Poldojackson e le Sette recensioni che ha scritto

Copertina di Roberto Andò: La Stranezza

Roberto Andò: La Stranezza

di Poldojackson 23 nov 12:07 DeRango™: 37,56

La Stranezza è un gioiello. Ammantato di classicismo, perfettamente calato nell’atmosfera del tempo andato, cent’anni addietro. Luigi Pirandello è interpretato da Tony Servillo che sfodera un’interpretazione di grande pregio. Il suo è un Pirandello misurato, tormentato ed implacabile, ironico e disturbato dai suoi pensieri, dalle sue preoccupazioni, dai suoi sei (o forse più) personaggi che costantemente lo cercano… Luigi, o forse loro, giocano a nascondino ed egli, al contempo, li rifugge e gli dà udienza la domenica mattina e nelle notti insonni li pensa, li modella, li fonde e li trasfigura… Dalle note di Wikipedia, l’incipit. 1920. Luigi Pirandello fa… di più

Copertina di Julia Ducournau: Titane

Julia Ducournau: Titane

di Poldojackson 14 lug DeRango™: 16,17

Malato Malsano Potente Morboso Scioccante Girato e recitato da dio, con un incipit furioso ed un prosieguo spiazzante, commovente, delirante. Tutto questo è solo per dare una vaga idea di cosa ci possa aspettare vedendo questo capolavoro disturbante, TITANE, Palma d'oro a Cannes 2021. Eppure è un film imperfetto, nella scrittura certo, allegorica, assurda, improponibile. Per darvene un'idea, basti leggere il commento di un laconico Moretti, sconfitto da TITANE a Cannes col suo fiacco TRE PIANI: “Invecchiare di colpo. Succede. Soprattutto se un tuo film partecipa a un festival. E non vince. E invece vince un altro film, in cui… di più

Copertina di Pablo Larraín: Tony Manero

Pablo Larraín: Tony Manero

di Poldojackson 20 giu DeRango™: 17,37

Sono brutti sporchi e cattivi anche in Cile, verso la fine degli anni 70. E devono stare molto attenti a come si muovono, che la polizia di Pinochet non scherza. Poco più su invece c’è L’America: ricca, sfavillante, brillante, sorridente. C’è John Travolta che impazza: bello e balla come un dio. Facciamo il concorso scrauso in TV. Troviamo un surrogato, un sosia di John Travolta, anzi di Tony Manero. Anche noi vogliamo ammalarci di febbre al sabato sera. Raúl Perralta è un poveraccio, un disoccupato sui 50. Raul è ossessionato da Tony Manero. Anche se ha il doppio dei suoi… di più

Copertina di Pablo Larraín: Fuga

Pablo Larraín: Fuga

di Poldojackson 10 giu DeRango™: 11,81

Pablo Larrain, cileno, è considerato ad oggi uno degli autori sudamericani più importanti dell'ultimo decennio, nonché uno dei cineasti più originali ed apprezzati del panorama internazionale. Larrain, esordiva nel 2006 con Fuga. Eugenio Montalban, da bambino, assiste all'omicidio della sorella avvenuto su un pianoforte. Ossessionato da questo trauma, comporrà la Rapsodia Macabra, un'opera che si rivelerà maledetta… È questo il potente incipit di Fuga. Fuga, come spesso accade per un'opera prima, è un film per certi versi grezzo, disomogeneo. Troppo cupo e tetro nella lunga prima parte, qua e là quasi horror nell'impostazione e nei dettagli di alcune sequenze. Tuttavia,… di più

Copertina di Matt Reeves: The Batman

Matt Reeves: The Batman

di Poldojackson 27 mag DeRango™: 4,73

Ieri ho visto l'ennesimo ultimo BATMAN. Il film è buono, ben scritto, diretto da Matt Reeves, il regista di Cloverfield e del remake del Pianeta delle Scimmie. Il remake di Let me in? Bah! L'ho visto in TV, suppongo che al cine abbia reso molto di più. Gli va riconosciuta una certa originalità. Per come è stato impostato, non somiglia e non scopiazza nulla delle precedenti versioni e “tagli” dati da Burton e Nolan soprattutto e supera facilmente (ma ci vuole poco) il Batman di Schumacher e Ben Affleck. Ha una sua identità. Dannatamente cupo, perennemente immerso in un'atmosfera plumbea… di più

Copertina di Ryan Murphy: I Diari di Andy Warhol

Ryan Murphy: I Diari di Andy Warhol

di Poldojackson 26 apr DeRango™: 14,04

I diari di Andy Warhol, è una docuserie Netflix di 6 puntate da 1h circa ciascuna. Tali diari, vennero pubblicati dopo la sua morte improvvisa, avvenuta nel 1987, a causa di sopraggiunte complicazioni in seguito ad un'operazione chirurgica volta alla rimozione della cistifellea. Ho trovato la serie davvero interessante e ben strutturata, dal montaggio ai titoli di testa, alla colonna sonora. Si avvale di numerosissime e straordinarie immagini di repertorio sia della vita pubblica che privata di Warhol. Tantissime anche le testimonianze, le interviste, gli aneddoti. In termini di minutaggio, è stata preferita la scelta di focalizzare l'attenzione nel periodo… di più

Copertina di Bonifacio Angus: Ovunque proteggimi

Bonifacio Angus: Ovunque proteggimi

di Poldojackson 5 apr DeRango™: 16,02

Ovunque proteggimi (2018) è il secondo lungometraggio di Bonifacio Angus, un sardosassarese (sassà prova microfono) sui 40. Ambientato in Sardegna, Ovunque Proteggimi è la storia di Alessandro (Alessandro Gazale) un 50enne che canta (brani popolari sardi) alle feste di paese, su un palco scalcagnato, accompagnato da una fisarmonica ed una chitarra acustica, che se fa 20 spettatori è sold-out. Alessandro canta, beve, gioca al videopoker, è burbero, irascibile, violento, ruba i soldi alla madre. Alessandro è solo. Alessandro è un fallito. Ricoverato in una struttura psichiatrica, conosce Francesca (Francesca Niedda) una donna sui 35, anche lei rinchiusa e con un… di più