feelingsinister e le VentiSei recensioni che ha scritto

Copertina di Mi And L'au: Good Morning Jokers

Mi And L'au: Good Morning Jokers

di feelingsinister 2 mar 12 DeRango™: 3,00

Buongiorno giocolieri! Ritorno su questi liberi ed inquieti spazi aperti DeBaseriani con la rece del secondo disco (del 2009) di un duo del quale i più sembrano aver (immeritatamente a mio dire) perso le tracce. A seguire l'estetica del duo probabilmente bisognerebbe quasi non scriverne, o al massimo, scriverne per monosillabi. Ma senza far rumore proviamo a sbirciare educatamente oltre i vetri appannati del loro rifugio. Il secondo disco del duo franco finnico non cambia di molto le carte in tavola rispetto all'esordio: piccole melodie, nudi sussurri e pochi strumenti acustici ad accompagnare i nostri. Ma ora più che mai… di più

Copertina di The Audreys: When The Flood Comes

The Audreys: When The Flood Comes

di feelingsinister 22 apr 08 DeRango™: 9,00

The Audreys sono un combo australiano e di solito, dove la gente sta a testa in giù, il sangue (forse) arriva meglio al cervello. Per questo da laggiù vengono solo piccoli-grandi gruppi. Non ve ne farò la lista, la motivazione è meramente economica, il costo dell'eventuale tour mondiale costa molto di più rispetto all'ennesimo gruppo di sciammannati albionico-ammerigano. E quindi per investirci bisogna essere sicuri. Laggiù dove il fumo delle sigarette non va verso le scarpe ci sono gli Audreys, un gruppo che potremmo definire folk-pop noir. Per darvi l'idea potrebbero essere Nina Persson con di spalla i Devastations o… di più

Copertina di Abdellatif Kechiche: Cous cous

Abdellatif Kechiche: Cous cous

di feelingsinister 26 gen 08 DeRango™: 14,37

"La Graine et le mulet" di Abdellatif Kechiche (questo è il suo titolo originale) è un bellissimo ed intenso film che che ruota attorno alle vicende della famiglia del 61enne Sliman Beji. E' la storia di un tentativo di riscatto di una famiglia di immigrati in un paese straniero, poco importa da dove vengano o dove siano ora; se non nei colori delle loro stanze o nei profumi delle loro cucine. Marsiglia fa infatti solo da sfondo a questa vicenda di nordafricani, russi ed italiani che vivono in Francia come una grande famiglia, contrasti e contraddizioni compresi. E' un film… di più

Copertina di The dø: A Mouthful

The dø: A Mouthful

di feelingsinister 21 gen 08 DeRango™: 20,54

I franco finladesi The dø sono i responsabili di questo gradevole progetto musicale e rispondono al nome di Olivia B.Merilahti e Dan Levy che esordisce in pompa magna con questo (già maturo) "A Mouthful".L'area musicale che mi viene in mente ascoltando il disco è quella coperta dai vari progetti di pop deviato alla Rita Mitsouko (RIP Fred), Cibo Matto, Sean Lennon e Beck, ma con tanto gusto, mescolato e rimescolato, per la melodia folk. Infatti ciò che sorprende è proprio l'ortodossia acustica del duo nonostante le succitate (ammesse o no) ispirazioni del gruppo.Il disco infatti comincia con un brano che potrebbe… di più

Copertina di Pascal Comelade: Mètode de Rocanrol

Pascal Comelade: Mètode de Rocanrol

di feelingsinister 24 dic 07 DeRango™: 4,16

Nel periodo prenatalizio dove ci si affretta ad essere tutti più buoni del solito si abbisognava di un tocco di magia... Eccolo arrivare tramite le mani fatate di quell'omino dall'aspetto un po' orchesco che risponde al nome di Pascal Comelade. "La mètode de rocanrol" è il titolo della sua nuova creatura dove le sue apparentemente semplici composizioni ci portano in altro mondo ed in un'altro tempo. Infatti eccolo lì che, come suo solito, saltapicchia da una melodia ad un'altra da uno strumento all'altro. Autore di una discografia sterminata, è divenuto famoso (si fa per dire) per le sue cover di… di più

Copertina di Shout Out Louds: Our Ill Wills

Shout Out Louds: Our Ill Wills

di feelingsinister 21 dic 07 DeRango™: 0,27

"Our ill wills" è il secondo disco degli scandinavi Shout Out Louds, parte con un riff di chitarra acustica che ricorda (con qualche pennata in meno qua e là) il modo di suonarla di Jonnhy Marr. La melodia di tastiera che sembra presa da un outtake (buona) del periodo pop dei Cure. La voce di Adam Olenius che non fa nulla per non ricordare Robert Smith con quel pochino di zeppola sulle "esse" che ti fa tanto Svezia. Dolceamari sono i testi, accattivanti le melodie. Ma dimenticatevi i pezzi tirati che hanno lanciato il loro esordio. Il nuovo lavoro dei… di più

Copertina di Comaneci: Volcano

Comaneci: Volcano

di feelingsinister 27 ott 07 DeRango™: 1,77

Sorprendente questo esordio dei ravennati Comaneci (oh mio dio recensisco un disco italico!). Sorprendente per la maturità e la scelta delle armi usate dal trio nell'arduo duello del mercato musicale. I tre si presentano infatti armati di chitarre e violoncello.. nulla più. Musica intima e nuda quindi. Creano i nostri ballate crepuscolari, da ascoltare alla luce di qualche candela.. In più di un momento questo "Volcano" ricorda un'altro disco nudo che ho amato molto, quelli dei "Mi and L'au". E come il disco del duo franco finnico è senza tempi e senza tempo. Per essere più chiari potrebbe ricordare molto bene… di più

Copertina di Jens Lekman: Night Falls Over Kortedala

Jens Lekman: Night Falls Over Kortedala

di feelingsinister 22 set 07 DeRango™: 10,09

Jens Lekman, giunto finalmente al terzo disco da studio sembra voler riaffermare le sue coordinate stilistiche. Il nostro ama il pop (e quindi da queste parti si ama lui) in tutte le sue declinazioni, da impostazioni orchestral-Bacharachiane e da colonne sonore golden age Hollywoodiane a vaghe atmosfere disco 70 (vedi la pressochè iniziale "Sipping On The Sweet Nectar") da languide ballate soulfull (pensate "A Postcard To Nina" cantata da Barry White..) fino a qualche influenza latin (!). Ciò che, alla fine, ci permette di prediligere questo artista rispetto a molti altri cantautori è proprio la sua apertura mentale e la… di più

Copertina di Starflower: Moments In The Sun

Starflower: Moments In The Sun

di feelingsinister 23 dic 06 DeRango™: 10,82

Starflower sono finlandesi e sono protagonisti di un indiepop cristallino e semplicemente cesellato. Fanno delle melodie dirette, un pò Lucksmiths, un pò Acid House Kings (per dire due gruppi che mi girano in mente). Pop da cameretta così diretto e spudorato da far paura. Usate in tal modo chitarra, basso e batteria potrebbero risultare delle armi piuttosto spuntate a dire il vero. Ma qualcosa nella loro scrittura dei brani m'impedisce di premere il tasto skip nell'ascolto di questi ragazzi di Pori. La gentilezza delle melodie e la forza dei loro crescendo. Nell'ascolto di "You are not alone" si riesce ad… di più

Copertina di Monkey Swallows The Universe: The Bright Carvings

Monkey Swallows The Universe: The Bright Carvings

di feelingsinister 23 nov 06 DeRango™: 0,00

Sheffield. Da lì vengono I MStU. Questo "The bright carvings" è il loro primo disco e se queste sono le premesse il futuro non può che essere radioso... se qualcuno dietro a qualche tavolo mooolto largo vorrà. Questo disco è di una maturità e semplicità pop spaventosa tanto da farci domandare come mai non sia già stato scritto! Questo quintetto si muove nell'ambito di un indie pop confidenziale algido, acustico e caloroso come una coperta colorata di lana dove rinchiudersi contro i rigori dell'inverno. La voce di Nat ricorda quella di Chrissie Hynde che lascia la folle città per un… di più