Sto caricando...

macaco e i suoi commenti

macaco
Opera:
Recensione:


Farnaby: Tristissimo figuro...
macaco: Red o Cally?
Farnaby: Red
Flame: la questione è abbastanza vecchia vedi il buon Frank Frank Zappa on Crossfire
Flame: certo però che sta gente scrive certe cose ... mah non so la questione è veramente difficile
Farnaby: Guarda...ho già avuto il modo di dire la mia sempre su queste pagine. A me Junior Cally fa cagarissimo. La canzone incriminata è proprio brutta. Il testo però non è ne meglio ne peggio di mille altri di artisti che hanno partecipato a Sanremo ma non c'è stata tutta questa eco. Povia ("Luca era gay") ad esempio...o Vasco Rossi ("...è andata con il negro la troia"..) grande amico di Red Ronnie...o ancora Eminem, che in veste di ospite percepì 400.000 euro ma nessuno è andato a leggerne i testi che, al confronto, quelli di Cally vanno bene per lo Zecchino d' Oro. Red Ronnie si finge scandalizzato solo per compiacere il suo amicone Felpapig (andate a vedervi il tristissimo siparietto sui Pinguini Tattici Nucleari)...e la moraletta da uno come lui anche no grazie.
Mai come quest'anno le polemiche pre Sanremo nascondono (?) questioni prettamente politiche.
Red Ronnie è culo e camicia con Salvini e se a Felpapig non piace
Farnaby: Scusate...e se a Felpapig non piace qualcuno il rossocrinuto colpisce...
Flame: La mia non era una difesa di Red Ronnie. Infatti ho messo il video di Zappa che va contro qualsiasi censura sulle parole. Ed in linea generale sono contro ogni censura, e penso che un delinquente non diventi tale se sente una canzone, in un modo o nell'altro una strada per diventarlo la trova se lo deve diventare. Però sta gente dice cose e fa video indirizzati a ragazzini che cazzo... un po' ti fan pensare che possano essere deleteri.
Farnaby: Mio figlio (16 anni) ascolta tra gli altri Beatles (i suoi favoriti) Nirvana, Pinguini Tattici Nucleari (la nuova scoperta) e tanto tanto rap...quello buono (Rancore, Salmo, Frankie) e quello meno (Cally e simili).
Bene...Matteo non si sognerebbe mai di emulare nelle gesta i protagonisti di tali canzoni.
Come dici tu uno la strada sbagliata la prende a prescindere da film, canzoni, libri etc.
Anche perché nel quotidiano siamo bombardati da oscenità (la D'Urso che sdogana matrimoni di camorra, le millemila trasmissioni trash, la musica brutta, compreso Cally, i libri di Fabio Volo, i nostalgici di Predappio, i politici tutti, o quasi) in un bailamme di cattivo gusto che, questo si, andrebbe "censurato". Ma ovviamente quello che per me è spazzatura per altri non lo è e quindi passino le D'Urso e tutto il resto in fila, va bene così, ma il faccione indignato di Red il rosso che si scaglia a cazzo contro quello si e l'altro, no davvero non lo sopporto...soprattutto sapendo che la sua falsa indignazione è solo un pretesto.
P.S. il video con Zappa una bella testimonianza...

macaco
Opera:
Recensione:
Il film lo vidi, ma non serbo ricordi.


macaco
Opera:
Recensione:
Devo confessarlo, non l' ho finito.
L' ho trovato troppo cosmologico, oggi si ha la tendenza ad interpretare i miti in modo letterario, come cronache reali. Altre antiche scritture leggendole alla della nuova física.


macaco: ...alla luce...
macaco
Opera:
Recensione:
"Opto ergo sum" Cit.

Il film é giá in download


Caspasian: Dopo optato ti aspetto. 🌹
macaco
Opera:
Recensione:


Stanlio: A 2:44 dice che l'ha visto 2 volte ad Hamammet "dopodichè non l'ho visto più" e te credo... era morto!
macaco: Personaggio eh! Mi ricorda il Conte, poi cita pure i Led zeppelin
macaco: Chi avrá ragione? Per trovare un poco di veritá in ogni cosa é un lavorone della madonna
macaco
Opera:
Recensione:
I romanzi a mio avviso servono a metterci in contatto con i vari sentimenti dell´uomo, poi ci si satura e si legge cercando risposte o nuovi punti di vista nella saggistica. É cammino giusto.


macaco: Vedo in modo differente peró la questione UE, non mi sembra che il proposito si stato perseguire un modello come quello americano, anzi l´europa é stata ideata come cuscinetto fra le due potenze. Parlare di nazionalismo sembra paradossale in un paese come l´Italia, che usa con disinvoltura la parola sovranitá, come a richiamare un qualcosa che non ci appartenie piú.
Infine mi é sembrata un poco ingenua la frase relativa alla seconda colonizzazione africana "senza tenere conto", quando credo fermamente che il disegno geopolitico era quello di creare esattamente quello scenario, per ovvi motivi.
Grazie per gli spunti di riflessione.
Falloppio: Spiegami meglio. Da come ha scritto nella rece, i colonizzatori europei non hanno tenuto conto delle etnie e hanno deciso confini "sbagliati". Perchè secondo te è sbagliato questo concetto?
ilfreddo: Ciao! il mio non era giudizio. I confini deliberatamente o no, sono stati tracciati senza tenere conto delle diversità del territorio e per questo motivo ho usato la parola sbagliato. Forse però avrei potuto scrivere "hanno tracciato confini senza tenere conto delle diversità e dei confini etnici e geografici". Il punto comunque è che quella scelta ha inciso sulla zona in modo molto importante. Saluti
Falloppio: Mi riferivo al commento di Macaco. Volevo capire Meglio.
Sono affascinato da quest'argomento
ilfreddo: Ciao Macaco, non sono d'accordo sulla questione UE. Prima si chiamava CECA (comunità europea carbone e acciaio) proprio per fare in modo che venissero regolate le due principali materie prime per eccellenza in fase di guerra tra Germania e Francia. Il modello secondo me era creare un qualcosa di simile agli Stati Uniti d'America ma a livello di politica estera e politica interna i nostri stati non sono disposti a perdere ulteriore sovranità.
macaco: Nel mio libro di storia é presente una mappa dell´africa dopo la prima e la seconda colonizzazione, l´avro guardata decine di volte. Dalle mie riflessioni e ricerche sono convinto che i metodi di ripartizione dei confini politici abbiano seguito una logica favorevole allo sfruttamento. Per persegure tale obbiettivo hanno separato etnie, e facendone confluire diverse ina stessa nazione in modo da renderla ingovernabile. Quando una nazione non ha un popolo la governi da fuori con facilitá. La Francia dopo che alcuni stati conquistarono, lottando, l´indipendenza liberó il cammino alla decolonizzazione senza peró dare la libertá monetaria cosí da continuare il dominio economico.
macaco
Opera:
Recensione:
Ella madonna! Quanta geni(t)alitá, mi hai toccato nel profondo.


Almotasim : Hahahahah, genialità. Grande furlan do Brasil!
macaco
Opera:
Recensione:
Questo mi manca, regista notevolissimo.


Caspasian: ... è roba per i tuoi denti. Ciao.
macaco
In: Dogman di aleradio
Opera:
Recensione:
Avete detto tutto voi


macaco
Opera:
Recensione:
Altro che intrattenimento...