AA.VV.
Great Expectations - The Album

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Nel 1998 uscì nelle sale cinematografiche "Great Expectations" (“Paradiso Perduto” nell’orribile traduzione italiana), polpettone romantico (tutto sommato ben fatto) basato su di una lettura in chiave contemporanea dell’omonima novella di Dickens: ad accompagnare il film uscirono due cd, uno con la Colonna Sonora vera e propria (curata da Patrick Doyle) e l’altro con una selezione di brani ispirati al Film (4 di questi non sono effettivamente presenti nella pellicola). A quest’ultimo è dedicato questo mio scritto:

 Parlare di una Colonna Sonora non è mai facile, per vari motivi, primo di tutti la disomogeneità caratterizzante opere che raccolgono, spesso, artisti e quindi canzoni di estrazioni, origini, stili e tempi diversi tra loro. Questa non è una regola universale ma in film la cui storia si dipana in tempi dilatati e magari in scenari molto vari la cosa accade inevitabilmente: questo disco di cui andrò a parlare è esempio concreto.

Prima di avventurarmi nell’inevitabile (data la natura del cd) track by track (portate pazienza, sarò breve…) una valutazione generale da fare è che il disco ha come comuni denominatori orecchiabilità, eleganza e leggerezza perciò un consiglio appassionato che posso darvi è di ascoltarlo durante un bel pomeriggio primaverile nella vostra veranda (se non ne avete una andate a disturbare un amico che ce l’ha…)

1.Finn - Tori Amos (Intro): Scritta da Doyle, dura poco meno di due minuti, vocalizzi della Rossa e Whistler di Carey Wilson, un piacevole inizio.

2.Siren - Tori Amos: un fiume Pop in piena, pianoforte irruento e cori autarchici, Tori nel pieno della maturità artistica, erano i ’90 dopo tutto…

3.Life In Mono – Mono: Elegante ballata elettronica (trip-hop?) in salsa retrò, piacevole.

4.Sunshower - Chris Cornell: Ballatona quasi country di un’artista che allora non c’aveva ancora abituato alla metamorfosi pop rock li imminente, intrigante.

5.Resignation - Reef (non presente nel film): Rock robusto chitarrosso, Old style, niente di nuovo ma buon intrattenimento.

6.Like A Friend – Pulp: Raffinata canzone sospesa tra la New Wave e David Bowie proposta da un gruppo fin troppo sottovalutato.

7.Wishful Thinking - Duncan Sheik: Bel passaggio Rock-Pop nello stile dell’autore e nulla più.

8.Today - Poe (non presente nel film): Troppo simile a Suzanne Vega per sfondare, eppure produsse anche buoni lavori , questo pezzo è uno di questi, non so se è più funkfolk o folkfunk... Scomparsa nel nulla.

9.Lady, Your Roof Brings Me Down - Scott Weiland: Personaggio discutibilissimo qui propone una nenia ubriaca, non so ancora se mi infastidisce o mi piace.

10.Her Ornament - The Verve Pipe: Canzone con un bel tiro, forse troppo simile ai primi R.E.M.

11.Walk This Earth Alone - Lauren Christy: Autrice di brani di Trash Pop (Spears, Backstreet Boys etc. etc.) qui si cimenta in una bella canzone di Pop elettronico, decisamente non male nonostante tutto.

12.Breakable - Fisher (non presente nel film): Gruppo Americano Folkeggiante (voce femminile) sconosciuto da noi, canzoncina allegra.

13.Success - Iggy Pop: Canzone presa da “Lust for Life”, non ha bisogno di presentazioni.

14.Slave - David Garza (non presente nel film): Rock and Reggae d’ordinanza, a me non piace molto il genere, ma e’ divertente almeno.

15.Uncle John’s Band- Grateful Dead: da “Working’s Man Dead”, altro Classico, nulla da dire.

16.Besame Mucho - Cesaria Evora: Bésame, bésame mucho como si fuera esta noche la última vez!

Siete ancora qui? Che aspettate la Primavera è dietro all’angolo, svegliatevi bambine/i!

Questa DeRecensione di Great Expectations - The Album è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/chris-cornell/great-expectations-the-album/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Quattordici)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Sonio abbastanza sicuro che nella prima frase tra "nel" e "usci'" ci fosse un bel "'98"...
Non so come mai sia sparito qui...chiedo venia...
BËL (00)
BRÜ (00)

desade
Opera: | Recensione: |
Tra il regista e la traduzione italiana del titolo viene tirata in ballo mezza letteratura anglosassone, manca solo Beckett e Balke e il quadro è completo. Trascendendo dal film , la colonna sonora mi piacque tutto sommato mentre la recensione mi lascia un pò perplesso dato che non prediligo il track-by-track schematico però l'idea di una spiegazione breve ed istantanea allegata ad ogni titolo non è tanto male...
BËL (00)
BRÜ (00)

Dr.Adder
Opera: | Recensione: |
Qualche genere in più no?
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
@Desade: generi troppo diversi tra le varie canzoni per fare una descrizione unica @Adder: stesso discorso: quelli sono i generi che ispirano canzoni, che come detto nella recensione hanno sviluppo abbastanza eterogeneo, quantunque tu avessi una idea migliore per raggrupparli tutti insieme in unica definizione...
BËL (00)
BRÜ (00)

Dr.Adder
Opera: | Recensione: |
Per quello che hai scritto nella 4 ti quoto.
Ciao!
BËL (00)
BRÜ (00)

Barbanera
Opera: | Recensione: |
mien_mo_man
Opera: | Recensione: |
ho come l'impressione tu sappia cambiare stile di scrittura ad ogni rece. se così è, complimenti davvero. questa nuova soluzione (che son certo sia stata approntata ad hoc per le compilation) del track2track telegrafico mi piace. le mie rece invece sono tutte uguali :(
BËL (00)
BRÜ (00)

Longliverock
Opera: | Recensione: |
Copertina alquanto attraente...
BËL (00)
BRÜ (00)

sylvian1982
Opera: | Recensione: |
Duncan Sheik è uno dei miei protetti, ma quel brano stranamente non lo conosco. Life In Mono è tratto invece da Formica Blues che è un discreto album di trip-hop giunto, però, fuori tempo massimo. Bravo come sempre.
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
@Adder:Grazie e Ciao! @Barbanera: troppo gentile, grazie! @Mien: io ci provo,poi i risultati possono variare, se le tue recensioni son tutte uguali io canto (bene) come Bruce Dickinson... @Longlive: la Gwyneth e' pur sempre la Gwyneth!
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Oh ciao Sylvian, non sapevo la provenienza di "Life in Mono" grazie per la precisazione, di Sheik su DeB non c'e' pressoche nulla (ed io non lo conosco benissimo) potresti donarci qualcosina! Grazie di esser passato!
BËL (00)
BRÜ (00)

maryg
Opera: | Recensione: |
c'è qualcos'altro di tori amos che tu non abbia ancora recensito? :) rece piacevole e leggera.
BËL (00)
BRÜ (00)

S4doll
Opera: | Recensione: |
la Paltrow era decisamente arrapante in questo film :P incredibile che siano già passati 10 anni... ost da ripescare a quanto vedo
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
@MarY. di esclusivo suo nulla fino ad un nuovo album, ci sono un altro paio di colonne sonore ma non le considero dentro una possibile monografia, in realta' questa l'ho recensita in onore alla Primavera imminente (visto che il film mi ricorda cose primaverili...) tutto qui ;-). @S4: solo arrapante? Comunque e' vero il tempo scorre troppo in fretta... :-D
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: