Larrok e i suoi commenti

Opera: | Recensione: |
appena uscito dalla sala, devo confermare quanto detto nella recensione. Film sicuramente di buon livello ma McDonagh qui mi è parso un po' più imborghesito rispetto ai primi due lavori. Nonostante le ottime interpretazioni degli attori (Rockwell su tutti), le gustose battute sarcastiche disseminate qui e là e alcuni momenti effettivamente toccanti, il tutto denota un po' di appiattimento che ovviamente gli ha spianato la strada agli oscar.
BËL (01)
BRÜ (00)

Anatoly : Dei tre è il meno interessante sì.
Opera: | Recensione: |
"The Killing of a Sacred Deer" mi è piaciuto un botto, bello quadrato, grandissima regia dallo stile molto personale e utilizzo della colonna sonora originale e inquietante, pare quasi Kubrick (!); la prima ora va via come fossero 15 minuti. Dopo l'interessantissimo "The Lobster" Lanthimos torna a colpire e si piazza di diritto tra i registi giovani più interessanti.
BËL (00)
BRÜ (00)

Anatoly : The Killing of a sacred deer colpisce bello duro ed entra sottopelle. Peccato che quando uscirà in sala non rimarrà quasi più nessuno che già non l'abbia visto. Come al solito distribuzione italiana pessima.
Larrok: Ah io sono già contento che lo distribuiscano. Mi aspettavo che non uscisse proprio visto l'andazzo recente...cioè, quella fetenzia di Poveri ma ricchissimi ormai è in programmazione nei vari Uci da ormai un mese ininterrotto, poi magari mi metti Lanthimos in 4 sale sfigate per 1 giorno...
Anatoly : Beh d'altra parte con The Lobster Lanthimos era stato già sdoganato, almeno a livello di distribuzione. Non è un regista per il grande pubblico ovvio, ma la presenza di attori hollywoodiani di nome gli garantisce più visibilità, quattro-cinque mesi di scarto tra uscita USA ed italiana sono troppi, chiaro poi che qui può sempre andare peggio, questo sicuro, tipo Raw, che considero uno dei film più belli dell'anno scorso, uscito solo in dvd.
aleradio: lanthimos poteva chiudere con DOGTOOTH ed era già il più interessante del pianeta.
In: Locke di 'gnurant
Opera: | Recensione: |
Avvincente nella sua essenzialità, Tom Hardy totalmente a suo agio
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
Uno dei film più interessanti usciti negli ultimi anni, sia per la forma che per i contenuti. Ho adorato la dicotomia tra la prima parte live action e la seconda animata. Aspetto con ansia ogni pellicola di Ari Folman da quando ha partorito quello che è uno dei miei 10 film preferiti di sempre, "Waltz with Bashir". Peccato sia un po' troppo riflessivo tra un film e l'altro, vedremo il prossimo progetto su Anna Frank.
BËL (01)
BRÜ (00)

sotomayor: Non ho mai visto 'Waltz With Bashir'! Sicuramente una lacuna da colmare.
Larrok: Forse sono io fissato con quel film, però ha delle atmosfere e un connubio tra immagini e colonna sonora davvero unici
sotomayor: Ti credo ovviamente. Pensa che quando ho guardato questo film comunque non sapevo neppure che fosse lo stesso regista.
Opera: | Recensione: |
di Assayas ho preferito nettamente "Sils Maria", non so se per il tema trattato o perchè molto più banalmente l'elemento dei fantasmi nei film non mi ha quasi mai convinto. O magari perchè là c'era la Binoche e qui no. Comunque siamo di fronte ad un regista con la r maiuscola e la Stewart ha infilato l'ennesima buona performance. Non parlerei di capolavoro però.
BËL (01)
BRÜ (00)

Anatoly : Io ho davvero amato molto questo film, ma ci sta di rimanere più freddi, vista la sua grande particolarità. Gran film Sils Maria.
Opera: | Recensione: |
uno dei 10 dischi da isola deserta
BËL (01)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
grande rispetto ma non lo riascolterei manco sotto tortura
BËL (01)
BRÜ (00)

CosmicJocker: Davvero?..a me ciclicamente salta fuori dallo scaffale..comunque si parla di intervalli piuttosto lunghi..
rossana roma: Grazie ci! L'ho appena comprato!
CosmicJocker: Wow, che responsabilità!
rossana roma: noooooooo, lo avevo gia ordinato prima di leggerti. E' che qualche commento mi ha smontato.. io lo conosco da tempo, ma a pezzi.. pezzetti meglio :-) pero' è roba "mia" nel senso di psich space , quindi..
Opera: | Recensione: |
Questo disco d'esordio lo conosco a memoria, è uno dei miei dischi italiani preferiti in assoluto. Lo preferisco anche al più osannato Rum Casusu. Tuttavia nella loro carriera non vedo parabole discendenti, anzi, concordo con ...Caz..., album più recenti come Cicciput, Studentessi e l'ultimo Figgatta de Blanc li trovo geniali, ricchi di inventiva, musicalmente orgasmici e con testi quasi sempre intelligenti, ironici e surreali. Sono un unicum nella musica italiana, da clonare.
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
grande classico trash...ammazza quanto so' burini Bacon e Ward! Memorabili
BËL (01)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
a mio parere, sia "Una Separazione" che "Il Cliente" sono superiori, comunque grandissimo regista che trasmette tensione emotiva e suscita dubbi morali con intelligenza non comune
BËL (00)
BRÜ (00)