The Cure
Faith

()

Voto:

Un tenebroso giro di basso apre il disco e "The Holy Hour" scorre ritmata, oscura e distaccata, così come la voce di Smith che diventa più stentorea e sinistra che in passato, se "Seventeen Seconds" era immerso in una densa foschia, "Faith" si discosta dal disco precedente e il suono del gruppo diventa più lento, il tempo è scandito da ritmi meccanici e senza variazioni, le chitarre sono taglienti e scarne, i sintetizzatori creano vortici malinconici e tristi litanie, il basso di Gallup sorregge ogni canzone con linee avvolgenti e fosche.

Con le eccezzioni di "Primary" e "Doubt" (che sono 2 tracce post-punk veloci non molto in linea con l'oscurità dell'album) il disco si muove su sonorità a tratti immobili, quasi a fermare il tempo in un grigiore infinito. "Other Voices" è cupa e dai toni intimi. Un rallentato ritmo tribale regge le fondamenta di "All Cats Are Grey", evocativa, epica e scura, con delle linee melodiche emozionanti quanto tristi. Uno dei punti più alti del disco si ha con "The Funeral Party" eterea, un viaggio intenso e drammatico dove la vita è finita e l'inverno ha congelato ogni movimento e ogni segno vitale.

Continua l'oscura e intensa marcia con "The Drowning Man" piena di echi e riverberi nel lavoro di batteria e nella voce di Smith, l'ansietà e la disperazione sono sempre presenti e come nubi di temporale si impossessano di ogni nota. Alla title-track il compito di chiudera l'album, una canzone che rappresenta l'intero spirito dell'opera, oscura, lenta, malinconica e piena di quella "monotonia" e immobilità musicale che da al disco un'impronta unica, personale e oscura.

Un disco che fa di dei "punti deboli" i suoi punti di forza. Onore ai Cure per essere riusciti a creare un'opera così evocativa e abbattuta, un'infinito cielo grigio prima della notte più buia e allucinata di "Pornography".

Questa DeRecensione di Faith è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/the-cure/faith/recensione-rocky-marciano

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (TrentaCinque)

blechtrommel
blechtrommel Divèrs
Opera: | Recensione: |
Belle immagini. Questo non ce l'ho ma "Pornography", "Seventeen Seconds" e "Disintegration" (soprattutto quest'ultimo) sono stupendi.
BËL (00)
BRÜ (00)

Brasileiro
Opera: | Recensione: |
Inferiorissimo a Pornography di sicuro, per me.
BËL (00)
BRÜ (00)

djmushroom
Opera: | Recensione: |
Una meraviglia.
BËL (00)
BRÜ (00)

Mariaelena
Opera: | Recensione: |
Questo Album è il mio diamante nero
BËL (00)
BRÜ (00)

Eraser_ed
Eraser_ed Divèrs
Opera: | Recensione: |
Pornography fu una lieta scoperta qualche anno fa per me. Questo potrei procurarmelo.
BËL (00)
BRÜ (00)

Daedal
Opera: | Recensione: |
A me piace molto Faith. Ma Pornography è superiore.
La title-track, The Drowning Man e All Cats Are Grey sono pezzi davvero stupendi, avvolti in una malinconia pregna di noia leopardiana come poche altre canzoni.
BËL (00)
BRÜ (00)

carlo cimmino
carlo cimmino Divèrs
Opera: | Recensione: |
Uno dei migliori dischi dei Cure. Di poco inferiore a Pornografia. E ora, se non vi dispiace, vado a disperarmi ascoltando "The Funeral Party". Ciao a tutti. Anzi. Come avrebbe detto Bob Smith nei suoi anni migliori: UHOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOU HOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO OOOOOOOO. Ma con più angoscia.
BËL (00)
BRÜ (00)

Nosebleed
Opera: | Recensione: |
Bellissimo, forse il mio preferito dopo Disintegration. Gallup insuperabile su 'sto disco.
BËL (00)
BRÜ (00)

Finnegan
Opera: | Recensione: |
ragazzi, questo è tipo leggenda, questo disco è una cosa pazzesca, è un miracolo, è fantastico è... il primo cd che ho ascoltato dei cure. 5 tutta la vita, anche solo funeral party o all cats are gray valgono l'ascolto ripetuto 24/24
BËL (00)
BRÜ (00)

UhuhPanicoUhuh
Opera: | Recensione: |
Eh ma se inizia con "un tenebroso giro di basso" me lo devo cercare.. Per la cronaca ho: Disintegration, Boys Don't Cry, Three Imaginary Boys e Pornography (bellissimo). A parte il primo e l'ultimo, ho la lieve sensazione di aver pescato dischi di merda.
BËL (00)
BRÜ (00)

macaco
Opera: | Recensione: |
DeGeneri????
BËL (00)
BRÜ (00)

TheJargonKing
Opera: | Recensione: |
Disco della Madonna!!! Stupendo, così cupo ed evocativo. Scusa ma i Degeneri da dove cappero li hai presi?? Rece buona e molto sentita, ma non aggiunge molto a quanto già in Deb.
BËL (00)
BRÜ (00)

SALMACIS
Opera: | Recensione: |
L'unico probloema di questo disco è di esser collocato tra i vertici assoluti della musica dei Cure (insieme al più tardo Disintegration) Seventeen Seconds (per me number one)ed il malatissimo Pornography. Si tratta comunque dell'opera più solenne ed ion qualche modo estrema che il gruppo di Smith abbia mai creato.
BËL (00)
BRÜ (00)

Mike76
Opera: | Recensione: |
Capolavoro intriso dell'insicurezza e del senso di smarrimento che si provano nell'adolescenza, per me superiore all'altrettanto originale ma emotivamente più forzato "Pornography".
Per quanto mi riguarda "Faith" non è solo il vertice dei Cure ma anche della cosidetta musica dark.
BËL (00)
BRÜ (00)

Daedal
Opera: | Recensione: |
Heavy Metal , Hard Rock , Doom , Death metal , Black Metal , Dark wave , Thrash Metal , Brutal Death Metal...

E' una presa per il culo?
BËL (00)
BRÜ (00)

MuffinMan
Opera: | Recensione: |
da quando ascolti i cure gixone?
BËL (00)
BRÜ (00)

UhuhPanicoUhuh
Opera: | Recensione: |
Rocky Marciano
Opera: | Recensione: |
heavy metal, hard rock, doom, death metal,darkwave,thrash metal,brutal death sono i generi di musica che ascolto di più,che vuol dire è una presa x il culo?
BËL (00)
BRÜ (00)

Daedal
Opera: | Recensione: |
Saranno anche quelli che ascolti di più, ma non vedo cosa c'entrino coi Cure!
BËL (00)
BRÜ (00)

Rocky Marciano
Opera: | Recensione: |
ah ok credevo che bisognava segnare i generi preferiti, invece si deve segnare solo il genere del disco recensito giusto?
BËL (00)
BRÜ (00)

Daedal
Opera: | Recensione: |
Eh beh suppongo di sì...veder etichettato Faith come Brutal Death Metal mi fa un po' ridere
BËL (00)
BRÜ (00)

Rocky Marciano
Opera: | Recensione: |
minchia e la prima rece che scrivo, ho sbagliato a segnarla,è DARKWAVE il genere.
BËL (00)
BRÜ (00)

Daedal
Opera: | Recensione: |
Ma figurati, ci mancherebbe altro. In ogni caso, direi che si tratta di post-punk, al massimo gothic rock. Ma darkwave proprio no.
BËL (00)
BRÜ (00)

popoloitaliano
Opera: | Recensione: |
sarà colpa mia, ma a parte Primary ho un vaghissimo ricordo di questo disco che considero di transizione. Il top non è The Top ma il loro primo che sconsideratamente Smith rinnega: saranno anche canzoncine - Fire in Cairo, 10:15 Saturday Night, Killing an Arab, Jumping Someone etc. - ma hanno un piglio cazzuto (quasi garage) mai più ripetuto. Anche Seventeen Seconds merita: l'accoppiata Play For Today e In Your House è un fondamento della new wave dalle tinte fosche.
BËL (00)
BRÜ (00)

voodoomiles
Opera: | Recensione: |
Qunad'ero giovane i Cure erano New Wave e basta : Boys dont Cry e/o Three Imaginary Boys sono operine di grande musica in valore assoluto : che poi Mr. Smith sembrasse un babacione imparruccato tendente al bolso e per questo sia diventato un guru per quei poracci di manichini dark, non mi tange.
BËL (00)
BRÜ (00)

Mago di OZ
Opera: | Recensione: |
per me il migliore dei Cure.
BËL (00)
BRÜ (00)

reverse
Opera: | Recensione: |
popolo, però contiene All cats are grey... io comunque gli ho sempre preferito 17seconds.
BËL (00)
BRÜ (00)

Rocky Marciano
Opera: | Recensione: |
diciamo POST-PUNK DARK, ma non gothic rock, per gothic rock intendo gruppi come Mission o Fields of the nephilim.
BËL (00)
BRÜ (00)

Daedal
Opera: | Recensione: |
Dark è il termine che qui in Italia si è sempre usato per definire la scena gothic. Per cui parlare di "dark sì, gothic no" è davvero un controsenso. E gruppi come i Nephilim fanno sicuramente gothic rock, ma con accenti più industriali alla Sisters of Mercy. Anche il goth rock non è tutto uguale!
BËL (00)
BRÜ (00)

Mike76
Opera: | Recensione: |
Propendo anch'io per l'etichetta "dark-wave" o più in generale "post-punk" perchè di rock questo disco ha veramente poco. Nulla di più distante dai chitarroni di Sisters (per fortuna).
BËL (00)
BRÜ (00)

Mike76
Opera: | Recensione: |
Propendo anch'io per l'etichetta "dark-wave" o più in generale "post-punk" perchè di rock questo disco ha veramente poco. Nulla di più distante dai chitarroni dei Sisters (per fortuna).
BËL (00)
BRÜ (00)

De large
Opera: | Recensione: |
no 5 a questo disco non ci sta proprio,però è più che accettabile,buona recensione.
BËL (00)
BRÜ (00)

De large
Opera: | Recensione: |
scusa ho invertito i voti ;)
BËL (00)
BRÜ (00)

COX
COX
Opera: | Recensione: |
Grande disco!
BËL (00)
BRÜ (00)

Zarozinia
Opera: | Recensione: |
all'epoca qui si infagottava tutto nel genere DARK e basta (che credo sia peraltro sufficiente).
ma non mi era mica piaciuto tanto.

BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: