Almotasim e i suoi commenti

Opera: | Recensione: |
Bella recensione! Un esordio ragguardevole questo Lo!
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
Bella recensione! Grande disco! I Hard You Looking sublime!
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
Bella recensione. L'album a me piace molto.
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
Molto bella la recensione. Astral Weeks e Moondance sono inarrivabili!
BËL (00)
BRÜ (00)

hjhhjij: Hai ragionissima. Ma c'è ne è un altro a quel livello. Un altro soltanto, ma c'è ;)
Pinhead: Ma anche tre, oltre al tuo uno: per me pure «Tupelo Honey», «Saint Dominic's Preview» e «It's Too Late to Stop Now» volano altissimo..
hjhhjij: Che siano bellissimi Tupelo e St. Dominic (il live è clamoroso ma lo tengo sempre come cosa a parte rispetto i dischi in studio) è fuori di dubbio. Che siano sullo stesso livello di Astral, Moondance e Veedon Fleece, secondo me no. Altrimenti avrei citato anche lo stupendo Into the Music e i tanti dischi bellissimi degli anni '80, compreso il perfetto compendio della tradizione irlandese/celtica con i Chieftains. Solo che Quei Tre sono, semplicemente, universi superiori.
In: Üstmamò di tia
Opera: | Recensione: |
Bellissimo album, il migliore degli Ust! Bella recensione.
BËL (00)
BRÜ (00)

tia: Eh! Grazie.. Si pensa che ne possiedo pure due copie..
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «All'inizio intendevo scrivere "intensa armonia", non so come sia uscita "l'armonica".». Vedi la vecchia versione link rotto
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
Bella recensione! Di questo disco adoro "Christina".
BËL (01)
BRÜ (00)

Pinhead: Un benvenuto ancora più caloroso, a questo punto.
Opera: | Recensione: |
Ottima recensione per un disco capolavoro! Assieme a And Then Nothing Tourned Itself Inside-Out il meglio su Lp dei grandissimi YLT. Ne esprime magistralmente le due anime complementari: il rumorismo noise e le melodie folk spruzzate di psichedelica discreta.
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
Molto valida la recensione! Allegato al doppio best, c'è, o c'era, almeno nella prima tiratura, una raccolta di inediti davvero avvincente, per non dire superlativa: su tutte la versione acustica di Tom Courtenay cantata dalla Hubley, poi Magnet, Ashes on the Ground, Decora senza elettricità... in una sorta di narrazione sonora composta ed intimista. Una specie di concept più bello e scorrevole del best, che rappresenta comunque una utile e didattica introduzione all'arte degli YLT, generalmente meglio espressa sul lungo formato degli album. La mancanza delle dissonanze di The Evil that Men Do, dal primo album è forse l'unica pecca.
BËL (00)
BRÜ (00)

Opera: | Recensione: |
Summer Sun é un bel disco, piacevole, solare, meno avventuroso di altre imprese degli YLT, meno Genius e più Love, ma da avere. Opera di una certa maturità e di ricerca stavolta nella quieta grandezza. Amavo Season of the Shark, ma adesso venero Today is the Day, perfetta sintesi dell'album. Today is the Day EP raccoglie pregevoli outtakes dove ritorna il umorismo qui assente.
BËL (00)
BRÜ (00)

Almotasim : ...dove ritorna il rumorismo qui assente.