algol e i suoi commenti

In: THE BEST di IlConte
Opera: | Recensione: |
Non so. Io ho letto un'altra sua biografia, poi recupero titolo e autore. Devo ammettere che quel che ne ho ricavato sono state una profonda tristezza, commista ad un vaga sensazione di claustrofobia e rammarico.
Un viaggio in una condizione di totale ed irreversibile assuefazione. Aldilà di qualsiasi giudizio sull'uomo (immagino che avere una dipendenza sia una prigione dell'anima), non esattamente un bel vedere. Da ricordare per le sue gesta, nonostante non fosse quasi mai allenato a dovere. Da non mitizzare per il suo alcolismo, quello non ha aggiunto nulla alla sua grandezza, lo ha solo devastato, togliendoci chissà quanti altri momenti di sublime bellezza calcistica.
BËL (01)
BRÜ (00)

IlConte: Appoggio in parte Doc...
A parte che questa è l’autobiografia e non tutte le cazzate di altri per esaltare aforismi o situazioni estreme. Sono d’accordo di non mitizzare il suo alcolismo (figurati, vedi io come ero!) e leggi come considero quei pusillanimi che lo fanno... ma neanche dire “se non avesse bevuto, giocato in scopato come un riccio”... no.... nn sarebbe stato Best ma CR7 o Becham e, con tutto il rispetto per il loro essere “professionisti”... mi tengo Best con pregi e difetti... difetti... chi lo decide poi, semplicemente è lui con oneri e onori.
Ciao Doc
IlConte: Sto attendendo la vecchia e se ci sono errori è questo telefonino di merda
algol: la biografia che ho letto è di un giornalista inglese, fatta bene, documentata e nessuna indulgenza o cazzate varie. Un documento, una cronaca della sua discesa nel baratro e della sua contemporanea parabola sportiva. Credo sia un ottimo documento. Mi hai frainteso, io la vedo come te. Best era tutto questo, fragilità e genio in un unico pacchetto inscindibile, prendere o lasciare. Non poteva andare diversamente per come era lui. Ed io prendo, nel senso che mi è impossibile non affezionarmi all'uomo Best, con le sue contraddizioni, i suoi slanci, il genio, la debolezza, la sensibilità, la sfrontatezza ... tutto. Gli voglio bene così. Però amico mio, da amante dello sport e della bellezza dei gesti che solo l'agonismo può regalare, concedimi il rammarico di non aver potuto ammirare la versione impossibile di un George non afflitto dalla dipendenza che avrebbe beffeggiato i difensori ancora per anni. Un "peccato che sia andata così" mi scappa, abbiamo intravisto solo il suo potenziale. Ma hai ragione tu, non poteva essere diversamente.
IlConte: Ahahahahah perfetto!
Non avevo capito un cazzo, al solito.
D’accordissimo!
Thank
Opera: | Recensione: |
Bravo. Pure lei.
BËL (02)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Grazie, ma dammi pure del tu!
Opera: | Recensione: |
Con le spaziature apposto ora é tutta un'altra faccenda.
BËL (01)
BRÜ (00)

Recensionista: Vado a leggere le tue sublimi rec poi ti dico
Opera: | Recensione: |
Magari era meglio negli editoriali.
BËL (00)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Oppure si potrebbe istituire una nuova DeSezione recensiva: Gite e Scorribande

Chissà chenne penza @[G] in Mèrito



Però si sà che Lui preferisc(i)e Stira & Ammira.
Opera: | Recensione: |
Interessante. Quanto la spaziatura.
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
Tralaltro dovrebbe essere ancora in vigore il reato di apologia di fascismo. Dovrebbe.
BËL (04)
BRÜ (00)

nes: Per questo di 'sta gente non dovremmo parlare. Non fanno apologia di un cazzo, dicono stronzate con la gola strozzata. Non sono di nessun pericolo. Fino a che non li prendi in considerazione e gli dai visibilita'.
algol: Ma infatti. Io quei quaranta coglioni li prenderei a calci e li sbatterei sei mesi in galera. Senza pubblicità
Opera: | Recensione: |
Io sta boiata non me la perdo
BËL (00)
BRÜ (00)

In: Origins di splinter
Opera: | Recensione: |
Da aprioristico lancio di guano.
BËL (01)
BRÜ (00)

Dislocation: @[algol] Col guano vai troppo sul leggero. Mi permetto sommessamente di consigliarti il più classico ma imprescindibile letame. Ci si sporca di più, ma quand'esso raggiunge la meta, ovvero il viso del deprecato, vuoi mettere la soddisfazione?
Opera: | Recensione: |
Questo però non so se sia per me. Acustico, incompiuto e mi pare di capire lontano dagli sperimentalismi orchestrali dell'ultimo trittico. La vedo una proposta valida per completisti più che per l'effettivo spessore. Un ascolto lo butto.
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Sono sicuro che ti sorprenderà comunque. Il tocco è sempre Swans e si sente.
algol: Gli ultimi due li ho presi a scatola chiusa. Diciamo che spero di prenderlo nonostante lo scetticismo. Uh, recensione davvero accurata. Un plauso.
JonatanCoe: Grazie Algor. Il disco è davvero bello, poi se mi parli degli ultimi due (mettiamo tre ad iniziare da The Seer) è un'altra storia, un'altra dimensione. Per dovere di cronaca, sono i lavori in pianta stabile nel mio lettore; ogni ascolto mi sembrano diversi e più ricchi di particolari.. un viaggio infinito.
Opera: | Recensione: |
La classe c'è. Li avevo ascoltati ai tempi, distrattamente. Bel recupero.
BËL (02)
BRÜ (00)

Galensorg: Allora c'è qualcuno che li conosce! Ottimo algol, mi fa piacere sapere che apprezzi quanto me!