmiarmi poiché in verità Le dico che la vorrei lasciare alle sue fameliche ganasce!
CosmicJocker: Insomma, non ho detto "carcasse d'automobili" a caso eh?..
algol: Ingordo divoratore di lamiere
nix
nix
Opera:
Recensione:
Per me Spiderland, questo ancora di più, rimangono i dischi più indecifrabili e misteriosi che abbia mai ascoltato. Misteriosi e indecifrabili. Cosa avranno voluto dire con questa musica? Io non sono mai riuscito a capirlo, quindi mi tengo fuori da qualunque discussione.
Sulla stoffa di CosmicJocker neanche discuto, è una delle tastiere che apprezzo di più.
Ma gli Slint? Un post-mistero.


CosmicJocker: Oh beh, grazie mille nix..
Anch'io non so esattamente cosa abbiano voluto dire, ma una cosa è certa: l'hanno detto alla grade..
lector
lector
Opera:
Recensione:
Piccolo bimbo deforme che chiede di essere amato ad occhi chiusi.....


CosmicJocker: Ottima ZOT lec..
HOPELESS
HOPELESS
Opera:
Recensione:
Kent, Darlene, Rhoda, gran pezzi. Album ingiustamente sottovalutato (ma neanche si deve fare l'errore di sovrastimarlo troppo perché c'è il loro nome o Steve Albini alla produzione, il meglio verrà dopo secondo me). Su tutto un altro livello sta Spiderland. Comunque i veri alternativi, tra le altre cose, devono ascoltare pure New Religion dei Duran Duran e New Gold Dream dei Simple Minds, hahahha. Hello Spiderman.


CosmicJocker: Diciamo dargli il giusto merito..
Spiderland è meglio, concordo, ma, come dicevo sopra è un 3a1 per me non una goleada (e poi la smetto di fare paragoni calcistici)..
Mi sa che i veri alternativi non ascoltano musica.. Hi high-hopes!
HOPELESS: Low Hopes.
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
te ci propri stilos, basterd...


CosmicJocker: Ahahah
Questo sì è iniziare bene la giornata.
Alfredo
Alfredo
Opera:
Recensione:
Questo disco non mi ha mai convinto, produzione ovattata e intenti ancora non del tutto a fuoco. Spiderland è qualche galassia più avanti.


CosmicJocker: Sì, ci sta.. Però, come detto a JC, per me resta parecchio affascinante forse proprio per il suo non essere (volutamente?) del tutto a fuoco.. Trovo abbia l'energia brada di chi ancora ricerchi la propria voce..
Grazie della condivisione Alfre..
Rocky Marciano: mi domando con cosa hai ascoltato questo disco per l'affermazione "produzione ovattata" è uno dei dischi con la produzione tra le più più tritabudella di tutti gli 80'. di Albini tra l'altro.
Alfredo: Mi domando quale sia il tuo parametro per misurare la qualità delle produzioni, forse lo sgabuzzino dove registrano i dischi black metal? Poi è effettivamente ovattata e compressa, cosa molto probabilmente voluta. E può pure piacere, ma sticazzi direi.
Rocky Marciano: non è un parametro è orecchio, chiunque dopo anni passati ad ascoltare musica riconosce un bel suono quando lo sente, questo è generalmente riconosciuto come un disco con una produzione eccellente, certo se si ascolta musica da un cellulare non si dovrebbe neanche venire a parlare di musica, è come se il disco uno non lo avesse ascoltato (non ti sto accusando di questo) mi piacerebbe capire soltanto dove hai sentito suoni ovattati in questo disco, fammi qualche esempio di qualche disco che secondo te ha un bel suono.
Alfredo: "The Nightfly" di Donald Fagen ha un bel suono. Questo ha un suono particolare che può piacere o no, io lo ritengo un po' troppo compresso e oscuro, e secondo me ci perde in potenza.
Rocky Marciano: non so, a me non sembra, anzi le chitarre sembrano lastre di metallo che sfregano una sull'altra, c'è una cura maniacale nello svelare i dettagli sonori in modo cristallino, netto, il suono di questo tweez da diverse piste a quello di spiderland ad esempio, più piatto e con meno dettagli in evidenza (seppure anche quello è un disco con un bel suono)
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Siccome ché immagino che Lei, lì, è fondamentalmente un DeRagazz_ curios_, Le segnalo che sostituendo una sola-e-unica lettera nel nome del DeGruppo di cui sopra si ottiene un combo transalpino mica malaccio.

Così, per saperlo.


CosmicJocker: sto ascoltando ora Monsignore..Sembrano parecchio interessanti (anche se, lo devo ammettere, le auliche basette del cantante-chitarrista mi spaventano un po'). Sa per caso un DeDisco di DeRiferimento per pascersi appieno della loro fikoserìa?
sfascia carrozze: Lei, lì, chiede un Album(e) proteico e allora (io) glieLo dico
SLIFT • UMMON (FULL ALBUM)
Non nè abusi, mi braccobaldo.
CosmicJocker: La riverisco et la incenso..
sfascia carrozze: "La sua soddisfazione è il nostro miglior premio"
(cit.)
La sua soddisfazione è il nostro miglior premio
Rocky Marciano
Rocky Marciano
Opera:
Recensione:
STEVE THESE HEADPHONES ARE FUKED UP


Rocky Marciano: FUCKED UP
CosmicJocker: Oh la peppa!
Onirico
Onirico
Opera:
Recensione:
Di loro conosco solo Spiderland, bellissimo. Prima o poi dovrò ascoltare anche questo. Recensione perfetta.


CosmicJocker: Oh la peppa! Vuoi uscire con me?..
Onirico: Sì ma sappia che mi deve portare a un ristorante costosissimo.
E la dò solo al millesimo appuntamento.
Ovviamente dopo il novecentonovantanovesimo cambio scheda del telefono e indirizzo... e scompaio in Sud America come un criminale nazista.
CosmicJocker: Tutto ciò manda in pezzi il mio fragile cuoricino...
Onirico: Non te la prendere, ho la leggenda "ce l'ha o non ce l'ha" da mandare avanti per almeno un altro millennio...
Devixn1
Devixn1
Opera:
Recensione:
Parlando di indie io vengo dal mondo Sonic youth, m.k., polvo, brmc, strokes, diciamo che sono interessanti


CosmicJocker: Questo è un disco che sorprende a ogni piè sospinto.. Anche, e soprattutto, perché non sa bene dove andare..

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Tweez è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link