Larrok e i suoi commenti

Opera: | Recensione: |
Speravo in un'opera tipo l'Anthology dei Beatles in cui alle fotografie e ai documenti dell'epoca veniva affiancato un corposo racconto da parte dei protagonisti. Un libro solo fotografico mi intriga meno, per quanto visivamente suggestivo possa essere.
BËL (01)
BRÜ (00)

IlConte: Quello non lo faranno mai. Tutti sperano di sapere tante cose che Page ama tenere nel mistero... fa parte del tutto... dovrebbero parlare esclusivamente di musica e gli idioti che comprano vogliono la maggior parte altre cose. Di musica Jimmy ne ha già parlato ampliamento e bene nel suo.
Grazie del passaggio!
Opera: | Recensione: |
Meno male che c'è tanta altra gente a cui è piaciuto, non ho mai capito perché è stato stroncato dalla critica. Per me uno dei migliori crime della sua annata
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
ahhh la New Hollywood...
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
grazie, questo mi pare interessante, è nella mia watchlist
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
Negare a Woody Allen la distribuzione di un film è un crimine contro l'umanità. Un genio assoluto alla mercé di una multinazionale della grande distribuzione. E Polanski radiato dall'Academy... questo è il paese che ha eletto Trump. Godetevelo
BËL (00)
BRÜ (00)

Anatoly : Sì, imprivvisamente Allen è ora un pericolo per la società, un regista sovversivo da censurare in nome del pubblico pudore, roba stile Bertolucci anni '70. Una commedia in uscita, con una storia tra un uomo maturo ed una ragazzina non può essere distribuita, Manhattan e Lolita non sono mai esistiti. Gli USA sono un paese pieno di contraddizioni da sempre e lo sappiamo, ma questo regresso culturale è spaventoso, al di là che si sono scelti Trump. D'altronde questi movimenti neo finti puritani nascono dagli ambienti chic di Hollywood contro Trump. E si arriva al punto che un colosso mondiale come Amazon preferisce il danno economico di non fare uscire un film già fatto, prodotto e finito e rinnegare un contratto firmato con un artista dalla carriera cinquantennale per andare dietro questi isterismi distopici.
Non sono mai stato più schifato e nauseato.
Anatoly : Almeno Ultimo Tango venne fatto uscire, non si è mai visto un film pronto, girato e ultimato condannato all'oblio preventivamente. Anche avesse dovuto fare flop (tipo ultimo film con Spacey), sempre meglio che non farlo uscire proprio. È una vergogna inenarrabile.
Opera: | Recensione: |
"Tre Manifesti" è un gran bel film con recitazione da urlo da parte di tutti (Rockwell in particolare l'ho adorato), anche se di McDonagh continuo a preferire sia "In Bruges" che "7 Psicopatici", forse perchè sono più black-comedy e meno drammatici. Per quanto riguarda "Ave Cesare" e "The Hateful Eight", avercene di film deludenti così!! Non saranno gli apici delle carriere dei Coen e di Tarantino ma nella media dei film di oggi svettano ancora prepotentemente. Comunque hype a mille per "The Ballad of Buster Scruggs" film antologico presentato tra pochi giorni a Venezia e l'anno prossimo "Once Upon a Time in Hollywood" del buon Quentin ambientato nei giorni della strage di Bel Air.
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
Ho voluto dare un'opportunità a Ozpetek, giusto per cambiare. Me ne pento amaramente. Ottima però la trombata iniziale tra Borghi e la Mezzogiorno che è una milfona degna di nota.
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
Fellini è da vedere tutto fino a consumarsi le cornee. Questo film è un'istituzione del cinema mondiale.
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
Se è sulla falsariga di Fantastic Mr. Fox, merita assolutamente la visione. Quel film l'ho adorato, a parte la tecnica stop-motion utilizzata in modo magistrale, anche la scrittura dei personaggi e le gag sono superlative. Wes Anderson è patrimonio della cinematografia mondiale.
BËL (00)
BRÜ (00)

Anatoly : Il ritengo che Wes Anderson sia un autentico genio, e non uso quel termine spesso. Per quanto riguarda il paragone con Mr Fox, mi sbilancio, e dico che questo lo supera addirittura, non ho dubbi al riguardo e considero Mr Fox magnifico. L'isola dei cani potrebbe essere il suo miglior film in assoluto.
Larrok: Addirittura meglio di Grand Budapest Hotel? Mi hai messo grosse aspettative!
Anatoly : Beh, il livello è sempre altissimo, quindi poi può intervenire la soggettività, ma personalmente l'ho amato anche di più di Grand Budapest, che è anch'esso straordinario. È stato fatto un lavoro davvero pazzesco.
Larrok: Bene bene! Ti saprò dire!
Opera: | Recensione: |
Il messaggio più bello e importante che emerge dal film è che nessuno ha il monopolio della sofferenza, siamo tutti nella stessa barca e farci la guerra l'uno contro l'altro non fa che peggiorare le cose. Bel legal drama, ottimo ritmo, bravissimi gli attori (premiato giustamente Kamel El Basha a Venezia), intense e strazianti le ricostruzioni narrate delle stragi del passato. Film che mette in evidenza le divisioni e l'estrema frammentazione etnica e religiosa in medio-oriente cercando di mostrare come però, nonostante tutto, anche due persone così diverse possano arrivare a capirsi. Non è un film buonista, è un film che vuole dare una speranza...probabilmente rimarrà utopia, ma è bello che almeno nella testa di qualcuno la convivenza pacifica possa esistere.
BËL (01)
BRÜ (00)