Camel: Mirage
CD Audio Ce l'ho ★★★★★
Tra gli apici di quella fucina di talenti di Canterbury. Disco fantasioso, ispirato e davvero molto bello. "Lady Fantasy". 8,5.
  • tia
    21 set 15
    Quelle senza filtro sono state tra le prime sigarette che ho fumato!!..Davvero tossicissime.. Il disco ce l'aveva mio fratello ed ho dei vaghissimi ricordi d'averlo ascoltato da pischello..
  • hjhhjij
    21 set 15
    Bello, bello, bello. Ma ora sono di nuovo in fissa VDGG quindi tutto il resto mi sembra prodotto da una banda di incapaci :D
  • SydBarrett96
    21 set 15
    Si ma adesso non esagerare. :D
  • hjhhjij
    22 set 15
    Non è colpa mia, sono loro...
  • tonysoprano
    28 giu 16
    Frefall...assurdi
  • tonysoprano
    28 giu 16
    *freefall
Caravan: In The Land Of Gray And Pink
CD Audio Ce l'ho ★★★★★
Delicatissimo disco di progressive melodico, condito di gustose sfumature Pop. Il menestrello Sinclair ci dà il benvenuto nella Terra di mezzo, tra maghi, elfi e gnomi. Per tutto il resto, c'è "Nine Feet Underground".
  • hjhhjij
    14 set 15
    Un bel te lo metto anche io ma hai dimenticato le sfumature jazzate e poi non ricordo così tanti elfi e gnomi :D
  • SilasLang
    14 set 15
    Bello...anche se un po troppo 'mieloso' per i miei gusti. Ma il problema è esclusivamente del sottoscritto, comunque trattasi di un signor disco. Il lato dolce di Canterbury...
  • SydBarrett96
    15 set 15
    @Hj, quelle le ho dimenticate. XD
  • hjhhjij
    15 set 15
    Male, per punizione ascolterai tutta la discografia di Ramazzotti tre volte. E io pure per averlo nominato in una definizione dei Caravan.
Anche questo in vinilozzo prima stampa quasi introvabile, da custodire alla stregua di una reliquia. Ovviamente album magnifico: testi al tritolo, tra incubi e disillusioni che profumano di bellissimi arrangiamenti jazz. Per certi versi segue la scia già inaugurata dagli Zingari, anche se qui la componente acida e disincantata della sua "trilogia da pessimismo cosmico" (mi piace definirla così) torna alla ribalta. "Da zero e dintorni" è poesia.
  • Dragonstar
    10 lug 15
    Ascolta Syd, questo per caso è l'album dopo "Zingari...?" Perché non sono riuscito ancora ad ascoltarlo! Ho il debut, Uomo in crisi, Canzoni di rabbia e Ho visto anche... Mi hai incuriosito, ne parli troppo bene, me lo consigli?
  • SydBarrett96
    10 lug 15
    Si Dragon. :) Ovviamente ti dico che è stra-consigliato, musicalmente è a livelli altissimi e ti dirò che è il mio preferito dopo gli Zingari (che resta il miglior disco di cantautorato italiano di sempre, nei '70).
Claudio Lolli: Aspettando Godot
CD Audio Ce l'ho ★★★★★
Un monolito, album di un'intensità e profondità che sfociano nel pianto. Per me è pura poesia, se dovessi cercare il corrispettivo di Lolli in letteratura citerei Giacomo Leopardi (il resto è tanto Cohen). Claudio l'unico ad essere riuscito a descrivere con una commozione autentica l'età adolescenziale, e per me resta il cantautore italico più emozionale di sempre. E non si tratta di pessimismo ma, come disse egli stesso, "forte volontà critica".
  • Dragonstar
    19 dic 14
    Il più sgraziato dei cantastorie, è anche quello che ha lasciato ai posteri veri e propri capolavori sui quali riflettere. Questo è bellissimo, title-track da antologia, ma i tre più belli (per me) rimangono: "Un uomo in crisi", "Canzoni di rabbia" e naturalmente "Ho visto anche degli zingari felici", una delle massime epressioni del cantautorato italiano.
  • SydBarrett96
    19 dic 14
    Dragon, con me vai sul sicuro. Io adoro tutto il Lolli dei '70, poi per me gli Zingari felici è tra i primi cinque dischi di cantautorato italiano di sempre (nella mia classifica l'ho messo tipo alla posizione 3-4 mi pare, ma anche primo non sfigurerebbe). Questo, che considero un capolavoro, per me non è neanche il più bello. Medaglia di bronzo, dietro gli Zingari (oro) e "Disoccupate le strade dai sogni" (argento).
Uno dei 10 dischi italiani di sempre (forse 5, boh). Credo che nessun cantautore italiano nei 70' abbia raggiunto queste vette, NESSUNO. Un capolavoro, un unica suite di 45 minuti condita da testi eccelsi, sfumature jazz e progressive. "Anna di Francia" e "Primo Maggio di Festa" fanno piangere. Innamoratevi degli Zingari Felici.
  • darth agnan
    14 lug 14
    mai sentito, però m'hai incuriosito non poco!
  • SydBarrett96
    14 lug 14
    Consigliatissimo, Darth. Per me è imprescindibile per qualsiasi amante della musica italiana.
Claudio Rocchi: Volo magico n. 1
CD Audio Ce l'ho ★★★★★
Grandissimo disco di Folk oriental-psichedelico, una pietra miliare per il panorama italiano proprio per la sua peculiarità. Fighissima la dadaista suite omonima (molto vicina ad "Aria" di Sorrenti, da cui ha attinto esplicitamente) con tanto di tiratissimo assolo finale, "Giusto Amore" splendida danza tribale e mistica, "Tutto Quello che Ho da Dire" e "La Realtà non Esiste" due poesia per voce e piano.
  • Dragonstar
    16 nov 14
    Poi lo scrisse da giovanissimo. Viene la pelle d'oca solo a pensare a questo. Da recupare!
  • Hank Monk
    17 nov 14
    stai seguendo la serie dell'espresso per caso? :) (io sì, per ora li sto accantonando e poi me li ascolterò tutit con calma)
  • brunoballardini
    19 set 21
    SydBarrett96 ha scritto una cazzata. Secondo lui Rocchi "si è ispirato esplicitamente" ad Aria di Alan Sorrenti, quando casomai sarebbe vero il contrario: Volo Magico N. 1 di Claudio Rocchi è uscito nel 1971, mentre Aria di Sorrenti è uscito nel 1972. Prima di scrivere cazzate che poi si diffondono…
  • brunoballardini
    19 set 21
    ...magari studiare un po', prima.
Crosby, Stills, Nash & Young: Déjà vu
CD Audio Ce l'ho ★★★★★
Le armonie vocali così perfette e leggere di Déjà Vù dei CSNY non credo siano state mai raggiunte da alcun altro gruppo (forse solo in Pet Sounds dei Beach Boys). E' questo il vero punto cardine dell'album, in cui 4 identità diverse si uniscono per dare origine ad un disco malinconico con sfumature folk e country, senza tralasciare però passaggi più elettrici e movimentati: probabilmente il vero aspetto che fanno di quest'album una vera pietra miliare ed il simbolo della West Coast.
  • March Horses
    21 lug 13
    già... ieri, 20/07, hanno fatto un concerto perfetto, con almeno metà Deja Vu e metà album di debutto :)
  • hjhhjij
    21 lug 13
    IL simbolo della West non lo so, uno dei migliori parti, quello è fuori da ogni discussione. Mazterpiz.
  • SydBarrett96
    21 lug 13
    Immagino March.
  • ranofornace
    24 lug 13
    uno dei capolavori indiscussi della storia, non ricordo se l'ho fatto rientrare nei primi venti posti della mia classifica, ma sento che è ora di mettergli mano per un'aggiustatina.
Crosby, Stills, Nash & Young: Four Way Street
CD Audio Ce l'ho ★★★★★
Doppio dal vivo dei CSN&Y, direttamente tra i primi 10 live più belli degli anni settanta. Il primo disco, quello acustico, è angelico, con una sfilza di ballate alla chitarra ed al piano. Il secondo, cazzuto ed elettrico, vede due jam session chitarristiche disumane. Monumentale.
Utenti simili
Cinghiale

DeRango: 0,37

Legomatteo

DeRango: 0,00

Peppe Weapon

DeRango: 0,71

il giustiziere

DeRango: -20,32

Gruppi