madcat e i suoi commenti

In: THE BEST di IlConte
Opera: | Recensione: |
Ciao Conte, come sempre un piacere leggere le tue riflessioni vestite da recensioni. Mi piacerebbe contribuire alla riflessione sulla situazione sociale che stiamo vivendo ma ho un'influenza allucinante (a fine Maggio, si) e non si capirebbe nu cazzo di quello che scriverei.
BËL (01)
BRÜ (00)

Dislocation: @[madcat] Scusa se mi intrometto ma..... invece scrivila, questa considerazione con delirio commisto ad assuefazione ad antidolorofici e antibiotici vari.... magari ci divertiamo, tu molli i freni inibitori ed esce roba buona....
IlConte: Non ho capito ma ciao Nobilissimo
Ahahahahahahah
IlConte: Ah influenza... febbre ahahahahahah
Che cazzo avevo capito
Buona guarigione Nobile...
Da “stonato” viene bene fidati ahahahah
madcat: Non ho la febbre, ho La Febbra - Maccio Capatonda (questo è il massimo della riflessione che posso esprimere oggi sulla situazione sociale, #forse , ovviamente)
Opera: | Recensione: |
Basta vedere "Fascisti su Marte" di Guzzanti: è tutto lì

BËL (04)
BRÜ (00)

macmaranza: Oh sì sì! "Facisti su Marteeeee, rosso pianeta bolscevico e traditoooor". Haw!
Opera: | Recensione: |
Mmm, avevo letto che era una sorta di bozza per il nuovo disco che uscirà a breve, almeno mi sembrava di aver capito. Lo recupererò comunque, The Seer è a mio parere il disco numero 1 di questo decennio, con gli altri due che l'hanno seguito fanno una tripletta a dir poco impressionante.
BËL (02)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Condivido sia la tripletta impressionante, sia il fatto della bozza. Effettivamente suona come tale e a dirla tutta ho avuto la sensazione che la scelta di pubblicarlo così com'è sia stata presa a lavoro in corso.
Opera: | Recensione: |
Questo l'ho ascoltato: un 3 ci può stare dai, anche se mi aspettavo un po' di più leggendo la tua rece. Che sia il migliore dopo Vision Valley non saprei e a questo punto recupererò anche il precedente doppio Wicked Nature che mi attira parecchio, poi magari ripasso
BËL (00)
BRÜ (00)

madcat: Ho ascoltato anche Wicked Nature e mi è piaciuto di più di questo In a Miracle Land (sono dischi piuttosto diversi, in ogni caso, parecchio più elettrico il primo, parecchio più acustico il secondo), ma in ogni caso con entrambi siamo tornati ai livelli dei primi 3 ed è stata una bella sorpresa.
Opera: | Recensione: |
Ormai li ho quasi tutti, i loro dischi, il precedente l'ho evitato per via delle recensioni, questo, dalla tua descrizione, mi attira parecchio e penso lo acchiapperò
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
Peccato non possa leggerla per gli spoiler. Sono sempre più convinto che una rece su film/libri/fumetti non dovrebbe contenere spoiler sulla storia: una rece dovrebbe anche invogliare (o invitare ad evitare) la visione/lettura. Così la potrò leggere solo quando (eventualmente) mi capiterà di vederlo.
BËL (01)
BRÜ (01)

Opera: | Recensione: |
Disco consigliato? Quel "The It Girl" citato? Ciao Grant
BËL (00)
BRÜ (00)

madcat: Accidenti, c'è solo la tua rece di questi sul Deb
GrantNicholas: Sì, direi che l'infarinatura giusta è con The It Girl, specialmente se sei amante del genere
Opera: | Recensione: |
Non l'ho ascoltato e penso mai lo farò: li ho definitivamente abbandonati dopo gli ultimi due dischi che mi hanno fatto definitivamente passare la voglia. Una delle delusioni più cocenti, per quanto mi riguarda, in ambito musicale. Poi dire che con Drones hanno voluto riprendere ciò che facevano all'inizio perché c'hanno messo le chitarre secondo me non ha senso: Origin of Symmetry non c'entra una mazza con Drones, per fortuna. Poi vabbè, "genialità, sperimentazione", sembra che stiamo parlando di due gruppi diversi
BËL (02)
BRÜ (00)

ilafante: Ero già impazzita per Showbiz quando uscì Origin of simmetry e per me era stato una rivelazione, .. comprato il disco subito, felice come una pasqua! Quando poi era uscito Absolution (comprato forse pochi giorni dopo l'uscita) per regalarlo a mio fratello, senza averlo ancora sentito. Erano già soldi buttati...Da allora mi fanno letteralmente paura... si, concordo! Parliamo di gruppi diversi.
splinter: Origin of Symmetry è già un gran disco, mette già in evidenza la capacità dei Muse di muoversi su territori ben oltre il rock... Però quando lo ascolto ho sempre la sensazione che l'anima più rock e grezza sia ancora decisamente prevalente, meno che in Showbiz ma ancora prevalente, non erano ancora del tutto una band "totale", sensazione che non provo invece con Absolution, dove vengono sbattuti continuamente di qua e di là fra suggestioni rock, classiche ed elettroniche, dove la band impone definitivamente la propria matrice eclettica. Ma ribadisco che si tratta di una mia semplice impressione.

Sul fatto poi di bocciare i Muse già da Absolution sinceramente non capisco chi lo fa... Posso capire quest'ultimo disco o anche The 2nd Law per via della matrice piuttosto commerciale ma addirittura Absolution... Anche perché nessuna di queste persone dà mai uno stralcio di spiegazione, allora mi viene da pensare che questi siano davvero rockettari che hanno seguito i Muse finché hanno fatto davvero la rockband e smesso di seguirla quando hanno fatto la band "completa"...
ilafante: Non capisco perchè utilizzare il termine "rockettari" con valenza quasi dispregiativa, cosa intendi? Ad ogni modo cercherò di risponderti, almeno per quanto mi riguarda. Premetto che dopo Absolution non ho più ascoltato i Muse se non in maniera indiretta, per così dire. Ho conosciuto i Muse in un periodo in cui i miei gusti musicali si stavano ancora formando, dopo loro ho conosciuto altre cose che mi hanno soddisfatto molto di più, anche se all'epoca ero davvero una loro fan. Quello che tu chiami "anima rock e grezza" è esattamente quello che me li faceva amare, il tutto era misto a sonorità diverse dal rock che conoscevo (voce e strumenti), un disco registrato in fretta e furia a quanto leggo, "passionale" se mi passi il termine. Absolution lo trovo ripetitivo rispetto al precedente, come dici tu affinano le loro peculiarità ma al contempo (sempre secondo me) perdono in freschezza. Ognuno nella musica vede/sente quello che gli è più confacente e io in loro non trovo più quello che cerco, nel senso che non me lo danno più. Ho amici che li disprezzavano al tempo di Origin of Symmetry e poi negli ultimi anni hanno preso un aereo per sentirli dal vivo. Cosa ci vuoi fare? Nessuno è sbagliato e nessuno ha ragione, è solo una questione di gusti. Che siano diversi già da Absolution però è un dato oggettivo, non puoi negarlo neanche tu! In pratica ti rispondi da solo, solo che nei confronti di questa cosa hai un giudizio negativo.
madcat: Non è un problema di rock/non rock, è proprio mancanza di ispirazione, almeno negli ultimi due dischi (e anche in questo, ho paura). Poi band "completa" o "eclettica" i Muse per quanto mi riguarda manco la può sfiorare, questa definizione (completa poi, non lo si può affibbiare praticamente a nessuna band della storia del rock, figuriamoci ai Muse)
splinter: Riguardo alla mia simpatica "polemica" (si fa per dire) nei confronti dei rockettari classici è che dispiace che molti ancora si accontentino di una semplice chitarra graffiante, rinunciando alla ricchezza compositiva che molti gruppi propongono, sembra che a molti non freghi nemmeno più di tanto di evolversi. Ok, anticipo la vostra risposta, so che mi direte che "ognuno ascolta/fa quello che vuole", affermazione peraltro abbastanza scontata e persino infantile (mica devo arrivare io o tu a dire che ognuno fa quello che vuole)... però dispiace, agli occhi di uno che ama la ricerca di sonorità questo dispiace; sembra di vedere come una Ferrari che si limita a viaggiare come una Punto o un alunno che potrebbe prendere 9 ma si limita ad un 6,5, spero che il concetto si capisca...
madcat: Splinter ancora sulla chitarra graffiante?! Te lo stiamo dicendo in parecchi, io sono il primo a applaudire all'evoluzione: il punto qui non è che critichiamo i Muse perché non utilizzano le chitarre o perché si sono evoluti e aridatece Origin of Symmetry: qua il punto è che, a mio parere (e a parere di moltissimi che li seguivano) c'è stata un involuzione evidente (ripeto almeno negli ultimi due, che a me The Resistence ancora piaceva eh) dal punto di vista artistico, compositivo, ispirativo: altro che eclettici, qua stanno a riproporre le stesse cose infilandoci qualche suono nuovo (nuovo poi in Drones manco i suoni) Boh
ilafante: E quali sarebbero i gruppi e i dischi rock classici ai quali alludi? L'unica cosa quasi sicura è che i Muse sono il tuo gruppo preferito ;)
splinter: Ma potrei citare i vari AC/DC, Green Day, Guns'n'Roses, Foo Fighters, ma pure i gruppi grunge, nu-metal, pop-punk, tutti quelli che non sperimentano e non variano granché e si accontentano dell'energia... Ma penso che ci scriverò un editoriale in merito.

Comunque in realtà i Muse non sono il mio gruppo preferito, solitamente dico che sono i Dream Theater ma non lo direi con certezza, sinceramente non so come si faccia ad indicare UN gruppo preferito, UNA canzone preferita o UN album preferito fra migliaia e migliaia...

Riguardo al post di madcat... non dovete mica arrivare voi a dirmi che l'evoluzione dei Muse ha ricevuto apprezzamenti, so anch'io che almeno fino a Black Holes and Revelation i Muse hanno riscosso più o meno consensi, io mi riferivo ad una categoria più ristretta, ovvero quelli che li bocciano già da prima, perché ne ho incontrati...
ilafante: Siamo d'accordo, dei gruppi che hai citato nessuno porta attualmente alcuna innovazione musicale, anzi, io in alcuni casi stenderei un velo pietoso... Dei Dream Theater posso dire di aver ascoltato nella mia vita solo Metropolis Pt. 2: Scenes from a Memory, e sono così tanti anni che non lo sentivo che non ricordavo più nulla, lo sto riascoltando ora mentre scrivo. Son d'accordo sul "gruppo preferito", anche per me è difficile rispondere, però da all'interlocutore un'idea immediata di quali siano i propri gusti/riferimenti musicali e quindi bisogna sforzarsi di individuarlo. Posso infatti ora dirti che ci piacciono cose diverse, credo di essere più vicina agli ascolti di Madcat. Attendo comunque con curiosità il tuo editoriale, è un argomento spinoso e sarà interessante vedere come lo porterai avanti.
splinter: Ne ho diversi altri in cantiere (a mente), a tema non musicale, quindi mi sa che arriverà fra qualche anno... eheheheh
ilafante: eeeesagerato!!! Va be, non c'è fretta.. ahaha
Opera: | Recensione: |
Ho solo il Blue album (banalmente), carino, ma non mi fece impazzire e non ho mai recuperato nient'altro
BËL (01)
BRÜ (00)

In: It di joe strummer
Opera: | Recensione: |
Ho concluso il libro, che ritengo un capolavoro assoluto: coinvolgente, profondo, emozionante trama e personaggi costruiti in modo perfetto. Sono davvero curioso a questo punto di vedere il film (questo ultimo, la seconda parte dovrebbe uscire a breve), certo pero' che credo sia tosta renderlo in modo efficace. Peccato che in moltissimi, facendosi spaventare dalla mole del libro, magari vedrà solo (o prima) il film, davvero peccato perché è un classico senza tempo. Ora mi procurerò il mio prossimo King.
BËL (00)
BRÜ (00)

hjhhjij: Cosa ti attira ? Io ti consiglio le raccolte di racconti "A volte ritornano" e "Stagioni diverse" che insieme a "IT" sono secondo me i suoi lavori migliori (King di solito lo preferisco nel racconto che nel romanzo, "It" è proprio la migliore eccezione).
madcat: In realtà sono coraggioso e pensavo di inoltrarmi nella Torre Nera. In alternativa pensavo L'ombra dello Scorpione
hjhhjij: In terza battua un mattone al collo e giù nel Tevere :D No vabè però ecco "L'ombra dello scorpione" personalmente l'ho trovato molto meno scorrevole di "It" (che pure è più lungo) da molto più l'impressione del mattone ma questa è un'opinione mia quindi prova. Preferisco romanzi più scorrevoli come "Carrie" o "Le notti di Salem" per dirne due. La Torre non l'ho nemmeno finita...
madcat: ah ah! Eh ma sono cosciente di intraprendere un bel percorso, in entrambi i casi, ma sento che è proprio il momento giusto, probabilmente partirò con il primo della Torre, che è pure piccolino piccolino :D
hjhhjij: 😬
madcat: Oh comunque sto già al terzo volume della Torre Nera (iniziato oggi): davvero una balla saga, mi sta piacendo molto