hjhhjij e la sua DeCollezione

@ A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


Filtra Sfiltra

Darren Aronofsky: Il Cigno Nero
Darren Aronofsky: Il Cigno Nero (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★★)

BËL (00)
BRÜ (00)

Darren Aronofsky: Pi Greco: il Teorema del Delirio
Darren Aronofsky: Pi Greco: il Teorema del Delirio (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★★)

BËL (00)
BRÜ (00)

mild: Bel film, uno dei registi emergenti che apprezzo molto.
hjhhjij: Be, ormai non è più emergente, è emerso da un po' :) Purtroppo non è più tornato ai livelli di questo piccolo capolavoro indipendente (anche se i suoi film sono in generale buoni/buonissimi lavori)
David Bowie: The Man Who Sold The World
David Bowie: The Man Who Sold The World ( CD Audio - Ce l'ho - )
Il primo grande disco di Bowie dall'inizio alla fine, sebbene non arrivi ancora (di poco) alle altezze di "Hunky Dory" e via proseguendo. Alcuni brani davvero meravigliosi e una band già molto affiatata sebbene solo in parte formata dai Ragni da Marte che verranno. Fondamentale lavoro negli arrangiamenti del disco e nella composizione dei brani da parte del grande Mick Ronson e del produttore e bassista Tony Visconti; la chitarra di Ronson in particolare per me è la ciliegina sulla torta del primo grande Bowie, un suono che personalmente adoro, riconoscibile dopo mezzo secondo, dopo mezza nota. Grande album al quale sarebbero succeduti ulteriori passi avanti, e dici poco, dici.
BËL (04)
BRÜ (00)

fedezan76: E il precedente?
hjhhjij: Il precedente lo reputo ancora acerbo e un po' ingenuo, qualche lungaggine eccessiva a volte e alcuni brani per me certamente non all'altezza della produzione successiva, diciamo che è meno compatto e meno valido dal primo all'ultimo pezzo rispetto a molti dischi che Bowie ha sfornato nel decennio successivo. Mi piace eh, a scanso di equivoci è già un buon lavoro, ha una title-track della madonna che te lo dico a fare e altre canzoni interessanti, belle però, come dico sopra, secondo me è questo qui il primo suo disco bello dall'inizio alla fine.
fedezan76: A me Space Oddity piace tanto quanto questo, il primo lato è addirittura molto meglio, poi effettivamente il secondo cala un po'.
pier_paolo_farina: A me invece piace di più Space Oddity. In ogni caso ci pensa il terzo lavoro Hunky Dory a mettere d'accordo tutti: capolavoro.
Qui le uniche due perle imperdibili mi appaiono Width of a Circle e la title track.
hjhhjij: "Hunky Dory" del suo primo periodo (diciamo fino al 1973) credo sia davvero lo zenith, si.
David Bowie:
David Bowie: "Heroes" ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★★)
David Bowie: Hunky Dory
David Bowie: Hunky Dory ( CD Audio - Ce l'ho - )
Nettamente, per i miei gusti, e senza alcun dubbio il capolavoro del Bowie "Glam" e del periodo '67-'75. Un disco POP (tutto maiuscolo) perfetto, senza un singolo riempitivo o una singola canzone meno riuscita, niente, tutto brilla di un'ispirazione totale e straordinaria nelle melodie, nei testi, nelle interpretazioni, nella coesione della band (il primo con gli Aracnidi marziani al completo, più l'apporto centrale e importantissimo di Riccardo Svegliuomo al pianoforte, strepitoso) nella costruzione dei brani, tutto. Dai due capolavori pop di partenza, alle superbe melodie di "Eight Line Poem" e "Life On Mars" fino ai tre brani-dedica meravigliosi e l'autobiografica "The Bewlay Brothers" passando anche per due caramelle (scusa @[luludia] mi sa che ti ho fregato col copyright...) pop come "Kooks" e "Fill Your Heart". La mia preferita però è "Quicksand".
BËL (02)
BRÜ (00)

hjhhjij: E una parolozza su Svegliauomo, grande alfiere del magomerlinismo e del tastierismo virtuosistico progressivo (che ho amato e ancora amo, ma in qualche occasione post '72 mi risulta con lui deleterio): anche qui in un contesto più pop e di forma-canzone non lesina eleganza, fantasia e strepitoso impatto nell'abilità tecnica. Centrale il suo pianoforte in molti brani, ma bravissimo anche quando si inserisce in arrangiamenti più corposi e "di squadra" soprattutto in "Song for Bob Dylan" dove diviene davvero parte integrante degli Aracnidi marzianoidi.
Alfredo: Probabilmente hai ragione, l'ho riascoltato recentemente assieme a Ziggy e Aladdin.
hjhhjij: Sia chiaro, se qualcuno dicesse lo stesso di uno Ziggy o di un Aladdin (che prediligo, seppure di uno sputo, all'alieno) invece che su questo, avrebbe tutte le ragioni: sono tre album di grandissima qualità, il mio è un bilanciamento puramente soggettivo. Ma la perfezione di questo disco la ritengo incredibile. Poi vabè, Bowie e Eno si sono presi Berlino, ed è un'altra storia... "Aladdin Sane" lo riascolterò a giorni, il periodo classici sta finendo poi mi ridedicherò a cose più nuove delle quali mi sta tornando voglia, ma finché dura 'sto prurito per i classiconi vado :>D
Alfredo: Young Americans invece è così così, e addirittura Dimery lo mette nei 1001 album da ascoltare. Mah
hjhhjij: Quello che ancora è un bel disco è "Diamond Dogs", nonostante il "terremotante" cambio di band, ha davvero grandi momenti. Poi vabè c'è il disco di cover che non è tra i migliori dischi di cover che ho sentito francamente, un album un po' interlocutorio (magari però lo riascolto). In questo senso si "Young Americans" è il disco poco riuscito di Bowie per eccellenza nei suoi magnifici anni '70. Soffocato dagli abusi che troncavano l'ispirazione, diciamo che l'esperimento soul non è riuscitissimo, anche se non è tutto da buttare.
luludia: ah, ma le mie erano caramelline (psicopop)...riguardo a "Hunky Dory" è uno dei dischi della mia vita...
Alfredo: Anche il genere soul mi sembra abbastanza distante da lui, lo ha fatto perchè tirava molto all'epoca (il genere e lui).
hjhhjij: Giusto lulù, ma scrivendo così mi sono sentito in colpa aahahhahaha Si Bowie non è mai stato particolarmente vicino al Soul (anche se qualche contaminazione-accenno si trova qua e la) non so se l'abbia fatto per cavalcare la moda, può darsi perché il Soul tira sempre molto, soprattutto nei '60 però, nei '70 tirava ancora di più il figlio "su di giri", il Funk :D
David Bowie: Space Oddity
David Bowie: Space Oddity ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★)
Un 3,5 per me ci sta. Nonostante tutte le sue ingenuità, qualche lungaggine di troppo, qualche brano sicuramente di poco conto, a me 'sto disco non dispiace affatto. Certo è ancora acerbo e il meglio sarebbe arrivato solo dall'anno successivo. Molto bella la title-track che senza dubbio spicca sul resto, piuttosto godibile quasi tutto il resto del disco.
BËL (01)
BRÜ (00)

GIANLUIGI67: a parte tre canzoni, il resto è del tutto anonimo, con qualche pezzo che avrebbe fatto meglio a lasciare nel cassetto
hjhhjij: Non ti do torto, eppure mi risulta assai gradevole con tutti i suoi difetti. Che ci sia qualche pezzo mediocre/evitabile è certo, ti do ragione.
GIANLUIGI67: e ti parlo da grande estimatore da David Bowie
SilasLang: Questo proprio non me dice nulla...a parte un paio di brani. Dal successivo "the man who sold the world" invece si inizia davvero a ragionare
Lao Tze: io ho la versione in CD, fra i pezzi spicca Cygnet Committee... epica, in più parti, un po' di lungaggine nella parte finale ma un crescendo e una melodia straordinari. E' l'unica che ricordo insieme al pezzo omonimo, che è un capolavoro di pop cosmico e di Genio puro nell'arrangiamento. Wakeman si superò, quel suono di mellotron rimane nella leggenda al pari delle parole "ground control to Major Tom" e del conto alla rovescia... enorme. Fu ispirata da un film discretamente noto, di un regista discretamente noto.
hjhhjij: Anche discretamente bello quel film, se non erro e non interpreto male le tue parole. Cygnet pecca di un po' di ingenuità ed eccessiva prolissità a mio avviso ma è una delle più piacevoli con "Letter to Hermione" che è un gioiellino.
ranofornace: Sono affascinato da voi, veramente! Voi tutti che siete in grado di apprezzare, amare la musica di molti, molti personaggi che proprio per me è "vera sopportazione".Spesso mi chiedo cosa mi manca o cosa manca a certa musica o forse la mia capacità di sopportare le "mezze cose" si è totalmente esaurità. Ah... "meam angustia".
David Bowie: The Rise And Fall Of Ziggy Stardust And The Spiders From Mars
Disco minore e poco considerato del Duca, non regge il confronto con capolavori successivi come "Never Let Me Down"... E vabe dai, che devo dire su Ziggy, che è il suo secondo capolavoro, che è un Bowie ispirato al massimo e con una band affiatatissima e perfetta, gli aracnidoni marziani, e che è solo una mera questione di dettagli se gli preferisco un pelo "Hunky Dory" e "Aladdin Sane" del suo periodo prima metà dei '70 ? Che il personaggio/artista/alter-ego è stato un colpo di genio ? No dai, che lo dico a fà... Simbolo del "Glam" ecc. Canzoni da immaginario collettivo (sputtanatissima "Starman") e canzoni, semplicemente, bellissime ("Moonage Daydream" "Lady Stardust" "Ziggy Stardust" "Rock'n Roll Suicide" ecc.)

BËL (02)
BRÜ (00)

Johnny b.: Capolavoro ma Hunky Dory per me resta imbattibile. Per tutti i settanta fino a Scary Monster sempre di altissimo livello.
hjhhjij: Concordo, "Hunky Dory" è perfetto. Tuttavia, il Bowie davvero inarrivabile, per i miei gusti, è quello berlinese, da sempre e credo proprio per sempre. Però si, dal 1969 fino al 1980 ha sbagliato pochissimo, un paio di album minori e mezzi così e così ma per il resto...
fedezan76: Di gran lunga il suo disco più bello.
hjhhjij: Tuttavia ormai io salvo anche "Let's Dance" che nel suo genere funziona bene anche se scendiamo di livello per me. Poi si va a saltoni, nei '90 "Outside" è una ficata, dopo principalmente son belli gli ultimi due. "Blackstar" è una discreta bombetta eh, anche passata l'onda emotiva che ne seguì.
hjhhjij: @[fedezan76] si, "Heroes" in effetti è proprio il suo più bello :-)
fedezan76: Naah. Ha fatto tanti dischi belli, e Heroes è certamente tra questi, ma Rise and Fall è una spanna sopra tutti come qualità complessiva. Sono proprio tutte belle belle qui ...
Johnny b.: Anch'io preferisco il Bowie Berlinese Hunky Dory periodo Glam.
hjhhjij: Nessuno (be, non io almeno) potrebbe certo contraddirti. Ma per me è un discorso che si applica almeno anche a Hunky, Aladdin e i berlinesi. E poi ognuno si sceglie il suo, è ovvio.
fedezan76: Ovviamente è sempre questioni di gusti, e comunque il Duca ha fatto un'infinità di bei dischi, io ad ogni modo non ho dubbio alcuno ad indicare questo come il suo capolavoro.
Johnny b.: Con Bowie non c'è una verità assoluta ognuno può avere il suo o suoi dischi preferiti talmente tanti sono i suoi album definiti capolavori io ne ho contati sette ma possono benissimo essere di più in base ai propri gusti musicali.
David Cronenberg: The Brood, La Covata Malefica
David Cronenberg: The Brood, La Covata Malefica (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★)
Un Cronenberg ancora acerbo e lontano dai suoi capolavori successivi (Videodrome e Inseparabili in particolare), ma già geniale e disturbante. Il tema del rapporto con la carne qui comincia a farsi strada, con la strepitosa e rivoltante scena finale. Un malato gioiellino del primo Cronenberg, da riscoprire.

BËL (00)
BRÜ (00)

David Cronenberg: La Mosca (The Fly)
David Cronenberg: La Mosca (The Fly) (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★)
Il film forse più famoso del regista. Un bel film, un nuovo espediente per narrare il rapporto uomo-macchina-carne tanto caro a Cronenberg. Qui lo fa in maniera un po' più commerciale ed un po' meno geniale rispetto che nel precedente Videodrome, ma il risultato non cambia poi di molto: la Mosca rimane un gran bel film, forte della prestazione immensa di Jeff Goldblum, davvero strepitoso. Finale bellissimo.

BËL (00)
BRÜ (00)

David Cronenberg: Scanners
David Cronenberg: Scanners (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★)

BËL (00)
BRÜ (00)

David Cronenberg: Il Demone Sotto la Pelle
David Cronenberg: Il Demone Sotto la Pelle (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★)
Primo lungometraggio del grandissimo Cronenberg. Un ottimo esordio, girato con pochi mezzi, tante idee e tantissimo talento. Qui comincia per la prima volta, timidamente, ad affacciarsi l'ossessione per la carne e le sue mutazioni, il gusto per l'orrido e il macabro. Un film non eccezionale ma molto ben fatto, a cui seguiranno gli altrettanto belli "Rabid" e "The Brood" e poi i capolavori degli anni '80-'90 e '00. Un grande, inquietante inizio.
BËL (00)
BRÜ (00)

David Cronenberg: Rabid-Sete di Sangue
David Cronenberg: Rabid-Sete di Sangue (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★)
Secondo lungometraggio firmato Cronenberg, sicuramente quello più derivativo da Romero. Tuttavia il film rimane ottimo, e va a formare una triade di film assolutamente di pari livello insieme al precedente "Shivers" e il successivo "The Brood". Non siamo ancora sui livelli dei film '80 e '90, il regista è ancora vincolato all'horror classico, nonostante l'ossessione per la carne sia già ben presente, però il film resta notevole.
BËL (00)
BRÜ (00)

David Cronenberg: A Dangerous Method
David Cronenberg: A Dangerous Method (DVD Video - Ce l'ho - ★★)

BËL (00)
BRÜ (00)

David Cronenberg: La Promessa dell'Assassino
David Cronenberg: La Promessa dell'Assassino ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★)

BËL (00)
BRÜ (00)

David Crosby: If I Could Only Remember My Name
David Crosby: If I Could Only Remember My Name ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★★)

BËL (00)
BRÜ (00)

David Fincher: Seven
David Fincher: Seven (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★★)
Per quanto mi riguarda, miglior film in assoluto di Fincher (regista bravo seppur sopravvalutato), e suo unico 5 stelle. Thriller a tinte oscure e pessimistiche, grazie a due eccellenti prestazioni (Freeman e Spacey) e una buona (Pitt),una regia davvero ottima e una fotografia eccezionale, senza contare il finale stupendo e amarissimo, riesce a colpire in pieno lo spettatore. Thriller per certi versi classico, per altri piuttosto fuori dall'ordinario, tra i top del genere nei '90.
BËL (00)
BRÜ (00)

David Fincher: Fight Club
David Fincher: Fight Club (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★)
Uno dei migliori film di Fincher (ottimo regista forse un po' sopravvalutato), anche se Seven resta lassù. Un ottimo Edward Norton, una bravissima H.Bonham Carter e un Brad Pitt piuttosto in forma (diciamo una delle sue 3 interpretazioni più convincenti) per un film dal ritmo serrato, ad alta tensione, con un finale davvero buono. Non è un capolavoro, ma un bel viaggio nella follia e nell'alienazione questo si. Nulla di straordinario, ma molto bello.
BËL (00)
BRÜ (00)

David Lynch: Blue Velvet
David Lynch: Blue Velvet (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★★)
Ennesima perla targata David Lynch. Dopo il non proprio esaltante "Dune" Lynch torna su livelli altissimi. Un Thriller-Noir abbastanza lineare e semplice rispetto ad opere successive del regista, ma dannatamente ben fatto. Regia e sceneggiatura impeccabili del Lynch più ispirato, atmosfere malatissime e un Dennis Hopper mostruoso, senza contare le interpretazioni eccellenti degli altri tre protagonisti (la Rossellini in particolare). Non mancano le trovate tipicamente Lynchiane. Eccezionale.
BËL (00)
BRÜ (00)

David Lynch: Una Storia Vera
David Lynch: Una Storia Vera (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★★)
Commovente, vero, meraviglioso. Come "The Elephant Man" si discosta dallo stile classico di Lynch, quello surreale e non-sense, e come The Elephant Man, anche "Una Storia Vera" è un capolavoro. Film meraviglioso, tra le vette assolute di David Lynch.
BËL (00)
BRÜ (00)

David Lynch: Inland Empire
David Lynch: Inland Empire (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★★)

BËL (00)
BRÜ (00)

David Lynch: Eraserhead
David Lynch: Eraserhead (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★★)
Un esordio col botto. Assurdo, completamente senza senso, surreale, inquietantissimo, geniale eccetera eccetera... Film meraviglioso, se si guarda consapevoli del fatto che non potremmo capirci nulla, ne trovare un senso anche minimo, visto che il senso non c'è. Probabilmente il film più inquietante che io abbia mai visto. Meravigliosamente folle.

BËL (02)
BRÜ (00)

Eraserhed: condivido
David Lynch: Mulholland Drive
David Lynch: Mulholland Drive (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★★)
Il Capolavoro di Lynch. Perfetto dall'inizio alla fine, un'atmosfera fantastica, un film che ti entra dentro. Incredibile come sia riuscito ad affascinarmi, a tenermi sconvolto incollato allo schermo, fino al finale a dir poco spiazzante. Il suo film più maturo, la surrealità, l'atmosfera onirica qui non è totale come in Eraserhead, è meglio utilizzata, sospendendo la storia in un limbo, tra il Thriller e il surreale. Un intreccio perfetto, ma non incomprensibile. Film ENORME

BËL (00)
BRÜ (00)

David Lynch: The Elephant Man
David Lynch: The Elephant Man (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★★)

BËL (00)
BRÜ (00)

David Lynch: Strade Perdute
David Lynch: Strade Perdute (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★★)
Uno dei film più belli degli anni '90 e il capolavoro di Lynch con MD (con leggera preferenza soggettivissima verso quest'ultimo). Sconvolgente.
BËL (01)
BRÜ (00)

adrmb: Eh si, Mulholland Drive è il mastropezzo assoluto, ma questo è assolutamente superlativo. Poi tecnicamente è tutto perfetto e le scene di voyeur sono di una bellezza sconvolgente. Il mio secondo preferito di zio Davide.
Vituperio: In questa ultima visione pomeridiana il montaggio analogggggico mi ha letteralmente sconvolto, l'occhio della madre poi, magnificenza pura.
hjhhjij: Si. Ciao nuovo fake, ci becchiamo qui in giro.
David Lynch: Cuore Selvaggio
David Lynch: Cuore Selvaggio (DVD Video - Ce l'ho - ★★★★★)
Il miglior Cage e la migliore Dern si trovano qui. 5 anche a lui, però sono un po' fan di Lince e non faccio testo eh.
BËL (00)
BRÜ (00)

hobermallow: Fuck me...fuck me...fuck me....
hobermallow: Ma per quanto riguarda la migliore Dern ci sarebbe un certo Inland Empire......
hjhhjij: Si si ma li me ne sbatto della recitazione di chiunque, I.Empire è un'esperienza visiva a parte, un collage di immagini oniriche terribilmente affascinante. Può darsi che la migliore Dern sia li, ma non me ne sono accorto :D
David Yates: Harry Potter e L'Ordine della Fenice
David Yates: Harry Potter e L'Ordine della Fenice (DVD Video - Ce l'ho - ★★)
Film mediocre, anche se non totalmente da buttare, se non altro per la presenza nel cast, di attori davvero bravi che si sforzano di bilanciare l'inettitudine dell'attore principale, mr.manichino radcliffe (parlo di gente come Gary Oldman, Ralph Fiennes, Alan Rickman). Insomma un pochino meglio del precedente; i difetti sono comunque troppi, e rimane un brutto film, tra i peggiori della saga. 5

BËL (00)
BRÜ (00)

adrmb: Ma perchè hai speso i soldi...
hjhhjij: E che ne so. Non lo vidi al cinema, però era uno dei libri migliori e anche visto il cast credo che sperai in un qualcosa di decente. No. Proprio no.
adrmb: Io lo avrei snobbato perché avrei visto la media brutta di Filmscoop XD Ero fissato ahah
hjhhjij: Ma 10 anni fa chi lo conosceva filmscuppe XD
hjhhjij: Il modo in cui hanno reso la battaglia al ministero è stato drammaticamente esilarante XD
adrmb: Ma.. Io lo conoscevo dal 2007 rido, il mio riferimento insieme a Mymovies kek
Buh, é l'unico che non ricordo ;_;
hjhhjij: Meglio così XD
adrmb: Nooo, questo significa che una mia amica potteriana m'imporrà il rewatch kek
hjhhjij: Minacciala di farla finire come Dracula nello scontro con Santa Chiara.
adrmb: Cos ahah
adrmb: AHAHAHAH ma un bel "E sticazzi?" a San Francesco no?
hjhhjij: Da parte mia si, da parte di lei mi sa di no. Più che altro è interessante vedere come costei sia devota sempre alla gente che parla con gli animali, nei suoi ruoli.
adrmb: SPE, San Francesco era una principessa Disney?
hjhhjij: Che bella immagine. Ma io parlavo dei simpatici parallelismi tra Chiara e Bellatrix che sbavano dietro alla gente che parla con gli animali. Oh, lupi, serpenti, uccelli, è uguale. Lei ha pure (l'ex) marito che parla con gli elefanti. Possibilmente rosa.
hjhhjij: Voldemort con una chitarra e un falò a recitare "Il Cantico"
adrmb: Non ricordarmi che deve uscire quel cancro chiamato "Dumbo live-action" pls che mi parte l'1 o g g e t t i v o su Filmscoop
hjhhjij: Se solo glielo avessero affidato 15-20 anni fa... Ma non andava ancora di moda remakare (male) i classici Disney. Burton è l'uomo giusto. Solo che è un regista finito. Vent'anni fa (facciamo anche 25 và) avrebbe fatto meraviglie con i Pink Elephants.
hjhhjij: Comunque all'amica tua diglielo "come Dracula nello scontro con Santa Chiara." Stacce.
adrmb: AHAHAH
hjhhjij: VOGLIO SAPERE LA SUA RISPOSTA AMO SPIAZZARE LE GENTI XD
adrmb: Ahah d'accord, a tempo opportuno.
hjhhjij: @[adrmb] dottò me ne è venuta in mente un'altra :D Piano Scene from 'A room with a view" [1985] Prima lo suona e poi siccome non le viene bene, si incazza e lo fa secco, povero Ludovico Van :( Immortal Beloved ~ Ode To Joy Scene
adrmb: Ao, comunque ieri l'ho rivisto, secondo me più che essere brutto (>Principe Mezzosangue) si strasente che è il riassuntino di un tomo di ottocento pagine, almeno l'intento c'era, via.
hjhhjij: Nuo dai, è un riassuntino scialbo, che toglie parti succose per lasciare o inventare robe inutili, e poi basti vedere come hanno cannato la battaglia al ministero, oltre ad essere un film mediocre sotto tutti i punti di vista (io ricordo una fotografia da squaqquarà ma forse sbaglio :D) Insomma se ti devi far male, ma perché, rileggiti il libro, anzi, leggiti quello che ho quasi finito io XD
Dead Can Dance: Garden of the Arcane Delights
Sapete che vi dico ? Ancora prima di "Spleen and Ideal" il primo vero capolavoro dei DCD è questo ep (poi finito ad allungare l'esordio omonimo). 4 canzoni 4 capolavori oh. Poi secondo me è qui che il talento autoriale di Brendan Perry esce del tutto fuori "In Power We Entrust" e soprattutto "Arcane" sono da brividi (quest'ultima con quelle note di chitarra nella parte finale... emozioni). Stupisce meno la Gerrard che già nell'esordio aveva fatto cose assurde, comunque "Carnival of Light" resta una delle mie preferite del duo.
BËL (00)
BRÜ (00)

Dead Can Dance: Dead Can Dance
Dead Can Dance: Dead Can Dance ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★)
Per alcuni è persino il loro migliore, per me un esordio eccellente, in parte originale e ottima dark-wave, in parte (tradotto in "i brani della Gerrard") già qualcosa di totalmente unico e sconvolgente nel panorama '80s ("Ocean" e "Musica Eternal" due capolavori da lacrime) in, piccolissima, parte forse giusto un poco acerbo in 2 o 3 brani. Comunque altissima qualità, gruppo (duo) di un'originalità sconcertante. Tempo un anno e sarebbe arrivato "Spleen and Ideal" dando il via ad un miracolo in musica vero e proprio.
BËL (01)
BRÜ (00)

bluesboy94: Concordo su tutta la linea ( voto al disco, su quelle due canzoni migliori e sul fatto che a questo seguiranno dei capolavori impressionanti).
hjhhjij: Compresi i due piazzati nella prima metà dei '90 a continuo della loro fase "matura" se vogliamo iniziata nel 1988 con l'uovo del serpente e proseguita con quelli. "Aion" in particolare, un capolavoro a se stante vista la svolta centralizzata alla musica medioevale, come a voler iniziare il nuovo decennio con una rotta diversa, alla grande. Ma del duo se ne potrebbe parlare molto a lungo d'altronde. Un solo disco "meh" per il resto persino l'album della reunion è buono.
hjhhjij: @[bluesboy94] Le canzoni dell'ep successivo le conosci vero ? Li non ce ne è una meno che meravigliosa per me.
bluesboy94: Si, che domande... vince di un'inezia "In Power We Entrust, ma comunque, come già detto da te, è un ep perfetto.
hjhhjij: Ognuno ha la sua :-) La mia è "Arcane". Sempre Perry stavolta e dire che sono leggermente Gerrardiano di solito.
bluesboy94: Interessante vedere di disco in disco chi "prevale" tra la Gerrard e il Perry...
bluesboy94: Tipo in "Within The Realm of a Dying Sun" mi riesce impossibile stabilirlo,in "Serpent's Egg" si.
hjhhjij: No se è impossibile, dicevo per dire. Secondo me però, tanto per, in Spleen e Within è pareggio sicuro. Serpent è vero vince Lisa ma lì c'è LA canzone dei DCD quindi non vale è troppo facile. Per gli altri pure è difficile... Ma tanto è un giochino scemo XD Dicevo giusto che di solito la "mia" canzone in un disco loro è quella di Lisa. Eccetto The Gardens of the Arcane Delights e Within.
hjhhjij: black tape for a blue girl - Ashes In The Brittle Air (CD, Album) at Discogs Conosci questi signori ? Potrebbero interessarti, sono belli.
bluesboy94: Qual'è l'apice di "Within..." per te? (Per me Xavier).
Li conoscevo già di nome, mai approfonditi, me li segno.
hjhhjij: "Xavier" appunto, quindi Perry. Nel genere son bravi anche i Lycia, più elettronici.
Dead Kennedys: Bedtime For Democracy
Dead Kennedys: Bedtime For Democracy ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★)

BËL (00)
BRÜ (00)

Dead Kennedys: Fresh fruits for rotting vegetables
Dead Kennedys: Fresh fruits for rotting vegetables ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★★)

BËL (00)
BRÜ (00)

Dead Kennedys: Plastic Surgery Disaster
Dead Kennedys: Plastic Surgery Disaster ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★★)

BËL (00)
BRÜ (00)

Death Cult: Death Cult
Death Cult: Death Cult ( CD Audio - Mi manca - )
Davvero bello questo EP degli allora Death Cult (subito dopo diventeranno semplicemente "Cult"). 4 brani e tutti splendidi, a partire dall'irresistibile cavalcata di "Brothers Grimm". Post-Punk dal piglio rock, gotico perché dai contorni e dalle atmosfere cupe, nervose e oscure, con un cantato estremamente enfatico e teatrale, bellissimo lavoro di Billy Duffy alla chitarra ed efficacissima la sezione ritmica che da un groove splendido alle quattro canzoni. Tra i Grimm e il Vietnam c'è spazio anche per la storia e la cultura dei nativi americani ("Ghost Dance" e "Horse Nation" quest'ultima tratta dal libro "Bury My Heart at Wounded Knee" che già ispirò dieci anni prima la band tedesca Gila).
BËL (00)
BRÜ (00)

Deep Purple: Shades Of Deep Purple
Deep Purple: Shades Of Deep Purple ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★)
Acerbo acerbo. 6
BËL (00)
BRÜ (00)

Deep Purple: The Book Of Taliesyn
Deep Purple: The Book Of Taliesyn ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★)
Bello.
7,5

BËL (01)
BRÜ (00)

Deep Purple: Who Do We Think We Are
Deep Purple: Who Do We Think We Are ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★)
Un po' sottotono. 7
BËL (00)
BRÜ (00)

Deep Purple: Deep Purple
Deep Purple: Deep Purple ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★)
A me piace, non poco.
7,5

BËL (00)
BRÜ (00)

Deep Purple: Made In Japan
Deep Purple: Made In Japan ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★★)
Deep purple: In Rock
Deep purple: In Rock ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★★)
Hard-Rock totale.
9

BËL (01)
BRÜ (00)

Deep Purple: Fireball
Deep Purple: Fireball ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★)
Non inferiore al successivo.
8

BËL (01)
BRÜ (00)

Deep Purple: Machine Head
Deep Purple: Machine Head ( CD Audio - Ce l'ho - ★★★★)
Space Truckin', Highway Star e Lazy sono capolavori, però non tutto è su quel livello. E Smoke ha rotto le palle.

BËL (01)
BRÜ (02)

pippo 70: Smoke on the water è stata eccessivamente inflazionata, questo, purtroppo, è un difetto comune a molti hit che, dopo troppi, ripetuti, ascolti, finiscono per venire a noia. Concordo con i tre, monumentali, brani da te segnalati. Grassie