Sto caricando...

splinter e i suoi commenti

splinter
Opera:
Recensione:
Un ottimo disco di prog classico, diciamo che di tutta la discografia del cammello è quello che meno aggiunge al loro bagaglio, è solo un gradito ritorno a certe origini.


splinter
Opera:
Recensione:
Descrizione perfetta del fenomeno.


splinter
Opera:
Recensione:
Mmmmh, un po' troppo stitica...


splinter
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «Sostituito titolo errato». Vedi la vecchia versione A Head Full of Dreams - Coldplay - Recensione di splinter Versione 1


splinter
Opera:
Recensione:
Sì però qua su DeBaser le recensioni si perdono sempre in prolisse osservazioni filosofiche che lasciano poco spazio all'analisi del disco, magari interessanti da leggere ma io preferisco le recensioni che parlano del disco, divagando sì ma rimanendo sempre aggrappati all'analisi del disco. Fortunatamente non sono quel tipo di recensore, quando scrivo io l'analisi del disco rimane sempre al centro.


nes: Internet e' strapieno di posti con recensioni come piacciono a te, che ci fai qui?
splinter: Ma a dire il vero mi piace quell'aria riflessiva ma pure quella un tantino giocherellona e spiritosa che c'è qua dentro, anch'io a volte mi diverto a spammare un po', a dire un po' di minchiate, però quando si tratta di recensire preferisco essere tendenzialmente serio.
nes: Ok, basta che tu non speri cambi la linea "editoriale".
splinter
In: Toto IV di Tucidide
Opera:
Recensione:
Sì, bel racconto, però questa è una recensione di un album, non un racconto di aneddoti, troppe le recensioni su questo sito che si trasformano in questo, meglio pubblicarla come editoriale.


splinter
Opera:
Recensione:
Musica spensierata e senza pretese... Con la lista interminabile di strumenti utilizzati dubito che sia senza pretese...


Alemisso: Prendi una qualsivoglia delle 69 canzoni e dimmi se ce ne sia una che non sia come scritto da me! :)
splinter
Opera:
Recensione:
Come faccia la gente ad odiare il growl e ad apprezzare la voce di 'sto qua rimane uno dei misteri irrisolti dell'universo...


sergio60: Giusta osservazione, merita il mio deamore...
splinter
Opera:
Recensione:
Il punto più debole della discografia dei Marillion, poche le idee degne di nota.


splinter
In: Kid A di POLO
Opera:
Recensione:
Beh onestamente lo stereotipo di "disco basato su chitarre" si era già superato con il prog settantiano ma purtroppo resiste ancora grazie a gente ottusa ancorata al rock più puro che non sa andare oltre gli Ac/Dc, che rinnega il senso artistico e creativo che la musica può avere...


Hank Monk: beh, mi sembra tutto tranne che negli ultimo 15 anni il rock con le chitarre sia predominante
RinaldiACHTUNG: Io non la vedo affatto una cosa negativa. Ben vengano i dischi sperimentali ma ben vengano anche i dischi suonati alla vecchia maniera; stiamo parlando delle chitarre raga, e io voglio le mie chitarre per sempre
splinter: Beh infatti io sono un amante dei Nickelback, per dire, che suonano abbastanza alla vecchia maniera; però molti si fermano lì e credono davvero di avere capito tutto della musica, ce n'è... I gruppi di rock puro servono ma non dovrebbero mai essere la strada da percorrere più frequentemente.
Hank Monk: Beh infatti io sono un amante dei Nickelback....ZIOCARO :D