Lucio Battisti
Emozioni

()

Voto:

Lucio Battisti per la storia del pop, del rock e in genere di tutta la canzone italiana è stato importantissimo, anche in virtù di un lungo percorso artistico che lo ha portato a d imboccare strade diverse, toccando i generi più disparati, guidato da una passione innata per la musica e sempre alla ricerca della sperimentazione e di una nuova forma di canzone.

Partendo dai fine '60, passando per i '70, gli '80 e i '90, Battisti si allontana sempre più dalla canzone melodica radicata in Italia, prendendo le distanze anche dai cantautori più impegnati, dichiarandosi artista "disimpegnato", seppur di valore. In continua evoluzione, sempre con lo sguardo oltroeceano ed oltremanica e sempre più aperto ad armonie e stilemi non convenzionali. La sua passione per l'R&B, il beat, il prog, la psichedelìa, e poi per la dance, l'elettronica e la sperimentazione ermetica degli ultimi album, Battisti è stato fondamentale per smuovere qualcosa in Italia, per rendere la canzone sempre più discontinua e movimentata sul piano della struttura e della forma, proponendo un alternativa alla classica strofa-ritornello.

"Emozioni", del 1970, è il capolavoro del suo primo periodo, quello più lontano dagli sperimentalismi di album come "Don Giovanni" e più vicino alla canzone italiana, quello in cui interpreta i versi di Mogol, quello della sua ribalta nazionale. Eppure è in ugual modo rivoluzionario: innanzittuto è l'unico cantante pop di valore che si affianca con successo ai gruppi beat di solo cover che in quegli anni governavano il mercato discografico; poi vi è una cura strumentale basata più sul battito ritmico che sulla cantabilità fine a se stessa e tipica di certa musica italiana che ancor oggi purtroppo ha vita e che quindi ha rivoluzionato canoni ben consolidati; infine c'è quella voce non canonica e caratteristica, tagliente e unica che si pone come alternativa al bel canto all'italiana fatto di virtuosismi fini a se stessi.

A quest'album appartengono capolavori quali la scabra "Tempo di morire", la poetica e psichedelica "Emozioni", la bellissima "Fiori rosa, fiori di pesco" ed altre canzoni capaci di rimanere per decenni radicate nella memoria di tutti gli italiani.

Questa DeRecensione di Emozioni è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/lucio-battisti/emozioni/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (TrentaNove)

azzo
Opera: | Recensione: |
Sì voglio essere il primo. Allora: tra i cinque migliori dischi della canzone italiana. Non dico gli altri quattro, se no litigo. E Tu, caro Fiumani, passi il tempo a parlar d'altro e chiudi tutto in tre righe. Cazzo, neanche venti pagine sarebbero sufficienti a parlar di 'sto disco e Tu tiri fuori "Don Giovanni"... ma chissenefrega. Ti dico solo che persino la recensione del Poletti è migliore. E questo è tutto dire.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

bjorky
Opera: | Recensione: |
capire tu non puoi.....tu chiamale se vuoi....emoziooooniii!! una delle canzoni più belle italiane....da brividi..
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Fiumani
Opera: | Recensione: |
si lo so, non ho detto tanto, sia per mia incapacità sia perchè mi ero un po' stancato sia perchè ho voluto più far capire l'importanza di Battisti, che molti snobbano solo perchè popolare, che recensire il disco, che poteva essere uno qualsiasi della sua carriera, ma ho scelto questo solo perchè più popolare. il mio preferito è FORSE "una giornata uggiosa"
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Blackdog
Opera: | Recensione: |
D'accordo con todos, but 'Amore non amore' è stratosferico: un concept lisergico ke anke oggi in italì
se lo sognano.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Blackdog
Opera: | Recensione: |
E dimmeli l'altri quattro, azzo.. ;)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

azzo
Opera: | Recensione: |
Neanche sotto tortura Blacky...so già che si scatenerebbe il putiferio. Ti posso solo dire che, forse, uno si potrebbe dire progressive (strano eh!). Uno appartiene alla prima generazione di rockettari italiani e gli altri due alla seconda. Naturalmente se ne indovini qualcuno ammetterò le mie colpe.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Blackdog
Opera: | Recensione: |
'Arbeit macht frei' degli Area? 'Siberia' del signor Fiumani?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

JohnWinston
Opera: | Recensione: |
Due canzoni sono le stesse dell'esordio omonimo,
Chissà perchè...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

azzo
Opera: | Recensione: |
Zero su due. Aiutino: quello quasi progressive è di un solista, non di un gruppo. Quello anni'80 si contende la palma, in effetti, con "Siberia".
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Blackdog
Opera: | Recensione: |
Devo andare sul banale, il first CCCP? Il solista potrebbe essere il giovine Sorrenti, prima di quel cocktail letale d'acidi da cui nun se riprese cchiù dal '75..
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

azzo
Opera: | Recensione: |
Aria, l'hai beccato, bravo. Il gioco però finisce qua:-), altrimenti ci arrivano le scarpate del recensore e degli altri Debasers.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

bjorky
Opera: | Recensione: |
tra i primi migliori album io ci metterei Linea Gotica.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

bjorky
Opera: | Recensione: |
e ko de mondo
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

azzo
Opera: | Recensione: |
Io no. E neanche tra i miglioi dieci. E neppure tra i migliori venti. Sorry.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

bjorky
Opera: | Recensione: |
ah ma non faccio testo io, non amo la musica italiana particolarmente. ma ormai mi hai incuriosita e sabato mi dirai quali sono così, se non li conosco posso provvedere :-)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

azzo
Opera: | Recensione: |
Non so mica se Ti posso aiutare...in linea di massima la musica italiana mi fa abbastanza schifo:-)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Fiumani
Opera: | Recensione: |
bè io rischio, però in ordine sparso:SIBERIA (diaframma)-Affinità(cccp)-Desaparecido(litfiba)- Tutti morimmo a stento(de andrè)- da qui(massimo volume). logicamente questi sono i primi 5 che mi son venuti in mente, certo ce ne sono di album belli e fondamentali...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

GrantNicholas
Opera: | Recensione: |
Genio.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

iside
Opera: | Recensione: |
questo album credo che esista in tutte la case italiane, magari pieno di polvere ma tutti (credo) che lo abbiano. a questo punto potrebbero togliergli i sigilli SIAE e donarlo gratis a tutti. (ragà se nei migliori cinque album italiani non mettete Battisti, de André, Battiato, Bennato e de Gregori succede un pandemonio.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

lariana56
Opera: | Recensione: |
Mogol Battisti sono stati dei grandi. Ma, guidare come un pazzo a fari spenti nella notte
per vedere se poi e' tanto difficile morire... mi ha sempre fatto pensare che fosse un testo ruffiano, l'ho riletta, ed il giudizio è cambiato in meglio. Mi emoziona molto di più: all'uscita di scuola i ragazzi vendevano i libri io restavo a guardarli cercando il coraggio per imitarli, poi sconfitto tornavo a giocar con la mente e i suoi tarli e la sera al telefono tu mi chiedevi perché non parli. che anno è, che giorno è questo è il tempo di vivere con te, le mie mani come vedi, non tremano più e ho nell'anima in fondo all'anima cieli immensi e immenso amore e poi ancora, ancora amore amor per te, fiumi azzurri e colline e praterie dove corrono dolcissime le mie malinconie l'universo trova spazio dentro me, ma il coraggio di vivere, quello, ancora non c'e'... Come sempre è questione di gusti.

BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

under
Opera: | Recensione: |
hai detto poco sull'album ma bella la spiegazione dell'importanza di battisti...
Battisti grandissimo, Mogol non sempre però
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

iside
Opera: | Recensione: |
@@Lariana ma nei giardini (di marzo) chi è che si droga?? lui, lei? mai capita fino in fondo quella frase(camminare al tuo fianco ad un tratto dicesti " tu muori se mi aiuti son certa che io ne verrò fuori"). comunque dopo di questo Emozioni che era molto anni '60 Mogol scrisse dei testi immortali fra loro una certa Aquila.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

lariana56
Opera: | Recensione: |
Iside, io credo che si droghino entrambi, è proprio la frase che citi che mi porta a pensare questo. Prima di quel verso, si pensa che che sia soltanto lui. Ad ogni modo, secondo me, la poesia va letta come si ascolta una canzone, parole come note, se ti emoziona ha raggiunto lo scopo... capire il testo, è secondario, rispetto alla suggestione dell'arte del dire.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

dEDOLUZ
Opera: | Recensione: |
ho paura che mi scanniate, ma secondo me si merita pienamente 4, non 5. seppure io conosca a memoria e nei minimi dettagli ogni canzone del disco, Battisti dopo ha fatto dei lavori molto migliori e a volte strabilianti (ad esempio Anima Latina, che non ho scoperto da molto, che è tra i miei 15 dischi preferiti della musica italiana). comunque, la mia preferita qua è senza ombra di dubbio Non è Francesca: "Ti stai sbagliando chi hai visto non è/non è Francesca/Lei è sempre a casa che aspetta me/non è Francesca/Se c'era un uomo poi/no non puo' essere lei"
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Fiumani
Opera: | Recensione: |
per me il miglior pezzo della ditta battisti-mogol è forse "con il nastro rosa", autentico gioiello
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

azzo
Opera: | Recensione: |
@Iside: siccome tra i miei cinque preferiti, eccetto questo, non ce n'è nessuno di quelli da Te indicati, ho taciuto, proprio al fine di evitare il pandemonio.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

azzo
Opera: | Recensione: |
@Under: non Ti scanno, ma a livello di scrittura di canzoni qua siamo alla perfezione. Cioè, tanto per dire, a livello di un grande disco dei Beatles.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

azzo
Opera: | Recensione: |
Scusate il casino: il precedente post era per dedoluz, non per under...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

iside
Opera: | Recensione: |
"poi non una parola tradì i miei pensieri, e continuai a camminare lasciandoti attrice di ieri" @@Azzo a parte de andré neanch'io........
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Slim
Opera: | Recensione: |
Molto meglio "Il mio canto libero" che è un vero e proprio album a differenza di questo che è solo una raccolta. Mogol è sempre stato un'autore discontinuo, certi testi rasentano la perfezione, altri decisamente no..... Comunque tutte (tranne la scarsa "dolce di giorno") canzoni epocali. 4 e 1/2
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Slim
Opera: | Recensione: |
Una domanda, dove l'hai sentita la psichedelia a "Emozioni"?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

senior86
Opera: | Recensione: |
Uno dei (tanti) capolavori di Battisti, anche se personalmente adoro "Umanamente uomo:il sogno". Riguardo la musica italiana:citerei il "Burattino senza fili" di Bennato e "La voce del padrone" di Battiato...Poi beh "Arbeit macht frei" e udite udite "Strada facendo" di Baglioni, che secondo me è un capolavoro.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Bubi
Opera: | Recensione: |
I giardini di Marzo, E penso a te, Lei verrà, Maledetta primavera, Canzone di Don Baky, Diamante cantata da Mia Martini, Genova per noi e Insieme a te non ci sto più, eseguite dall'autore, una decina di De Gregori, e molte altre canzoni italiane che ora mi sfuggono, potrei ascoltarle all'infinito.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Pibroch
Opera: | Recensione: |
Grande pezzo di storia italiana. Quoto il Bennato, il Vecchioni ed il Branduardi anni '80, progressive a parte.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

lariana56
Opera: | Recensione: |
Non è solo Zucchero che copia, anche Una Donna Per Amico di Battisti era in origine uno stornello romano. Canzone, di Don Baky, (O un'altra dello stesso) somiglia moltissimo a: I Put a Spell on You, di Screamin' Jay Hawkins. Lo stesso Pilat, autore della musica di Nessuno Mi Può Giudicare, fece vedere come cambiò la melodia di un'altra canzone, facendola divenire l'hit della Caselli. E quanti ancora... Se qualcuno vuole aggiungere qualcosa a questo commento, domani darò un'occhiata.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Fiumani
Opera: | Recensione: |
non sapevo di "Una donna per amico"... cmnq ZUCCHERO è inarrivabile come numero di copie :-)

BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

iside
Opera: | Recensione: |
@@@@ Lariana chi più chi meno tutti attingono dal passato. ogni generazione ha i suoi "copiatori"
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

senior86
Opera: | Recensione: |
1)l'intro di "Una donna per amico" è effettivamente simile ad uno stornello nel modo in cui battisti lo canticchia solo con la chitarra acustica. Riguardo Zucchero ha pur sempre scritto un album meraviglioso come Oro, incenso e birra...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

rafssru
Opera: | Recensione: |
CAPOLAVORO SENZA TEMPO. Raccolta di singoli splendida, non una nota fuori posto, Mogol-Battisti in stato di grazia confermano il valore dimostrato con il primo disco-raccolta. La title-track per me è da 10.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: