Edoardo Bennato: La Torre Di Babele
Vinile Ce l'ho ★★★★★
Vinile prima stampa, con tanto di bellissima copertina argentata. Vabbè niente, una delle perle assolute che compongono la magnifica pentalogia 1973-1977 dell'Architetto Bennato. Fu anche grazie a questo disco che venne definito Punk, e non avevano tutti i torti.
  • Dragonstar
    9 lug 15
    Anche io ho il vinilozzo e pure il cd come parte di un cofanetto che contiene i primi 6 dischi di Edo. Niente da dire, fra i più belli del cantautore. E venderò è pura poesia messa in musica.
  • SydBarrett96
    10 lug 15
    Io, tra CD e vinili, i primi cinque li ho tutti. :) Comunque concordo, "Venderò" è stupenda.
Edoardo Bennato: Burattino Senza Fili
Vinile Ce l'ho ★★★★★
Oggi l’ho riascoltato, meraviglioso come sempre. Rock’n’roll, sarcasmo, sberleffo, ironia ai suoi massimi livelli. Non voglio ripetermi a dire sempre le stesse cose, ma i primi 5 album di Edo sono tra le cose migliori mai uscite in italia di sempre.
  • Martello
    22 ott 21
    Adoro questo album, non credo abbia un brano eccessivamente sottotono, il che è veramente pazzesco. Quando sarai grande credo sia uno dei brani più belli che io abbia mai ascoltato
  • SydBarrett96
    22 ott 21
    Concordo pienamente.
Edoardo Bennato: Non Farti Cadere Le Braccia
CD Audio Ce l'ho ★★★★★
Eccellente esordio per il cantautore napoletano. Sebbene sia ancora per certi aspetti immaturo, è già grande. Probabilmente è quello più "intimo" di Edo, grazie a ballate come "Una settimana, un giorno", "Lei non è qui, non è là" e soprattutto il capolavoro di "Un giorno credi".
  • SilasLang
    25 gen 14
    Un grande album. Quando Bennato era Bennato..
  • SydBarrett96
    25 gen 14
    Beh si. Per me fino al Burattino meritano tutti il massimo dei voti. Anche i due successivi a questo sono buoni, comunque.
  • SilasLang
    25 gen 14
    Si si..d'accordissimo! A me piace soprattutto "Io Che Non Sono L'Imperatore", così grezzo a volte da suonare quasi come una sorta di Folk-Punk...
  • SydBarrett96
    25 gen 14
    Anche io lo adoro. Certe volte nei suoi acuti e nei suoi gorgheggi ci trovo addirittura Tim Buckley, il che non è solo una mia impressione.
Edoardo Bennato: I Buoni e i Cattivi
CD Audio Ce l'ho ★★★★★
Il Rock italiano è passato anche per questo disco. Folk grezzo ed influenze proto-punk si mischiano in questa sorta di concept album ispiratissimo sulla diatriba bene-male. Armonica, gorgheggi e kazoo per 40 minuti di musica cazzuta. Avanti, in fila per TRE!
  • SilasLang
    24 mar 14
    grandissimo album. altro che Zen Circus dei miei coglioni...
  • SydBarrett96
    24 mar 14
    Stra-concordo. Credo che i primi 4 dischi di Bennato siano stati molto influenti per quella generazione di Rocker italiani che seguiranno nei decenni successivi. Poi mi vengono a parlare di Fiasco Rossi...
  • bluesboy94
    24 mar 14
    Bennato è uno dei più grandi rimpianti della musica italiana. Nei primi dieci di carriera i suoi dischi traboccavano di rabbia, ironia, sarcasmo, impegno e anche di poesia ( il bennato che va dal '73 all'83 è assolutamente degno di essere accostato ai più grandi del cantautorato italiano); poi il crollo verticale. " I buoni e i Cattivi" non è la sua migliore opera, ma sicuramente la più originale ( d'altronde chi, prima d'allora, aveva proposto musica di questo tipo in italia?). Eh si, 40 minuti di musica cazzuta!
  • SydBarrett96
    24 mar 14
    Anche per me è stato tra più grandi della musica italiana, almeno fino al Burattino senza fili (che comunque è già meno rabbioso dei precedenti). Poi, dopo due dischi buoni, mi scade. Comunque per me i più belli sono i primi 4.
  • dosankos
    24 mar 14
    Secondo me si, è la sua opera migliore, oltre che la più rappresentativa. Ma il filo che separa quei dischi del periodo che passa dal 1973 al 1980 è talmente sottile che bastano pochissime sfumature e percezioni personali, per eleggere di poco uno o un altro LP al "preferito". Nonostante ciò l'Edo dei seventin non pecca un colpo E nei seventin ci metto pure "Uffa. Uffa!" e "Sono Solo Canzonette", praticamente costruiti e perfezionati lungo tutto il corso del 1979.
  • SydBarrett96
    24 mar 14
    Ad esempio quei due, pure considerandoli buoni, li considero inferiori ai precedenti.
  • hjhhjij
    24 mar 14
    Ok ok zitti, mi avete convinto: lo devo rispolverare.
  • SydBarrett96
    24 mar 14
    Dai HJ, comincia da questo. ;)
Edoardo Bennato: Io Che Non Sono L'Imperatore
CD Audio Ce l'ho ★★★★★
La componente grezza e martellante del precedente viene qui ancora più esasperata, a tal punto da raggiungere le sonorità forse più "sperimentali" della sua carriera, vicine anche a certi vocalizzi Buckleyiani. "Affacciati affacciati" e la title-track sono la summa della sua poetica, due aggressive invettive politiche allo Stato ed al Papato. APICE.
Esordio ispirato, musicalmente ineccepibile, ben dosato e senza sbavature. Insomma, per me questo le 5 palle se le prende, anche solo per la voce di Lake in "Take a Pebble". Emerson è in stato di grazia, e si sente di brutto. Una gran bella opera prima, senz'altro. 8,5.
  • proggen_ait94
    5 ago 15
    senza sbavature?!
  • SydBarrett96
    5 ago 15
    Certo barocco e pomposo, però lo trovo ispirato. Qui non avevano ancora sbroccato, a mio parere. :)
Utenti simili
Cinghiale

DeRango: 0,37

Legomatteo

DeRango: 0,00

Peppe Weapon

DeRango: 0,71

il giustiziere

DeRango: -20,32

Gruppi