Sleepytime Gorilla Museum
Grand Opening and Closing

()

Voto:

Quante volte abbiamo sentito usare il termine musica d'avanguardia a sproposito?

Quanti gruppi hanno affermato di essere alfieri di un nuovo genere (visto che oggi le definizioni in tal senso si sprecano e pare non ci sia band che tenga a se stessa che possa esimersi dall'inserire la propria proposta in un miscuglio di almeno 3-4 correnti musicali) limitandosi invece poi ad amalgamare un paio di generi alla meno peggio?

Bene, per una volta preparatevi a sentire veramente qualcosa di innovativo, in quanto mai come in questo caso è difficile dare un nome alla proposta musicale del gruppo. La band afferma di comporre musica dadaista (il loro stesso nome deriverebbe da una sorta di museo gestito da un gruppo di artisti futuristi e dadaisti chiamati Sleepytime Gorilla Press) e in effetti si può notare come nel cd i vari generi vengano smantellati e reimpastati tra di loro apparentemente a caso, in una massa informe e caotica ma anche dannatamente avvincente e viva, non si tratta di una costruzione aritificiale e senz'anima; anche nei testi sembra prevalere il non-sense, almeno a un primo ascolto, ed essi ben si sposano con il feeling dei brani, grazie anche alle ottime prestazioni dei due cantanti (voce maschile e femminile).

Prevale per tutta l'opera un atomsfera surreale e onirica, toccando una vasta gamma di sensazioni: si va da episodi più violenti e schizzati ("Sleep is wrong", "1997"), ad altri più calmi dai connotati malinconici e crepuscolari ("Ablutions", "The Stain"). In tutto nove brani, tutti di altissimo livello (è quasi imbarazzante la naturalezza con cui i nostri si destreggiano tra le varie sonorità, sia a livello di singola composizione che nell'album nel complesso, senza intaccarne nè organicità nè fruibilità; di fronte a cotanta bravura si può solo togliere il cappello); nove brani per un lungo trip oscuro che ci farà assistere alla distruzione dei generi (possiamo qui capire come si tratti perlopiù di schemi mentali del tutto arbitrari) e alla rinascita della Musica.

Questa DeRecensione di Grand Opening and Closing è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/sleepytime-gorilla-museum/grand-opening-and-closing/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Undici)

TheJargonKing
Opera: | Recensione: |
Non male come proposta, ma credu tu debba studiarti la storia della musica un po' meglio e prima di definire una reale novità rivedere alcune cose, specie di fine anni '60.
BËL (00)
BRÜ (00)

voodoomiles
Opera: | Recensione: |
Li ho ascoltati, e li ho trovati un po' ripetitivi, compiaciuti della loro formula musicale, sicuramente una proposta diversa anche se non così innovativa.


BËL (00)
BRÜ (00)

jdv666
Opera: | Recensione: |
@the jarkoning: esistono gruppi simili quindi? me li potresti dire che sono curioso di ascoltarli?
BËL (00)
BRÜ (00)

dreamwarrior
Opera: | Recensione: |
Captain Beefheart oppure gli Henry Cow ed un po' di Frank Zappa. Non sono simili ma gli SGM hanno preso un bel po' di ispirazione...
BËL (00)
BRÜ (00)

TheJargonKing
Opera: | Recensione: |
@JDV666: non è questione di gruppi simili di adesso è questione che gli S.G.M. non stanno dicendo nulla di nuovo. Qualche nome te lo ha correttamente fatto Dreamwarrior, ma potremmo aggiungerne a decine da Etron Fou Leloublan a Aksak Maboul, Thinking Plague, Il Berlione, French TV, Upsilon Acrux, Ground Zero, Mr. Bungle, Ahleuchatistas. Senza parlare di contatti specifici con i lavori dei tardi King Crimson prima fase, qualcosa di Isildure's Bane, il tutto miscelato con temi da Sepoltura.
BËL (00)
BRÜ (00)

jdv666
Opera: | Recensione: |
ok, proverò a sentire alcuni dei gruppi da te nominati allora! cmq non era per dirti contro, ero davvero interessato a sentirli!
BËL (00)
BRÜ (00)

Franci!
Opera: | Recensione: |
Questi mi sembrano degli stronzi che, non avendo un cazzo da dire, infarciscono le canzoni il più possibile. Il risultato è un miscuglio orribile.
BËL (00)
BRÜ (00)

Psycroptic
Opera: | Recensione: |
uno dei gruppi piu' strani che abbia mai ascoltato..........
BËL (00)
BRÜ (00)

zzot
Opera: | Recensione: |
siamo sicuri cinque pallini? guarda che gli Henry Cow li abbiamo sentiti tutti....
BËL (00)
BRÜ (00)

apocalisse
Opera: | Recensione: |
eccezionali! i musicisti oltre ai loro strumenti "convenzionali" usano una valanga di strumenti costruiti ad hoc.. un semplice ascolto non basta per apprezzare realmente il lavoro che c'è dietro ogni brano dei loro dischi.
BËL (00)
BRÜ (00)

Yosif
Opera: | Recensione: |
Sarà ma a me è parso abbastanza mediocre, e non sento tutta questa avanguardia. Comunque sufficiente si.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: